Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Non è necessario fare una doppia ripresa: sebbene la galleria sopra possa sembrare contenga due telefoni diversi, in realtà è solo la parte anteriore e posteriore del Vivo NEX Dual Display Edition.

Sì, la parte anteriore è priva di fotocamera - non cè tacca, nessun meccanismo di scorrimento o fotocamera perforata qui - da qui il design quasi senza cornice. La parte posteriore ospita la configurazione della tripla fotocamera insieme a un altro schermo, annullando così del tutto la necessità di una fotocamera frontale.

Abbiamo utilizzato il NEX Dual Display al di fuori della nativa Cina, per unintera settimana. È il doppio del divertimento o il doppio dei problemi quando si tratta di usarlo?

Il nostro parere veloce

Quindi il doppio schermo è una moda o il futuro? Il Vivo NEX Dual Display fa una forte impressione come un dispositivo di punta per il suo schermo decente, lo scanner di impronte digitali sullo schermo, i potenti interni che battono molti flagship, e una configurazione della fotocamera piuttosto buona.

Ma c'è anche il senso di sovra-ingegneria: è l'impronta digitale sul davanti, il riconoscimento del volto sul retro, che si sente come un mix-and-match andato male; solo un lato ha la protezione in vetro Gorilla piuttosto che entrambi; si può buttare l'idea di un caso fuori dalla finestra; e il secondo schermo può essere lanciato accidentalmente di tanto in tanto. Detto questo, è un pezzo impressionante di sovra-ingegneria che dà al nostro geek interno un bagliore caldo.

Il problema più grande con il telefono è che non è davvero disponibile per un mercato mondiale completo - che è il motivo per cui non abbiamo assegnato una valutazione a stelle, non ha senso essere eccessivamente critici a questo proposito - e quindi il software FunTouch confonde e presenta vari problemi e glitch che lo rendono un po' problematico da usare.

Nel complesso, il NEX Dual Display è la soluzione telefonica più bizzarra che abbiamo usato per anni. Quindi celebriamo il suo sperimentalismo e le sue idee lungimiranti - anche se, in questo momento, usato nel contesto del Regno Unito, non è tutto lì.

Recensione Vivo NEX Dual Display Edition: il doppio del divertimento o il doppio dei problemi?

Recensione Vivo NEX Dual Display Edition: il doppio del divertimento o il doppio dei problemi?

Pro
  • La soluzione più stravagante per la fotocamera anteriore ancora
  • Il secondo schermo ha un sacco di potenziale per servire le applicazioni secondo (gioco un lato e OS l'altro o codice QR pronto ad andare mentre si lavora sul flip)
  • Un sacco di potenza (anche se non è sempre applicato in modo appropriato)
  • Telecamere sono abbastanza capace
Contro
  • Notevoli problemi di software - app che si raddoppiano / caricamento lento della tastiera e incoerenze
  • Non è davvero progettato per il mercato britannico/americano
  • Il posizionamento dei pulsanti a specchio causa il caricamento accidentale di un secondo schermo
  • Nessuna fotocamera grandangolare/zoom

squirrel_widget_146511

Design a doppio schermo: unidea valida?

  • Principale: display AMOLED da 6,39 pollici, risoluzione 2340 x 1080
  • Posteriore: display AMOLED da 5,49 pollici, risoluzione 1920 x 1080
  • Dispositivo: 157 x 75 x 8,1 mm; 199 g
  • Finiture: blu, viola

Con il suo schermo principale AMOLED da 6,39 pollici, il NEX è alla moda quando si tratta di fornire qualità, proprio come vedrai in altri migliori telefoni Samsung (da dove proviene lo schermo), Huawei , Xiaomi e altro ancora. In effetti, abbiamo riscontrato che la scala e la risoluzione di questo pannello sono soddisfacenti quanto i suoi concorrenti. Il suo unico aspetto negativo è la regolazione automatica della luminosità troppo aggressiva, che tende a troppo buio per la maggior parte del tempo.

Lassenza di cornice del NEX è impressionante, tuttavia, soprattutto se confrontata con la grande tacca che si trova sullHuawei Mate 20 Pro - che utilizza lo stesso pannello di questo NEX - e non ci sono curve distorte o componenti aggiuntivi non necessari da vedere anche qui. Detto questo, non è la cornice più piccola, anche l Honor View 20 ha un bordo più rifinito (ignorando comunque la sua presenza di una fotocamera perforata).

Dove il NEX fa davvero una dichiarazione è con il suo secondo schermo sul retro. Non è la prima volta che vediamo un telefono adottare un secondo pannello, che sia il pannello e-Ink di Yota , il pannello su piccola scala del Meizu 7 Pro o uno dei tanti altri esempi (che abbiamo esplorato in la funzione qui sotto, tramite il link) - ma è la prima volta che ne vediamo uno su una scala così significativa. Il secondo schermo del Dual Display è davvero un secondo schermo a grandezza naturale.

Se qualcuno ti mostrasse la parte posteriore del NEX Dual Display due anni fa, penseresti che fosse la parte anteriore di un telefono di punta. Il pannello, un AMOLED da 5,49 pollici, non ha compromessi in termini di fedeltà o qualità. Cè tutta la risoluzione necessaria, la cornice laterale è minuscola, con solo cornici più grandi in alto e in basso - la prima dove vive lemblema circolare della tripla fotocamera e le doppie luci flash/illuminanti, leggermente sporgenti dal corpo.

È interessante notare che Vivo non sta solo proponendo quel secondo display esclusivamente per luso della fotocamera. Sì, significa che i selfie possono essere scattati dal retro mentre si guarda lo schermo, risultando così naturali, ma il secondo schermo può essere utilizzato anche per il multi-tasking con più app.

Poiché il rapporto sul retro è leggermente diverso dal pannello frontale, tuttavia, ciò può causare alcuni problemi con le app che si comprimono con bordi digitali artificiali a sinistra e a destra. Abbiamo caricato Gmail nella seconda schermata, ad esempio, dove appare allungato e più piccolo, il che significa che non vorrai davvero usare la seconda schermata come pannello principale. Poiché la seconda schermata è lunico posto in cui funziona laccesso al rilevamento del volto, potrebbe sembrare una mancata corrispondenza.

Ci sono molti altri esempi logici però. Abbiamo lanciato South Park: Phone Destroyer sulla schermata principale e invece di uscire dal gioco per controllare le e-mail e i social media, abbiamo semplicemente capovolto il telefono per accedere al sistema operativo completamente operativo dallaltra parte. Nessuna interruzione, nessun dramma. E con così tanta potenza a bordo, tutto funziona alla perfezione. Altri esempi logici includono i codici QR per il check-in in volo, mentre alcuni giochi (incluso PUBG: Mobile) possono beneficiare del Touchpad posteriore, in cui lo schermo posteriore può anche accettare input simultanei da dita extra.

Specifiche di punta, come ti aspetteresti

  • Processore octa-core Qualcomm Snapdragon 845, 10 GB di RAM
  • Scanner di impronte digitali sullo schermo
  • Capacità della batteria di 3500 mAh
  • Memoria da 128 GB (senza microSD)

Lidea di eseguire più app potrebbe essere un problema per alcuni telefoni, ma il NEX Dual Display è un peso massimo sul fronte delle specifiche. Lattuale chipset Qualcomm di fascia alta è integrato, con una potente RAM da 10 GB di serie: è un carico per gestire la pressione aggiuntiva che alcuni scenari a doppio schermo possono portare. Le app funzionano in modo super fluido e non abbiamo avuto problemi di animazione durante la nostra settimana con il telefono.

Pocket-lintImmagine recensione Vivo NEX Dual Display 8

Quando abbiamo visto per la prima volta il Dual Display in Cina non abbiamo avuto unimpressione completa del dispositivo con Google Play e, quindi, non eravamo sicuri di come avrebbe funzionato altrove. Poiché è disponibile anche per i mercati in lingua inglese di Hong Kong, Taiwan e Singapore, questo è il telefono che abbiamo ricevuto: esegue Google Play, ma ci considera un residente di Hong Kong piuttosto che del Regno Unito (quindi lora di casa è sempre sbagliata di otto ore e non può essere modificato).

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Quindi, come funziona al di fuori dei suoi mercati designati? Bene, è duplice: tutto questo potere è di buon auspicio per le app nel loro stesso funzionamento; ma il sistema operativo, che si chiama FunTouch, è un miscuglio di scontri, seccature e problemi.

Google Play funziona bene, ma è presente anche lapp store di Vivo che si aggiorna automaticamente e talvolta funge da fonte di fatto quando non dovrebbe. Eseguiamo anche Gmail anziché lapp nativa Vivo Email, ma nella versione di Google questo software rende impossibile eliminare i messaggi - e dopo una settimana abbiamo avuto centinaia di messaggi nella posta in arrivo, che abbiamo dovuto eliminare manualmente utilizzando invece una configurazione desktop. Ci sono anche avvisi eccessivi - come eravamo soliti trovare con la configurazione EMUI di Huawei - quando si tratta di proclamare che app importanti, come WhatsApp, stanno utilizzando energia in eccesso (anche quando, per il nostro uso, non lo sono).

Quindi, purtroppo, FunTouch non è affatto divertente. Funziona anche in modo molto diverso da Android: è necessario uno swipe con langolo verso lalto per accedere alle scorciatoie, tra cui Wi-Fi, luminosità dello schermo e così via, in uno stile molto Apple iOS che qui non funziona. Uno scorrimento verso il basso rivela le notifiche, ma ci sono limiti a come queste possono essere gestite a seconda dellapp. Come abbiamo detto prima, è il software che dovrebbe cambiare prima di essere pronto per mercati più ampi.

A parte questi grossi problemi, il Dual Display funziona bene e per un inning decente per carica. Incastrata tra questi due schermi cè una batteria da 3500 mAh che inizialmente si esaurisce abbastanza rapidamente, ma poi resiste bene nella via di mezzo. Con i giorni pieni, incluso un po di gioco e luso di entrambi gli schermi, siamo andati a letto con il 30% di batteria rimanente dopo le 15 ore critiche di utilizzo diurno. Il software potrebbe anche aiutare a gestire questa longevità.

Altrove, il NEX Dual Display porta lo scanner ottico di impronte digitali sullo schermo di quinta generazione di Vivo. Abbiamo trovato quello del precedente NEX S abbastanza ragionevole, ma non perfetto, quindi è bello vedere una versione aggiornata in questo modello. Vivo afferma di aver lavorato con Qualcomm per ottimizzare a livello di chip, portando un tempo di accesso super veloce di 0,29 secondi che è ampiamente efficace, ma non così affidabile come abbiamo trovato con Huawei Mate 20 Pro (non importa se i chip utilizzati sono uno e lo stesso).

Pocket-lintImmagine recensione Vivo NEX Dual Display 7

Come abbiamo sottolineato in precedenza, il riconoscimento facciale è disponibile solo sul secondo schermo, non su quello principale. Quindi è limpronta digitale da un lato, il riconoscimento facciale dallaltro, che sembra un mix and match che non ha senso a nessun livello.

Il re delle fotocamere?

  • Tripla fotocamera posteriore: 12MP f/1.79, 2MP f/1.8 e Time of Flight (TOF) f/1.3
  • Flash posteriore e riflettore per selfie nel display dellanello lunare
  • Modalità Super Notte, Videocamera Notturna

Le fotocamere sono il cuore della NEX Dual Display Edition. In un certo senso è la posizione di queste triplette di ottiche che definiscono il portatile: poiché sono tutte sul retro, questo è ciò che consente il design quasi senza cornice nella parte anteriore.

Pocket-lintImmagine recensione Vivo NEX Dual Display 10

Capovolgere lintero telefono per fare un selfie è strano? Allinizio sì, ma non è davvero difficile da fare. I doppi schermi possono essere utilizzati anche in altri modi: con entrambi attivi, in modalità specchio, puoi vederti in posa mentre qualcuno sta usando il telefono per scattarti una foto. Inoltre, laggiunta di ciò che Vivo chiama Lunar Ring introduce due luci per unilluminazione più morbida: queste sono separate dal flash e possono essere utilizzate come desideri, compresi i colori luminosi per avvisare delle notifiche.

Tuttavia, mentre altri produttori corrono per aggiungere più megapixel e obiettivi grandangolari o zoom, Vivo mantiene la sua configurazione abbastanza semplice: il sensore principale è da 12 megapixel; il secondo sensore, a 2MP, è utilizzato per modalità speciali e dati di profondità; mentre il terzo è Time of Flight (TOF), utilizzato per acquisire punti dati, come utilizzato per laccesso al riconoscimento facciale. Questa funzione TOF è importante però: crea una mappa di 10.000 punti del tuo viso, che può riconoscere fino a 3 metri di distanza, per un accesso rapido e Face Pay (questultimo solo in Cina, ovviamente).

Cercando per certi aspetti di assumere la modalità Night Sight di Google Pixel, Vivo ha sia la modalità Super Night che la modalità Night Video Camera, che utilizza unelaborazione intelligente per rimuovere in gran parte il rumore dellimmagine e illuminare le scene. Ciò si ottiene utilizzando la fotocamera da 2 MP (la sua bassa risoluzione significa pixel grandi, migliore per lacquisizione in condizioni di scarsa illuminazione). Fa un buon lavoro nel ripulire il rumore dellimmagine nelle aree dombra dove altrimenti sarebbe abbondantemente presente.

Allora, per quanto riguarda la qualità dellimmagine? La fotocamera posteriore del Dual Display fa un ottimo lavoro nello scattare le immagini in una varietà di condizioni. Lampia apertura aiuta a scattare in condizioni di scarsa illuminazione e, sebbene i risultati soffrano di una certa uniformità durante lelaborazione, lequilibrio complessivo tra dettagli ed esposizione è piacevole. Le condizioni più luminose vanno meglio - e mentre i dettagli sono molto chiari quando si visualizzano gli scatti sullo schermo del telefono, guardali a grandezza naturale su un monitor e ci sono alcuni artefatti evidenti, ma niente di grave.

Ci sono anche una varietà di modalità in offerta, da AI Beauty (che leviga il viso), alla modalità Ritratto che utilizza quelle fotocamere aggiuntive per sfocare lo sfondo e aggiungere bokeh derivato dal software: funziona meglio di molte fotocamere singole o doppie soluzioni che abbiamo usato anche noi.

Per quanto riguarda la fotocamera selfie, beh, è la fotocamera principale. Quindi i suoi risultati sono altrettanto solidi, creando una soluzione selfie migliore di quella che molti concorrenti possono offrire. E poiché questo è metà dellintero design di questo telefono, è un lavoro ben fatto.

Per ricapitolare

La soluzione telefonica più bizzarra al problema della fotocamera frontale che abbiamo usato fino ad oggi, il Dual Display è l'incarnazione di un'idea di cui non abbiamo davvero bisogno: due schermi non sono veramente necessari, nonostante un sacco di potenziale e abbastanza potenza per eseguire entrambi i lati in tandem. Il grande problema con il Dual Display, tuttavia, è il modo in cui funziona al di fuori della sua nativa Cina - non è pronto per il mondo di Android Googleised in questa forma software.

Scritto da Mike Lowe.