Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Se non hai acquistato una TV negli ultimi due anni, è probabile che non sia "intelligente". Se desideri gli ultimi servizi di streaming e recupero senza limplicazione dei costi di firmare contratti vincolanti per un set-top box, allora ci sono modi per aggirare questo. Roku ha realizzato da tempo box di streaming collegati di piccole dimensioni, ma con il suo ultimo Roku Streaming Stick è riuscito a stipare quella tecnologia in un dispositivo basato su HDMI leggermente più grande di una tipica chiavetta USB.

Le dimensioni sono tutto in questi giorni, quindi un piccolo modo come questo per "smart" la tua TV è il benvenuto, supponendo che non sia così vecchio che non ci siano porte HDMI disponibili. Ma con il Chromecast di Google ora anche sulla mappa, il Roku ha quello che serve per rendere lo Streaming Stick un acquisto fattibile? Abbiamo guardato Netflix, iPlayer e altro ancora per scoprire se è davvero buono.

Il nostro parere veloce

Se stai cercando di migliorare il tuo soggiorno, o come sospettiamo più probabilmente "intelligente" una seconda TV in casa, allora il Roku Streaming Stick fa un buon lavoro. Con il pieno supporto di servizi come Netflix, Now TV, Sky Store, Demand 5 e 4oD, il sistema Roku ha dimostrato non solo di avere una buona selezione, ma che continua a crescere.

A differenza di Google Chromecast, non è necessario avere il telefono presente e il telecomando incluso rende Roku unesperienza più tradizionale incentrata sulla TV. Sarà perfetto per alcuni utenti a seconda della tua posizione: ci piace il Roku e riteniamo che il Chromecast di Google abbia un approccio leggermente diverso.

Non è tutto perfetto però. È probabile che tu debba utilizzare il cavo di alimentazione piuttosto che una porta USB basata su TV per alimentarlo, vorremmo che il telecomando basato sulle cuffie fosse nella scatola e degli oltre 500 canali disponibili un grande molti di essi sono inutili e irrilevanti. Ma questultimo punto è proprio la natura del mercato in realtà.

Anche se vuoi solo ottenere una manciata di servizi chiave, il Roku è un ottimo modo per farlo senza lingombro o il fastidio di un set-top box più grande e più costoso.

Recensione di Roku Streaming Stick

Recensione di Roku Streaming Stick

4.0 stelle
Pro
  • Di piccole dimensioni
  • Rimane nascosto
  • Facile da usare
  • Un sacco di catch-up gratuito e accesso al servizio a pagamento
  • Telecomando reattivo non basato su IR
  • App per eseguire il ping di contenuti personali sulla TV
Contro
  • Richiede una fonte di alimentazione separata
  • Nessun telecomando compatibile con le cuffie
  • Concorrenza Chromecast
  • I televisori non HDMI non funzionano
  • Limite di nove riquadri per schermo dellinterfaccia utente

Design

Mentre in precedenza le scatole Roku erano piccoli dispositivi fisici da posizionare su uno scaffale o sopra qualcosaltro, il Roku Streaming Stick è molto più piccolo. Lidea è di collegarlo semplicemente a una presa HDMI di riserva sulla TV. È piccolo, viola brillante e, a parte il colore sorprendente, è piuttosto noioso in termini di design, ma poiché sarà probabilmente nascosto per sempre alla vista, non è un problema.

Pocket-lintimmagine recensione roku streaming stick 3

Lalimentazione viene fornita sotto forma di presa Micro-USB invece di essere prelevata direttamente attraverso il terminale HDMI della TV. Nella confezione viene fornito il cavo di alimentazione, o se sei abbastanza fortunato che la tua vecchia TV abbia una presa USB, puoi collegare il cavo dallo Streaming Stick alla presa USB e prendere lalimentazione da lì.

In caso di emergenza cè un pulsante di hard reset sullo stick stesso, ma non dovresti aver bisogno di premerlo a meno che le cose non vadano storte. Non lo hanno fatto durante il nostro periodo di test del Roku.

Ai comandi

Incluso nella confezione cè un telecomando dedicato, oppure puoi collegare le app gratuite per iPhone o smartphone Android per occuparti delle cose. Il telecomando incluso è di base, ma migliore della maggior parte che troverai in termini di costruzione e poiché non è a infrarossi (IR), non devi preoccuparti di puntarlo direttamente verso lo stick.

Pocket-lintimmagine recensione roku streaming stick 6

Tuttavia, è un peccato che Roku non abbia incluso il telecomando più avanzato con supporto per le cuffie integrato. Sospettiamo che ciò dipenderà dal costo, poiché un telecomando del genere viene fornito solo con la sua scatola di alto livello. Anche così, con un dispositivo come lo Streaming Stick destinato, presumibilmente, ai televisori delle camere da letto, linclusione della sua tecnologia per le cuffie - che ti consente semplicemente di collegare un paio di cuffie al telecomando per disattivare laudio della TV e non disturbare nessuno intorno a te - sarebbe stata una grande aggiunta qui.

LEGGI: Recensione Roku 3

Lapp per smartphone consente non solo di controllare lo Streaming Stick, ma anche di inviare contenuti dal telefono. Video, musica o foto possono essere inviati tutti premendo un pulsante, anche se abbiamo riscontrato che i video più lunghi impiegavano del tempo per essere recuperati dal dispositivo, cosa che di solito non sperimenteremmo con Apple TV.

Pocket-lintimmagine recensione roku streaming stick 11

Questo è un modo potenzialmente valido per inviare file personali su uno schermo più grande, ma non è così espansivo come Chromecast di Google, poiché non è possibile eseguire il mirroring delle pagine Web con i relativi contenuti. Ci sono ancora alcune lacune: su iPhone non siamo stati in grado di trasmettere in streaming Netflix, ad esempio. Questo sta arrivando, presumibilmente, ma potresti anche accendere il Wi-Fi del tuo telefono e ottenere lapp Netflix separata o utilizzare lapp specifica dal negozio Roku per farlo.

LEGGI: Recensione di Google Chromecast

Impostare

Limpostazione di Roku Streaming Stick è incredibilmente semplice. Collegalo alla TV e la scatola inizia con la procedura di installazione che puoi seguire. Avrai ovviamente bisogno di una connessione Internet, preferibilmente veloce, altrimenti lo streaming non sarà allaltezza, ma avrai anche bisogno di un dispositivo separato come il tuo laptop, tablet o smartphone per convalidare il dispositivo tramite il sito Web di Roku. Pratica un po fastidiosa, ma abbastanza comune.

Pocket-lintimmagine recensione roku streaming stick 2

Questo per assicurarti di avere un account Roku, un requisito per far funzionare tutto. Dovrai anche separarti dai dettagli della tua carta di credito anche se non ci sono abbonamenti o costi da pagare: tali pagamenti in corso entreranno in gioco solo se desideri scaricare determinate app basate su abbonamento.

Una volta che le basi sono state fatte, puoi aggiungere app disponibili allinterno del negozio di Roku per personalizzare la tua esperienza sulla schermata iniziale. Quindi, se vuoi un po di 4oD, puoi cercarlo.

Interfaccia

Luso del telecomando semplifica lesplorazione dellinterfaccia su schermo di Roku che è, se hai mai usato o visto la configurazione di Roku prima, molto simile a quella offerta dalle varie scatole di Roku. È abbastanza semplice da usare e linterfaccia è abbastanza agile da non essere frustrante.

Linterfaccia è ora basata su due pannelli che puoi scorrere o attraversare. Nella schermata di apertura hai I miei canali, Channel Store e Impostazioni a sinistra. Sulla destra hai una griglia di nove spazi canale per un rapido accesso alle tue app e ai tuoi canali preferiti. Scorrendo a destra si elimina il primo menu e invece di rivelare più opzioni di canale, appare unenorme pubblicità - sia per Roku che per Netflix o simili - che non è solo un po pacchiana ma un enorme spreco di spazio sullo schermo.

Pocket-lintimmagine recensione stick streaming roku 15

Puoi spostare i canali nellordine desiderato premendo il pulsante asterisco sul telecomando, ma non puoi mai visualizzare più di nove tessere sullo schermo in qualsiasi momento. Per vedere di più devi scorrere verso il basso.

Cè qualche personalizzazione, ma non per risolvere il problema dei nove riquadri sopra. È roba più estetica: Roku ti consente di cambiare laspetto dellinterfaccia del menu, sostituendo lo schema di colori viola con vari temi stagionali o uno dei cinque preset che vanno sotto nomi come "Daydream" o "Decaf". Nessun premio qui: il primo ha le nuvole, il secondo è marrone.

Linterfaccia, sebbene dispendiosa nelluso dello spazio sullo schermo, è facile da usare e diretta. Tuttavia, poiché non esiste un sistema di menu prioritario imposto agli sviluppatori di app, ogni app sembra e si sente diversa. Questo è ottimo o scarso a seconda di come guardi queste cose.

Negozio di canale

Lapproccio principale a Roku è che puoi espanderlo aggiungendo più "canali" tramite il Channel Store. A differenza di Apple TV, non è necessario attendere un aggiornamento di sistema per aggiungere più contenuti o che diventino disponibili più contenuti. Aspetta solo che gli sviluppatori salgano e sviluppino unapp per questo. Qui cè molta scelta e molto viene aggiunto frequentemente.

I grandi successi già disponibili includono BBC iPlayer, Netflix, Now TV, Demand 5, Sky News, Crackle, Vevo, Plex, Spotify e TuneIn Radio. Puoi anche ottenere app come Flickr, Facebook, Picasa e YouTube. Questi sono gratuiti, ma alcuni possono imporre costi di iscrizione, come i pagamenti mensili per Netflix o Now TV. Ma tali servizi non sono contrattuali, quindi è facile acquistare alcuni mesi per guardare il tuo programma preferito e poi tornare indietro senza che i soldi continui a lasciare la tua banca.

Pocket-lintimmagine recensione stick streaming roku 10

Come in tutti gli app store, ci sono alcune buone app e servizi e altri meno buoni. Delle centinaia di app disponibili nel Roku Channel Store, probabilmente sarai interessato solo alla manciata che abbiamo già menzionato. Tuttavia, la buona notizia è che sono presenti e se viene lanciato un nuovo servizio caldo può essere aggiunto molto facilmente.

Quello che non ottieni, tuttavia, è la possibilità di noleggiare o acquistare contenuti allo stesso modo delliTunes Store o di Google Play, sebbene con Now TV che copre tutti i film più recenti e Netflix che copre una grande fetta di programmi TV e precedenti film dovresti essere abbastanza ben coperto.

È importante sottolineare che, laddove ci sono state omissioni nelle passate iterazioni di Channel Store, queste lacune vengono ora colmate. Dal lancio di Roku 3 nel novembre 2013, ora puoi ottenere 4oD, ad esempio.

Scritto da Stuart Miles.