Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il Moto G100 di Motorola rappresenta una grande occasione per il marchio. Come mai? Perché è un telefono della serie G con un processore Qualcomm Snapdragon 870 allinterno. Ciò, a prima vista, contraddice ciò che dovrebbe essere una serie G: laccessibilità. Il che, a sua volta, in genere significherebbe una specifica entry-level, non un processore di fascia alta come questo.

Ma no, il G100 è tutto incentrato sul cambiamento. E il telefono per dire: "Ehi, non hai bisogno di quella grande, fiore allocchiello costoso quando si può avere questo per la metà del prezzo". Il che potrebbe sembrare uneco, ad esempio, di ciò che OnePlus ha gridato dai tetti con il suo modello Nord, ad esempio.

Eppure il Moto G100 sembra davvero diverso. Dopo aver recentemente recensito un eccesso di telefoni di origine cinese - come il Poco X3 Pro , il Redmi Note 10 Pro - in cui laccessibilità economica di secondo livello è il punto chiave di vendita, il tocco più leggero del software Motorola sembra semplicemente rinfrescante.

Quindi cosa dà? Bene, il G100 non può pretendere di avere le fotocamere più grandi e fantasiose. Perché non è così. Non ha una partnership Hasselblad come OnePlus . Non ha una partnership Zeiss come Vivo . Ma, sai una cosa, non ci interessa, perché il Moto G100 è unammiraglia a metà prezzo che aggiunge molto di più.

Il nostro parere veloce

Il Moto G100 è una scossa per la serie G, portando livelli di prestazioni mai visti prima in questa line-up. Mentre questo potrebbe essere un po' sconcertante in apparenza - soprattutto perché non è un dispositivo della serie G in Cina, è l'Edge S, confondendo ulteriormente la convenzione di denominazione - è una presa piuttosto rinfrescante in una sezione del mercato dove non c'è una tonnellata di grandi opzioni.

Se siete disposti a rinunciare al solito hype della fotocamera e alla pizzazz che le ammiraglie di fascia alta tendono a promettere - come c'è davvero molto poco di questo qui - e avere un processore di fascia alta e un potenziale di prestazioni è in alto nel vostro roster, allora il Moto G100 è una vendita forte. Ha il software giusto - cosa che, a nostro parere, non si può dire della concorrenza Xiaomi MIUI e Oppo ColorOS - la grafica è ben definita e le prestazioni sono al massimo livello.

Questo è il Moto G100 in poche parole: un telefono economico con capacità di gioco che rinuncia al clamore dello schermo AMOLED e alle implicazioni di costo della fotocamera per fornire una quasi ammiraglia a metà prezzo che, in uso, aggiunge molto di più.

Recensione Moto G100: una nuova alba per la serie G

Recensione Moto G100: una nuova alba per la serie G

4.0 stelle
Pro
  • Prestazioni super fluide
  • Batteria di lunga durata
  • Software senza le stranezze dei concorrenti di prezzo simile
  • Opzioni di finitura a colori divertenti
Contro
  • La "fotocamera quadrupla" è un'esagerazione - e non aspettarti nemmeno i migliori risultati
  • Lo schermo ha un rivestimento riflettente
  • Doppio foro non necessario

squirrel_widget_4340899

Design e visualizzazione

  • Schermo LCD IPS "Cinema Vision" da 6,7 pollici, aspetto 21:9
    • Risoluzione Full HD (2520 x 1080 pixel)
    • Frequenza di aggiornamento di 90Hz
    • HDR10
  • Dimensioni: 168,4 x 74 x 9,7 mm / Peso: 207 g
  • Finiture: Cielo Iridescente, Oceano Iridescente
  • Scanner per impronte digitali montato lateralmente
  • Idrorepellente (nessun grado di protezione IP)
  • Porta per cuffie da 3,5 mm

Curiosamente il G100 è già stato rilasciato in altre parti del mondo: si chiama Edge S in Cina. Il che, ehm, non ha assolutamente senso per noi, poiché pensavamo che la serie "Edge" fosse basata sullavere un bordo dello schermo curvo.

Pocket-lintMoto G100 recensione foto 3

Il G100 non ha uno schermo curvo, è piatto, quindi non cè niente di "bordo". È anche un pannello LCD IPS, non uno AMOLED, quindi potresti non chiamarlo nemmeno "allavanguardia".

Detto questo, si adatta perfettamente a un dispositivo come questo e non perdi davvero la luminosità o la risoluzione a questo livello. Inoltre, la parte IPS della tecnologia significa che gli angoli di visualizzazione sono buoni senza causare linclinazione dei colori. A proposito: i colori - disponibili in configurazioni naturali, potenziate e sature allinterno delle impostazioni - reggono molto bene, offrendo tonalità realistiche piuttosto che ridicole.

Lunica cosa di cui siamo un po meno entusiasti di questo pannello è il rivestimento della superficie, che è un po più riflettente di alcuni. Oh, e la doppia fotocamera a perforazione è, beh, esattamente questo: due fori che bruciano nellangolo dello schermo che distraggono più di uno solo (ma almeno non è un gigantesco buco a forma di pillola).

Pocket-lintMoto G100 recensione foto 4

Capovolgi il G100 e, cosè questo, una finitura che è davvero divertente? Urrà. Dopo la dubbia tavolozza del Moto G30 , è bello vedere che le persone nella tavolozza dei colori di Motorola hanno ritrovato il loro mojo. Questo modello nella foto si chiama "Iridescent Sky", perché sembra uno di quei tramonti primaverili rosa/blu che supponiamo.

Questa finitura è buona anche per nascondere il modo in cui le impronte digitali si catturano sulla superficie, perché sono presenti in abbondanza - siamo stati solo cauti quando abbiamo fotografato il telefono. È facile da pulire, tuttavia, poiché la superficie è bella e liscia - anche il simbolo Motorola "batwing" sul retro ha un aspetto olografico, non inciso o strutturato sulla superficie.

Il fatto che il logo Moto risieda sul retro e non svolga una funzione suggerisce anche la posizione dello scanner di impronte digitali: si trova allinterno del pulsante di accensione sul lato del telefono, rinunciando allopzione in-display. Per quanto ci piaccia laccesso basato sul display, questo scanner di impronte digitali è un operatore decente. E cè anche lo sblocco facciale disponibile.

Pocket-lintMoto G100 recensione foto 10

Mantenendo lessere un telefono della serie G, il G100 dispone anche di un jack per cuffie da 3,5 mm e di uno slot di espansione per schede microSD. Bello vedere che non ha dimenticato le sue radici.

Prestazioni e batteria

  • Piattaforma Qualcomm Snapdragon 870, 8 GB di RAM (LPDDR5)
  • Memoria da 128 GB, slot di espansione per schede microSD
  • Connettività 5G (Sub-6GHz), Wi-Fi 6 (ax)
  • Batteria da 5.000 mAh, ricarica da 20 W
  • Compatibile con dock Ready For

Mentre il G100 supporta funzionalità legacy come lespansione della scheda e le cuffie cablate, in altri reparti si tratta di abbracciare il futuro. Non cè una connessione Wi-Fi sciatta, poiché soffrirai nel G10 di livello inferiore. Lo spazio di archiviazione da 128 GB è ragionevolmente generoso, ma è UFS 3.1 per garantire un rapido accesso in lettura/scrittura per le migliori prestazioni.

Pocket-lintMoto G100 recensione foto 7

Ma soprattutto, la grande vendita di questo telefono è la piattaforma Qualcomm al centro. Qui cè lo Snapdragon 870 - che, sebbene faccia parte della serie 800, non è il processore di fascia alta, è solo a un soffio di distanza. Vale a dire: è molto veloce, un passo avanti rispetto a molti di quelli che utilizzano processori della serie 700, e se vuoi dilettarti con un po (o molti) di giochi, allora è davvero unottima scelta.

Questa è una delle cose del Moto G100: è una specie di telefono da gioco economico. Le cose funzioneranno in modo super fluido grazie al processore, alla RAM veloce, ma anche alla frequenza di aggiornamento regolare di 90Hz del display. No, non vedrai quellurto nellaggiornamento che influisce sempre su tutto - inoltre dovrai attivarlo nelle impostazioni, poiché è disattivato per impostazione predefinita - ma è un buon posto per un telefono come questo.

Anche staccare i giochi per ore alla volta non causa troppi problemi per quanto riguarda la batteria. La cella da 5.000 mAh è una parte importante del peso sopra la media del G100, ma è una grande capacità da avere a portata di mano. Abbiamo visto il suo drenaggio essere molto lineare - circa il 30% ogni 8 ore - anche con unora di gioco durante un tale lasso di tempo.

Data la capacità del processore, la frequenza di aggiornamento dello schermo e la presenza del 5G (siamo stati al di fuori di tali reti per questa recensione), si tratta di prestazioni davvero solide.

Come abbiamo accennato prima, il software del Moto G100 è adorabile da usare. È simile a Google Android di serie, con una singola app Moto per controllare gesti, temi/stili, notifiche di visualizzazione e controlli di gioco (come non disturbare). Non devi dilettarti nellapp Moto, anzi potresti ignorarla del tutto. Ma ciò che è particolarmente bello del software è che non ha bisogno di molte modifiche, funziona e basta e senza problemi, come il problema dei ritardi di notifica con il nostro Xiaomi Mi 11 .

Pocket-lintFoto software Moto G100 1

Cè anche unaltra parte marginale del puzzle G100: è il primo telefono Motorola ad essere compatibile con il sistema Ready For dellazienda. Che è un po come "Moto DeX" se hai familiarità con il sistema DeX basato su desktop di Samsung. Non approfondiremo il sistema per questa recensione poiché, francamente, non pensiamo che sia il motivo principale per cui le persone acquisteranno un G100. È unopzione di estensione di nicchia, completa di un dock per fotocamera che potrebbe avere i suoi usi al posto di un portale Facebook , ma questo è quanto possiamo dire in questo momento.

Macchine fotografiche

  • Fotocamere posteriori quadruple:
    • Principale: 64 megapixel, apertura f/1,7, dimensione pixel 0,7 μm
    • Ampio (117 gradi): 16MP, f/2,2, dimensione pixel 1μm
    • Sensore di profondità: 2MP, f/2,4
    • Sensore del tempo di volo
  • Fotocamere selfie frontali con doppio foro:
    • 16MP principale, 8MP ultragrandangolare

Mentre molte ammiraglie fanno una grande canzone e ballano sugli arrangiamenti della loro fotocamera, il G100 non si guadagna davvero il diritto di farlo. Questo è il problema dei dispositivi di fascia alta di questi tempi: gran parte del costo deriva da obiettivi aggiuntivi, partnership di co-ingegneria e così via. Il G100, daltra parte, mantiene le cose abbastanza semplici.

Beh, piuttosto semplice. Laffermazione della "fotocamera quadrupla" sul retro non ha senso in quanto apparentemente include sia un sensore di profondità che un sensore del tempo di volo, che farebbero più o meno la stessa cosa: entrambi sono lì per comporre i numeri come se " quad" è meglio di "triplo", anche se non è dovuto alla mancanza di obiettivi core utilizzabili.

Comunque, concentriamoci su quello che cè qui: una fotocamera principale utilizzabile e una grandangolare meno lodevole. Cè una galleria sopra che mostra come i due si confrontano e il calo di qualità dallopzione grandangolare è piuttosto significativo.

Lobiettivo principale è da 64 megapixel, utilizzando un metodo di elaborazione quattro in uno per produrre un totale di 16 megapixel, anche se lelaborazione è spesso pesante, è eccessivamente nitida e non è in grado di distinguere i dettagli in tutte le situazioni (la scena di campagna diurna sotto è uno di questi esempi: gli alberi sono tutti a blocchi e indistinguibili, se si guarda al raccolto al 100%).

Laddove i soggetti sono un po più vicini alla fotocamera, ma non troppo perché fatica a mettere a fuoco e la modalità macro è scarsa (evitarlo quando richiesto), cè più capacità di risolvere i dettagli di una scena. Che si tratti di una tavola puzzle poco illuminata o della pelliccia di un orsetto giocattolo, ci sono abbastanza dettagli per spuntare la casella "utilizzabile" della fotocamera principale.

Ma ne abbiamo parlato allinizio: se non vuoi le fotocamere più grandi e fantasiose, la G100 fa il lavoro. Non è il miglior lavoro, ma se la cava. E con funzionalità come HDR (high dynamic range) per bilanciare ombre e luci, varie modalità di scatto e lhardware per catturare senza indugio, cè abbastanza per mantenere questa configurazione della fotocamera dallessere la linea di base del kit entry-level per il 2021.

Per ricapitolare

Un telefono economico con capacità di gioco che rinuncia al clamore dello schermo AMOLED e alle implicazioni di costo della fotocamera per fornire una quasi ammiraglia a metà prezzo che, in uso, aggiunge molto di più.

Scritto da Mike Lowe.