Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - È sicuro dire che Sony non segue esattamente la folla quando si tratta di progettare e costruire smartphone. Segue il ritmo del proprio tamburo, concentrandosi sui dispositivi con punti di differenza piuttosto che necessariamente sul mercato di massa.

Con l'Xperia Pro-I, il produttore di telefoni ha deciso di offrire uno strumento di fotografia e videografia per chi ha esperienza professionale. Ma questo approccio alienerà troppe persone e, in effetti, ha senso anche in un formato telefonico?

Il nostro parere veloce

Sony non nasconde il fatto che sta diventando di nicchia con l'Xperia Pro-I. Se desideri un telefono con strumenti di livello professionale per la videografia e la fotografia, vale sicuramente la pena considerare. È uno dei telefoni più belli e attrezzati sul mercato, ma non è ancora perfetto ed è innegabilmente costoso.

Altri piccoli inconvenienti, come il pulsante di scatto fisico troppo facile da attivare, il sensore di impronte digitali che registra regolarmente la scansione non riuscita e la scarsa durata della batteria in standby, lo rendono un telefono che ha i suoi inconvenienti nella vita quotidiana.

Tuttavia, mentre la decisione di ritagliare così tanto nel sensore di tipo 1.0 è semplicemente sconcertante, i risultati della fotocamera principale nelle giuste condizioni di illuminazione sono diversi dalle solite immagini sovrasaturate e sovraelaborate di molti dei suoi concorrenti. Per il fotografo e l'operatore video che cercano quell'output di immagine "classico", che rende questo telefono eccezionale per le giuste ragioni, ma non per così tanti potenziali acquirenti.

Recensione Sony Xperia Pro-I: il re delle fotocamere dei telefoni?

Recensione Sony Xperia Pro-I: il re delle fotocamere dei telefoni?

4.0 stelle
Pro
  • Design attraente e pratico
  • La porta fisica per le cuffie è un vantaggio
  • Ottimi risultati dalla fotocamera principale
  • Prestazioni veloci e fluide
Contro
  • I controlli manuali non saranno per tutti
  • Proibitivamente costosi
  • Le pressioni accidentali sui pulsanti sono frequenti
  • La durata della batteria non è eccezionale

squirrel_widget_6528113

Design

  • Dimensioni: 166 x 72 x 8,9 mm / Peso: 211 g
  • Pulsante di scatto fisico con foro per la cinghia integrato
  • Parte anteriore in Gorilla Glass Victus
  • Resistenza IP68/IP65
  • Porta audio da 3,5 mm

Per un po' di tempo, l'approccio di Sony al design è stato molto incentrato sulle idee di semplicità, linee pulite e praticità, spesso attenendosi a funzionalità da tempo abbandonate dai marcatori di smartphone di grandi nomi. Non sorprende che questo stesso approccio sia chiaramente evidente nell'Xperia Pro-I. Che è, in sostanza, una versione ottimizzata dell'Xperia 1 iii .

Ciò significa che ottieni un telefono super sottile e dal corpo piatto che è molto elegante da guardare. È anche fantastico, grazie al vetro nero opaco con finitura morbida al tatto sul retro. Per distinguersi dal fratello, ha una sottile finitura scanalata attorno ai bordi in metallo, mentre l'unità fotocamera è stata completamente ridisegnata per incorporare quel nuovo sensore, di cui parleremo più dettagliatamente in seguito.

Tuttavia, è dannatamente più attraente e propositivo nel suo design rispetto alla maggior parte dei telefoni che hanno le lenti bloccate in un rettangolo nell'angolo. La sua posizione centrale dona anche un piacevole senso di simmetria.

Per coloro a cui piacciono le periferiche della vecchia scuola, come cuffie cablate, passanti da polso, cinturini e supporti fisici, Sony ti copre anche qui. C'è una porta da 3,5 mm per collegare le tue cuffie cablate preferite o qualsiasi altro cavo audio, oltre a uno slot per schede microSD nel vassoio della SIM - che puoi rimuovere senza bisogno di uno strumento di espulsione - e persino un piccolo anello per attaccare un cinturino.

Sony ti copre anche sui pulsanti frontali, anche se questo non è sempre eccezionale. C'è un sensore di impronte digitali fisico sul lato, che è fantastico e funziona bene se gestito in modo mirato, ma è davvero facile da toccare accidentalmente. Pertanto spesso registrava un tentativo fallito di sbloccare il telefono, il che significa che troppo spesso siamo stati poi costretti a utilizzare il codice PIN per accedere invece.

Pocket-lintXperia Pro-I foto 6

È una situazione simile con il pulsante di scatto della fotocamera dedicato. È fantastico avere un pulsante sulla cornice per attivare l'otturatore della fotocamera con le dita posizionate lontano dallo schermo. Funziona anche come un vero e proprio pulsante di scatto, quindi una pressione a metà mentre l'app della fotocamera è attiva metterà a fuoco. L'unico problema è che quando si tiene un telefono bloccato in modalità verticale, è davvero facile schiacciarlo accidentalmente con il palmo della mano e avviare la fotocamera senza volerlo.

C'è molto da apprezzare però. È resistente sia all'acqua che alla polvere. Siamo abbastanza contenti della decisione di non spingere lo schermo fino ai bordi anche in alto e in basso, dando una piccola cornice per nascondere la fotocamera frontale e gli altoparlanti stereo.

Display e media

  • Pannello OLED da 6,5 pollici, risoluzione 1644 x 3840 (643ppi)
  • Frequenza di aggiornamento di 120 Hz, HDR, 1 miliardo di colori
  • Altoparlanti stereo

Il display è un'altra area in cui Sony fa le cose in modo leggermente diverso. Invece del solito pannello con risoluzione 1080p o Quad HD, il Pro-I ha uno schermo con risoluzione 4K. Con 643 pixel per pollice, è tra i display con la risoluzione più nitida su qualsiasi smartphone, inoltre con una frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz, è anche tra i più fluidi nella riproduzione.

Pocket-lintXperia Pro-I foto 1

È un ottimo display, che offre una buona luminosità e un'impressionante copertura della gamma cromatica. Simile ad alcuni dei più moderni schermi di punta, offre supporto per oltre un miliardo di colori e, con Sony che punta al mercato professionale, ha una potenza "Creator Mode", per offrirti una copertura HDR (high dynamic range) a colori a 10 bit . Sembra tutto molto fantasioso, ma l'idea è di vedere film e video come dovrebbero essere visti.

Guardando Netflix, Disney+ e simili, la sensazione che si ha è che la gamma dinamica e i colori offerti sono eccezionali. Sembra davvero ben bilanciato, senza saturazione eccessiva o contrasto troppo aspro. È davvero un ottimo pannello per consumare e creare media.

È affiancato da altoparlanti stereo su entrambi i lati che aiutano a sollevare il fattore coinvolgente, sebbene non siano i migliori altoparlanti stereo su un telefono che abbiamo mai sentito. Non sembrano così coinvolgenti o dal suono pieno come quelli dell'Asus Rog Phone 5 (come un esempio).

Pocket-lintXperia Pro-I foto 7

Lo svantaggio, se così si può chiamare, è che la maggior parte dei servizi di streaming mobile non ha il supporto per la risoluzione 4K, quindi spesso non puoi sperimentare la pienezza di quella risoluzione offerta. C'è anche l'argomento secondo cui il 4K sembra un po' uno spreco su uno schermo così piccolo, poiché dovrai guardare molto da vicino, per non parlare dell'impatto sul consumo della batteria.

Prestazioni e batteria

  • Processore Snapdragon 888, 12 GB di RAM
  • Memoria 512 GB, espansione microSD
  • Batteria da 4500 mAh, ricarica rapida da 30 W
  • Nessuna ricarica wireless

Mentre i telefoni vanno, l'Xperia Pro-I è sicuramente abbastanza veloce, sentendosi come l'ammiraglia che è. L'interfaccia scivola facilmente sotto le dita, le app si aprono rapidamente, caricando i dati senza troppe attese.

Tuttavia, dopo un po' si scalda: gioca per 20 minuti, ad esempio, e la parte posteriore diventa notevolmente più calda. Non è troppo caldo per tenerlo comodamente, ma è più caldo di quanto dovrebbe.

Pocket-lintXperia Pro-I foto 16

Non c'è niente di particolarmente da gridare a casa quando si tratta di durata della batteria. Può affrontare comodamente la giornata, ma non ce la farà per un secondo. Nessuna sorpresa date le specifiche dello schermo.

Non perché sia particolarmente brutto quando stai effettivamente usando il telefono, ma secondo la nostra esperienza, la sua durata in standby è tra le peggiori che abbiamo usato per anni. Lasciata durante la notte la nostra unità è scesa di oltre il 20%, rimanendo semplicemente seduta lì a non fare nulla. Non siamo mai riusciti a identificare nulla di specifico che lo stesse scaricando, ma è davvero fuori dall'ordinario, specialmente con le ottimizzazioni della batteria di Android 11.

Evento di lancio di Huawei, Dyson Zone e tecnologia per auto - Pocket-lint Podcast 155

Una volta svuotato, si carica abbastanza rapidamente e offre una ricarica ottimizzata per le ore notturne, assicurandoti di avere una batteria completamente carica quando ti svegli, ma senza doverla ricaricare velocemente per tutta la notte, allungando così la durata della batteria. Purtroppo, non c'è ricarica wireless con questo modello.

Macchine fotografiche

  • Telecamere posteriori triple:
    • Principale: sensore da 1 pollice da 12 megapixel*, doppia apertura f/2.0-f/4.0, stabilizzazione ottica (OIS)
    • Zoom 2x (equivalente a 50 mm): 12 MP, f/2.4, OIS
    • Ultra-grandangolare: 12 MP, f/2.2
  • Tracking in tempo reale, AF occhi/viso, controlli manuali
  • Video 4K fino a 120 fps
  • Giroscopio-EIS/OIS a 5 assi

Trattare prima con l'elefante nella stanza: il cosiddetto sensore di tipo 1.0. Se fosse utilizzato al massimo, sarebbe 20 megapixel. Ma non lo è, sono 12 megapixel, perché Sony ha ritagliato una finestra in questo sensore abbastanza pesantemente.

Pocket-lintXperia Pro-I foto 13

I risultati del sensore così com'è, tuttavia, in realtà sono davvero buoni. Beh, dipenderà dalle tue preferenze. Ci piace il profilo colore, poiché i risultati sono ricchi ma non eccessivamente saturi, mentre non c'è un pesante effetto HDR come spesso troverai da molti altri smartphone.

Il contrasto non è troppo forte, quindi non ottieni quell'aspetto artificiale troppo affilato. Le foto hanno l'aspetto di fotografie "corrette", piuttosto che immagini eccessivamente saturate e contrastate che sei abituato a vedere su Instagram. Che, per alcuni, sarà una grande cosa (e non tanto per altri).

Essere una "fotocamera professionale" significa avere anche tutti i controlli professionali. Puoi passare alla modalità Base, scattare in automatico e ottenere ottimi risultati nella maggior parte delle condizioni di luce. Tuttavia, ottieni anche tutti i controlli manuali necessari per regolare la sensibilità ISO, la velocità dell'otturatore e il bilanciamento del bianco.

Ottieni gli stessi controlli per i video. Ci piace particolarmente utilizzare la messa a fuoco manuale, consentendo il controllo di una bella ripresa a fuoco lento che la maggior parte dei telefoni non potrebbe nemmeno sognare di realizzare. Anche l'autofocus e il tracciamento disponibili sono eccellenti, con un tracciamento oculare intelligente e una messa a fuoco rapida sia in modalità video che foto.

L'eye-tracking è davvero efficace e funziona in una moltitudine di scenari. Finché vede un occhio, si bloccherà automaticamente su quel soggetto, anche se l'occhio è distorto da una lente d'ingrandimento o da una lente sagomata/colorata davanti all'obiettivo.

Sony sembra spingere di più verso questo controllo manuale, in particolare per i video, dove puoi scegliere tra tre diverse app per le riprese. Non è l'esperienza più user friendly, dato come è suddivisa. L'interfaccia non è nemmeno particolarmente intuitiva, anche per chi è abituato ai controlli manuali in fotocamere dedicate.

Una volta superata quella curva di apprendimento, significa che avrai una comprensione più profonda di come controllare la fotocamera di questo telefono. Ma in un mondo in cui l'apprendimento automatico e l'elaborazione hanno la capacità di fare tutto per noi, sospettiamo che sia una curva di apprendimento troppo lontana per la maggior parte delle persone.

Anche le altre due fotocamere - l'ultrawide e il teleobiettivo - scattano foto decenti, ma lo zoom ottico sembra un po' scarso, offrendo solo uno zoom 2x (a un apparente equivalente di 50 mm) e la qualità dell'immagine è notevolmente inferiore rispetto al principale. È piuttosto approssimativo in termini di dettagli, mentre le alte luci sono spesso leggermente spente.

Per ricapitolare

Sony non nasconde il fatto che sta diventando di nicchia con l'Xperia Pro-I. Se desideri un telefono con strumenti di livello professionale per la videografia e la fotografia, vale sicuramente la pena considerare. È uno dei telefoni più belli e attrezzati sul mercato, ma non è ancora perfetto ed è innegabilmente costoso.

Scritto da Cam Bunton.