Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Con l'8T, un paio di anni fa, OnePlus ha presentato un telefono a metà strada tra un flagship e un mid-ranger. Per il 2022, sta facendo lo stesso con il 10T.

Si colloca tra il Nord 2T e il OnePlus 10 Pro, offrendo un display più scadente rispetto all'ammiraglia e adottando la qualità costruttiva e il sistema di fotocamere del più economico Nord 2T.

Tuttavia, grazie alla ricarica da 150 W e al processore Snapdragon 8+ Gen 1, il 10T ha la potenza di una vera ammiraglia.

Potrebbe essere il modello perfetto per chi vuole velocità senza dover affrontare il prezzo del 10 Pro e di altri telefoni di fascia alta? Scopriamolo.

Il nostro parere veloce

Il 10T è un telefono complicato, poiché è chiaro che OnePlus ha dovuto ridurre alcuni aspetti per inserire una velocità di alto livello in un telefono che costa molto meno dell'ammiraglia 10 Pro.

Parlando puramente in termini di prestazioni, il OnePlus 10T è un vincitore, in grado di fornire un'esperienza migliore rispetto a quasi tutti gli altri telefoni di questa fascia di prezzo, e anche ad alcuni più costosi.

È davvero veloce e reattivo e la ricarica da 150 W è una funzione incredibile da avere a disposizione.

Per il resto, può sembrare un po' un compromesso. Il display, pur essendo buono, non è il migliore in assoluto e la fotocamera, la qualità costruttiva e i materiali sembrano appartenere al mercato di fascia media.

Tuttavia, il valore è l'altro grande fattore. Il prezzo richiesto è di gran lunga inferiore a quello del 10 Pro, quindi, tutto sommato, è un'opzione eccellente da mettere in lista, perfetta per chi desidera prestazioni elevate su tutta la linea.

Recensione di OnePlus 10T: La via di mezzo

Recensione di OnePlus 10T: La via di mezzo

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Prestazioni davvero veloci e reattive
  • Ricarica rapida da 150 W
  • Display ampio e vibrante
  • Più conveniente del 10 Pro
Contro
  • Configurazione della fotocamera di fascia media
  • Non all'altezza del 10 Pro nella maggior parte dei settori

squirrel_widget_12854505

Il design

  • Dimensioni: 163 x 75,37 x 8,75 mm
  • Peso: 203,5 g
  • Telaio in plastica; Gorilla Glass 5 davanti e dietro
  • Colori Moonstone Black e Jade Green

È chiaro che il 10T proviene dalla stessa famiglia del 10 Pro, in quanto presenta la stessa grande unità fotografica quadrata sul retro. La differenza, tuttavia, sta nel fatto che la fotocamera sale senza soluzione di continuità dal vetro sul retro del telefono, invece di essere bloccata sulla parte superiore.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 14

Naturalmente, si tratta di una tecnica simile a quella già vista da Oppo, la società madre di OnePlus, che ha utilizzato lo stesso approccio con le ultime due serie di telefoni Find X Pro. Non c'è però il marchio Hasselblad e, se questo ci dice qualcosa, è che le fotocamere non sono una priorità nel 10T come lo sono nel 10 Pro. Maggiori informazioni più avanti.

Il logo non è l'unica cosa che manca al 10T. OnePlus ha eliminato il cursore di avviso che di solito si trova sopra il pulsante di accensione/risveglio sul lato destro. Quando abbiamo chiesto il motivo del cambiamento, OnePlus ci ha risposto che occupava troppo spazio internamente e che era necessario per aumentare la potenza e le funzionalità del telefono.

È un peccato, perché è una delle funzioni che abbiamo amato per anni nei telefoni di punta OnePlus. Come l'interruttore mute di Apple, offre un modo comodo e tattile per passare dalla modalità suoneria a quella silenziosa e alla vibrazione senza dover svegliare il telefono e utilizzare il touchscreen.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 7

Un'altra differenza fondamentale tra il 10 Pro e il 10T è rappresentata dai materiali. Come il OnePlus Nord 2T, il 10T ha una cornice in plastica inserita tra il vetro della parte anteriore e posteriore. È un po' un declassamento rispetto alla cornice in alluminio del 10 Pro, così come il vetro Gorilla Glass 5 - che scende dal Gorilla Glass Victus del 10 Pro. Abbiamo visto un approccio simile con il OnePlus 8T al momento del lancio.

Dopo poco più di una settimana di utilizzo, abbiamo già notato un paio di piccoli graffi sul display, che suggeriscono di tenere la protezione dello schermo preapplicata.

Nonostante il declassamento dei materiali, la sensazione è ancora abbastanza solida. Tuttavia, non avendo una classificazione IP ufficiale per la resistenza all'acqua e alla polvere, non sarà così impermeabile a queste minacce come il 10 Pro, con la sua classificazione IP68.

Tuttavia, è un telefono abbastanza piacevole da usare. Le curve del vetro sul retro aiutano il telefono, che è piuttosto grande, a stare in mano in modo più confortevole di quanto non farebbe se OnePlus optasse per bordi piatti e angoli retti.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 13

L'unica piccola seccatura che abbiamo riscontrato è che la versione Jade Green è piuttosto scivolosa e ci è capitato spesso che scivolasse dai mobili morbidi. Nella settimana o due in cui l'abbiamo testato, abbiamo dovuto ripescarlo dalle fessure del divano tre o quattro volte. Diremmo che forse è meglio dotarsi di una custodia.

A rischio di sembrare un po' cupi e tristi, ci piace molto il display piatto sul davanti. Questo, invece del display curvo del 10 Pro, rende più facile la digitazione e riduce le probabilità di tocchi accidentali o di distorsione dei colori dei video ai bordi. Inoltre, dà l'impressione che lo schermo sia più ampio, il che è ottimo per la visualizzazione dei contenuti.

Display

  • Display AMOLED da 6,7 pollici fullHD+ (2412 x 2080)
  • Aggiornamento adattivo a 120 Hz (120/90/60 Hz)
  • Velocità di risposta al tocco fino a 1000Hz
  • HDR10+; colore a 10 bit; luminosità di picco di 950 nits

Come accennato, la scelta di OnePlus di utilizzare lo schermo sulla parte anteriore del 10T presenta un vantaggio: è completamente piatto. Nel complesso, si tratta di un ottimo display che offre colori molto vivaci, supporto dell'ampio gamut (fino a 10 bit di profondità) e HDR10+.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 1

Anche se la risoluzione è solo FullHD+ e non Quad HD, la nitidezza è buona. Anche il testo e le linee sottili sembrano ben dettagliate e fluide su questo schermo.

Tuttavia, non si tratta di un display perfetto. Manca un po' di luminosità rispetto al 10 Pro e sembra avere una sfumatura rossa/rosa, il che significa che i bianchi non sembrano puliti. Inoltre, con un approccio ai colori già abbastanza saturo, i rosa e i rossi sono ancora più accentuati di quanto non lo sarebbero senza la sfumatura rosa.

Questa tendenza si manifesta anche in tutte le modalità di calibrazione del colore. Se lo si confronta con il 10 Pro, il modello più vecchio appare molto più equilibrato in termini di colore e luminosità. Allo stesso modo, il contrasto sembra essere un po' più alto, dando un aspetto innaturale e schiacciato ad alcune aree più scure. Tuttavia, si tratta di compromessi che si riscontrano spesso nei dispositivi di punta più economici. Non è quindi sorprendente vederli nel 10T.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 15

Poi c'è il fatto che non ha lo stesso tipo di pannello del suo predecessore, nonostante sia ancora in grado di raggiungere le vette di 120Hz di frequenza di aggiornamento per animazioni fluide e nitide. È adattivo, ma può passare solo tra 60Hz, 90Hz e 120Hz, il che significa che non scenderà fino a 1Hz per le pagine statiche e, di conseguenza, consumerà più batteria del necessario.

Vale la pena notare, naturalmente, che la maggior parte dei contenuti video è compresa tra i 24 e i 60 fps, e quindi uno schermo che può superare i 120 Hz è qualcosa che si nota generalmente solo quando si sfogliano e si scorrono gli elementi dell'interfaccia. Questo aiuta a dare una sensazione di fluidità e velocità e, da questo punto di vista, le prestazioni sono pari a quelle del più costoso 10 Pro.

Prestazioni e batteria

  • Processore Snapdragon 8+ Gen 1
  • Varianti da 8 GB/128 GB o 16 GB/256 GB (12 GB/256 GB in India)
  • Batteria da 4800 mAh - ricarica rapida da 150 W (125 W negli USA)

Velocità e fluidità sono la ragion d'essere di OnePlus. È una cosa che l'azienda ha sempre fatto bene. In parte grazie all'utilizzo di componenti interni potenti e veloci, in parte grazie alla capacità del software di essere veloce e reattivo. E siamo lieti di poter affermare che questo è un aspetto che il OnePlus 10T centra in pieno.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 19

Lo Snapdragon 8+ Gen 1 non solo rende il telefono un po' più potente del 10 Pro, ma è anche molto più efficiente dal punto di vista energetico. Insieme all'impressionante sistema di raffreddamento interno, si ottiene un telefono che offre prestazioni di alto livello senza surriscaldarsi o consumare troppa batteria.

Abbiamo messo alla prova il telefono con lunghe sessioni dei nostri giochi preferiti (soprattutto Mario Kart Tour) e non abbiamo mai sentito il telefono scaldarsi molto nella mano. L'unico momento in cui si è scaldato è stato durante la ricarica, ma, data la velocità con cui si ricarica, c'era da aspettarselo.

Sebbene i benchmark possano mostrare alcune differenze tra il 10T e il 10 Pro in termini di velocità e frame rate, in questo caso è difficile notare grandi differenze tra i due. L'unica area in cui abbiamo percepito una differenza è stata la temperatura. Mentre il OnePlus 10 Pro si scalda durante i giochi, il 10T non sembra mai farlo.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 11

Per i giocatori che si dedicano a titoli più impegnativi, ci sono alcuni altri miglioramenti che dovrebbero garantire un vantaggio competitivo. Tra questi, la frequenza di campionamento del tocco a 1000 Hz sul display, che consente di rilevare qualsiasi gesto di tocco o scorrimento in modo praticamente istantaneo.

Con lo sviluppo della tecnologia di ricarica rapida a velocità impensabili negli ultimi due anni, siamo quasi arrivati al punto in cui la durata della batteria non ha più importanza. Naturalmente, è sempre necessario un telefono che permetta di affrontare la giornata lavorativa, ma la batteria da 4800 mAh del OnePlus 10T è in grado di farlo senza problemi.

Nei nostri test, abbiamo terminato la giornata con circa il 40% di autonomia residua dopo aver tolto la carica al mattino. Questo con 3-4 ore di utilizzo dello schermo suddivise tra giochi, Twitter e browser web. Non proprio una batteria da due giorni, quindi, ma più che sufficiente per la maggior parte delle persone.

Analogamente a quanto abbiamo riscontrato con altri telefoni a ricarica rapida, con il 10T non c'è mai ansia da batteria, grazie alla velocità di ricarica.

Pocket-lintOnePlus 10T recensione foto foto 16

La ricarica è passata da 80W a 150W rispetto al 10 Pro. Ciò significa una ricarica completa dall'1 al 100% in 19 minuti. Se si considera che l'ultimo 10 percento è più lento del primo 90 percento, la maggior parte della ricarica avviene nei primi 10-15 minuti. È fantastico.

Ciò significa che si può lasciare la batteria praticamente scarica prima di collegarla. Nel tempo necessario per vestirsi, lavarsi i denti e prepararsi un caffè, il telefono è pronto per un'altra giornata.

A parte questo, il caricabatterie fornito con il 10T è dotato di un connettore USB-C (non USB-A) e può anche ricaricare dispositivi compatibili con Power Delivery come laptop e tablet fino a 65W, diventando così l'unico caricabatterie da portare sempre con sé.

Fotocamere

  • Fotocamera principale da 50 MP (sensore IMX766) - OIS e EIS
  • 8MP ultrawide e 2MP macro
  • Fotocamera frontale da 16MP
  • 4K fino a 60 fps

È possibile affermare che il 10 Pro ha offerto le migliori prestazioni della fotocamera che abbiamo visto da un telefono OnePlus quando è stato lanciato, ma, con l'azienda che cerca di inserire questo telefono tra questo e il Nord 2T, alcuni compromessi erano ovviamente necessari. Il 10T, quindi, ripropone essenzialmente la stessa dotazione di fotocamere del Nord 2T di fascia media.

Ciò significa che sul retro è presente un trio di obiettivi, ma solo uno di questi è da considerarsi un'ottima performance. Si tratta della fotocamera principale da 50 megapixel che utilizza il sensore IMX766 di Sony. È lo stesso sensore utilizzato da OnePlus nella fotocamera ultralarga del 10 Pro e da Oppo in entrambe le fotocamere, primaria e ultralarga, del Find X5 Pro.

Per quanto riguarda i sensori, è molto buono. Insieme all'ISP integrato nella piattaforma Snapdragon 8+ Gen 1, offre immagini vibranti e nitide in condizioni di buona luce diurna, con un buon equilibrio tra ombre e luci. Non sembra avere problemi in caso di illuminazione intensa o di riflessi luminosi.

I puristi potrebbero pensare che sia un po' troppo saturo, ma non si può negare l'attrattiva delle immagini. Produce anche una forte sfocatura dello sfondo in modo naturale quando ci si concentra su oggetti ravvicinati, aggiungendo un vero senso di profondità alle immagini.

È un obiettivo decente anche in condizioni di scarsa luminosità. Tuttavia, quando si scatta in interni lontano dalla luce intensa, si può notare un po' di rumore che si insinua nelle ombre.

Tuttavia, grazie agli algoritmi Nightscape aggiornati di OnePlus, è in grado di ottenere una grande quantità di luce e di stabilizzare lo scatto, combinando l'elaborazione AI con l'OIS e l'EIS che mantengono stabile l'obiettivo. Riesce a catturare molta luce e a stabilizzare lo scatto, combinando l'elaborazione AI con l'OIS e l'EIS che mantengono fermo l'obiettivo. Anche in questo caso, il contrasto è un po' pesante, così come la saturazione, ma la stabilizzazione offerta consente di ottenere risultati nitidi e luminosi praticamente sempre.

L'ultrawide, purtroppo, non è altrettanto forte, in nessuna condizione. Consigliamo quasi di non usarlo, perché la differenza di qualità tra l'ultrawide e il primario è così netta. Ha più difficoltà a bilanciare le luci e le ombre, offrendo immagini che generalmente appaiono più piatte, un po' grezze e prive di dettagli.

Il risultato finale sono immagini sbiadite e l'obiettivo fatica a catturare la stessa quantità di luce dell'obiettivo principale, rendendolo inutilizzabile in alcune condizioni di scarsa illuminazione. Il fatto che non sia ben stabilizzato significa anche che si vedranno sfocature dovute al tremolio/movimento della mano in situazioni di scarsa illuminazione.

Anche il sensore macro da 2 megapixel non merita di essere menzionato. Permette di avvicinarsi molto agli oggetti piccoli, ma la risoluzione inferiore significa anche che non è molto nitido. I risultati sono rumorosi e mancano di nitidezza, colore e vivacità. Infatti, quando si desidera un primo piano di qualcosa di più piccolo, si ottengono risultati migliori allontanandosi un po' e utilizzando lo zoom 2x della fotocamera principale.

Con questo metodo si ottengono nitidezza, profondità, colore e dettagli in buona misura. Sembra l'ennesimo caso in cui un'azienda appiccica un obiettivo inutile sul retro di un telefono per dire che ha un sistema a tre fotocamere. È quasi perdonabile sui dispositivi di fascia media più economici, e ci si può quasi aspettare anche da un telefono di questa fascia di prezzo, ma ci sarebbe piaciuto vedere due fotocamere forti qui, invece di questa offerta mediocre con due obiettivi inferiori alla media e solo uno buono.

Software

  • OxygenOS 12.1 basato su Android 12
  • Tre aggiornamenti principali
  • Quattro anni di patch di sicurezza

Per quanto riguarda il software, OnePlus continua a seguire lo stesso approccio. Il dispositivo è dotato di OxygenOS 12.1, basato su Android 12. Non è affatto simile al software dei moderni Pixel, ma offre un'esperienza più simile alle vecchie versioni di Android.

Questo ha i suoi vantaggi, come il fatto che il riquadro delle impostazioni rapide contiene un maggior numero di opzioni. Inoltre, OnePlus rende davvero facile personalizzare ogni aspetto del suo aspetto attraverso la schermata "Personalizzazioni".

L'azienda promette inoltre di fornire tre importanti aggiornamenti software, tra cui la OxygenOS 13 basata su Android 13 in arrivo nel corso dell'anno.

Avrete anche quattro anni di patch di sicurezza. Tuttavia, non è la promessa più lunga che abbiamo sentito, e potrebbe renderlo un'opzione meno attraente rispetto alla gamma Pixel di Google.

squirrel_widget_12854505

Per ricapitolare

Il OnePlus 10T è un telefono dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, che offre specifiche ad alte prestazioni, un ottimo display e almeno una buona fotocamera a un prezzo molto ragionevole. È necessario scendere a qualche compromesso in alcune aree, ma rappresenta comunque un telefono molto competitivo per il suo costo.

Scritto da Cam Bunton.