Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - OnePlus è iniziato come quel produttore di telefoni limitato e di piccole dimensioni che solo gli addetti ai lavori conoscevano, prima di diventare un vero e proprio marchio di grandi dimensioni. Eppure, nonostante sia disponibile tramite corrieri partner adeguati e nei negozi reali, non è ancora unazienda che considereresti estremamente mainstream. Certamente non ha quella condivisione mentale di cui Apple e Samsung hanno goduto per anni.

Contando tutte le versioni "T", tuttavia, siamo ora nellammiraglia OnePlus di 13a generazione. E in tutte quelle generazioni la velocità, le prestazioni e la fluidità sono sempre state azzeccate. Le telecamere, tuttavia, hanno sempre sollevato interrogativi, non offrendo mai risultati allo stesso livello della concorrenza. Per cercare di conquistare questa ultima frontiera, OnePlus ha portato un aiuto esterno da una partnership con Hasselblad.

Quindi OnePlus 9 Pro, replica Hasselblad pronta, riesce a farci volare sulla luna e ritorno?

Il nostro parere veloce

Il OnePlus 9 Pro tenta di affrontare il problema storicamente più grande della serie: le fotocamere. Tuttavia, anche con il supporto di Hasselblad, non ha ancora colpito nel segno in questo senso. Ma il nucleo del telefono impressiona, con la ricarica wireless veloce una caratteristica davvero brillante, e anche il display è al top.

Mentre è possibile ottenere grandi foto dalle fotocamere del 9 Pro, lo squilibrio di colore tra i due sensori principali - con le foto che spesso sembrano provenire da due telefoni diversi - e gli scarsi risultati dello zoom teleobiettivo non sono all'altezza delle nostre aspettative. Più seccatura della Hasselblad, eh?

Vale anche la pena sottolineare che il prezzo del 9 Pro è salito ancora, avvicinandosi sempre di più al marchio a quattro cifre e, così facendo, sedendosi più vicino ad altri concorrenti di punta. Questo significa che è ancora più conveniente di alcuni degli altri telefoni di fascia alta là fuori, ma non è più l'acquisto immediato che la serie era una volta.

Nel complesso, il OnePlus 9 Pro continua a fornire i punti di forza consolidati della serie. È veloce e fluido, ha uno schermo che spacca, una ricarica rapida impressionante, e tutto per un prezzo che sottoquota l'élite consolidata. Ma continua anche le debolezze della serie, perché le fotocamere non sono ancora al top della categoria.

Recensione OnePlus 9 Pro: più problemi di Hasselblad?

Recensione OnePlus 9 Pro: più problemi di Hasselblad?

4.0 stelle
Pro
  • Prestazioni veloci e fluide
  • Ottimo display
  • La fotocamera primaria è forte
  • La ricarica veloce via cavo e wireless è una novità
  • Software reattivo e personalizzabile
Contro
  • Lo zoom della fotocamera è scarso
  • I colori della fotocamera ultragrandagolare e di quella primaria non corrispondono
  • La finitura lucida è scivolosa e attira le impronte digitali

squirrel_widget_4335124

Così brillante

  • Finiture: Morning Mist, Forest Green, Stellar Black
  • Dimensioni: 163,2 x 73,6 x 8,7 mm / Peso: 197 g
  • Grado di resistenza allacqua e alla polvere IP68
  • Altoparlanti stereo

OnePlus ha tre diverse finiture per OnePlus 9 Pro. Abbiamo utilizzato la versione color argento Morning Mist, che è davvero brillante . Almeno, il terzo inferiore della schiena lo è. È abbastanza riflettente da poterci vedere la tua faccia (il che rende anche fotografarlo un vero dolore - non che questo sia un problema per il 99 percento delle persone che ne acquistano uno).

Questa superficie riflettente sfuma leggermente in un aspetto più nebbioso e nebbioso nella parte superiore. La superficie del vetro allesterno è lucida e scivolosa, quindi attira le impronte digitali come se fossero affari di nessuno. Tutto sommato, potresti voler semplicemente usare la custodia o prendere invece la variante Forest Green in vetro smerigliato.

Tuttavia, cè molto da apprezzare del design di 9 Pro. Per uno, lalloggiamento della fotocamera ha un aspetto che dice che i designer hanno davvero a cuore come è venuto fuori. Non è solo un rettangolo senza carattere attaccato sul retro. È abbinato al colore del retro e ciascuna delle due fotocamere principali ha un anello metallico attorno allobiettivo, che lo fa risaltare sullo sfondo. Sicuramente lo farà risaltare dalla massa.

Il resto del design è molto familiare a chiunque abbia utilizzato un telefono OnePlus nellultimo anno. Il vetro si curva sul retro verso i bordi, rendendo un telefono altrimenti abbastanza grande un po più comodo di quanto sarebbe se fosse completamente piatto e quadrato.

Non è il telefono più leggero in circolazione, ma nella sua categoria di dimensioni, spremere meno di 200 grammi è una buona cosa. Lo rende perfettamente sopportabile da usare giorno dopo giorno. Inoltre, tutti i pulsanti sono facilmente raggiungibili con il pollice significa che non cè troppo allungamento per individuare il cursore di avviso o il bilanciere del volume.

Pocket-lintOnePlus 9 Pro recensione foto 3

Mentre siamo in tema di praticità, il Pro ha un grado di protezione IP68 contro lingresso di acqua e polvere. Quindi, quando questo pesce scivoloso scivola inevitabilmente dalla tua mano in un lavandino pieno dacqua, non si danneggerà (beh, non dallacqua comunque!).

A differenza della versione standard "non Pro" , OnePlus 9 Pro non ha uno schermo completamente piatto, ma le curve sullo schermo sono decisamente più piccole rispetto alle precedenti iterazioni. Ciò significa che il telefono sembra un po più robusto del 7 Pro di due anni fa, ma significa che è meno soggetto a tocchi accidentali. Inoltre, le cornici sono davvero sottili, dando uno schermo quasi da bordo a bordo con solo una piccola fotocamera selfie ordinata che si fa strada attraverso langolo in alto.

Display e software

  • Display AMOLED da 6,7 pollici
    • Risoluzione QHD+ (1440 x 3216 pixel; 525ppi)
    • Frame rate adattivo fino a 120Hz
  • Oxygen OS 11 (su Android 11)

Non è solo nella posizione fisica dei pulsanti che OnePlus ha cercato di rendere il suo telefono di grandi dimensioni comodo da usare. Il software, Oxygen OS, ha subito un massiccio aggiornamento per la sua versione basata su Android 11, che è stata lanciata per la prima volta su OnePlus 8T . Questo aggiornamento non ha solo cambiato radicalmente lintero aspetto e la sensazione dellesperienza precedente simile a quella di Google, ma è stato progettato in modo che i bit che devi raggiungere con il pollice siano facili da raggiungere. I pulsanti e i controlli sono spostati verso il basso, quindi non devi allungarti goffamente fino allangolo in alto.

La cosa che funziona in qualche modo contro questo è che OnePlus ha meno app proprie rispetto a prima. È andato all-in con Google, quindi app come Messaggi e lapp Telefono sono Google; allo stesso modo, come abbiamo visto con l8T nel 2020, lo scaffale che viveva a sinistra della schermata principale è stato sostituito dal feed Discover di Google.

Nessuna di queste mosse è negativa, poiché Discover di Google è molto più utile e più pertinente di Shelf. Questo di per sé non è scomparso completamente, tuttavia, poiché puoi accedervi scorrendo verso il basso nella schermata principale. Potrebbe essere utile per cose come ottenere un rapido accesso ai contatti preferiti o ricordare dove hai parcheggiato lauto. Non labbiamo trovato così utile, quindi abbiamo appena cambiato limpostazione in modo che uno scorrimento sulla schermata principale lasciasse invece cadere le notifiche.

Per quanto riguarda lo schermo, è uno dei migliori disponibili sul mercato. È un pannello AMOLED da 6,7 pollici con una frequenza di aggiornamento massima di 120 Hz, il che significa che esegue un ciclo di 120 aggiornamenti al secondo per dare un senso di fluidità.

Come le ultime ammiraglie di Samsung - il Galaxy S21 Ultra in cima allo stack - anche OnePlus ha capacità di frequenza di aggiornamento adattiva. Qui, tuttavia, può scendere fino a solo 1Hz quando rileva una pagina statica, il che aiuterà a risparmiare la durata della batteria. Significa anche che è praticamente identico allo schermo di Oppo Find X3 Pro .

È davvero luminoso e vivido e, una volta abilitata la sua massima nitidezza allinterno delle impostazioni, è nitido anche per gli occhi. Una piccola funzione intelligente in realtà ti consente di attivare una modalità di risparmio della batteria quando scegli la risoluzione QHD +, il che significa che lo schermo può passare a una risoluzione più bassa se è opportuno farlo.

Come al solito, ci sono molte funzionalità aggiuntive, come la possibilità di adattare laspetto alle tue preferenze: che si tratti della modalità scura per la notte, del tono comfort per regolare automaticamente il bilanciamento del bianco in base alla luce ambientale o della modalità di lettura per, ehm , hai indovinato, leggendo.

Nel complesso, è un display potente e raffinato. I colori risaltano, le aree luminose sono quasi brucianti e le animazioni sono fluide. Cè forse un po troppo contrasto, mentre la luminosità automatica attenua un po troppo loutput, in modo da non mantenere lequilibrio di luci, ombre e colori, ma il più delle volte ne siamo rimasti colpiti.

Per chi lo desidera cè anche molta personalizzazione. Il menu delle impostazioni del display consente di regolare laspetto generale dello schermo, rendendolo più o meno vivace e regolando i colori e il bilanciamento del bianco.

Più problemi di Hasselblad?

  • Sistema di telecamere quadruple:
    • Principale: 48 megapixel, apertura f/1,8, sensore 1/1,43 pollici (Sony IMX789), stabilizzazione ottica (OIS)
    • Ultragrandangolare: 50 MP, f2.2, 1/1.56" (Sony IMX766)
    • Teleobiettivo (3,3x): 8MP f/2,4
    • Mono: 2MP
  • Fotocamera frontale: 16 megapixel
  • Video: 8K30p / 4K120p

Quindi alle importantissime fotocamere. Sia la fotocamera principale che quella ultra-wide utilizzano sensori Sony di fascia alta, il che dimostra che OnePlus sta cercando il miglior kit di base per il lavoro. Per la maggior parte, questi sensori forniscono buone immagini.

Il sensore primario sembra aver ricevuto il massimo amore dalla partnership di Hasselblad, offrendo colori dallaspetto naturale con buoni dettagli. Allo stesso modo, il sensore ultra-wide può scattare foto fantastiche, e non è una sorpresa dato che è lo stesso sensore utilizzato da Oppo Find X3 Pro in entrambe le sue due fotocamere principali.

Con una buona luce otterrai immagini nitide per lo più prive di rumore, mentre lobiettivo ultra grandangolare a forma libera ti assicurerà di non ottenere molte curve e distorsioni ai bordi. In effetti, è molto livellato e non soffre di quelleffetto fish-eye che a volte vedi da tali obiettivi. Non è buono in situazioni di scarsa illuminazione come il sensore primario, né è perfetto una volta che i livelli di luce diminuiscono. Inizierai a vedere il rumore dellimmagine introdotto quando diventa un po più scuro, in particolare nei grigi e nei blu in qualsiasi ombra.

Lunico problema inevitabile non è con nessuna delle due fotocamere singolarmente. È quando li confronti tra loro. In alcuni punti sembra che i risultati provengano da due telefoni diversi. Non in termini di angolo di campo, come è inevitabile, ma con lestetica finale. Lultra grandangolare spesso aumenta il calore e la saturazione per dare una sensazione davvero vivida (quasi più arancione), mentre lobiettivo principale offre unimmagine più neutra e più fredda in cui i blu sono più straordinari.

Puoi notare questa differenza quando passi alla modalità Macro, che passa automaticamente al sensore ultragrandangolare per eseguire lo scatto ravvicinato, così come quando scatti di notte usando la modalità Nightscape.

Le migliori offerte telefoniche del Black Friday 2021: Samsung, OnePlus, Nokia e altro

La modalità Nightscape sembra essere migliorata rispetto alle precedenti generazioni di telefoni OnePlus, tuttavia, con il 9 Pro in grado di disegnare con una luce decente. A volte abbiamo avuto difficoltà a ottenere risultati nitidi, con dettagli più fini e bordi sfocati, non una sfocatura fuori fuoco, più simile a un motion blur come se la stabilizzazione ottica della fotocamera non potesse compensare abbastanza il tremolio della mano.

Non è stata nemmeno lunica volta che la fotocamera del telefono ha avuto problemi con i dettagli. Usando il teleobiettivo zoom - che è 3,3x quello della fotocamera principale e può raggiungere fino a 30x in digitale - abbiamo scoperto che mancava semplicemente quel dettaglio. Non è un grande zoom ottico.

Se scorri la galleria sopra, che scorre le fotocamere a ultra-wide, 1x, 3,3x, 5x, 10x e 30x, vedrai come i rami degli alberi nello scatto 3,3x si trasformano in una strana poltiglia. E una volta che si ingrandisce oltre 3,3x, i dettagli diventano sempre più sfumati con le immagini nella parte superiore che sembrano più un dipinto ad olio che una fotografia.

Per quanto riguarda la modalità macro, è abbastanza forte con una buona luce. I dettagli sono nitidi e a fuoco, mentre la sfocatura dello sfondo aggiunge profondità e non soffre di un bokeh innaturale e nauseante come fanno alcuni obiettivi macro dedicati. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che OnePlus 9 Pro utilizza il sensore ultra-wide, piuttosto che avere una scarsa fotocamera macro a bassa risoluzione.

Nel complesso, quindi, le fotocamere del 9 Pro sono un po un miscuglio. Funziona bene, ma la differenza nel bilanciamento del colore tra primario e ultra-wide è confusa, soprattutto vista linsistenza di OnePlus nellusare gli standard di ottimizzazione "rigorosi" di Hasselblad. Lobiettivo dello zoom ottico è piuttosto scadente quando si tratta di dettagli e la modalità notturna soffre un po di sfocatura del movimento.

Lobiettivo principale è ottimo per la maggior parte, ma ci piacerebbe vedere quella coerenza tra i diversi obiettivi. Trasformerebbe questo sistema in uno che compete veramente con i leader di mercato. Lhardware ovviamente cè, abbiamo solo bisogno di vedere lattenzione ai dettagli ancora in equilibrio.

Velocità, io sono velocità

  • Piattaforma Qualcomm Snapdragon 888, connettività 5G
  • RAM: 8 GB/12 GB LPDDR5
  • Memoria: 128 GB/256 GB (UFS3.1)
  • Batteria da 4.500 mAh (2 celle da 2250 mAh)
  • Ricarica flash Warp Charge 65T (1-100% in 28 minuti)
  • Ricarica wireless Warp Charge 50 (1-100% in 43 minuti)

Se cè una cosa che puoi praticamente garantire da OnePlus quando si tratta dei suoi telefoni di punta: sono tutti veloci e fluidi. Per anni lazienda ha utilizzato lultimo processore di fascia alta di Qualcomm. Per il 2021 questo è lo Snapdragon 888 .

In tutte le aree, OnePlus 9 Pro si comporta come dovrebbe fare una vera ammiraglia. È veloce e fluido, carica qualsiasi gioco e app senza fermarti a pensarci. Non abbiamo avuto casi di balbuzie o ritardo. Parte di ciò è dovuto anche alla frequenza di aggiornamento dello schermo, ma anche alla frequenza di campionamento del tocco, che può leggere i tocchi e gli scorrimenti delle dita a una velocità di 240 volte al secondo. Lanimazione sullo schermo risponde praticamente immediatamente, rendendola agile e istantanea.

Anche attività semplici e banali come aggiornare un feed Twitter o caricare una pagina Web sono senza problemi. Inoltre, se vivi in unarea con segnale 5G, ottieni anche quella bontà, per download cellulari veloci.

Durante i nostri test ci sono stati momenti in cui, dopo circa unora di gioco, il telefono si è riscaldato un po, ma non è risultato scomodo. Ciò è probabilmente dovuto al fatto di avere unefficiente camera di vapore e un sistema di raffreddamento a base di grafite allinterno, che lo rendono il telefono da gioco più non gamer sul mercato.

Per quanto riguarda la durata della batteria, con lo schermo alzato alla massima risoluzione e impostazioni di frame rate, la capacità di 4500 mAh è più che in grado di resistere per unintera giornata. Anche su quelli più silenziosi, tuttavia, non abbiamo mai avuto la sensazione che sarebbe riuscito a superare due giorni interi.

Nei nostri giorni più pesanti con tre o più ore di tempo sullo schermo, siamo andati a letto con circa il 30 percento rimasto. Ecco la cosa però: lansia della batteria non è mai un problema perché quando si tratta di caricare pochi telefoni rispetto a OnePlus 9 Pro.

Se utilizzi il caricabatterie cablato da 65 W incluso, puoi portare la batteria da scarica al 100% in soli 28 minuti. È una ricarica completa in meno di mezzora, il che è sbalorditivo. Collega il telefono per 10 minuti e questo ti fornirà abbastanza per farti passare alcune ore buone.

Ma cè di più: si ricarica velocemente anche in modalità wireless. Utilizzando lultimo supporto wireless Warp Charge di OnePlus (un extra opzionale, a tue spese), puoi ottenere una ricarica completa in 43 minuti. Naturalmente, se è vicino al tuo letto e ricarichi durante la notte non hai bisogno di quelle velocità, ma può essere programmato per entrare in modalità prima di coricarsi che si carica più lentamente e, soprattutto, più silenzioso. La ventola che utilizza per mantenersi fresca durante le velocità di ricarica più elevate viene spenta per consentirti di dormire.

Il Warp Charge Wireless è così veloce che spesso lasciavamo il 9 Pro spento di notte, quindi lo mettevamo sul supporto mentre ci preparavamo al mattino. È un po un punto di svolta.

Vale la pena notare che, anche se si ricarica rapidamente, OnePlus ha mantenuto in funzione le sue funzionalità di ottimizzazione della batteria, che assicurano che la batteria del dispositivo non venga danneggiata da ricariche così veloci. Impara la tua routine di ricarica ed esegue la prima parte della ricarica rapidamente, prima di lasciarla e poi termina la ricarica appena prima che ti svegli al mattino, il che è positivo per la salute e la longevità della batteria per un lungo periodo di tempo.

Per ricapitolare

Con il Pro, OnePlus cerca di affrontare il problema storicamente più grande della serie: le fotocamere. Tuttavia, anche con il supporto di Hasselblad, non ha ancora colpito nel segno in questo senso. Ma il resto del telefono impressiona, con la ricarica wireless veloce davvero brillante, e anche il display è al top.

Scritto da Cam Bunton. Modifica di Stuart Miles.