Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Non cè dubbio che OLED sia una tecnologia TV superba, che presenta livelli di nero profondi e colori accurati e coinvolgenti. Tuttavia, ha anche un tallone dAchille: la bruciatura dello schermo.

Come con la tecnologia TV al plasma prima, se lasci immagini luminose statiche sullo schermo per troppo tempo potresti vedere una ritenzione dellimmagine visibile, persino danneggiare permanentemente il pannello.

-

In sostanza, con OLED un pixel luminoso genera più calore di uno più opaco e, quindi, può ridurne lefficacia più velocemente degli altri pixel che lo circondano. Il risultato finale è unarea dello schermo che non si comporta bene come il resto, lasciandoti con unimmagine opaca di cui potenzialmente non puoi liberarti.

Esistono già alcune misure per evitarlo sulla maggior parte dei televisori OLED: spostamento dei pixel, aggiornamento e pulizia delle immagini quando la TV è in standby, quel genere di cose. Ma TP Vision, con il suo marchio AV Philips , crede di aver escogitato unulteriore soluzione basata su software che potrebbe aiutare ancora di più.

Pocket-lintPhilips sviluppa una nuova tecnologia per combattere i problemi di bruciatura dello schermo obsoleto image 2

Durante la visita a un evento TV e audio Philips dedicato ad Amsterdam, Pocket-lint ha avuto la possibilità di dimostrare una nuova tecnologia in fase di sviluppo che mira ad affrontare i più grandi nemici dellOLED: loghi e identificatori sullo schermo.

È stato creato un algoritmo in grado di riconoscere i loghi, mapparli e ridurre di proposito la luminosità solo di quellarea, lasciando intatto il resto dellimmagine in movimento.

Ciò potrebbe garantire che gli identificatori dei canali TV e persino le interfacce utente dei giochi vengano ridotti a un livello ragionevole e accettabile, riducendo così limpatto che il logo ha sulla durata dei pixel interessati.

Nella nostra demo, i loghi erano in qualche modo circondati da un alone scuro, ma non era una versione completa.

È improbabile che lo vedremo implementato nei televisori Philips rilasciati fino a molto più tardi nel 2020, anche nel 2021. Anche se ci è stato detto che una versione più leggera, che non richiede hardware dedicato come il software demo, potrebbe essere scaricata nella gamma più imminente, come come Philips OLED 855 - in un secondo momento.

Tuttavia, siamo estremamente lieti che la conservazione dellimmagine e la bruciatura dello schermo non vengano solo prese sul serio, ma sono in corso ulteriori misure per ridurle. Carino.

Scritto da Rik Henderson.