Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Il Vivo X51 - che è stato chiamato X50 Pro per il suo lancio orientale - è un grosso problema per una serie di motivi. Uno, è il primo telefono Vivo lanciato in gran parte del mondo, ampliando gli orizzonti dellazienda con un intento significativo. Due, ha un sistema di stabilizzazione cardanico integrato nel suo sistema di fotocamera principale, che è forse più completo di qualsiasi altro sistema che troverai in un telefono.

Anche se potrebbe essere la prima volta che metti gli occhi su un telefono Vivo - ed è anche adorabile, non credi? - lazienda è tuttaltro che nuova al gioco. Abbiamo seguito gli sforzi tecnologici del marchio: dal primo telefono cellulare con fotocamera selfie pop-up, il NEX S ; al suo telefono Dual Display (che in realtà è stato lanciato in Cina); al futuro concept port-free che prevede; e l ammiraglia NEX 3 quasi senza cornice, che mostra quanta potenza di sviluppo cè dietro le quinte.

Anche se in passato ci siamo lamentati del software dellazienda - in tutta onestà non è stato progettato per i mercati internazionali prima dora - lX51 è un cambiamento radicale per questo, poiché è la prima volta che Vivo si diletta completamente sui servizi Google. Dopo aver recensito per la prima volta lX50 Pro, lo stesso telefono di questo, a luglio, quanto è più avanzata la configurazione del software dellX51 dopo soli quattro mesi?

Il nostro parere veloce

Come prima spinta verso mercati più ampi, pensiamo che il Vivo X51 sia una rivelazione. È più completo di molti concorrenti nella stessa fase, offre un sistema di stabilizzazione gimbal di prima qualità per uno smartphone, insieme a una configurazione generale della fotocamera decente.

Tuttavia, non riusciamo proprio a capire perché Vivo abbia pensato che X51 fosse un nome attraente. Suona robotico. Sappiamo che è come aggiungere un "1" all'X50 Pro - il nome originale dello stesso telefono in Cina - ma non ha alcun impatto come nome di un telefono che si vuole possedere con orgoglio. Il che è un peccato, perché è un telefono realizzato che non dovrebbe essere trascurato.

Sospettiamo che potreste vedere Vivo molto di più in futuro - e non solo sulla parte anteriore delle maglie dei giocatori di calcio nel 2022 (Vivo è lo sponsor ufficiale della Coppa del Mondo FIFA, che, tra parentesi, dovrebbe darvi una certa comprensione di quanto sia serio il peso finanziario di questa azienda) - come i suoi telefoni concept del recente passato diventano una realtà futura. L'X51 è un inizio davvero molto forte.

Recensione Vivo X51: la bontà del gimbal

Recensione Vivo X51: la bontà del gimbal

4.0 stelle
Pro
  • Il sistema Gimbal rende le riprese super stabili
  • L'ottica 5x e il grandangolo sono un grande vantaggio
  • Un design ben studiato
  • Tutta la potenza di cui avrai davvero bisogno - contribuendo a mantenere il prezzo richiesto ragionevole
Contro
  • La durata della batteria non è la migliore della classe
  • Il nome europeo è poco stimolante
  • Le autorizzazioni/azioni di notifica sembrano incoerenti
  • Alcuni HDR sopra le righe
  • Duplicazione del software - Google Play e V-appstore possono scontrarsi

squirrel_widget_3688628

Design

  • Dimensioni: 158,5 x 72,8 x 8 mm / Peso: 182 g
  • Scanner di impronte digitali sul display
  • Finitura: Alpha Grey

Vivo chiama la finitura dellX51 Alpha Grey, ma non è così squallida come il "grigio" potrebbe farti pensare: cè una lucentezza blu-argento sul retro, che non cattura mai la luce in modo monocromatico e quindi ha una dinamica Guarda. È anche un tipo di finitura soft-touch, che lo rende piuttosto bravo a resistere a macchie eccessive di impronte digitali. Non è lontano dallaspetto di Huawei P40 Pro . Ci piace.

Vivo dice che i suoi telefoni devono essere sottili. LX51 non è extra sottile rispetto allattuale raccolto di ammiraglie là fuori, ma le sottili curve ai bordi laterali dello schermo e gli angoli arrotondati lo rendono comodo da tenere in mano. Il suo spessore è in parte esteso a causa della sporgenza della fotocamera a due strati sul retro, una caratteristica di design inevitabile dato il sistema cardanico e lobiettivo con zoom ottico che viene distribuito anche qui.

Anche il design avvolge lo schermo in modo piuttosto delicato; cè una cornice laterale molto piccola grazie al modo in cui lo schermo si curva, ma non va a scapito dei controlli (come nel NEX 3) dellazienda perché i pulsanti laterali sono contenuti allinterno di una rientranza per impedirne la sporgenza, pur essendo facile localizzare.

Schermo

  • Pannello Super AMOLED da 6,56 pollici con bordo curvo
  • Risoluzione 1080 x 2376, frequenza di aggiornamento di 90Hz

Cè anche una piccola cornice superiore e inferiore di cui preoccuparsi, creando un display quasi a schermo intero attraverso la diagonale da 6,56 pollici del pannello OLED. La telecamera perforata nellangolo superiore è tra i ritagli più piccoli che abbiamo visto, assicurando che sia una piccola distrazione.

Avere una piccola cornice non è un problema nemmeno per laccesso, poiché lo scanner di impronte digitali sullo schermo è altamente reattivo - e viene fornito anche con alcune delle nostre opzioni di animazione dinamica preferite - o cè il riconoscimento facciale se preferisci. Questultimo causa unanimazione attorno al bordo dellobiettivo frontale, il che è piuttosto bizzarro.

In termini di specifiche grezze, potresti guardare i numeri e pensare "oh, non è uno schermo di punta per un telefono "pro"". Ma pensiamo che lX51 sia perfetto sotto molti aspetti: è davvero luminoso quando necessario, la luminosità automatica non prende il sopravvento come su altri telefoni, la frequenza di aggiornamento di 90Hz è tutto ciò di cui avrai bisogno per una riproduzione fluida (120Hz e 144Hz la maggior parte delle persone farà fatica a vedere alcuna differenza) e cè anche unampia risoluzione.

Poiché è OLED anziché LCD, il che significa che i singoli pixel si autoilluminano, significa che puoi avere una schermata di blocco sempre attiva per le notifiche, illuminando solo le aree precise di cui ha bisogno. Aiuta anche con la riproduzione multimediale per dare una vera definizione della gamma dinamica dal vero nero al picco bianco.

Mentre cera un problema piuttosto irritante con lo schermo dellX50 Pro - la sua capacità di scalare uniformemente lo vedeva mostrare frastagliature su alcune diagonali nel modo in cui il telefono trattava gli elementi grafici - questo è stato risolto nellesperienza software più raffinata dellX51. Sìì.

Specifiche hardware

  • Qualcomm Snapdragon 765G, 8 GB di RAM
  • Batteria da 4.315 mAh, ricarica rapida da 33 W
  • Sistema operativo Funtouch su Google Android
  • Connettività 5G

Le specifiche sono unaltra area in cui potresti pensare "perché si chiama Pro?". Bene, potresti averlo se fosse ancora chiamato X50 Pro, eh? Se solo laggiornamento del nome X51 non fosse così poco interessante - si legge come un dipartimento di marketing tedesco ha aggiunto un "1" e lo ha rapidamente stampato senza pensarci - allora pensiamo che Vivo farebbe appello a una serie di motivi.

Ma solo perché non sono specifiche di fascia alta su tutta la linea non ha importanza. Luso del processore Snapdragon 765 di Qualcomm, non dell865 di fascia alta, come si trova nel modello X50 Pro Plus, è un passo indietro, ma in realtà non è un grande passo indietro per ciò di cui la maggior parte delle persone avrà bisogno da un telefono.

In effetti, sospettiamo che la piattaforma 765 diventerà la norma per molti dispositivi di punta a prezzi accessibili: è la stessa che troverai in OnePlus Nord , Moto Edge , LG Velvet , Xiaomi Mi 10 Lite e molti altri ancora. In tutti questi casi, proprio come abbiamo riscontrato qui con lX51, cè una potenza più che sufficiente per far funzionare le cose alla grande.

Quindi, che tu stia utilizzando lX51 per attività umili, per i giochi, per le chiamate, per scattare foto, può saltare tra le sue app con facilità e con poco tempo di attesa.

E non abbiamo alcun vero problema con la situazione globale del software. Il sistema operativo Funtouch di Vivo si trova sopra il sistema operativo Android di Google: in questa veste, è la versione "10 Global"; nellX50 Pro labbiamo recensito come versione 10.5 al momento della recensione - è generalmente coerente con quello che troverai in molti altri telefoni Android. È una svolta eccezionale e abbastanza sorprendente: basata sul software cinese di Vivo, con vari controlli simili a iPhone e più aree di scorrimento su/giù, ci saremmo aspettati lo stesso qui, ma non è così.

Nella versione globale non cè nemmeno scontro tra app store. È solo su Google Play Store. Il V-appstore di Vivo non è preinstallato. Ciò significa nessuna duplicazione di varie app di sistema e aggiornate, come avevamo trovato nellX50 Pro. Anche le notifiche sembrano coerenti. È una mossa intelligente da parte di Vivo.

Per impostazione predefinita, tuttavia, cè ancora un sacco di limitazione della batteria per molte app, quindi dovrai scavare in profondità e deselezionare varie impostazioni per ottenere la funzionalità come previsto (per interrompere i timeout GPS di Strava, ad esempio).

Parte di questo throttling è presumibilmente per prolungare la durata della batteria. Perché lX51 dura abbastanza da durare un giorno. Tuttavia, la durata della batteria non è ai vertici della categoria, quindi potrebbe essere più vicina al 15% finale di quanto vorremmo. Cè anche una ricarica rapida per ricariche veloci, anche se non è la più veloce offerta da Vivo .

Macchine fotografiche

  • Configurazione della quad camera posteriore
    • Principale: 48 megapixel, apertura f/1.6, sistema di fotocamera cardanico
    • Ampio (e Macro): 8 MP, campo visivo di 120 gradi
    • Ritratto: 13MP, f/2,48
    • Zoom: 8MP, ottico 5x
  • Anteriore: 32MP

Finora, tutto solido: lX51 si comporta bene e ha unampia potenza per la sua configurazione generale. Ma la più grande vendita di questo telefono è la sua configurazione della fotocamera, perché è la prima fotocamera del telefono a includere un sistema di stabilizzazione cardanica.

Come quasi tutti gli altri telefoni rilasciati in questi giorni, non si limita a un obiettivo. No, lX51 ha quattro ottiche sul retro: una principale (27 mm; con pixel binning quattro in uno per sovracampionamento e qualità superiore); un grandangolo (16 mm; che ritaglia per la modalità Macro); un obiettivo per ritratti con zoom 2x (50 mm); e uno zoom ottico 5x (135 mm; costruzione zoom periscopio).

Siamo davvero lieti di vedere che Vivo non sta giocando il gioco di lanciare le telecamere sul retro solo per aumentare i numeri. Ogni ottica qui ha uno scopo e una capacità distinti che si aggiungono alla versatilità complessiva del sistema. Ed è davvero piuttosto buono.

Stabilizzazione cardanica

Il gimbal è la stella dello spettacolo. Un grosso problema con lo zoom è che la stabilizzazione ottica dellimmagine (OIS) - mentre funziona assolutamente nellaiutare a stabilizzare unimmagine per rendere più facile la ripresa di unimmagine e i risultati più nitidi - può fare solo così tanto. Questo sistema cardanico qui fa sembrare il sensore "fluttuante", quindi può compensare in tre dimensioni per aiutare a mantenere tutto più stabile e liscio.

È ottimo per la composizione, specialmente durante lo zoom, ma anche un brillante video assistito, per contrastare, ad esempio, i passi quando si cammina. Ciò è particolarmente utile anche per la modalità Notte, perché la fotocamera può bloccare un soggetto anche se le tue mani si muovono leggermente e fornire comunque risultati nitidi.

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Fotocamera principale

Il sensore principale è da 48 megapixel, che per impostazione predefinita utilizza quattro pixel e li condensa in uno per ottenere risultati da 12 megapixel. Si tratta ancora della stessa risoluzione di un televisore e mezzo 4K allacciati insieme, quindi non è affatto a corto di risoluzione. Anche i risultati sono generalmente piacevoli, con un sistema di intelligenza artificiale (AI) che si attiva per il riconoscimento della scena, lautofocus e la regolazione della tavolozza dei colori per tenere tutto sotto controllo.

Cè anche lHDR (high dynamic range) per aiutare nelle situazioni di ripresa più complicate, come quando un soggetto è in controluce o il cielo altrimenti farebbe esplodere le alte luci. Tuttavia, Vivo esagera un po con lHDR: ha un bellaspetto sullo schermo del telefono, ma unispezione più ravvicinata rivela aloni ai bordi dei soggetti (guarda i due piccioni in una foto di un albero, per esempio) che necessita di un po di perfezionamento per hai ragione (ancora, meglio che due sagome, eh?).

Fotocamera grandangolare/macro

La fotocamera grandangolare è diventata un punto fermo di molti telefoni in questi giorni e lofferta di Vivo è alla pari con ciò che ti aspetteresti davvero. Non otterrai in alcun modo lo stesso grado di dettaglio tagliente che otterrai dalla fotocamera principale, ma per ottenere quella prospettiva ultra ampia sul mondo mostrerà il suo valore in diversi momenti.

La cosa più interessante, forse, è che questa fotocamera funge anche da macro, che viene utilizzata per le riprese ravvicinate. Ogni volta che in passato abbiamo visto telefoni con fotocamere macro dedicate, sono stati quasi sempre sensori da 2 megapixel davvero scadenti con risultati molto approssimativi.

LX5q, tuttavia, fa un po meglio di quelli, utilizzando un ritaglio del sensore grandangolare e mettendo in primo piano le riprese ravvicinate. Puoi ancora aspettarti la grana degli scatti quando guardi in dettaglio, ma dovrai pizzicare per ingrandire per questo, ma non è affatto una cancellazione. Questa modalità aggiunge un po di divertimento in più alla funzionalità.

Zoom periscopio 5x

Lobiettivo con zoom ottico 5x è alloggiato nella parte inferiore dellunità fotocamera a due strati ed è una parte importante del motivo per cui deve sporgere dal retro piatto della fotocamera. Tuttavia, vale la pena scendere a compromessi sul design, poiché questo zoom 5x è davvero utile.

Certo, sono solo 8 megapixel, ma è ancora più o meno la stessa risoluzione di una TV 4K, quindi è abbondante. Essere in grado di portare i soggetti più lontani per apparire più vicini nellinquadratura è davvero utile - e probabilmente abbiamo usato questa ottica più di ogni altra per le sue qualità abilitanti.

Anche gli scatti sono ben risolti. Non è il tipo di rivalità ad alta risoluzione che troverai nellHuawei P40 Pro , ma non è certamente da annusare.

Vivo si eccita dicendo che è disponibile lo zoom 60x, ma questo è tutto digitale, quindi sta effettivamente estendendo la risoluzione oltre i suoi mezzi. Perché i produttori sentano il bisogno di farlo non lo sappiamo. Il 5x è ottimo, un piccolo zoom digitale - forse 10x - sarebbe accettabile. Ma 60x? Non è così utile.

Obiettivo per ritratti 2x

Questo non labbiamo usato così tanto, con il distanziamento sociale e il vedere a malapena altre persone nel clima attuale. Ma lidea è solida: cè uno zoom 2x utilizzato solo per lo zoom o per i ritratti, questultimo quando entra in gioco il bokeh derivato dal software (sfocatura dello sfondo).

Puoi effettivamente selezionare tra le funzionalità aggiuntive dellobiettivo - Super Grandangolo, Bokeh, Super macro (come vengono chiamati) - dallapp della fotocamera principale, che avvierà automaticamente lo scenario del caso duso. È un bel modo per accedere rapidamente a una funzione della fotocamera, poiché ripristinerà qualsiasi altra opzione, dallintelligenza artificiale allo zoom, e ti metterà direttamente in quel preset.

Conclusione sulle fotocamere

Sono un sacco di telecamere e un sacco di tecnologia. Cè ancora spazio per miglioramenti - sensori di qualità superiore per lottica dello zoom, ad esempio - ma per la prima volta, il Vivo X51 / X50 Pro mantiene la sua promessa professionale offrendo una buona varietà. Tuttavia, è la stabilizzazione del gimbal che è la star dello spettacolo.

squirrel_widget_3688628

Per ricapitolare

Come prima spinta di Vivo nei mercati più ampi, pensiamo che l'X51 - che è stato chiamato X50 Pro al suo lancio orientale - sia un po' una rivelazione. Offre un impressionante sistema di stabilizzazione cardanica, una configurazione generale della fotocamera decente e una costruzione solida. La batteria non è da primo della classe, ma a questo prezzo e con queste caratteristiche - in più il software è stato migliorato per questo lancio - sembra un futuro successo per Vivo. Beh, se il nome non fosse così poco ispirato.

Scritto da Mike Lowe. Modifica di Stuart Miles.