Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - LAG9 è il fiore allocchiello della gamma OLED della serie Master 2019 di Sony. Uno schermo piatto senza compromessi, combina unelaborazione delle immagini allavanguardia con un audio innovativo e una sensibilità di design di fascia alta.

Anche il numero di funzionalità è formidabile. Cè il supporto per lalta gamma dinamica Dolby Vision e laudio basato su oggetti Dolby Atmos, la certificazione IMAX Enhanced (utile per i film IMAX Enhanced provenienti da Rakuten TV a questo stesso set) e lapprovazione di Netflix (in particolare una modalità di visualizzazione Netflix Calibrated su misura).

Design minimalista alla moda

  • Audio di superficie acustica+
  • 4x HDMI, 3x USB, Wi-Fi e Bluetooth

Meno attitudinale rispetto ai suoi predecessori, questo top di gamma Sony non adotta più una posa inclinata allindietro, ma si trova in posizione verticale su un piedistallo centrale facile da ospitare. Elegantemente minimale, lAG9 ha in realtà un ingombro più sottile rispetto al suo predecessore AF9.

Quadrato acceso, è tutto schermo. La lunetta è minuscola; cè un discreto marchio Bravia, in basso a sinistra, ma è tanto ostentato quanto le cose. Il pannello stesso si trova quasi a filo del piedistallo, quindi non pensare di mettere una soundbar di fronte ad esso.

SonySony Ag9 recensione immagine 7

Non che tu ne abbia bisogno. Il set è dotato della tecnologia Acoustic Surface Audio+. Gli attuatori posizionati sul pannello stesso vibrano per produrre il suono, mentre i woofer supplementari sul retro aggiungono i bassi.

Le connessioni includono quattro ingressi HDMI 4K full-fat, quindi praticamente tutto ciò che vuoi collegare verrà visualizzato con la massima fedeltà. La porta HDMI principale dispone anche di eARC avanzato, per il pass-through audio senza perdita di dati di formati audio basati su oggetti.

Oltre al Wi-Fi e al Bluetooth v4.2, cè un minijack AV, unuscita audio digitale ottica, tre USB (una destinata alla registrazione su HDD), una presa per le cuffie e una porta Ethernet. Il set dispone anche di terminali per altoparlanti stereo con clip a molla, che consentono al sistema audio dellAG9 di funzionare come altoparlante centrale in un sistema cinematografico multicanale.

Finalmente il sistema operativo Android TV arriva bene

  • Sistema operativo Android Oreo TV
  • Freeview HD con YouView

Le smart connesse sono fornite da Google Android. Le precedenti iterazioni del sistema operativo Android TV sono state nella migliore delle ipotesi goffe; tuttavia la nuova iterazione Oreo è un netto miglioramento. È più intuitivo da usare e funziona bene allinterno di un più ampio ecosistema di Google.

Chromecast è integrato, mentre è disponibile il supporto per i dispositivi Google Home e Amazon Alexa. È prevista anche la compatibilità con Apple AirPlay 2 e HomeKit.

Pocket-lintSony AG9 recensione immagine 3

Una sfortunata conseguenza del sistema operativo Google, almeno per gli acquirenti del Regno Unito, è che non cè Freeview Play. Sony circumnaviga questo con una guida YouView TV sostitutiva, che offre funzionalità simili e recupero mainstream. Sono presenti tutte le principali app di streaming, tra cui Netflix, Prime Video, YouTube e Rakuten TV.

Il set sembra essere una buona scelta anche per i giocatori di console. Utilizzando la modalità Game dedicata, abbiamo registrato un input lag di soli 26,5 ms, che si traduce in unesperienza di gioco TV decente.

Qualità dellimmagine sensazionale

  • Supporto HDR: HDR10, HLG, Dolby Vision
  • Processore di immagini: Sony X1 Ultimate

LAG9 non richiede molte persuasioni per fornire unimmagine sorprendentemente bella. Il cuore del pannello è il chipset X1 Ultimate di Sony, che rappresenta un aggiornamento significativo del precedente X1 Extreme. Con lupscaling della definizione standard HD migliore della categoria e unimmagine 4K nativa ricca di sfumature, aiutata dal miglioramento dellimmagine 4K X-Reality Pro sottile ma soddisfacente, può girare la testa anche con il contenuto più modesto.

Questo perché lX1 Ultimate ha una collezione di miglioramenti dellimmagine fantasiosi incorporati. Un Pixel Contrast Booster migliora il colore e il contrasto nelle aree luminose, mentre la tecnologia Super Resolution basata su oggetti è in grado di rilevare e analizzare i singoli oggetti allinterno di una scena, modificando dinamicamente il contrasto , dettaglio e colore.

SonySony AG9 recensione immagine 4

Il risultato è che è possibile godere di tutti i vantaggi del pannello, indipendentemente dal fatto che si stiano guardando programmi HDR o meno. Tutte le immagini hanno un pop avvincente e vivacità.

Le preimpostazioni di visualizzazione includono Vivido, Standard, Cinema, Gioco, Personalizzato, Grafica e Foto. Standard è il nostro punto di riferimento quotidiano consigliato, perché combina un contrasto dinamico e incisivo con uneccellente vivacità dei colori. È perfetto per condizioni di visualizzazione normali, con luce diurna o ambientale.

Per una considerazione AV più seria, cè la modalità Custom, che rispecchia in modo più accurato lequilibrio di un monitor di mastering di Hollywood, tuttavia questo funziona davvero solo con la visione di stanze buie / cinema.

Le prestazioni HDR dellAG9 rasentano leccellente. Abbiamo misurato 750 nit in modalità Standard. Tuttavia, la TV può effettivamente offrire una luminosità più elevata, riflettendo meglio la classificazione HDR del mondo reale. Ciò potrebbe includere picchi intensi causati da fuochi dartificio, lampade, riflessi e scintillii effetti visivi assortiti.

Non è solo la luminosità di picco che impressiona sullAG9. Le prestazioni vicino al livello del nero sono altrettanto eccezionali. Gli schermi OLED sono notoriamente difficili da pilotare, in particolare quando si arriva a bassi livelli di luminanza. Tuttavia, gli ambienti oscuri dellaltro mondo di The Expanse (Amazon Prime, 4K) appaiono riccamente strutturati.

Lavvertenza è che il supporto HDR dellAG9 non si estende a HDR10+, lalternativa dinamica dei metadati a Dolby Vision preferita da Amazon e da alcuni fornitori di Blu-ray. Dato che luniversale Dolby Vision e HDR10+ sono offerti dai rivali Philips e Panasonic, la sua omissione qui è deplorevole, in particolare se vuoi guardare The Boys (Amazon Prime) in tutta la loro gloria cruenta.

Pocket-lintSony Ag9 recensione immagine 9

Se senti il bisogno di modificare, cè una buona dose di aggiustamento in offerta. Tuttavia, le impostazioni predefinite dellAG9 traspaiono invariabilmente per offrire il miglior compromesso. Si scopre che Advanced Contrast Enhancer e Black Adjust sono meglio lasciare su Medium, con Peak Luminance impostato su High per HDR e Medium per SDR.

La modalità Calibrated For Netflix presumibilmente riflette limmagine come masterizzata durante la post produzione di Netflix. È un preset Cinema con qualsiasi altro nome. Selezionato, sostituisce Dolby Vision.

Naturalmente, lAG9 non riguarda solo i film. La gestione del movimento, a lungo un punto di forza di Sony, rimane una carta vincente qui, dando a questo pannello un vantaggio su molti dei suoi rivali quando si tratta di presentazioni sportive. Il processore Motionflow XR combina senza sforzo la fluidità con la chiarezza, ma evita in qualche modo artefatti di movimento scomodi.

Sistema audio inventivo

  • Potenza in uscita 20W+20W+10W+10W
  • 2x attuatori, 2x woofer per bassi

Sony ha apportato alcune modifiche al sistema Acoustic Surface Audio+ sullAG9 e per certi versi è un downgrade rispetto a quello che abbiamo sentito sullAF9. Il numero di attuatori è stato ridotto da tre a due. Tuttavia, sono stati anche ridisegnati per offrire una diffusione più ampia di bassi e acuti.

Questa revisione funziona davvero bene. LAG9 presenta un palcoscenico ampio, quasi panoramico, e riesce chiaramente a separare i livelli allinterno di un mix. Il colpo di apertura in Baby Driver è una cacofonia di pneumatici che stridono tagliati a ritmo musicale. Nulla è perduto, laudio opportunamente cinematografico. Il set fa anche un buon lavoro con lintelligibilità vocale.

Naturalmente, ci sono limiti a questi vibratori stereofonici. Sebbene il set disponga di un decoder Dolby Atmos, è meglio trasmettere le colonne sonore tramite HDMI a una soundbar compatibile o a un sistema home cinema.

Prime impressioni

LAG9 indossa bene il suo status di ammiraglia. La struttura e il design estetico sono elevati, mentre il sistema audio Acoustic Surface Audio+ è tanto ingegnoso quanto musicale. Non cè assolutamente bisogno di budget per una soundbar.

Ovviamente, dove lAG9 brilla davvero è con le prestazioni dellimmagine. Questo è uno schermo che riconosce che guarderai tanto (se non di più) HD SDR quanto contenuto 4K e applica una notevole potenza di elaborazione per renderlo il migliore possibile. È anche un display eccezionale per il 4K nativo, con una presentazione dei dettagli sensazionale e dinamiche di alto livello.

Alcuni punti su cui riflettere quindi, ma, nel complesso, valutiamo lAG9 a Master Series uno storditore in buona fede.

Considera anche

SamsungImmagine recensione TV Samsung Q90 1

Samsung Q90R

squirrel_widget_148516

Questo Samsung di alto livello occupa unaria rarefatta simile allAG9, ma utilizza un display QLED anziché OLED, vale a dire che è un modello LCD a LED con retroilluminazione a matrice completa e un sacco di salsa segreta Samsung. Ciò offre una luminosità HDR superiore - 1765 nits misurati in modalità Standard - che lo rende un ottimo schermo per luso in salotto. Tuttavia, non ha prestazioni paragonabili a livello di nero e non è altrettanto carino.

LGRecensione Tv LG Oled C9 image 1

LG OLED C9

squirrel_widget_148726

Lacquisto OLED più ovvio di LG per il 2019 vanta un sacco di funzionalità intelligenti basate sullintelligenza artificiale e ha un eccellente processore di immagini nella forma dellAlpha 9 di seconda generazione. Tuttavia, non è così abile nellupscaling HD SDR e la sua gestione del movimento è non è nemmeno così liscio.

Scritto da Steve May.