Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Il Poco F4 GT è una proposta sconcertante sotto diversi punti di vista. Innanzitutto, è stato lanciato prima di qualsiasi modello Poco F4 "normale", quindi non è esattamente chiaro quale sia il suo posto nella gamma dell'azienda.

In secondo luogo, si tratta - in linea di massima - solo di un rebadged del Redmi K50 Gaming, che di per sé è notevolmente simile alla serie Black Shark 5.

-

In breve, le linee di demarcazione sono molto sfumate, ma sulla carta è ancora in grado di soddisfare le esigenze di chi desidera uno smartphone di fascia media veloce e potente.

È in grado di soddisfare le aspettative o si tratta di un dispositivo rebrandizzato che vale la pena di saltare?

Il nostro parere veloce

Per un telefono con un prezzo di fascia media, il Poco F4 GT ha fatto un sacco di cose giuste. È veloce, ha uno schermo grande e altoparlanti ancora più grandi e potenti, ma ci sono anche alcuni tocchi interessanti, come l'illuminazione a LED sul retro e i pulsanti di attivazione sulla spalla.

L'aspetto più negativo è che la MIUI, la skin di Xiaomi, ha ancora bisogno di essere addomesticata per comportarsi nel modo desiderato, con molti livelli e app inutili. È l'unica cosa che impedisce a questo dispositivo di essere davvero eccezionale.

Ci chiediamo anche perché il Poco F4 GT esista, o meglio, perché esista insieme al Redmi K50 Gaming, estremamente simile, e all'ultimo telefono Black Shark. In realtà, sembra solo un esercizio di perfezionamento del marchio, del marketing e dell'offerta di alcune funzioni minori per raggiungere una piccola nicchia di persone.

Tuttavia, non c'è dubbio che, per il suo prezzo, l'F4 GT offra un'esperienza straordinaria ed è assolutamente un telefono che vale la pena di prendere in considerazione se si vogliono prestazioni di alto livello e non si vogliono spendere molti soldi.

Recensione di Poco F4 GT: Sfumature di confine

Recensione di Poco F4 GT: Sfumature di confine

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Grande schermo e forti altoparlanti stereo
  • I pulsanti di attivazione sono ottimi per i giochi
  • Ricarica stupidamente veloce
  • Prestazioni veloci
Contro
  • MIUI ancora illogica in alcuni punti
  • La batteria potrebbe durare di più
  • Ritocchi fantasma al sensore di impronte digitali

squirrel_widget_12853619

Design

  • 162,5 x 76,7 x 8,5 mm
  • 210g
  • Pulsanti a spalla fisici e magnetici
  • Vetro Gorilla Victus frontale

Quando si fa parte di un'azienda più ampia che sforna decine di nuovi modelli di telefono ogni trimestre, realizzare un design nuovo per ogni variante regionale di un prodotto non è ovviamente fattibile. Quindi, non è esattamente sorprendente vedere un lavoro di taglia e incolla su un telefono Poco. In effetti, Poco e Redmi(entrambi i sub-brand di Xiaomi) hanno spesso rilasciato dispositivi molto simili in passato.

Per la maggior parte, si tratta della tipica lastra rettangolare di vetro, quindi non vi annoieremo con troppi dettagli tipici. Tuttavia, ci sono ancora molte cose che lo distinguono dal tipico smartphone. Come sempre, sono i piccoli dettagli a fare la differenza.

Con elementi come i canali sporgenti sul bordo superiore e inferiore, progettati per far uscire il suono dagli altoparlanti stereo, è molto diverso dal design a griglia che vediamo spesso.

Poi c'è l'illuminazione a LED intorno all'unità della telecamera su ciascun lato. Due chevron speculari di luce si illuminano e possono essere impostati per essere attivati per scopi diversi. Ad esempio, si accendono quando si collega il telefono per la ricarica e possono lampeggiare e pulsare quando si ricevono notifiche e telefonate. Possono anche accendersi quando si gioca.

Come se non fosse abbastanza magico, il flash LED della fotocamera stessa è incastonato in una cicatrice a forma di fulmine in stile Harry Potter accanto all'alloggiamento della fotocamera. Purtroppo, però, per accenderlo è necessario cercare manualmente l'icona della torcia nelle impostazioni rapide: non basta urlare "Lumos Maxima" per sperare che faccia qualcosa.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 7

Un'altra stranezza è qualcosa che abbiamo già visto nei telefoni da gioco di Black Shark: i pulsanti a spalla. È possibile premere un paio di interruttori sul lato destro del telefono e far spuntare due pulsanti fisici dal lato. Il loro uso principale è il gioco, e si possono mappare per funzioni diverse in giochi diversi. Ad esempio, in Call of Duty Mobile, il tasto sinistro è impostato per mirare e quello destro per sparare.

Tuttavia, è possibile programmarli per altre scorciatoie quando non si gioca. Infatti, è possibile programmare due azioni per ciascun pulsante: una per una doppia pressione e un'altra per una pressione prolungata. Le opzioni includono l'accensione della torcia, l'avvio della fotocamera, l'avvio di una registrazione vocale o la registrazione dello schermo.

È una funzione utile, soprattutto se vi piace il feedback tattile che si ottiene premendo un pulsante piuttosto che toccando uno schermo di vetro. Inoltre, durante i giochi, l'abbiamo trovata decisamente utile, anche solo per tenere le dita lontane dallo schermo ed evitare di bloccare la visuale.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 12

Un altro pulsante degno di nota è quello di accensione, che funge anche da sensore di impronte digitali. Si tratta di un aspetto positivo e negativo allo stesso tempo.

È positivo perché è affidabile e sblocca rapidamente il telefono quando lo si desidera, ma è negativo perché reagisce a qualsiasi tocco del corpo e registra un tentativo fallito.

Spesso ci è capitato di essere informati che dovevamo inserire il nostro numero PIN perché avevamo fatto troppi tentativi di sblocco falliti, semplicemente perché il sensore aveva sfiorato il nostro palmo troppe volte mentre toglievamo il telefono da una tasca.

Come la maggior parte dei telefoni da gioco, il telefono è anche piuttosto grande. È piuttosto pesante, largo e alto, ma questo aspetto è in qualche modo attenuato da una leggera curvatura della superficie posteriore che, almeno, garantisce che non sia terribilmente scomodo da tenere in mano. Anche la finitura in vetro soft-touch è piacevole al tatto e fa sì che le macchie di impronte digitali non siano così evidenti.

Display e supporti

  • Display AMOLED da 6,7 pollici
  • Risoluzione 1080 x 2400
  • 1 miliardo di colori, HDR10+, frequenza di aggiornamento di 120 Hz di picco

Ci sono un paio di cose che il Poco F4 GT fa assolutamente bene, e una di queste è il consumo dei media. La combinazione di un grande e luminoso display AMOLED e del sistema stereo a quattro altoparlanti (sintonizzato da JBL) offre un telefono assolutamente brillante per la visione di film, video musicali e programmi TV.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 5

Non c'è molto di nuovo da dire sul display in sé, perché si tratta di una configurazione che abbiamo già visto diverse volte. Si tratta di un grande pannello da 6,7 pollici in grado di raggiungere una frequenza di aggiornamento di 120 Hz e di supportare 1 miliardo di colori e HDR10+.

Tutti questi elementi si combinano per garantire un telefono in grado di gestire le luci più brillanti e i neri più profondi, offrendo al contempo un ampio spettro di colori e una frequenza di aggiornamento super fluida quando i contenuti su schermo lo richiedono.

Grazie a queste qualità, si tratta di un display davvero ottimo per il consumo di contenuti multimediali. Anche il fatto che sia piatto aiuta a non avere distorsioni o deformazioni dei colori verso i bordi.

Se c'è una critica da fare è che la modalità predefinita "Vivid" è un po' troppo satura. Tuttavia, l'aspetto positivo della MIUI 13, la skin Xiaomi di Poco, è che è possibile adattare e regolare il bilanciamento del colore dello schermo in molti modi.

Si può scegliere di avere un colore più naturale, o di potenziarlo ulteriormente, o ancora di immergersi nelle impostazioni avanzate per scegliere un profilo di colore specifico come sRGB o P3, con ulteriori regolazioni disponibili per regolare aspetti come il contrasto, la gamma e le tinte dei colori. Abbiamo notato che impostando il profilo P3 abbiamo ottenuto il profilo di colore che preferivamo. Era vibrante e ricco senza sembrare troppo esagerato e iperreale. È una buona opzione da avere.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 15

Sebbene il display sia indubbiamente luminoso, la luminosità automatica potrebbe essere migliorata. Spesso ci siamo accorti che si scuriva un po' troppo automaticamente e dovevamo regolarmente prendere il cursore della luminosità e regolarlo manualmente.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

Gli altoparlanti, posizionati sia sul bordo superiore che su quello inferiore del telefono, emettono suoni più ricchi e pieni rispetto agli altoparlanti stereo presenti nella maggior parte dei telefoni. Sono anche piuttosto rumorosi, il che è ottimo per non perdere mai le notifiche, ma forse non altrettanto quando si tratta di non infastidire familiari o colleghi. In effetti, non abbiamo quasi mai alzato il volume oltre il 30%. È così rumoroso.

Prestazioni e batteria

  • Snapdragon 8 Gen 1
  • Opzioni da 8 GB/128 GB o 12 GB/256 GB
  • Batteria da 4700 mAh; ricarica a 120 W
  • 100% di carica in 17 minuti

Chiunque abbia familiarità con i processori di punta Snapdragon saprà che tipo di prestazioni aspettarsi dall'F4 GT, se non altro perché è lo stesso processore che si trova in tutti i telefoni Android di punta di quasi tutti i produttori.

Il processore Snapdragon 8 Gen 1 garantisce velocità senza sforzo, caricamento rapido delle app e animazioni fluide. Il software di Poco, fluido e reattivo, contribuisce a creare questa sensazione.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 9

In tutti i nostri test, non c'è stato un solo gioco con cui abbia faticato a fornire le massime prestazioni. Non ha mai avuto problemi di stallo o lag e non ha avuto cali di fotogrammi degni di nota. L'unico aspetto degno di nota, oltre all'eccellenza generale, è che a volte si scalda un po' dopo aver giocato per circa 15-20 minuti.

L'unica cosa che secondo noi ostacola la velocità e la sensazione di "fare le cose" è il software. L'ultima versione della MIUI di Xiaomi aggiunge molti livelli non necessari, proprio come alcune versioni precedenti.

La separazione delle impostazioni rapide e delle notifiche su lati diversi del display rende più complicato l'utilizzo. Allo stesso modo, il modo in cui abilita automaticamente la funzione di sblocco rivista della schermata di blocco per impostazione predefinita, e poi continua ad assillare l'utente con la richiesta di provarla quando la si disattiva, è frustrante.

Tuttavia, la versione di Poco della MIUI è almeno leggera sotto altri aspetti. Non ci sono tonnellate di applicazioni ridondanti precaricate e il menu di personalizzazione rende davvero facile cambiare e adattare l'aspetto dell'interfaccia a proprio piacimento. Tuttavia, anche in questo caso, se si va a cambiare lo sfondo, invece di andare alla schermata di cambio dello sfondo, si accede a un negozio di temi pieno di sfondi scaricabili, impossibile da navigare rapidamente.

Pocket-lintPOco F4 Gt recensione foto 6

Nonostante la batteria da 4700 mAh sia relativamente grande, una carica completa non è durata quanto pensavamo. Nei giorni più impegnativi, iniziando la giornata al 100%, a volte abbiamo scoperto di aver scaricato quasi l'80% della batteria prima di andare a letto. Nelle giornate più leggere, anche in un'area solo 4G, abbiamo faticato a farlo durare due giorni.

Naturalmente, il livello di utilizzo influisce notevolmente sul consumo della batteria. Sono bastate 7-8 gare di Mario Kart Tour, per un totale di circa 20 minuti, per far scendere la batteria oltre il 10%.

Nonostante ciò, non abbiamo mai sofferto di ansia da batteria e questo è dovuto principalmente alla velocità di ricarica. Come altri telefoni recenti di Xiaomi, il dispositivo è dotato di un caricabatterie a filo da 120 W e può ricaricare una batteria vuota in 17 minuti. Una velocità del genere cambia la vita.

È una di quelle funzioni che ci ha permesso di non ricorrere alla ricarica notturna. Non ce n'era bisogno. Abbiamo semplicemente aspettato di ricevere una notifica quando la batteria scendeva sotto il 20% e poi l'abbiamo collegata. In circa 10-15 minuti era di nuovo pieno. È fantastico.

Fotocamere

  • 64MP f/1.9 primaria
  • 8MP f/2.2 ultrawide
  • 2MP f/2.4 macro
  • Fotocamera selfie da 20MP

Le fotocamere non erano certo la priorità di Poco quando ha creato l'F4 GT, che si concentrava chiaramente sulle prestazioni e sui giochi. Tuttavia, il sistema fotografico sul retro è più che in grado di scattare foto decenti. La messa a fuoco è affidabile e sufficientemente rapida da consentire di puntare e scattare con sicurezza una foto utilizzabile per la condivisione sui social media.

Le foto sono nitide, a fuoco e con colori e contrasto sufficienti a non farle sembrare piatte. In effetti, mette a fuoco bene anche gli oggetti vicini e piccoli. Raramente abbiamo dovuto indietreggiare e rimettere a fuoco per ottenere uno scatto.

Se c'è una critica, è che l'elaborazione sembra essere piuttosto pesante sul fronte del contrasto, offrendo un aspetto ad alto contrasto con un po' troppa oscurità nelle ombre e colori scuri e schiacciati a volte.

Nella maggior parte dei casi, se si utilizza il primario o l'ultrawide all'aperto con una buona luce diurna, si ottengono buoni scatti. Al chiuso, o quando i livelli di luce si abbassano, si inizierà a vedere del rumore nelle parti più scure e in ombra dell'immagine.

Vale anche la pena di notare che c'è una certa differenza tra i risultati ottenuti con l'ultrawide e con il primario, con il primo che non ha lo stesso aspetto del secondo. Pur essendo relativamente simili, in alcuni casi i colori e il contrasto appaiono molto più attenuati sull'ultrawide, ma non in senso positivo. Assumono un aspetto leggermente sbiadito con dettagli più ruvidi.

Il lato positivo è che la fotocamera principale non sembra essere confusa da cose come la pelliccia degli animali, offrendo immagini belle e nitide di tutti i vostri amici pelosi preferiti. Inoltre, grazie a un'elaborazione HDR davvero efficace, è possibile ottenere un cielo blu colorato sullo sfondo, anziché cieli completamente sbiaditi e sovraesposti. In definitiva, si tratta di una fotocamera solida che va bene praticamente per tutti.

squirrel_widget_12853619

Per ricapitolare

Se il vostro desiderio in un telefono è quello di ottenere la potenza e la velocità di un'ammiraglia senza il prezzo solitamente associato, l'F4 GT potrebbe essere il telefono giusto. È grande, potente e costa circa la metà dei telefoni di punta.

Scritto da Cam Bunton.