Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Se il CES 2022 è qualcosa da seguire, vedremo un pacchetto di fantastici nuovi televisori rilasciati quest'anno. Tuttavia, le nuove gamme vengono spesso con nuove parole d'ordine e tecnologie di visualizzazione, e questo può creare un po' di confusione se stai cercando di acquistarne una.

Sono in arrivo nuovi televisori OLED, mini televisori a LED e persino televisori MicroLED, che si aggiungono a quelli già presenti sul mercato.

Spieghiamo ciascuna delle tecnologie di seguito, comprese le loro caratteristiche uniche per aiutarti a dare un senso a tutto.

LGOLED vs Mini LED vs MicroLED: diverse tecnologie TV spiegate foto 2

OLED

  • Utilizzato da: LG, Philps, Panasonic, Sony
  • Aspetti positivi: livelli di nero profondo, ottima saturazione del colore e risposta HDR, possono essere super sottili.
  • Aspetti negativi: luminosità non sempre buona come quella dei LED/LCD, durata limitata rispetto agli LCD convenzionali, incline alla ritenzione dell'immagine

La tecnologia Organic Light Emitting Diode, meglio conosciuta come OLED, è in circolazione da quasi un decennio e viene utilizzata nei televisori, nei telefoni e in altri dispositivi portatili di piccolo schermo.

Utilizza milioni di pixel minuscoli, colorati e autoilluminanti che possono essere attivati o disattivati individualmente, il che significa che le aree più scure di uno schermo possono essere più profonde e coinvolgenti, con zero perdite di luce dai pixel vicini. In effetti, poiché possono essere completamente disattivati, i livelli di nero tendono ad essere migliori rispetto alla maggior parte degli altri schermi oggi sul mercato.

Il consumo energetico beneficia anche della mancanza di retroilluminazione, così come la profondità di un TV OLED poiché il pannello può essere spesso solo millimetri. Alcuni televisori OLED hanno scatole di connessione multimediale separate, che consentono al pannello di essere posizionato a filo muro.

I televisori OLED sono anche noti per l'eccellente saturazione e precisione del colore, sebbene la luminosità non tenda a raggiungere i livelli dei televisori LED di fascia alta.

Un altro avvertimento per la tecnologia di visualizzazione OLED è che, poiché è organico, la sua durata è inferiore a quella dei rivali. L'efficacia dei pixel può sbiadire e un set può sembrare meno luminoso o vibrante nel tempo. Questo può richiedere molti anni, però.

Forse la cosa più importante da notare è che l'OLED è simile alla vecchia tecnologia della TV al plasma nella ritenzione dello schermo. È spesso possibile vedere immagini statiche indugiare per un po'. Negli scenari peggiori, puoi persino sperimentare la bruciatura permanente dello schermo, sebbene i produttori di TV abbiano introdotto una serie di misure di sicurezza e misure per evitare che ciò si verifichi nei modelli più recenti.

SamsungOLED vs Mini LED vs MicroLED: diverse tecnologie TV spiegate foto 3

Mini LED

  • Utilizzato da: LG, Samsung, Philips, TCL
  • Aspetti positivi: grande luminosità, livelli di nero migliori rispetto ad altri televisori a LED, più convenienti
  • Aspetti negativi: TV più spessa a causa della retroilluminazione dietro il substrato LCD, un po' di luce tra i pixel

Mini LED è una tecnologia ragionevolmente nuova per i televisori. È anche l'unico qui che si riferisce alla retroilluminazione piuttosto che alla tecnologia dello schermo stessa.

Una retroilluminazione Mini LED è simile ad altre tecnologie LED che si trovano direttamente dietro un substrato LCD e, proprio come quelle, illumina la luce attraverso pixel non autoilluminanti per darti un'immagine sullo schermo. Tuttavia, a differenza di altre retroilluminazione a LED, anche quelle di attenuazione locale, è composta da molte migliaia di minuscoli LED che possono essere accesi o spenti in più zone molto più piccole.

Ad esempio, l'attuale gamma di mini TV LED di LG utilizza 30.000 LED nella retroilluminazione, che si trova direttamente dietro il pannello LCD. Questi sono raggruppati in circa 2.500 zone, che possono essere accuratamente attivate/disattivate, attenuate o rese più luminose secondo necessità.

Il vantaggio di questa tecnologia rispetto alla tradizionale retroilluminazione a LED è che può essere più precisa e quindi fornire migliori livelli di nero. Anche la saturazione e la precisione del colore sono migliorate (come nel caso di un controllo migliore sulle aree scure di uno schermo). C'è anche meno dispersione di luce, poiché le zone LED sono molto più piccole del solito.

Il risultato finale non può essere paragonato allo stesso modo con OLED o MicroLED, che sono ancora più precisi con ogni pixel auto-illuminato, ma ottieni un'immagine molto migliore di quella che otterresti normalmente con la tecnologia TV LED.

Un altro vantaggio dei Mini TV LED è che sono i più economici dei tre qui da produrre. Di conseguenza, i prezzi possono essere più interessanti.

SamsungOLED vs Mini LED vs MicroLED: diverse tecnologie TV spiegate foto 4

MicroLED

  • Usato da: Samsung
  • Aspetti positivi: luminosità superba, livelli di nero eccellenti, tecnologia TV modulare, quindi può essere realizzato in molte dimensioni diverse
  • Aspetti negativi: estremamente, proibitivo, attualmente può essere realizzato solo con schermi di grandi dimensioni

Come OLED, la tecnologia MicroLED utilizza pixel autoilluminanti con LED in miniatura multicolori che si combinano per presentare un'immagine molto accurata senza la necessità di retroilluminazione.

Questo presenta prestazioni simili a quelle dell'OLED, specialmente quando si tratta di livelli di nero poiché ogni pixel può essere attivato o disattivato a piacimento. Tuttavia, poiché i pixel sono costituiti da materiale non organico, tecnicamente possono anche brillare più luminosi, quindi potenzialmente dando ai televisori MicroLED un contrasto e una luminosità molto più elevati.

Il controllo HDR, quindi, è più pronunciato su un pannello MicroLED, con livelli di nero e luminosità più estremi di quanto possano raggiungere altre tecnologie.

La tecnologia MicroLED può anche essere più flessibile, come dimostra The Wall di Samsung, che è modulare e costruito utilizzando diversi pezzi di schermi messi insieme per creare un display molto più grande.

Tuttavia, ci sono un paio di avvertimenti con MicroLED. Innanzitutto, poiché è composto da gruppi di pixel che misurano un millimetro (un modulo), è davvero utilizzabile solo su schermi di dimensioni maggiori o perderai la risoluzione. La più piccola TV MicroLED rilasciata finora è da 77 pollici. La Wall TV originale era 4K e 146 pollici.

Tuttavia, altri produttori stanno sviluppando moduli micrometrici, quindi questo potrebbe essere un problema risolto in futuro.

L'altro aspetto negativo di MicroLED è che attualmente è estremamente costoso. Ad esempio, la TV MicroLED da 110 pollici di Samsung 2021 costa oltre $ 150.000.

Scritto da Rik Henderson.