Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - OnePlus ha una formula: rendere i telefoni convenienti. Siamo grandi fan del telefono OnePlus 2 , che ha effettivamente creato un nuovo standard offrendo una qualità quasi di punta per un prezzo medio di £ 239.

Con OnePlus X, tuttavia, la formula è stata modificata. È un telefono più piccolo, più sottile e ancora più economico da £ 199 con display AMOLED da 5 pollici che, sulla carta, sembra allettante quanto il suo fratello maggiore OnePlus 2.

Ma, come abbiamo scoperto negli ultimi 10 giorni di utilizzo, non è proprio così. In effetti, la formula ci ha lasciato pensare OnePlus X = Y?

Il nostro parere veloce

Sulla carta OnePlus X si legge come unequazione ben bilanciata: per un telefono inferiore a £ 200, la sua qualità costruttiva e il display AMOLED lo mettono al di là della concorrenza.

Ma questi due aspetti positivi non sono abbastanza per bilanciare le sue carenze. Nessuno scanner di impronte digitali, nessun NFC e prestazioni grafiche limitate rovinano lesperienza complessiva. Oh, e anche tu hai bisogno di un invito per comprarne uno .

Per quanto amiamo letica di OnePlus e applaudiamo OnePlus 2 per aver continuato a ridefinire la struttura del mercato, OnePlus X fa fatica a trovare un posto. Potrebbe sembrare un prodotto a 5 stelle, uno che sfida il Nexus 5X, persino lHTC One A9, ma elimina quei dettagli più fini e, nella sua forma attuale, questo OnePlus X sembra un dispositivo quasi lì.

Recensione OnePlus X: conveniente, ma senza asso

Recensione OnePlus X: conveniente, ma senza asso

4.0 stelle
Pro
  • La qualità costruttiva batte la concorrenza a basso costo
  • Lespansione microSD
  • Lo schermo AMOLED offre neri profondi
Contro
  • Limitazioni grafiche in questa configurazione
  • Nessun NFC
  • Nessuno scanner di impronte digitali

Recensione OnePlus X: aspirazioni premium

Passando al OnePlus X dal OnePlus 2 - questultimo che usiamo da diversi mesi - ed è immediatamente evidente quanto sia più piccolo e sottile lX da 5 pollici.

Pocket-lintoneplus x recensione immagine 2

È un sottile 6,9 mm di spessore, con pannello in vetro "onice" piatto tagliato e lucidato sul retro, pannello Gorilla Glass 3 sul davanti, che racchiude uno chassis in metallo anodizzato e intagliato allinterno (che, purtroppo, si graffia). Tali scanalature sono tattili e danno unestetica in più, sebbene la maggior parte della presa sia negata dalle superfici lisce in vetro.

Proprio come OnePlus 2, lX ha un interruttore laterale a tre posizioni per alternare tra nessuna interruzione, solo interruzione prioritaria o tutte le notifiche - un elemento essenziale dato come Android gestisce le notifiche (qui nella sua veste Lollipop v5.1.1, con OxygenOS sopra le righe).

A guardarlo, e sicuramente nelle foto, OnePlus X sembra proprio il telefono premium. Sta colpendo tutti i pulsanti giusti: vetro, metallo, smalto, scanalature; cè anche unopzione limitata a 10.000 tirature con supporto in ceramica (che costa £ 269 perché è un materiale così difficile da manipolare - 80 su 100 non possono essere utilizzati a causa dei processi di produzione).

Ma in mano, per noi, sembra un po a buon mercato. Anche se le nostre mani toccano il vetro - e di conseguenza lasciano una massa di impronte digitali - sembra quasi di plastica. Il che è un po sconcertante. Forse è il 138g che a malapena noterai trascinare in tasca.

Pocket-lintoneplus x recensione immagine 6

Detto questo, rispetto ad altri telefoni da £ 199, lX li calpesta ovunque. Samsung, LG e altri non possono toccare questo livello di costruzione a questo prezzo. Certamente tenterà coloro che considerano il Moto G da 16 GB (2015) , poiché quel telefono economico è ancora più costoso a £ 210.

In questo senso, questo è OnePlus che mostra di nuovo quella formula conveniente. Sebbene ci siano alcuni apparenti compromessi: nessuno scanner di impronte digitali a bordo e, ancora una volta proprio come OnePlus 2, non cè nemmeno lNFC (near field communication). Quindi niente Android Pay o cambio facile e veloce tra i telefoni.

Paramount+, Steam Deck e la ricarica dei veicoli elettrici - Pocket-lint podcast ep. 159

Recensione OnePlus X: display nero come linchiostro

Tuttavia, la tecnologia del display è qualcosa di raro a questo prezzo: è AMOLED. A differenza delle sue controparti LCD, ciò significa colori più ricchi e profondi e neri come linchiostro senza alcuna sfumatura grigiastra.

E i neri su OnePlus X sono così profondi che si fondono con la combinazione di colori neri del dispositivo, facendo quasi uscire lo schermo dal telefono. Anche le viste da angoli ripidi mantengono una saturazione del colore decente.

Con questa scala da 5 pollici, la risoluzione Full HD 1920 x 1080 è più che ampia, offrendo una densità di 440ppi. È abbastanza nitido per qualunque cosa tu stia facendo: navigare, giocare, rispondere alle e-mail. È un display lucido, ma cè molta luminosità per contrastare i riflessi. Assicurati solo di aver attivato limpostazione della luminosità automatica.

Recensione OnePlus X: le prestazioni falliscono

Sulla carta il processore Qualcomm Snapdragon 801 e 3 GB di RAM sono il tipo di specifica di fascia alta che non avrebbe potuto essere migliorata solo un paio di anni fa. Ma in realtà, questo chipset da 2,3 GHz più che capace non va avanti la metà come dovrebbe.

Siamo sicuri che le persone lanceranno i punteggi dei benchmark per dimostrare quanto sia presunto abile il OnePlus X, ma quando si tratta di gestire la grafica, lAdreno 330 non è così caldo in questa configurazione. Dopo aver caricato un gioco semplice come Candy Crush Saga, spesso incontriamo il gioco in ritardo rispetto a determinate animazioni grafiche: unisci una caramella a strisce con una avvolta e non è raro che si verifichi una balbuzie o una pausa. Non è una costante, tuttavia, con tratti di gioco ultra fluidi intervallati da tali blocchi e balbettii.

Pocket-lintoneplus x recensione immagine 3

Abbiamo anche riscontrato problemi allinterno di alcune altre applicazioni. Uno che non può essere accusato di essere particolarmente intenso è lapp British Airways, che a volte rallenta fino alleccesso, con gli swipe su e giù per le pagine che balbettano.

Quindi le prestazioni di OnePlus X vacillano; è un miscuglio se ti aspetti il meglio in tutte le cose. Guarda un video - nessun problema. Naviga sul web - nessun problema. È un telefono che è tipicamente fluido nel suo funzionamento, ma mostra i suoi difetti con compiti più intensivi dal punto di vista grafico.

Questo tipo di blocchi semplicemente non dovrebbe verificarsi con un processore e una GPU di fascia alta. LAdreno 330 si è comportato bene in OnePlus One, ma stava eseguendo la Cyanogen Mod piuttosto che il re-skin OxygenOS di OnePlus su Android (che funziona bene in OnePlus 2, che utilizza lAdreno 430 step-up). Ciò mette in dubbio se la causa principale di questo problema grafico sia OxygenOS che agisce come una barriera aggiuntiva.

Recensione OnePlus X: respirare ossigeno

Altrimenti quando si tratta di OxygenOS lo troviamo abbastanza palpabile. Nelle versioni recenti anche Samsung, Sony, LG e altri hanno smesso di forzare quantità eccessive del proprio software guff nei telefoni, con OnePlus che ha preso un vantaggio simile.

Questo è un passo importante anche per liberare spazio di archiviazione integrato, sebbene i 16 GB di OnePlus X siano integrati da uno slot per schede microSD (lo stesso vassoio in cui è contenuta la SIM) per consentire unulteriore espansione, cosa che manca a OnePlus 2.

Per la maggior parte OxygenOS assomiglia molto ad Android, su cui è costruito. Cè una barra delle applicazioni; puoi assemblare cartelle personalizzate; gli avvisi e le impostazioni funzionano allo stesso modo di qualsiasi dispositivo Android ed evitano fastidiose duplicazioni, cosa che è un problema con alcuni concorrenti.

Pocket-lintoneplus x recensione immagine 23

Altrove ci sono vantaggi reali, come una SwiftKey Keyboard fin dallinizio, che è di gran lunga superiore rispetto a molti equivalenti predittivi e di scorrimento interno. OnePlus ha anche incorporato una funzione delle app più utilizzate, chiamata Shelf, a cui si accede scorrendo a sinistra sullo schermo, e ci siamo trovati a usarla una discreta quantità per un accesso rapido.

Proprio come alcuni altri produttori cinesi, ci sono delle stranezze a bordo, principalmente con i controlli Gesture (che possono essere disattivati individualmente). Disegna una "O" per aprire la fotocamera, una "V" per accendere la torcia o una "II" con due dita per mettere in pausa/riprodurre la musica. Lunico che abbiamo lasciato è il doppio tocco per riattivare, che come luso di questo controllo da parte di LG nel G4 è utile.

Le carenze di OxygenOS sono nelle sue carenze, tuttavia, con cose come una galleria completamente omesse. Certo, cè la cartella File, come con molti dispositivi Android, ma non è la stessa cosa. La mancanza di una galleria adeguata è forse ancora più bizzarra dato che esiste un editor integrato per la regolazione automatica o la regolazione manuale delle immagini (che comprende luce, colore, pop, vignettatura, ritaglio e filtri preimpostati).

In termini di durata, la batteria da 2.525 mAh a bordo ti farà passare un solo giorno senza problemi, supponendo che tu non abbia la luminosità super alta per tutta la durata. Raramente siamo andati in rosso dopo giorni lavorativi di 17 ore, compresi i giochi occasionali durante gli spostamenti, che è una prestazione giusta ma non eccezionale.

Recensione OnePlus X: Fotocamere

La fotocamera del OnePlus X è abbastanza nella media, con risultati che mostrano una notevole quantità di rumore dellimmagine, in particolare nelle aree dombra. Non è efficiente come la fotocamera di OnePlus 2, in quanto non cè stabilizzazione ottica dellimmagine, nonostante unapertura massima luminosa f/2.2 che garantisce tempi di posa più rapidi per le riprese a mano libera.

Tuttavia, sembra che la fotocamera selezioni automaticamente impostazioni ISO abbastanza elevate indipendentemente dalle condizioni - anche uno scatto allaperto selezionato ISO 779 - che non aiuta con la situazione del rumore dellimmagine. La scarsa illuminazione è ancora più problematica, i colori sembrano un po opachi (non aiutati dal tempo del Regno Unito al momento), mentre gli scatti ravvicinati affermano di mettere a fuoco ma spesso falliscono, quindi tieni docchio la messa a fuoco quando sei vicino a un soggetto.

Pocket-lintoneplus x recensione immagine 15

I controlli funzionano interamente tramite il touchscreen, senza pulsante di scatto dedicato. Un tocco sullimmagine di anteprima afferma la messa a fuoco, mentre premendo e trascinando attorno a questo punto si regola lesposizione, agendo come lunico controllo "manuale" disponibile. Per scattare un tocco del pulsante di scatto virtuale è tutto ciò che serve, ma assicurati di tenere ferma la fotocamera poiché altrimenti può produrre fin troppo facilmente uno scatto sfocato.

Sono inoltre disponibili alcune modalità foto aggiuntive: HDR (high dynamic range) per bilanciare i dettagli di ombre e alte luci; Beauty, che ammorbidisce le aree del viso per un risultato apparentemente "abbellito", forse (non) ideale per luso con la fotocamera frontale da 5 megapixel; e Clear Image, che unisce 10 foto per un file ad altissima risoluzione che richiede solo un paio di secondi per lelaborazione. Sul fronte video è disponibile lacquisizione 1080p/720p.

OnePlus non è mai stato allavanguardia quando si tratta di fotocamere e qualità dellimmagine - la mancanza di una galleria di immagini dovrebbe essere un indizio sufficiente a tal fine - ma lX va bene per gli scatti casuali, purché non te lo aspetti troppo.

Per ricapitolare

Per quanto amiamo letica di OnePlus e applaudiamo OnePlus 2 per aver continuato a ridefinire la struttura del mercato, OnePlus X fa fatica a trovare un posto. Potrebbe sembrare un prodotto a 5 stelle, ma elimina quei dettagli più fini e, nella sua forma attuale, lX si sente come un dispositivo quasi lì.

Scritto da Mike Lowe.