Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Dopo aver rivelato la sua line-up TV 2021 al CES virtuale allinizio di questanno, TCL ha ora lanciato la sua gamma di televisori in Europa.

È composto dal top di gamma TCL C82 (che è Mini LED), mentre sono disponibili anche i modelli step-down TCL C72+ e C72 (questi sono Quantum Dot). Le dimensioni vanno da 55 a 75 pollici.

Come sempre con TCL, sospettiamo che sia il prezzo che attirerà gli acquirenti, anche se questo non è stato ancora rivelato per nessun modello.

Ecco un breve riassunto dei punti salienti dei modelli e di come differiscono.

TCL C82

La caratteristica principale del C82 è che si tratta di un pannello Mini LED. Ciò significa una luminosità extra rispetto alla media in un fattore di forma sottile.

Ci sono anche altoparlanti Onkyo integrati - una soundbar nella parte anteriore, un woofer nella parte posteriore - per offrire un audio migliorato.

Il pannello a 100 Hz supporta tutti i formati ad alta gamma dinamica - HDR10, HLG, HDR10 +, Dolby Vision, Dolby Vision IQ - mentre la sua connettività HDMI 2.1 garantisce il supporto per ALLM e VRR per garantire il miglior potenziale di gioco.

Essendo un televisore Android, utilizza la piattaforma di Google e significa che cè anche il controllo vocale integrato di Google Assistant.

TCL C72+ / C72

Il C72+ e il C72 sono ancora pannelli LED, quindi offrono una luminosità decente, ma non allo stesso livello o precisione della tecnologia Mini LED del C82.

Il C72+ mantiene il refresh del pannello a 100Hz, proprio come il C82, mentre il C72 no. Questa è lunica differenza tra la coppia.

Anche in questo caso cè il supporto per tutti i formati HDR, ALLM, VRR, mentre Android TV comanda il funzionamento.

Onkyo fornisce laudio ancora una volta, ma in una disposizione degli altoparlanti più semplice.

Scritto da Mike Lowe.