Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Negli ultimi anni abbiamo visto i produttori di smartphone cinesi crescere sempre più. Forse la più grande storia di successo è stata Huawei, insieme al relativo marchio sussidiario Honor. Ma mentre quel gigante cinese si è fatto un nome in Europa, unaltra azienda è cresciuta in modo fenomenale nellAsia orientale: Oppo.

Mentre Oppo deve ancora portare i suoi telefoni nei negozi e nei canali tradizionali in Europa o negli Stati Uniti, lazienda sta rapidamente diventando uno dei giganti della scena globale degli smartphone. Detto questo, i precedenti dispositivi Oppo si sono spesso sentiti un po carenti. Con lazienda in ascesa, tuttavia, volevamo dare unocchiata alla sua ultima ammiraglia, la R11s, per vedere se anche questa eleva il suo fascino.

Il nostro parere veloce

Come dispositivo autonomo, lOppo R11s è uno dei dispositivi con le migliori caratteristiche che lazienda ha prodotto finora.

Ignorando il problema dello schermo "sbavatura arcobaleno", quel pannello allungato è tecnicamente molto buono, inoltre avere una ricarica rapida è un vero vantaggio. Anche il software ColorOS - nonostante alcuni fastidi - va bene nella sua ultima veste. Lunica area che necessita di miglioramenti reali è lelaborazione delle immagini dalla/e fotocamera/e.

LR11s ha un problema più grande di tutti quelli del Regno Unito: la disponibilità. Con Oppo che si concentra ancora prevalentemente sui mercati dellAsia orientale, è improbabile che ne trovi uno sugli scaffali dei negozi di un rivenditore o corriere affermato in Europa o negli Stati Uniti. E in quei mercati, ci sono molte alternative a prezzi simili.

Alternative da considerare

Pocket-lintOnePlus 5T immagine 1

OnePlus 5T

Lo pagherai di più, ma OnePlus 5T è probabilmente una decisione di acquisto migliore. Per i principianti, ha un processore davvero potente e inoltre non tiene traccia di tanto grasso sullo schermo. È tra i telefoni più potenti in circolazione e non devi pagare un prezzo di punta per questo.

Leggi larticolo: recensione di OnePlus 5T

Pocket-lintOnore 9 immagine 1

Onore 9

Se il tuo budget arriva a £ 400, lHonor 9 è unottima alternativa agli R11. Non ottieni lo schermo con rapporto 18: 9, ma ottieni un telefono che colpisce molto al di sopra del suo peso.

Leggi larticolo completo: recensione Honor 9

Pocket-lintSamsung Galaxy A5 recensione immagine 3

Samsung Galaxy A5 (2017)

Se stai cercando una fascia media di un marchio più affidabile, il Galaxy A5 di Samsung del 2017 è sorprendentemente buono e ha pochi compromessi. Presenta un design e una sensazione simili alla serie S più costosa e si comporta bene nelluso quotidiano.

Leggi larticolo completo: recensione Samsung Galaxy A5

Recensione Oppo R11s: Super schermo, tranne per un grosso difetto...

Recensione Oppo R11s: Super schermo, tranne per un grosso difetto...

4.0 stelle
Pro
  • Design accattivante: soprattutto nella finitura rossa
  • Il telaio sottile è comodo da tenere in mano
  • La ricarica rapida VOOC è brillante
  • Lo schermo è vibrante
Contro
  • La mancanza di protezione oleorepellente significa molte macchie sullo schermo
  • La fotocamera spesso fa esplodere le alte luci
  • Cè spazio per miglioramenti del software

Design

  • Finitura in alluminio rosso brillante
  • 155,1 x 75,5 x 7,1 mm; 153 grammi

Lelemento più sorprendente dellR11s è la sua combinazione di colori, come puoi vedere dalla nostra accattivante unità di prova di colore rosso. Lintero corpo in metallo è rifinito in una tonalità rossa non troppo dissimile (anche se forse più scura) rispetto alliPhone 7 Product Red. A seconda della luce ambientale, lR11s cambia da un rosso profondo e sontuoso, a una tonalità più chiara che è quasi rosa.

Per garantire che la finitura sia il più uniforme possibile, le bande dellantenna che corrono lungo linterno dei bordi sono abbinate al colore, così come il sensore di impronte digitali, insieme allo smusso in metallo lucido attorno al sistema di fotocamera sporgente.

Pocket-lintImmagine hardware Oppo R11s 11

Passa alla parte anteriore del telefono e ci sono alcuni dettagli sottili nelle cornici inferiore e superiore. Piuttosto che essere solo una semplice lastra di vetro nera seduta su una struttura in metallo, Oppo aggiunge una sfumatura rossa che fa sembrare quasi che il vetro nero si stia fondendo con il telaio rosso. Purtroppo, la sottile fascia nera attorno al vetro rompe quello che altrimenti sarebbe un gustoso aspetto senza soluzione di continuità.

A parte questo, la parte anteriore è dominata da un ampio display AMOLED da 6,01 pollici, con una cornice molto sottile in alto, in basso e ai lati. I bordi superiore e inferiore hanno una scanalatura dentellata molto leggera che li corre lungo, con questultimo che ospita un jack da 3,5 mm e una griglia dellaltoparlante. Ha anche la porta Micro-USB, che sembra una decisione strana dato il diffuso spostamento dellindustria verso il tipo C.

È interessante notare che non ci sono i normali pulsanti di controllo di Android di alcun tipo - fisici o capacitivi - in quanto non cè davvero lo spazio per loro.

Schermo: puntare il dito su un problema importante

  • Pannello AMOLED da 6,01 pollici
  • Risoluzione 1080 x 2160
  • Protezione Corning Gorilla Glass 5

La tendenza del 2017 nel mercato della telefonia è stata ladozione di display con proporzioni allungate. È iniziato con lo schermo 18:9 dellLG G6, è proseguito con Galaxy S8, iPhone X, Huawei Mate 10 Pro, OnePlus 5T, tra gli altri. Per non dire da meno, Oppo si è unito alla gara con le R11 e, per la maggior parte, è stato eseguito brillantemente.

Pocket-lintImmagine hardware Oppo R11s 3

Per eliminare in anticipo le principali critiche: questo schermo soffre degli stessi problemi di sbavatura delle impronte digitali dei telefoni della serie Oppo R11 e Huawei P10. Il vetro sembra essere completamente privo di qualità oleorepellenti, quindi il grasso rimane e si macchia intorno allesterno del pannello, il che è fastidioso. Dopo appena un paio dore di utilizzo, lo schermo sarà coperto di macchie, che devono essere costantemente rimosse. Non è solo un problema con lo schermo spento, poiché queste macchie tendono a influenzare il contenuto visualizzato, aggiungendo queste strane strisce con motivi arcobaleno a una vista altrimenti gloriosa.

Allontanandosi da questo problema non su piccola scala, la qualità del display dellR11 è tra le migliori. Essendo 2160 x 1080 significa che non è così nitido come i principali telefoni Android di punta - è alla pari con Honor View 10, Huawei Mate 10 Pro e altri - ma ha colori e vivacità dal carico del secchio. I verdi, i rossi e i blu sono saturi, ma non a un livello sgradevole, offrendoti contenuti e icone della schermata delle app che appaiono davvero sullo schermo.

Essere AMOLED significa anche che lR11s offre livelli di nero dinchiostro davvero profondi per un contrasto eccezionale. Lunico aspetto negativo qui, come con la maggior parte dei pannelli AMOLED, è che i bianchi sono un po caldi, cosa che potrebbe non piacere a quelli di voi che preferiscono un profilo più freddo/simile a LCD.

Pocket-lintImmagine hardware Oppo R11s 10

Sempre più app in questi giorni stanno riempiendo gli schermi con proporzioni più lunghe senza alcun problema e gli originali Netflix prodotti in formato 18: 9 sembrano brillanti. È un peccato che un pannello così bello possa essere rovinato da troppi passaggi delle dita.

Software: Android Nougat "colorato"

  • Sistema operativo ColorOS 3.2
  • Basato su Android Nougat 7.1.1

I telefoni Android sono proprio questo: utilizzano il sistema operativo Android di Google, che offre un modo solido e familiare per interagire con il dispositivo. Ma non tutti i produttori si attengono allo stock, Oppo è uno di questi, con gli R11 che forniscono la skin del software ColorOS dellazienda.

Ed è questo che normalmente dà ai telefoni Oppo un certo grado di critica, date le loro stranezze. Per fortuna, le cose non sono così squilibrate negli R11, ma cè ancora spazio per miglioramenti software.

Tuttavia, questo non vuol dire che non ci sia nulla di buono da ottenere dal software speciale. Ad esempio, la funzione di sblocco facciale funziona con unazione di risveglio, che è davvero geniale. Nel complesso, però, ColorOS - ora fino alla versione 3.2 - sembra ancora uno strano crossover tra Android e iOS. Non proprio tirando insieme il meglio di entrambi i mondi.

Se sei abituato ad Android, sarai confuso dal fatto che trascinando verso il basso dalla parte superiore dello schermo non avrai alcuna impostazione di accesso rapido. Invece, lo fai apparire dal basso, in modo simile a come funziona il Centro di controllo su un iPhone (prima che arrivasse iOS 11 comunque).

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Lutilizzo di questa scheda di controllo nellOppo significa che puoi attivare la modalità aereo, Wi-Fi, dati mobili, Quiet Time (per bloccare tutte le notifiche), Bluetooth, blocco dellorientamento verticale e modalità di risparmio energetico, torcia, calcolatrice, orologio, fotocamera, impostazioni e altro ancora. Ottieni anche il solito dispositivo di scorrimento della luminosità dello schermo e lo scudo notturno che taglia la luce blu sul display per aiutare a rilassare gli occhi la sera. È possibile aggiungere, rimuovere e riordinare uno di questi in base alle proprie preferenze.

Altri elementi ispirati a Apple includono il design della schermata delle app recenti, che offre schede rettangolari in un carosello che scorri orizzontalmente per trovare unapp particolare o le chiudi scorrendo verso lalto. Anche lapertura delle cartelle dellapp presenta unanimazione e una visualizzazione delle cartelle quasi identiche a iOS, in quanto si ottiene un quadrato arrotondato traslucido con uno sfondo sfocato e un semplice testo bianco.

Il passaggio dallinterfaccia tipica di Android significa anche che non cè un cassetto delle app e non puoi cambiare lo sfondo o il layout della schermata iniziale premendo a lungo lo schermo. Invece, dovrai scavare nelle impostazioni, in un menu che dà la priorità alla funzione di blocco schermo della rivista rispetto allopzione di sfondo quasi nascosta. Diciamo sconcertante perché, con lo sblocco facciale attivato, la quantità di volte in cui vedi lo sfondo della schermata di blocco è letteralmente un nanosecondo ogni volta che prendi il dispositivo.

Pocket-lintImmagine hardware Oppo R11s 4

Come parte dellesperienza software standard cè la solita raccolta di applicazioni, inclusa lapp Phone Manager che ti consente di scansionare il tuo telefono e rimuovere elementi che lo rallentano o potrebbero essere dannosi, come virus o app che accedono un po alle tue informazioni personali troppo spesso.

Nonostante i suoi difetti, il nostro tempo con ColorOS è stato per lo più senza problemi. Ci vuole solo un po di adattamento per abituarsi, quindi se non conosci già bene Android, questo non dovrebbe essere un problema.

Veloce e conveniente

  • Processore Snapdragon 660
  • 4 GB di RAM, 64 GB di spazio di archiviazione

Anche se non abbiamo trovato i telefoni Oppo perfetti in passato, tali dispositivi generalmente hanno almeno una caratteristica che si distingue. Negli R11 è il riconoscimento facciale veloce e conveniente che prende quel titolo.

Una volta che un volto è registrato sul dispositivo, il telefono attiva automaticamente la sua funzione di alzata per svegliarsi. Ciò significa che non ci sono passaggi aggiuntivi per accedere al telefono. Basta prenderlo, la fotocamera esegue la scansione del tuo viso e sblocca il telefono. Nessuna pressione di pulsanti o scansione dellimpronta digitale. Sembra così fluido.

Pocket-lintImmagine hardware Oppo R11s 9

Anche le prestazioni complessive sono generalmente abbastanza veloci, grazie al processore Snapdragon 660 integrato. Non è il chipset più potente di Qualcomm, ma supera le normali attività quotidiane come un coltello caldo nel burro.

Anche durante i giochi graficamente intensi, non mostra alcun segno importante di balbuzie o perdita di fotogrammi come potresti pensare. Certo, fianco a fianco con un dispositivo più potente, potremmo notare un leggero ritardo nel caricamento di alcuni titoli e app, ma non è così grave da renderlo un enorme spegnimento.

Solo un elemento delle prestazioni si è rivelato negativo: la reattività del touchscreen. Di tanto in tanto, non rispondeva affatto a noi premendo o toccando il display per avviare qualcosa o toccando un particolare controllo software. Non era frequente, ma abbastanza regolare da notarlo come qualcosa di più di un avvenimento una tantum.

Batteria

  • Batteria da 3.200 mAh
  • Ricarica rapida VOOC

Con laumento delle dimensioni dello schermo dellR11 rispetto al precedente R11, aveva senso per Oppo aumentare anche la capacità della batteria (è passata da 3.000 mAh a 3.200 mAh). Nelluso reale, tuttavia, non abbiamo notato unenorme differenza nella durata della batteria tra i due dispositivi.

Con la combinazione di processore e batteria, gli R11 ci hanno permesso di arrivare comodamente alla fine di una giornata piena di impegni senza bisogno di collegarli. Con il nostro uso standard da leggero a moderato siamo arrivati a metà un secondo giorno prima raggiungendo il punto di panico inferiore al 20%, il che è piuttosto positivo.

Non che ci sia mai un vero punto di panico: con la sua tecnologia VOOC a ricarica rapida, solo 30 minuti alla spina sono sufficienti per dare allR11s unintera giornata di batteria. Ricaricherà completamente il telefono da morto in poco più di unora.

Telecamera

  • Doppia fotocamera da 16 MP e 20 MP
  • Entrambe le aperture f/1.7
  • Fotocamera frontale da 20 MP

Nonostante le sue specifiche dal suono impressionante, lobiettivo della fotocamera e lhardware del sensore identici a OnePlus 5T, le prestazioni della fotocamera dellR11s lasciano molto a desiderare. Anche se non è impossibile ottenere buoni scatti, lOppo fa davvero fatica quando ci sono luci luminose o condizioni di luce contrastanti.

Abbiamo riscontrato in alcune immagini che avrebbe esaltato troppo le alte luci, rendendole sovraesposte, risultando in unimmagine priva di dettagli e di buoni colori. Ed era allaperto, alla luce del giorno. Data lottica, sospettiamo che ciò abbia più a che fare con lelaborazione.

Un altro problema che abbiamo avuto è stato con la sfocatura. Non sembrava che ci volesse molto movimento della mano perché ci fosse un po di sfocatura nella fotografia. Come di consueto con qualsiasi telefono dotato di un effetto di profondità - ampiamente utilizzato per i ritratti per sfocare lo sfondo per uno scatto "professionista", ci sono problemi con i contorni del soggetto in primo piano che vengono trattati come parte dello sfondo, creando un altro tipo di sfocatura indesiderata. Fortunatamente quella modalità può essere disattivata.

Dal punto di vista del controllo, lR11s è simile a un iPhone: scorri tra le varie modalità, che includono time-lapse, foto, ritratto, panorama ed "esperto", per selezionare la tua arma preferita. Lultimo dei quali è dove puoi regolare il bilanciamento del bianco, la sensibilità ISO, lesposizione, la velocità dellotturatore e la messa a fuoco manuale. Per scattare foto davvero ravvicinate, la messa a fuoco manuale è essenziale.

Quando non cerano luci luminose e situazioni ad alto contrasto da affrontare, la fotocamera funzionava bene. La messa a fuoco in modalità automatica ha risposto rapidamente per la maggior parte del tempo, mentre lapp della fotocamera è rimasta senza problemi, il che va bene per scattare foto casuali da condividere con gli amici o sui social media. Gli appassionati di fotografia potrebbero voler guardare altrove, però.

Per ricapitolare

Come dispositivo autonomo, lOppo R11s è uno dei migliori dispositivi che lazienda ha prodotto finora e uno con molte fantastiche funzionalità. Ignorando le macchie arcobaleno, lo schermo è tecnicamente molto buono e la ricarica rapida è un vero vantaggio. Anche il software - nonostante qualche fastidio - va bene. Lunica area che necessita di miglioramenti reali è lelaborazione delle immagini dalla/e fotocamera/e.

Scritto da Cam Bunton.