Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - In un mondo in cui quasi ogni smartphone è una lastra rettangolare di vetro, è sempre più difficile distinguersi, così i produttori cercano molti modi diversi per attirare la nostra attenzione. Che si tratti di aggiungere una ricarica super-veloce, fotocamere con mega zoom, o alcune strane caratteristiche software, non c'è fine alle opzioni.

Per l'ammiraglia 2022 di Oppo, il Find X5 Pro, l'angolo è che è tutto sul lusso, offrendo una finitura posteriore in ceramica al design sottile del portatile. Non solo, ci sono prestazioni e ricarica super veloci, più una specifica dello schermo leader di mercato, che si aggiunge per una completa esperienza di fascia alta.

Il nostro parere veloce

In molti modi, Find X5 Pro si basa sugli aspetti che il suo predecessore ha fatto davvero bene. Il design del dorso in ceramica potrebbe essere la caratteristica principale che attira la tua attenzione, ma sono la velocità e la semplicità quotidiane con cui questo telefono esegue le attività, oltre alla lunga durata della batteria che ti farà tornare indietro.

Anche se abbiamo trovato l'app della fotocamera un po' frustrante e le immagini un po' troppo elaborate, il Find X5 Pro per il resto non fa molto male. Anche la sua combinazione di funzionalità software standard di Oppo con le aggiunte di Android 12 di Google è ben considerata, aggiungendo molto all'esperienza, senza diventare troppo complicata o ingombrante.

In breve: l'Oppo Find X5 Pro è un dispositivo straordinario, uno che dovresti assolutamente considerare in cima alla tua lista della spesa di punta. Se un telefono così buono avesse un'etichetta Samsung stampata su di esso, si venderebbe come una torta calda.

Recensione di Oppo Find X5 Pro: L'ultimo sfavorito

Recensione di Oppo Find X5 Pro: L'ultimo sfavorito

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Splendido e resistente retro in ceramica
  • Display nitido con molta luminosità e colore
  • Ricarica rapida via cavo e wireless
  • Software personalizzabile
  • Grande durata della batteria
Contro
  • Il cavo USB da tipo A a tipo C è un po' scomodo
  • La fotocamera perforata è piuttosto prominente
  • Il software della fotocamera poco pratico

squirrel_widget_6635787

Design

  • Dimensioni: 163.7 x 73.9 x 8.5mm / Peso: 218g
  • Resistenza all'acqua e alla polvere IP68
  • Nero smaltato o bianco ceramico

Visto frontalmente, il Find X5 Pro ha un senso di familiarità: ha un grande display espansivo, cornici sottili e vetro che scende fino ai bordi di metallo su ogni lato. È praticamente identico al precedente Find X3 Pro o al OnePlus 9 Pro.

Questo design ha però i suoi vantaggi. Poiché è curvo sia davanti che dietro, rende quello che è un dispositivo abbastanza grande molto più comodo da tenere in mano rispetto a quello che sarebbe stato se Oppo avesse adottato lo schermo piatto e l'approccio dritto dell'iPhone.

Con alcuni telefoni l'aggiunta di curve sullo schermo può portare a tocchi accidentali, ma con l'Oppo questo è un fastidio infrequente. L'unica volta che tendeva ad accadere durante i nostri test era sulla schermata di blocco, se il nostro palmo toccava l'angolo in basso a destra.

Mentre il design anteriore del Find X5 Pro è abbastanza standard, quello posteriore è tutt'altro. È qui che Oppo sta flettendo i suoi muscoli di design e mostrando ciò che è possibile, offrendo qualcosa di unico - che non è qualcosa che si può dire spesso. È tutto un pezzo di ceramica che sale fino alla sporgenza della fotocamera con queste curve sontuose, portando ad una superficie completamente piatta in cui le lenti della fotocamera sono leggermente incassate.

Pocket-lintTrova foto X5 Pro foto 7

Ottenere questa finitura tutta d'un pezzo, senza vuoti o cuciture, richiede molto tempo e sforzo. Quasi 170 ore, secondo Oppo, poiché le particelle di ceramica sono sottoposte a pressione e calore intensi. Si tratta di quasi una settimana di rifinitura solo per fare qualcosa di così bello.

Non ci troviamo spesso a mettere giù lo schermo del nostro telefono solo per continuare a guardarlo. Ma, phwoar! Un po' di musica di Barry White.

Per quanto sia attraente, ci sono alcuni aspetti negativi. È una finitura molto lucida e brillante, il che significa due cose: uno, raccoglie impronte digitali quasi per divertimento; due, scivola via dalle cose molto facilmente. Così ogni volta che si tocca l'X5 Pro c'è una nuova macchia oleosa sulla sua superficie. Poi mettetelo giù su qualsiasi tessuto e lavorerà con la gravità per farsi strada verso il pavimento.

Ci sono anche dei lati positivi, però. Poiché l'intera parte posteriore del telefono è modellata in ceramica piuttosto che in vetro, è molto dura e resistente ai graffi. Quindi, quando il Find X5 Pro cade sul pavimento - cosa che la nostra unità ha fatto più volte, data la finitura scivolosa - è meno probabile che lasci un graffio o una crepa. Il nostro non l'ha fatto finora, ma mai dire mai.

Aggiungete a ciò la durevolezza con la resistenza all'acqua e alla polvere IP68, e avrete un telefono che non è solo bello, ma che può prendere anche delle botte. È una combinazione vincente.

Display e software

  • Pannello AMOLED da 6,7 pollici, protezione Gorilla Glass Victus
  • 120Hz adaptive refresh, 1300 nits di luminosità di picco
  • Risoluzione Quad HD+ (1440 x 3216)
  • ColorOS 12 (costruito su Android 12)

Come il suo predecessore, la scheda tecnica del display dell'X5 Pro ha tutte le note giuste. È una check-list quasi perfetta di caratteristiche, un grande display da 6,7 pollici con una frequenza di aggiornamento di 120Hz e 1300 nits di luminosità massima.

Pocket-lintTrova foto X5 Pro foto 14

È anche la tecnologia LTPO, il che significa che il display può adattare la sua frequenza di aggiornamento per soddisfare il contenuto che si sta visualizzando su di esso, da un minimo di 1Hz, fino al massimo di 120Hz. Ciò significa che sta conservando energia quando si stanno facendo cose con un refresh minimo, come una pagina statica del browser. Non appena rileva che avete bisogno di più fotogrammi al secondo - ad esempio quando si guarda un video o si scorre su Twitter - aumenta la velocità, ma non si noterà alcun cambiamento percepibile o ritardo.

Anche se ha una risoluzione QuadHD+, questa non è abilitata di default. Oppo imposta la risoluzione su Full HD/1080p, quindi se volete sfruttare al massimo la nitidezza dello schermo, dovete abilitarlo nelle impostazioni. Non ve ne pentirete però, dato che non sembra danneggiare molto la durata della batteria del portatile, grazie alla tecnologia di aggiornamento intelligente di cui sopra.

È quasi superfluo dire che il display è davvero nitido e dettagliato, presentando linee sottili con facilità, mentre le curve evitano i bordi frastagliati. Questo significa che è un ottimo pannello per guardare i video, in più ci sono tonnellate di colori vibranti e gamma dinamica.

Infatti, nella modalità predefinita Vivid, è quasi troppo - i blu, in particolare, appaiono un po' innaturali. Per coloro che vogliono un approccio più sottile, c'è la modalità Natural, che attenua molto la saturazione. Ci sono anche modalità pro: Cinematic è a metà strada tra vivido e naturale, offrendo colori puliti e vibranti, senza andare sopra le righe; e Brilliant che espande ulteriormente la gamma di colori, sfruttando al massimo il pannello a 10 bit.

La sua luminosità di picco di 1300 nits assicura che quei piccoli punti di luminosità extra - come le fiamme/candele sparse per la scena - brillino senza un'estrema sovraesposizione, mantenendo il resto della scena bilanciato e visibile. Ci sono alcuni spettacoli ad alta gamma dinamica (HDR) dove le scene possono apparire un po' troppo scure - in particolare The Witcher su Netflix - a meno che non si guardi in una stanza buia. C'è un toggle di incremento dell'HDR per cercare di contrastare questo fenomeno, ma non abbiamo trovato che faccia molto in Netflix.

Dal punto di vista del software, Oppo ha adattato il suo sistema ColorOS e aggiunto nuove funzionalità, la maggior parte delle quali sono ora caratteristiche standard di Android 12 di Google. Queste includono la possibilità di cambiare i colori d'accento del telefono in base ai colori dello sfondo che hai scelto, e l'utile modalità a discesa con una sola mano che imita la funzione Reachability di Apple.

Pocket-lintTrova foto X5 Pro foto 16

Coloro che non sono così entusiasti del look grande e audace del Pixel Android 12 di Google saranno felici di sapere che ColorOS 12 si presenta come un approccio più tradizionale ad Android. L'ombra delle impostazioni a discesa ha piccoli toggle rotondi, piuttosto che quelli grandi e quadrati.

Tuttavia, la schermata di personalizzazione di ColorOS consente di modificare praticamente tutto. È possibile regolare la dimensione e la forma delle icone delle app, la dimensione del carattere, il ridimensionamento, e anche creare il proprio display always-on che viene visualizzato quando lo schermo è bloccato e in standby.

Non è qualcosa di cui si parla molto nelle recensioni, ma anche i suoni di notifica sono rinfrescanti. Nelle impostazioni del suono di avviso è possibile scegliere tra quattro diversi strumenti, ma invece di suonare sempre la stessa nota, regolerà il tono e suonerà note più alte o più basse se avete un periodo in cui le notifiche sono in arrivo spesso e velocemente. Un bel tocco per evitare la ripetizione eccessiva.

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Anche il menu delle impostazioni è facile da navigare. Oppo ha fatto un sacco di lavoro negli ultimi due o tre anni per renderlo così. Come nota a margine, ColorOS ha anche - e lo diciamo in modo del tutto soggettivo - la migliore collezione di sfondi pre-installati di qualsiasi produttore di telefoni Android.

Prestazioni e hardware

  • Processore Snapdragon 8 Gen 1, 12GB RAM
  • 256GB di storage (senza microSD)
  • Capacità della batteria 5000mAh
  • 80W di ricarica SuperVOOC
  • 50W di ricarica wireless AirVOOC

Internamente, l'ammiraglia di Oppo ha i componenti giusti per farlo sentire veloce e reattivo. Lo Snapdragon 8 Gen 1 di Qualcomm gestisce lo spettacolo, insieme a 12GB di RAM e 256GB di storage. Ha anche la caratteristica che permette di prendere in prestito parte dello storage per usarlo come RAM. Non siamo sicuri di quando sarà necessario, ma è un'opzione.

Non è una vera sorpresa, quindi, che quando si tratta di prestazioni quotidiane, il Find X5 Pro non ha assolutamente problemi a far fronte alle app più intense. Non sbuffa quando gli si chiede di affrontare i giochi più impegnativi, o quando si scattano foto e video. Semplicemente va avanti. Nemmeno una goccia di sudore.

Pocket-lintTrova foto X5 Pro foto 13

Per quanto riguarda la durata della batteria, la cella da 5000mAh qui va molto oltre quello che si potrebbe supporre. Con il nostro utilizzo, che classifichiamo come moderato (da qualche parte intorno alle tre ore di schermo al giorno - per lo più social media, messaggistica e navigazione web), avremmo lottato per scaricare più della metà della batteria. Non è esagerato dire che il Find X5 Pro ha un potenziale di due giorni di batteria.

Anche se sei un utente di potenza più hardcore, l'ansia da batteria non dovrebbe mai essere una preoccupazione, grazie alla disponibilità della ricarica flash SuperVOOC. Con una carica di 12 minuti, la batteria del tuo telefono sarà piena a metà. Può anche caricare in modalità wireless, fino a 50W di velocità, quando lo usi con il caricatore Oppo AirVOOC.

Fotocamera

  • Tripla fotocamera posteriore:
    • Principale: 50 megapixel, apertura f/1.7, stabilizzazione a 5 assi (OIS)
    • Tele (2x): 13MP, f/2.4
    • Ampio: 50MP, f/2.2
  • MariSilicon X NPU/ISP
  • Fotocamera selfie: 32MP, f/2.4, RGBW

Dal punto di vista del sensore, non è cambiato molto nelle fotocamere del Find X5 Pro rispetto all'X3 Pro. La fotocamera principale e quella ultra-wide utilizzano entrambe sensori da 50 megapixel, mentre lo zoom ottico del teleobiettivo (un 2x) ne utilizza uno da 13 megapixel.

Questo però non racconta tutta la storia. Per esempio, la fotocamera principale ora dispone di una stabilizzazione a cinque assi. Questo è composto sia dallo spostamento del sensore su tre assi, più la stabilizzazione ottica su due assi nell'obiettivo. Questo significa che c'è molto poco di sfocato nella maggior parte delle fotografie, e i video sono davvero fluidi e stabili quando ci si muove e si riprende a mano libera.

Riprendere mentre si cammina comporterà un po' di movimento su e giù, ma non è traballante. E quando si fa il panning, non ci vuole molto sforzo per mantenerlo fluido. È quanto di più vicino si possa ottenere a un movimento completamente fluido senza percorrere la strada dell'uso di un gimbal (come la Vivo X70 Pro). È abbastanza efficace.

Anche le prestazioni fotografiche sono forti nella maggior parte delle condizioni, indipendentemente dal fatto che i livelli di luce siano luminosi o meno. Abbiamo portato la X5 Pro in una varietà di condizioni - alcuni giorni luminosi in cui anche la copertura nuvolosa ha agito come un diffusore naturale; altri giorni con luce solare forte e brillante - e gli algoritmi della fotocamera e l'elaborazione (alimentata da MariSilicon NPU di Oppo) fanno un ottimo lavoro di elaborazione delle immagini e di gestione del contrasto della luce. Anche con un forte controluce, il sistema della fotocamera di Oppo fa un buon lavoro per uniformare le ombre e non lasciare che i soggetti diventino troppo scuri.

E poi c'è la modalità notte, che permette di scattare in situazioni di luce molto bassa catturando alcuni secondi di esposizione, poi utilizzando algoritmi per contrastare qualsiasi tremolio della mano. Questo funziona anche con i percorsi di luce incorporati nella fotocamera o con le modalità di esposizione lunga. Così, se vuoi, puoi creare quei fantastici scatti del traffico con strisce di luci d'auto, senza il bisogno di un treppiede.

Molte volte, essendo critici, si ha la sensazione che l'HDR (alta gamma dinamica) che entra in gioco durante molte di queste scene possa portare a scatti un po' troppo contrastati e artificialmente nitidi. Allo stesso modo, nonostante l'elaborazione dei colori di Hasselblad, presumibilmente esperta, alcuni colori erano ancora un po' troppo saturi, in particolare i cieli blu.

Ci sono un paio di altri aspetti negativi. La fotocamera con zoom offre solo 2x ottico, mentre i concorrenti sono generalmente più alti, quindi sembra che Oppo abbia perso un trucco qui. Anche confrontandolo con lo zoom ottico 3x dell'iPhone 13 Pro Max ci ha lasciato la sensazione che ci sarebbe piaciuto avvicinarci ancora di più agli oggetti lontani. Detto questo, Oppo ha uno zoom ibrido 5x, e può zoomare digitalmente fino a 20x, ma i risultati diventano molto difficili piuttosto rapidamente quando si spinge.

La fotocamera ultra-wide è anche incoerente nel contesto degli altri sensori. Nonostante abbia lo stesso sensore dell'obiettivo principale, abbiamo trovato che i risultati - in particolare per quanto riguarda l'esposizione e il colore - non corrispondono. A volte il grandangolo ha fornito un'immagine più sbiadita.

L'interfaccia dell'app è abbastanza semplice da usare, ma abbiamo avuto problemi a toccare per ingrandire e ridurre tra le tre lunghezze focali principali. Toccando la piccola icona sullo schermo spesso richiedeva più tocchi per registrarsi, mentre altre volte pensava che stessimo cercando di accedere al quadrante dello zoom manuale, che si trascina su e giù per ingrandire in modo uniforme. Questo ha portato a troppi casi di toccare ripetutamente lo schermo (e imprecare).

squirrel_widget_6635787

Per ricapitolare

Questa ammiraglia si basa sugli aspetti che il suo predecessore ha fatto così bene, offrendo uno splendido design del dorso in ceramica, insieme a un ottimo software, velocità di alto livello e durata della batteria super. Le fotocamere potrebbero essere ulteriormente migliorate, ma per il resto questo è l'ultimo sfavorito - e un telefono ovvio da considerare insieme ai flagship Samsung Galaxy.

Scritto da Cam Bunton.