Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Dopo aver debuttato su console Xbox a novembre, l app Apple TV sta ora ricevendo il supporto per Dolby Vision sulla piattaforma.

Fornendo agli utenti sia una Xbox Series X/S che un display compatibile, laggiornamento offre un miglioramento alla gamma dinamica elevata.

Funziona in modo leggermente diverso dal tipico formato HDR10, poiché evita di applicare unimpostazione generale e si adatta invece alle migliori impostazioni HDR per scena.

Per poter usufruire della nuova funzionalità, Dolby Vision dovrà essere abilitato nella sezione Impostazioni Xbox. Vai su "Opzioni TV e schermo" > "Modalità video" e assicurati che "Dolby Vision" sia selezionato e, da lì, potrai goderti gli spettacoli su Apple TV che supportano limpostazione dello schermo.

Per ora, questo non include tutti i contenuti di Apple TV. Tuttavia, gli utenti possono verificare visualizzando le informazioni sulla descrizione di uno spettacolo e cercando il logo Dolby Vision. Se presente, come per spettacoli come Mythic Quest e Ted Lasso , dovresti essere a posto.

Laggiornamento segue Dolby Vision per i giochi su Xbox Series X/S che è recentemente tornato disponibile, dopo una falsa partenza iniziale.

Inoltre, non è lunico aggiornamento relativo allintrattenimento che Microsoft ha in serbo, con podcast video ora disponibili anche tramite lapp Spotify di Xbox. Questi video possono essere riprodotti sulla schermata principale o in background mentre gli utenti giocano, con il controllo della riproduzione offerto tramite lapp Spotify su un telefono o tablet.

Aggiungete questo, e laggiornamento Apple TV Dolby Vision, ai nuovi arrivi di Paramount+, Discovery+ e altre app durante lestate, e lultima generazione di console Xbox manterrà facilmente la propria reputazione di potenti app di terze parti.

Scritto da Conor Allison.