Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - La nostra opinione sui dispositivi Xiaomi è stata un po' una montagna russa negli ultimi anni, dal super conveniente Mi 9T Pro nel 2020 (evviva), al confuso Mi 11 Ultra nel 2021 (non così evviva). Per il 2022 il produttore di telefoni cinese ha abbandonato la sua convenzione di denominazione Mi, ha ridimensionato il suo ethos di design, e praticamente ha iniziato da capo.

Infatti, questo è ciò che lo Xiaomi 12 sembra: un nuovo inizio. Questo portatile di punta si concentra sui pilastri fondamentali del design, hardware potente e fotocamere capaci - senza gli espedienti di alcuni concorrenti - il tutto avvolto in un pacchetto che si trova ben al di sotto di un prezzo a quattro cifre.

Quindi lo Xiaomi 12 Pro è un ritorno alla classe pura o uno da superare?

Il nostro parere veloce

Nel complesso, lo Xiaomi 12 Pro è un capolavoro in termini di prestazioni dello schermo di alta qualità e design sottile. La sua grafica senza pretese nasconde prestazioni potenti all'interno, mentre le sue fotocamere sono prive di espedienti e ottime su tutta la linea (se solo fosse uno zoom 3x anziché 2x però).

Perché allora non un punteggio più alto? La durata della batteria sta bussando alla porta dell'inaccettabile, davvero, che è l'unico grande punto interrogativo su questo prodotto (certo, la ricarica super veloce va in qualche modo a negarlo, ma non compensa completamente la nostra ansia). E ci sono ancora alcune stranezze con le notifiche del software e la funzionalità di Android Auto che grattano (sebbene MIUI 13 qui agisca molto meglio del suo predecessore).

Quindi siamo ancora sulle montagne russe di Xiaomi: le alte vette del 12 Pro incontrano alcune depressioni che potrebbero impedirti di guidare di nuovo. Ci sono momenti di pura classe, però, questo è certo.

Recensione di Xiaomi 12 Pro: Classe pura o uno da superare?

Recensione di Xiaomi 12 Pro: Classe pura o uno da superare?

4.0 stelle
Pro
  • Lo schermo è una lezione magistrale
  • Pile di potenza
  • Trio di fotocamere potenti
  • Slickness del software migliorata
Contro
  • La durata della batteria è una battaglia
  • Notifiche incoerenti
  • Può funzionare a caldo
  • Zoom ottico maggiore per favore

squirrel_widget_6654549

Design e display

  • Pannello LTPO AMOLED da 6,73 pollici, risoluzione WQHD+ (1440 x 3200), frequenza di aggiornamento 120Hz, 1500 nits di picco
  • Supporto Dolby Vision e HDR10+ ad alta gamma dinamica
  • Dimensioni: 163.6 x 74.6 x 8.2mm / Peso: 205g
  • Opzioni di colore: Nero, Verde, Blu, Rosa
  • Sotto il display lettore di impronte digitali

Lo Xiaomi 12 Pro è il modello più grande della serie, con un display OLED da 6,73 pollici, rispetto al pannello leggermente più piccolo da 6,28 pollici dello Xiaomi 12 standard. Pensiamo che questo piccolo tratto in più nelle dimensioni lo renda il portatile preferibile - e quello che riceverà più attenzione dai potenziali acquirenti.

Ha un display davvero bello, anche, con un sacco di caratteristiche accattivanti che spuntano tutte le caselle dell'ammiraglia: dalla sua frequenza di aggiornamento adattiva 120Hz (è possibile lasciare questo su o selezionare manualmente 60Hz se siete alla ricerca di risparmio della batteria), alla luminosità di picco ultra-luminosa 1500 nits, e la risoluzione significativa (non attiva di default, di nuovo è possibile selezionare la densità superiore all'interno delle impostazioni).

Il pannello è leggermente curvo sui bordi, ma non soffre di alcun tocco fantasma, dato che il software è abbastanza intelligente da annullare i tocchi accidentali sui bordi. È una curva delicata che aiuta il form-factor del telefono e l'appeal visivo, aiutando a nascondere un po' la cornice laterale, evitando un'eccessiva ricaduta del contrasto su quei bordi.

Abbiamo visto alcuni dispositivi negli ultimi anni, come l'Oppo Find X5 Pro, fornire specifiche forti ma poi soffrire leggermente in alcune circostanze. Quel telefono, per esempio, non gestisce particolarmente bene l'uscita a bassa luminosità, in quanto i neri vengono 'schiacciati' e appaiono un po' bloccati. Lo Xiaomi, tuttavia, è un capolavoro in confronto: gestisce abilmente i ricchi contenuti scuri, mentre offre anche dei bianchi ultra luminosi.

Pocket-lintXiaomi 12 Pro recensione foto 11

Che sia certificato per entrambi i formati Dolby Vision e HDR10+ ad alta gamma dinamica non è una sorpresa, quindi, dato quanto bene è in grado di gestire una banda di contrasto e colore così ampia. E se non appare esattamente come si vuole, allora si può regolare con più dettagli di qualsiasi altro dispositivo che abbiamo visto di recente: selezionare tra le gamme di colori originali, P3 o sRGB; scegliere gli schemi di colore Vivid, Saturated, Original o Custom; anche modificare le singole bande rosse, verdi e blu, o regolare la tonalità, la saturazione, il contrasto e la gamma - è come scavare nelle impostazioni di Photoshop, perché c'è così tanto che si può modificare qui.

Capovolgendo lo Xiaomi 12 Pro, il suo design potrebbe facilmente essere definito modesto; questo non è un portatile che sta cercando di catturare la vostra attenzione attraverso l'eccesso di stile, è invece tutto sulla sottigliezza.

Pensiamo che varie scelte paghino davvero. Il modo in cui il suo pannello posteriore soft-touch resiste a quasi tutte le impronte digitali è fantastico, quindi continua a sembrare liscio e chiaro come se fosse nuovo di zecca. Il tocco leggero al branding continua lungo il percorso delicato, con il logo Xiaomi solo un piccolo ritaglio riflettente in quella finitura posteriore. Anche l'involucro della fotocamera, mentre certamente sporge, non diventa una distrazione eccessiva perché è vestito con una finitura più scura che aiuta ad ammorbidire la presenza di quelle lenti a cerchio scuro.

Pocket-lintXiaomi 12 Pro recensione foto 5

Così, sia dal fronte che dal retro, lo Xiaomi 12 è un capolavoro di sottile eleganza. Potreste non pensare che sia così sbalorditivo in un primo momento, ma vivete con questo portatile e mostra davvero il suo valore in questo senso. Ma il resto delle sue prestazioni è un tale successo?

Prestazioni e software

  • Processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1, 12GB+3GB RAM
  • Opzioni di archiviazione da 128GB/256GB, nessuna espansione per schede microSD
  • Interfaccia MIUI 13 su sistema operativo Google Android 12
  • 120W di ricarica rapida, 50W di ricarica rapida wireless
  • Capacità della batteria 4600mAh

Essendo uno dei primissimi telefoni Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 ad arrivare in Europa - il GT 2 Pro di Realme l'ha battuto sul tempo, se siete amanti delle prime volte - è chiaro che lo Xiaomi 12 Pro è tutto per mantenere la sua promessa di un hardware di alto livello.

Pocket-lintXiaomi 12 Pro recensione foto 8

L'hardware di Qualcomm ha certamente la merce quando si tratta di fornire prestazioni senza sforzo, quindi se state andando per il gioco di fascia alta, aprendo decine di applicazioni, o scorrendo i vostri numerosi feed, questo dispositivo non perde mai un colpo. Infatti, abbiamo trovato che è più stabile persino del Galaxy S22 Ultra di Samsung (che abbiamo avuto alcuni blackout e crash).

Ma con una tale potenza arriva un certo compromesso. L'accoppiamento di 8 Gen 1 in questo telaio causa alcuni problemi di calore; non che il portatile diventa bollente con qualsiasi mezzo, ma si può sentire il suo calore è fino dopo alcuni casi d'uso - per noi che sarebbe, ad esempio, Strava tracking o quando si utilizza Zwift Companion per un'ora.

Il calore significa che si sta lavorando sodo, il che a sua volta influisce sulla durata della batteria. Questo è il punto in cui arriviamo al più grande ostacolo dello Xiaomi 12 Pro: semplicemente non dura così a lungo. Infatti, nel nostro utilizzo per più di una settimana come nostro dispositivo primario, ha lottato per farci attraversare con fiducia una giornata di lavoro. Il che è tutt'altro che ideale. Pensiamo che una maggiore capacità della batteria dovrebbe essere a bordo, in realtà, per aiutare a mitigare questa preoccupazione per le prestazioni (qualsiasi cosa sotto i 5.000mAh è un po' una sorpresa davvero).

Pocket-lintXiaomi 12 Pro recensione foto 7

Di quanto tempo stiamo parlando? In genere 12-14 ore portano questo dispositivo nella "zona rossa". Molti giorni siamo andati a letto con il tre per cento rimanente dopo 16 ore di utilizzo. A causa di ciò, vorrete ricaricare il dispositivo durante il giorno. Eek.

Detto questo, sul lato opposto, il 12 Pro ha una ricarica super-veloce da 120W disponibile per un ringiovanimento extra rapido. C'è anche una decente funzione di ricarica wireless da 50W (nessun caricatore wireless incluso, però). Quindi, se hai accesso alla corrente per la maggior parte del tempo, non è un problema.

I dispositivi Xiaomi sono tipicamente molto longevi per carica perché il software MIUI farà del suo meglio per impedire alle app di avere campo libero e mangiare quei preziosi milliampere-ora della batteria. Questo è solo meno il caso della serie 12, a quanto pare. Quindi, se siete alla ricerca di una migliore longevità per carica e meno ansia da batteria come risultato, è qui che l'Oppo Find X5 Pro vince a nostro avviso.

In termini di software, abbiamo spesso malignato la piattaforma MIUI di Xiaomi per il suo soffocamento delle notifiche. MIUI 13, tuttavia, sembra un po' più "libera" nella sua capacità di permettere alle app di funzionare come vogliono. Certo, c'è ancora qualche ritardo - AMEX potrebbe spesso non notificare affatto fino a quando l'app non viene aperta; eBay, anche, può subire ritardi di ore piuttosto che di secondi - ma in generale il software non sembra avere un muro così alto questa volta (Android Auto è un avvertimento continuo: le sue dimensioni del display sono in tutto il negozio (e abbiamo testato in due auto per verificare)).

Inoltre, da un punto di vista estetico MIUI 13 è tutto molto bello, con funzionalità fluide e temi che corrispondono alla natura sottile del design del portatile. C'è un sacco di roba profonda in cui si può entrare - come abbiamo sottolineato con le impostazioni di visualizzazione, che sono vaste - rendendo il portatile ancora più personalizzabile. E questo ci piace molto.

Telecamere

  • Tripla fotocamera posteriore:
    • Principale: 50 megapixel, apertura f/1.9, stabilizzazione ottica (OIS)
    • Ultra-wide: 50MP, f/2.2
    • Zoom (2x): 50MP, f/1.9
  • Fotocamera selfie: 32MP, f/2.5

L'ultimo grande pezzo del puzzle dello Xiaomi 12 Pro è la sua fotocamera posteriore, che ospita tre obiettivi. Tutti sono utili, anche, coprendo l'obiettivo standard largo, un ultra-wide, accanto a uno zoom ottico 2x. E ognuno di loro è accoppiato con un sensore da 50 megapixel (qualcosa che manca al modello 12 standard), quindi non ci sono perdite in termini di risoluzione o di elaborazione quando si desidera ingrandire o ridurre.

È un approccio rinfrescante quando così tanti produttori di telefoni sembrano correre verso l'uso di fotocamere stravaganti. Anche il precedente Xiaomi Mi 11 ha optato per una telemacro per le riprese ravvicinate, che era divertente ma non molto utile per le riprese quotidiane. Quindi è bello vedere Xiaomi orientarsi verso un'ideologia più pratica nel 12 Pro, questo è sicuro.

Anche l'utilizzo del sistema della fotocamera è un gioco da ragazzi. La commutazione tra 0.6x, 1x e 2x avviene tramite un rapido tocco, o pinch-to-zoom se si vuole uscire da questa formula e attivare lo zoom digitale. Il trio di fotocamere fa un ottimo lavoro nel rimanere in gran parte coerente quando si tratta di equilibrio dei colori, che è difficile da raggiungere - e qualcosa che altri produttori, come OnePlus, spesso non riescono a fare.

Ci sono anche un sacco di modalità disponibili per aiutare a supportare le tue riprese, da Ritratto per il riconoscimento facciale e gli sfondi sfocati, alla modalità Notte per lunghe esposizioni a mano, all'automazione HDR e al riconoscimento della scena AI per potenziare gli scatti. Abbiamo scoperto che l'HDR fa un bel lavoro nel sollevare le scene quando c'è una forte retroilluminazione, quindi semplicemente puntando e scattando si ottengono grandi scatti - anche se non ti consideri un fotografo provetto.

Speciale Settimana del gioco su PC in associazione con Nvidia GeForce RTX - Pocket-lint Podcast 154

C'è la stabilizzazione ottica (OIS) sull'obiettivo principale, che rende la modalità Night più facile da usare nel fornire esposizioni più lunghe e nitide, creando scene notturne quasi iperreali. Il sistema di stabilizzazione è uno dei motivi per cui l'ottica principale è così grande, inoltre il sensore (un Sony IMX707) è più grande della media, il che spiega perché la qualità è così buona - anche quando si zooma sui risultati.

Questo è stato il risultato universale che abbiamo trovato: che si tratti di riprese in buona luce, luce difficile o condizioni di scarsa luminosità, lo Xiaomi 12 Pro ha raramente mancato di impressionare. È un mix di fotocamere che spacca e la nostra principale lamentela, in realtà, è che lo zoom ottico dovrebbe essere solo un po' di più - un 3x sarebbe, a nostro avviso, un'accoppiata migliore di un 2x, e lo allineerebbe più con, diciamo, un iPhone 13 Pro Max a questo proposito.

Per ricapitolare

Una montagna russa di emozioni: l'ammiraglia di Xiaomi del 2022 è un capolavoro in termini di qualità dello schermo e sottigliezza del design, le sue fotocamere sono fantastiche e sono prive di inutili espedienti; tuttavia, la durata della batteria è discutibile e il software MIUI presenta ancora alcune piccole battute d'arresto. Ci sono momenti di pura classe qui, però, soprattutto se sei sempre vicino a un caricabatterie e puoi ricaricare la batteria liberamente.

Scritto da Mike Lowe. Modifica di Cam Bunton.