Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Stai guardando un telefono senza porte. Non uno da nessuna parte sul suo corpo. Ciò non significa solo nessun jack per cuffie da 3,5 mm e nessuna porta di ricarica USB-C, ma significa anche nessuna porta per altoparlanti, nessun auricolare, nessuno scanner di impronte digitali. Diamine, non ci sono pulsanti fisici che sporgono dal suo corpo e anche le fotocamere si trovano a filo sul retro.

Questo è il concept phone Vivo Apex 2019. Ma questo unibody in vetro, dispositivo senza porte è uno sguardo al futuro degli smartphone o un concetto che si sta spingendo un po troppo oltre? Abbiamo avuto modo di vedere il vero telefono - che si pensa sia il trampolino di lancio per il prossimo dispositivo Vivo NEX - per portarti tutto ciò che devi sapere.

Il nostro parere veloce

Dal suo annuncio, abbiamo iniziato a masticare un po per entrare in possesso del concept phone Vivo Apex 2019. Dopotutto, senza che nessun altro produttore si dilettasse con idee di design così selvagge - anche Meizu ha fatto marcia indietro sul fatto che il suo Zero, che ha fallito il crowdfunding, era solo "il team di marketing che si occupava" (che è direttamente dal CEO dellazienda) - questo telefono è davvero uno scorcio unico del nostro futuro smartphone.

Beh, in parte. Per il Vivo Apex il 2019 non è un successo sotto tutti i punti di vista. Il design unibody è interrotto dal caricabatterie MagPort (che non ha molto senso per noi, poiché la ricarica wireless avrebbe potuto essere implementata), mentre i "pulsanti invisibili" Touch Sense devono essere modificati prima che possano essere un vero sostituto di quelli fisici.

Ma ciò che lApex 2019 fa bene, lo fa davvero. Il display della cornice rifinita sembra fantastico. Il processo di progettazione del vetro unibody è qualcosa che vedremo migliorato nei prossimi anni per essere presente in altri design di telefoni. Leliminazione dellauricolare e degli altoparlanti convenzionali non ha causato alcun problema, anzi, lascolto delle chiamate è migliore di alcuni dispositivi attualmente mal concepiti sul mercato che abbiamo testato. Soprattutto, tuttavia, è la tecnologia di scansione delle impronte digitali a schermo intero che è sorprendentemente buona: utilizzare un punto qualsiasi dello schermo per accedere con unimpronta digitale sarà, senza dubbio, la norma di punta in un futuro non troppo lontano.

Quindi potremmo non essere ancora pronti per il port-free nella sua interezza. Ma alcune delle idee e delle tecnologie presentate da Vivo Apex 2019 non sono così stravaganti e inverosimili come potrebbero sembrare a prima vista. Aspetti solo una manciata di mesi e sospettiamo che ci sarà un nuovissimo dispositivo NEX per incorporare la tecnologia delle impronte digitali e alcune altre caratteristiche di design di questo concetto.

Recensione del concept phone Vivo Apex 2019: il futuro è senza porte?

Recensione del concept phone Vivo Apex 2019: il futuro è senza porte?

Pro
  • La scansione delle impronte digitali all-display è molto più avanti di ogni altra cosa in questo momento
  • è un design unibody in vetro - che sembra unico e sorprendente in tutte le opzioni di colore
  • Nessun problema di altoparlanti - la risoluzione delle vibrazioni funziona molto bene
  • Non ci sono porte - che ne dici quello per una deliziosa fetta di futurismo?
Contro
  • Nessuna ricarica wireless è una stranezza: il MagPort rompe il concetto unibody e non ha senso
  • I "pulsanti invisibili" Touch Sense necessitano di modifiche per fermezza / precisione
  • Le solite stranezze del sistema operativo Funtouch saranno una barriera per gli utenti non nativi

Come è fattibile senza porte e senza pulsanti?

  • Vetro Waterdrop a superficie curva G2: il pezzo di vetro singolo copre il retro e i lati per la forma unibody
  • Touch Sense: volume su/giù e alimentazione sostituiti da aree capacitive e sensibili alla pressione
  • Caricabatterie magnetico MagPort per ricarica da 18W (nessuna ricarica wireless)
  • Finiture: Quartz White, Titan Silver, Meteor Grey

Finitura vetro unibody

La maggior parte dei telefoni in questi giorni sono sandwich di vetro: due pannelli avvolti attorno a una cornice per produrre un design dallaspetto abbastanza uniforme. Non così il Vivo Apex 2019. Invece il produttore cinese era irremovibile nellusare un unico pezzo di vetro per coprire sia il retro che i lati, piatto sul retro con sottili curve ai bordi. Come è possibile? Utilizzo dellelaborazione della piegatura a caldo per le curve e dellintaglio CNC (controllo numerico computerizzato) per produrre uno spessore variabile in diversi punti del telefono, in un design intricato che non è stato visto da nessuna parte prima.

Pocket-lintVivo Apex 2019 concept phone recensione immagine 3

Tuttavia, quel singolo pezzo di vetro porta con sé alcuni aspetti negativi. Innanzitutto, lo spessore variabile rende il design più spesso: come puoi vedere dalle nostre immagini, il bordo trasparente si estende oltre lo schermo, aggiungendo un bordo oltre la solita cornice di rifinitura. In secondo luogo - ed è davvero difficile da vedere nelle foto - il processo CNC lascia la più piccola delle trame al vetro, che se guardi intorno ai bordi molto da vicino, puoi individuare alcune imperfezioni simili a grana.

Avere un unibody di vetro è sicuramente impressionante e diverso da tutto ciò che abbiamo visto prima. Ma è il primo stadio di unevoluzione che sarà davvero interessante seguire, quando sarà possibile diventare più snelli e ancora più raffinati.

Nessun pulsante

Poiché il vetro è un pezzo unico e si incurva intorno ai lati del concept Apex 2018, limplementazione dei pulsanti fisici sarebbe stata complicata e avrebbe interrotto il flusso del design unibody. La soluzione di Vivo? Rimuovi completamente i pulsanti fisici in quello che chiama Touch Sense.

Pocket-lintVivo Apex 2019 concept phone recensione immagine 7

Ma questo ha posto una serie di problemi per il team di progettazione. Le aree sensibili alla pressione dietro il vetro si dimostrerebbero imprecise da distinguere. I pulsanti touch capacitivi sarebbero immediatamente reattivi, ma in quella posizione a lato del telefono porterebbero a troppi tocchi accidentali. Quindi, combinando entrambi - tre sensori capacitivi, intersecati da due aree sensibili alla pressione - Vivo è in grado di determinare con precisione dove viene premuto il telefono e se una pressione è intenzionale o meno.

Bene, questa è la teoria. In realtà questi pulsanti sono il problema più grande del telefono. Larea di potenza deve essere premuta troppo forte per la risposta. Le aree di aumento e diminuzione del volume non hanno bisogno di una pressione così decisa - almeno la nostra unità di campionamento non lha fatta - il che rende il prodotto meno intuitivo di qualcosa con i pulsanti. Sospettiamo che questo sia completamente risolvibile con alcune modifiche, ma non è del tutto corretto in questa fase. Inoltre, il software è progettato per mostrare una sovrapposizione a comparsa sullo schermo per mostrare la posizione di questi "pulsanti invisibili" - ma questo è sempre presente durante luso quando vengono premuti i pulsanti capacitivi e, francamente, non pensiamo che il loro lallineamento è preciso rispetto alle aree del corpo del telefono stesso.

Pocket-lintVivo Apex 2019 concept phone recensione immagine 9

In definitiva, quindi, senza pulsanti è un ottimo concetto - sicuramente una delle caratteristiche più interessanti quando abbiamo visto per la prima volta rivelato questo concept phone - consegnato come un work in progress. Forse un giorno, ma non oggi.

In carica

Senza porte, sicuramente la ricarica wireless sarebbe la scelta di design più ovvia per Vivo? Apparentemente no, poiché lazienda ha invece scelto di introdurre quello che chiama MagPort, un connettore magnetico proprietario per fornire la carica (che può fare a 18 W, essendo quindi più veloce della ricarica wireless, ma non così veloce come i protocolli di ricarica rapida) .

Ora, non ci interessa davvero lassenza di una porta USB. Dopotutto, questo è un telefono senza porte e quanto spesso è necessario collegarsi per trasferire file nellera del cloud? Il Wi-Fi fa tutto ciò di cui hai bisogno.

Tuttavia, il MagPort è dirompente per lidea della finitura unibody. Posizionato sul retro così comè, i suoi punti di contatto in metallo rompono il vetro. Non sporge, di per sé, cè solo il minimo di debossing, ma sembra allindietro per rimuovere tutti i pulsanti e quindi dover tagliare il vetro per implementare un meccanismo di ricarica. In realtà, la ricarica wireless si sarebbe adattata meglio a questo concetto nel complesso.

Scansione delle impronte digitali dal futuro

  • Scansione delle impronte digitali a schermo intero: lintero schermo può essere utilizzato per sbloccare
  • Chip di elaborazione dedicato utilizzato per lo sblocco delle impronte digitali super veloce
  • Possibilità di sblocco con impronta singola o doppia per una maggiore sicurezza

Senza indentazione per uno scanner di impronte digitali e senza "pulsante home" frontale, Vivo ha implementato la sua più recente tecnologia di scansione delle impronte digitali sullo schermo. Ed è a dir poco fenomenale: facilmente la migliore implementazione di questa tecnologia che abbiamo visto.

Perché è così speciale? Per una serie di ragioni. Uno, la registrazione delle impronte digitali è stata notevolmente ottimizzata. Due, la scansione delle impronte digitali funziona ovunque su tutto lo schermo (da qui il nome Scansione delle impronte digitali a schermo intero). Tre, è possibile utilizzare due impronte digitali in tandem per una maggiore sicurezza.

Come puoi vedere nel nostro video, sopra, la velocità con cui unimpronta digitale viene letta e verificata è fulminea irrilevante di dove un dito preme sullo schermo. Quando un dito tocca il display bloccato, i pixel attorno a quella posizione si illuminano per garantire la lettura di unimmagine chiara dellimpronta digitale. Viene fornito anche con unanimazione di accompagnamento intorno a quellarea, il che sembra fantastico.

Ma torniamo allinizio. Quando si registra unimpronta digitale, Vivo è riuscita a ridurre il tempo necessario. Letteralmente due tocchi di un dito durante il processo di registrazione sono tutto ciò di cui ha bisogno. Quando abbiamo chiesto come fosse possibile, la società ci ha detto che si tratta di miglioramenti del software e di un chip dedicato che viene utilizzato interamente per la scansione delle impronte digitali e nientaltro. Pensavamo che un processo di registrazione così leggero avrebbe influito sulla precisione, ma in realtà non è così e abbiamo provato registrando più dita e cercando di ingannare il sistema (senza successo, potremmo aggiungere).

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Laltra grande caratteristica di avere lintero schermo disponibile come lettore di impronte digitali è che puoi utilizzare due stampe registrate contemporaneamente per accedere (devono essere stampe diverse da qualsiasi singola stampa esistente sul sistema, comunque). Una volta registrate le cifre, è possibile premere, ad esempio, con un dito in alto e uno in basso, o entrambe le dita fianco a fianco: la scelta è tutta tua. Al momento questo funziona solo per laccesso, ma possiamo vedere un enorme potenziale in diverse/più combinazioni di stampa utilizzate per avviare rapidamente app specifiche o aprire, ad esempio, un secondo spazio di accesso.

Pocket-lintVivo Apex 2019 concept phone recensione immagine 2

In breve: la tecnologia di scansione delle impronte digitali a schermo intero nel Vivo Apex 2019 è sorprendentemente impressionante. Meglio ancora, questa è la caratteristica principale che prevediamo di trovare nel prossimo telefono NEX, nel 2019, che aprirà la strada agli altri.

E il suono? Come funzionano le chiamate e gli altoparlanti

  • Auricolare: utilizzo di micro vibrazioni sulla superficie dello schermo per creare audio localizzato
  • Altoparlanti: due unità di conduzione del suono vibrano, utilizzando il vetro posteriore per emettere il suono

Senza porte portate allestremo (ignorando il blip MagPort) lApex 2019 elimina anche le porte degli altoparlanti e lauricolare. Non riesci a individuare aperture o sensori sulla parte anteriore, quindi come funziona il suono?

Pocket-lintVivo Apex 2019 Concept Phone Review immagine 8

Vivo è stato intelligente qui, utilizzando la superficie dello schermo e il corpo in vetro posteriore per fungere rispettivamente da auricolare e altoparlante, utilizzando micro vibrazioni per emettere laudio. Dopotutto, nella sua forma più elementare, un altoparlante è solo una camera di vibrazione - e questo concept phone fa più o meno lo stesso senza unità di altoparlanti separate allinterno.

Lauricolare non utilizza la tecnologia a conduzione ossea come avevamo inizialmente ipotizzato, ma funziona ancora molto bene. Abbiamo tentato di effettuare una chiamata (non possibile senza una SIM, ovviamente, che ci ha portato a un messaggio automatico) e il suono è chiaramente udibile solo nelle immediate vicinanze. Visto che altri telefoni con cornice rifinita, come l Honor View 20 , hanno altoparlanti molto scarsi, lesecuzione di Vivo nellApex 2019 è un successo.

Pocket-lintVivo Apex 2019 Concept Phone Review immagine 11

Anche laltoparlante funziona bene, emettendo chiaramente laudio dal retro utilizzando due unità di conduzione del suono attaccate alla cover posteriore in vetro, facendo vibrare così il corpo del telefono - Vivo lo chiama Body SoundCasting Technology. È unidea simile al modo in cui alcuni televisori Sony utilizzano lo schermo intero per emettere laudio , ma è stato difficile da ottenere correttamente, afferma Vivo, che richiede molte modifiche e smorzamenti per ottenere il suono giusto. Non è così rumoroso e orgoglioso e alcuni telefoni - il Razer Phone 2 è uno dei dispositivi dal suono migliore che ascolterai oggi - ma dato quanto siano scarni molti telefoni con altoparlanti mono in questi giorni, lApex 2019 fa un ottimo lavoro.

Preparare la strada per il prossimo telefono NEX

  • Processore Qualcomm Snapdragon 855
  • 12 GB di RAM, 512 GB di spazio di archiviazione

Certo, lApex 2019 è un concept phone: il nome del dispositivo lo rende chiaro. Ma come abbiamo visto con il dispositivo Apex 2018 (con la prima fotocamera pop-up) , Vivo funziona velocemente, poiché quel telefono si è trasformato, più o meno, nel NEX S solo tre mesi dopo essere stato mostrato per la prima volta. Pertanto, prevediamo che alcune delle funzionalità di Apex 2019 appaiano nel prossimo telefono NEX entro questanno.

Pocket-lintVivo Apex 2019 concept phone recensione immagine 12

Le specifiche lo riflettono anche per alcuni aspetti. Sotto il design unibody in vetro cè lultimo processore Qualcomm Snapdragon 855, abbinato a unenorme RAM da 12 GB, oltre a uno spazio di archiviazione da 512 GB (dopotutto, non cè una porta per mettere una scheda microSD - anche la SIM dovrà essere incorporata eSIM ). È un dispositivo potente, quindi, anche se non siamo stati davvero in grado di testarlo completamente, inoltre il sistema operativo Funtouch è una barriera per gli utenti non cinesi, a nostro avviso.

Scritto da Mike Lowe.