Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - TP Vision non sta reinventando la ruota con i suoi TV OLED Philips 2020. Invece, questanno stiamo assistendo a unevoluzione della gamma, non a una rivoluzione.

Ci sono due modelli in arrivo nel Regno Unito, Philips OLED 855 e OLED 805 (un 865 è previsto anche per alcune altre regioni), e abbiamo avuto modo di vederli entrambi in azione durante un evento dedicato ad Amsterdam. Tuttavia, poiché lunica differenza principale tra loro è il supporto, con l855 e l865 che hanno variazioni simili sul supporto che puoi vedere nelle nostre immagini mentre l805 ha i piedi, abbiamo optato per l855 per le nostre prime impressioni.

Pocket-lintPhilips OLED 855 recensione iniziale Lintelligenza artificiale si unisce allimmagine di elaborazione P5 leader 3

Elaborazione delle immagini di quarta generazione

La più grande caratteristica che abbiamo visto in azione durante la nostra presentazione era incentrata sul motore grafico P5 di quarta generazione appena aggiornato. Questanno ha acquisito intelligenza artificiale, con il produttore che ha utilizzato anni di capacità di elaborazione e dati, elaborati attraverso lapprendimento automatico per regolare automaticamente le immagini in tempo reale a seconda dellargomento.

Il nuovo motore può vedere se unimmagine ha elementi della natura, volti, movimento e oscurità. Quindi adatta rispettivamente lelaborazione dellimmagine.

In effetti, unopzione demo nel nuovo sistema di menu consentirà allutente di vedere il nuovo motore AI funzionare in tempo reale, non solo mostrando un effetto prima e dopo, ma anche i risultati del rilevamento della scena che si spostano e si spostano man mano che il contenuto si aggiorna. È affascinante di per sé.

Pocket-lintPhilips OLED 855 recensione iniziale Lintelligenza artificiale si unisce allimmagine di elaborazione P5 leader 7

Cè un altro elemento di rilevamento mostrato durante la schermata demo che segnala quando i loghi statici sono presenti sullo schermo ma, per ora, lelaborazione dellimmagine li lascia intatti. Il fatto che la tua TV sappia cosè e cosa non è un logo potrebbe diventare importante da qualche parte lungo la linea, con potenziali tecnologie di masterizzazione dello schermo OLED in fase di sviluppo, ma ci è stato detto che non saranno attive al momento del rilascio iniziale (solo laltro , efficace tecnologia di prevenzione delle ustioni dello schermo già impiegata dal marchio Philips).

Va detto che anche se non siamo grandi fan dellelaborazione del movimento in generale, le immagini di prova con il P5 di quarta generazione con motore AI in pieno flusso sono state spettacolari, piene di colori e dettagli (impostate in modalità vivida). E, mentre largomento è cambiato nel video di prova dai volti alla natura, alle scene scure, non abbiamo visto alcun evidente cambiamento visibile nellelaborazione.

Modalità regista

Una delle altre novità per il 2020 che non abbiamo visto in azione - deve ancora essere implementata prima del lancio - è la modalità Filmmaker .

Il marchio Philips lo supporterà nel Regno Unito e in Europa, ma non apparirà come un pulsante sul telecomando (come con altri marchi). Invece, apparirà una notifica sullo schermo quando la TV rileva che stai guardando un film compatibile, chiedendo se vuoi attivare la modalità Filmmaker.

Philips non introdurrà ancora Dolby Vision IQ , comunque non per questa gamma, sebbene, come i modelli dellanno scorso, l855 (e 805) supporterà Dolby Vision.

Altri badge che troverai sulla confezione includono HDR10+ e Dolby Atmos. Questultimo migliora il suono, ovviamente, ma il set non è dotato di un sistema audio esterno, come la configurazione degli altoparlanti Bowers & Wilkins sullOLED+ 934 del 2019.

Pocket-lintPhilips OLED 855 recensione iniziale Lintelligenza artificiale si unisce allimmagine di elaborazione P5 leader 2

Cè un sistema audio da 50 W integrato nel set, con un nuovo design del woofer composto da quattro radiatori passivi per più grugniti e due altoparlanti frontali. Ma non siamo riusciti a sentirlo in azione, quindi non posso ancora darti alcuna opinione in merito.

Ultimo, ma certamente non meno importante, gli ultimi modelli sono dotati di Android 9 Pie pronto alluso, per guidare la loro funzionalità di smart TV.

Questo non solo fornisce tutte le principali app di streaming, ma ottieni il supporto Disney+ giusto in tempo per il suo lancio il 24 marzo nel Regno Unito e in diverse regioni dellEuropa centrale. E significa anche che Chromecast è supportato sulla TV stessa, che capiamo otterrà la compatibilità con Stadia alla fine, per i giochi cloud tripla A senza la necessità di una console separata.

Prime impressioni

Anche se abbiamo visto alcune demo tecnologiche, è troppo presto per dare unidea di cosa saranno pienamente in grado di fare i televisori OLED 855 o 805, le cose stanno già andando bene.

Dopotutto, i televisori OLED attualmente disponibili con il marchio Philips sono già tra i migliori in circolazione.

Ambilight a tre lati è una parte importante dellequazione e un vero elemento di differenziazione quando si tratta di scegliere un set OLED rispetto a un altro, e di conseguenza non abbiamo potuto fare a meno di essere ulteriormente coinvolti nelle immagini.

Non siamo ancora sicuri dei prezzi, né della disponibilità effettiva oltre "maggio 2020", ma non vediamo lora di vedere il TV Philips OLED 855 del consumatore finale quando sarà disponibile.

Sarà offerto in entrambi i modelli da 55 e 65 pollici. Così come il Philips OLED 805.

Scritto da Rik Henderson.