Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Netflix ha recentemente annunciato un aumento dei prezzi per gli abbonati, e ora che ha perso abbonati per la prima volta in un decennio, comincia a pensare a come la condivisione delle password stia influenzando i suoi profitti.

A marzo, Netflix ha accennato che sta considerando modi per prevenire la condivisione delle password, e nella sua chiamata ai guadagni del primo trimestre e nella lettera agli azionisti di aprile, Netflix ha rivelato che il suo servizio è condiviso con oltre 100 milioni di "famiglie aggiuntive" - 30 milioni delle quali sono negli Stati Uniti e in Canada. Ciò significa che c'è una tonnellata di persone che non stanno pagando per Netflix, ma possono comunque accedere al servizio di streaming accedendo con le credenziali di un amico o di una persona cara. Netflix ha anche rivelato che ha perso circa 200.000 abbonati nel primo trimestre del 2022, un enorme contrasto con i milioni di aggiunte per trimestre nell'ultimo anno.

L'azienda ha dato la colpa alla condivisione delle password, alla concorrenza di servizi online come Disney+ e Prime Video, e alla decisione di interrompere il servizio in Russia. Ma la parte della condivisione delle password è forse la più interessante.

Guardate cosa ha detto Netflix nella sua lettera agli azionisti sui guadagni del primo trimestre:

"In primo luogo, è sempre più chiaro che il ritmo di crescita nel nostro mercato indirizzabile sottostante (case a banda larga) dipende in parte da fattori che non controlliamo direttamente, come l'adozione di TV connesse (dato che la maggior parte della nostra visione è su TV), l'adozione di intrattenimento on-demand e i costi dei dati. Crediamo che questi fattori continueranno a migliorare nel tempo, così che tutte le famiglie a banda larga saranno potenziali clienti di Netflix. In secondo luogo, oltre ai nostri 222 milioni di famiglie paganti, stimiamo che Netflix venga condiviso con oltre 100 milioni di altre famiglie, di cui oltre 30 milioni nella regione UCAN. La condivisione dell'account come percentuale dei nostri membri paganti non è cambiata molto nel corso degli anni, ma, insieme al primo fattore, significa che è più difficile far crescere i membri in molti mercati - un problema che è stato oscurato dalla nostra crescita COVID".

E in un video riguardante i guadagni del primo trimestre, il co-CEO di Netflix Reed Hasting ha detto quanto segue:

"Stiamo lavorando su come monetizzare la condivisione. . . . Sai, ci stiamo pensando da un paio d'anni. Ma sapete, quando stavamo crescendo velocemente, non era la priorità assoluta su cui lavorare. E ora ci stiamo lavorando molto duramente. Ricordate, si tratta di oltre 100 milioni di famiglie che già scelgono di vedere Netflix. Amano il servizio. Dobbiamo solo farci pagare in qualche misura per loro".

Il COO e CPO di Netflix Greg Peters ha anche detto nel video: "Se hai una sorella che vive in un'altra città e vuoi condividere Netflix con lei, è fantastico. . . Non stiamo cercando di chiudere quella condivisione. Ma ti chiederemo di pagare un po' di più per essere in grado di condividere con lei in modo che lei ottenga il beneficio e il valore del servizio ma anche noi otteniamo il valore delle entrate associate a quella visione".

Tenete a mente che Netflix sta testando una funzione in Cile, Costa Rica e Perù dove gli abbonati possono aggiungere "account secondari" per un massimo di due persone al di fuori della loro famiglia a prezzi inferiori. Tuttavia, Peters ha suggerito nel suo video di chiamata dei guadagni che Netflix ha ancora bisogno di "passare attraverso un anno o giù di lì di iterazione" prima di distribuire qualsiasi caratteristica a livello globale (anche negli Stati Uniti) che interesserebbe la condivisione delle password.

Scritto da Maggie Tillman.