Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Se vuoi acquistare una TV, probabilmente pensi a marchi come Sony o Panasonic , marchi di cui ti fidi per la tua TV, essendo stati seduti nellangolo del tuo salotto negli ultimi 30 anni circa. Questi grandi marchi giapponesi hanno visto una certa concorrenza dalla Corea quando Samsung e LG sono emersi sulla scena, ma il prossimo concorrente nella guerra del territorio televisivo è la Cina.

In effetti, questo è qualcosa che sta accadendo silenziosamente negli ultimi anni, con aziende come Hisense che marciano e raggiungono specifiche principali come il 4K e lalta gamma dinamica (HDR), a prezzi che i produttori di TV convenzionali non possono eguagliare. Prendi l Hisense OB8 , ad esempio, che offre una TV OLED 4K da 55 pollici centinaia di sterline in meno rispetto a LG.

Ma Hisense è relativamente convenzionale come vanno i produttori di TV e anche lui rischia di perdere di fronte alle sfide in arrivo da aziende come OnePlus, Honor, Huawei e Motorola.

Una nuova ondata di televisori

La grande cosa che questi produttori vogliono fare è cambiare lesperienza TV. Certo, abbiamo visto interfacce utente fantasiose di LG con webOS, abbiamo visto funzionalità in aumento sui televisori come lincorporazione di Google Assistant o il supporto di Alexa, ma i televisori in arrivo non vogliono solo mostrarti programmi: vogliono essere il più grande schermo interattivo che hai in casa.

Ecco dove sarà il nuovo combattimento: lesperienza olistica offerta da quel grande schermo, mettendo al primo posto lesperienza dellutente.

Questi nuovi televisori si concentreranno sullo stretto accoppiamento con il tuo telefono, diventeranno il controller centrale della tua casa intelligente e vorranno gestire anche tutto lintrattenimento.

Alcune di queste cose abbiamo già visto i produttori provare a fare: il supporto per gli assistenti vocali sta crescendo, Samsung ha avuto qualche integrazione di app per un po di tempo e ci sono sempre rumori sullessere parte della tua casa intelligente, ma quella realtà unita non è davvero cè ancora.

Perché queste aziende in arrivo sono importanti?

OnePlus è probabilmente il più interessante dei nuovi sfidanti con OnePlus TV . Questo sarà annunciato (crediamo) in India il 26 settembre e una delle cose in cui OnePlus è stato molto bravo è il software. Alcune delle anteprime della perfetta integrazione del controllo TV tramite il telefono sono diverse da qualsiasi cosa attualmente disponibile.

OnePlus ha anche un altro asso nella manica: una base di fan. Anche se potrebbe non cambiare il numero di TV di Samsung nel corso dellanno, è probabile che i fan di OnePlus considereranno lacquisto di OnePlus TV indipendentemente dal fatto che abbiano effettivamente bisogno di una nuova TV o meno. Nel tipo di mossa che sarà familiare ai fan di Apple, ci saranno desiderabilità ed eccitazione che non sempre arrivano con il lancio di nuovi televisori di marchi storici.

Honor e Huawei hanno già annunciato i loro set Vision e, sebbene Huawei affronti alcune sfide in questo momento grazie al divieto commerciale degli Stati Uniti, è improbabile che ciò dissuada coloro che cercano una TV più economica e meglio collegata. Sì, potrebbero non vendere negli Stati Uniti, ma a livello globale Huawei è un marchio enorme, si è dimostrato aggressivo nello sviluppo di tecnologie allavanguardia e utilizzerà la propria piattaforma HarmonyOS, quindi non dipende da Google.

Riusciranno a competere?

Il punto in cui è probabile che questi nuovi arrivi competano è allestremità accessibile dello spettro televisivo. Sebbene i produttori di TV convenzionali siano bravi a lanciare televisori Halo, è improbabile che vedremo alcuna concorrenza in quella posizione di fascia alta. Invece, vedremo questi nuovi marchi penetrare nel mercato di massa, cercando di distrarti dallacquisto di un grande marchio TV di fascia media.

Anche se potrebbero non avere le capacità di elaborazione delle immagini o lesperienza di ottimizzazione del pannello che fanno i grandi marchi, queste sono tutte aziende tecnologiche. OnePlus, ad esempio, si trova sotto lombrello di BBK Electronics, una società madre che include Oppo Digital. Oppo è ancora citato come il gold standard nei lettori Blu-ray Ultra HD 4K , quindi OnePlus non parte necessariamente da zero.

Ciò che saranno in grado di fare, tuttavia, è spingere alcuni modelli, piuttosto che una vasta gamma di scelte. Lattuale mercato televisivo è pieno di modelli, caratterizzati in modo simile dove non è sempre chiaro quale sia la differenza - e questo è ciò che questi nuovi marchi dovrebbero cercare di evitare.

Ma quello che stanno colpendo sono le specifiche con cui le persone avranno familiarità: QLED, 4K, Dolby Vision , Dolby Atmos e mentre cè molto di più in TV oltre a quelle specifiche tecniche, una volta entrati nel mercato di massa, le persone hanno meno probabilità di guarda cose come la luminosità di picco o il volume del colore.

Quando inizieranno ad apparire questi televisori?

Ci aspettiamo che OnePlus faccia il suo annuncio di lancio in India il 26 settembre. Lazienda ha sempre detto che si concentrerà prima sullIndia, ma sappiamo che ha in programma di espandersi oltre lIndia.

Motorola ha anche annunciato i suoi televisori anche per lIndia. Come OnePlus, anche Motorola (ricordiamo una divisione di Lenovo), sta raggiungendo i punti chiave delle specifiche a un prezzo basso.

Honor ha già annunciato Honor Vision, mentre Huawei ha anche annunciato la sua versione Huawei Vision, che verranno lanciate prima in Cina. Tuttavia, appariranno anche in Europa. Quello che manca al momento sono i dettagli esatti su prezzo o date.

Sta arrivando un cambiamento nelle TV. È stato allorizzonte per un certo numero di anni e potrebbe portare con sé un vero cambiamento nel modo in cui usi la tua TV e come si integra non solo nel tuo salotto, ma nella tua vita. Considerati avvisato.

Scritto da Chris Hall.