Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Nell'estate del 2021 Huawei ha annunciato la sua ultima generazione di dispositivi della serie P. Per un motivo o per l'altro la spedizione globale ha richiesto molti mesi - carenza di chip?, numero inferiore di personale?, chissà - ma l'ammiraglia P50 Pro è ora disponibile, portando con sé potenti fotocamere impressionanti, ma ovviamente solo il Qualcomm Snapdragon di ultima generazione hardware.

Huawei è ora anche al di fuori del circuito dei servizi Google, quindi mentre l'esperienza di utilizzo del P50 Pro è più o meno come l'utilizzo di un tipico telefono Android, non c'è accesso a Google Play Store, il che significa che alcune app non sono disponibili. È un rompicapo per la maggior parte dei potenziali utenti, o App Gallery e Petal Search di Huawei offrono ampie soluzioni alternative per renderlo un valido fiore all'occhiello?

Il nostro parere veloce

Huawei P50 Pro evidenzia quale perdita ha causato il divieto commerciale in corso negli Stati Uniti. Senza Google Play Services qui molti non otterranno l'esperienza che desiderano a causa della mancanza di alcune app e la Galleria app / Petal Search di Huawei non può risolvere tutto (ma, in molti casi, può colmare la maggior parte delle lacune).

Tuttavia, in termini di hardware, il P50 Pro è uno dei flagship più avanzati sul mercato, in particolare per quanto riguarda la fotocamera, dove è davvero impressionante, e questo è ancora il caso nonostante il suo lancio internazionale sia stato ritardato di alcuni mesi.

Con il prezzo richiesto fissato anche sopra la soglia dei 1000 € in Europa, è anche un sacco di soldi chiedere un prodotto che non farà tutto ciò che molte persone vorranno. O almeno, non lo farà facilmente. Sarà una pillola difficile da ingoiare, rendendolo ulteriormente un telefono difficile da consigliare per la maggior parte delle persone.

Recensione Huawei P50 Pro: qual è lo stato del Play?

Recensione Huawei P50 Pro: qual è lo stato del Play?

3.0 stelle
Pro
  • Eccellenti prestazioni della fotocamera
  • Costruzione e materiali premium
  • Veloce e reattivo
  • Buona durata della batteria
Contro
  • App Gallery/Petal Search mancano ancora alcune app chiave
  • Davvero costoso per un telefono con hardware 2021
  • EMUI 12 può essere frustrante

squirrel_widget_6523326

Design

  • Dimensioni: 158,8 x 72,8 x 8,5 mm / Peso: 195 g
  • Opzioni di finitura: Golden Black, Cocoa Gold
  • Grado di protezione IP68 resistente all'acqua e alla polvere
  • Materiali di alta qualità in vetro/alluminio

Per quanto riguarda i rettangoli di vetro, Huawei ha fatto un lavoro decente nel rendere unica la sua lastra di punta. Almeno, quando lo guardi da dietro. Il cosiddetto sistema di telecamere "Dual Matrix" presenta due cerchi che contengono ciascuno telecamere.

Pocket-lintFoto hardware Huawei P50 Pro 8

Il cerchio superiore presenta la fotocamera principale, mono e ultrawide, mentre la parte inferiore ha lo zoom periscopio e il flash LED. Ogni cerchio ha il proprio anello di metallo, entrambi incastonati in una grande sporgenza a forma di pillola sul retro del telefono. Si può dire con certezza che domina l'area.

Per il resto, il P50 Pro è sostanzialmente lo stesso di molti altri dispositivi premium sul mercato. È realizzato in vetro e alluminio, con vetro che curva nei bordi sia sul davanti che sul retro. Ovviamente Huawei non è del tutto pronta per unirsi alla recente tendenza di tornare agli schermi completamente piatti. Tuttavia, non è solo: abbiamo visto approcci simili da parte di artisti del calibro di Oppo, con il suo Find X3 Pro .

Ci sono aspetti positivi e negativi nell'approccio curvo. Nella colonna pro: fa sembrare più piccolo un telefono grande. Contro: rende più difficile la digitazione utilizzando la tastiera su schermo, inoltre i tocchi accidentali sono comuni.

Pocket-lintFoto hardware Huawei P50 Pro 6

Nel caso di Huawei non si tratta tanto di tocchi accidentali quanto di attivare accidentalmente il gesto "indietro" quando si tenta di interagire con qualcosa vicino al bordo del display. Il rovescio della medaglia è trovare difficoltà ad attivare deliberatamente quel gesto "indietro", perché il bordo dello schermo è così curvo.

Ad ogni modo, il telefono sembra e si sente come un dispositivo di alto livello. Ha quell'alto livello di lucidatura, vestibilità e finitura. C'è così tanta precisione nel modo in cui è stato progettato e assemblato.

Schermo

  • Pannello OLED da 6,6 pollici con bordo curvo
  • Risoluzione 2700 x 1228 (450ppi)
  • Frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz

Potrebbe non essere all'altezza dei livelli di risoluzione QuadHD, ma con una densità di pixel di 450 pixel per pollice, il display OLED sull'ammiraglia di Huawei è più che sufficientemente nitido. I dettagli sono nitidi, anche i dettagli più fini come il testo di piccole dimensioni, mentre i contorni sottili e curvi appaiono lisci anche se visti da vicino.

Essere 6,6 pollici in diagonale significa che è anche di dimensioni decenti. Non proprio il più grande, ma trova un buon equilibrio tra un sacco di spazio sullo schermo pur essendo un dispositivo relativamente compatto. Il fatto che sia uno schermo basato su OLED significa che anche tu ottieni tutte le caratteristiche che molti desiderano: cioè è luminoso, vivido e offre livelli di contrasto elevati.

Pocket-lintFoto hardware Huawei P50 Pro 14

Ciò che ci piace particolarmente, tuttavia, è che Huawei non l'ha sintonizzato per essere sovrasaturato. Quindi, mentre sono impostati sull'opzione vivida, i colori non spingono nel regno dell'iperrealismo. Sono piuttosto sobri, hanno un bell'aspetto da qualsiasi angolazione (beh, ignorando le curve dello schermo più esterne).

Ha anche il vantaggio di una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, quindi in alcune parti dell'interfaccia che sono state ottimizzate, appare estremamente fluido e fluido. Che sta diventando normale nella maggior parte dei dispositivi di punta in questi giorni.

Galleria app/EMUI - Qual è lo stato di riproduzione?

  • App Gallery e Petal Search preinstallate
  • Nessun servizio di Google Play
  • Software EMUI 12

Come con qualsiasi pezzo di tecnologia, l'esperienza di utilizzo non dipende solo dalle capacità hardware. Dopotutto, sappiamo da anni che Huawei è in grado di produrre alcuni dei telefoni tecnologicamente più avanzati sul mercato. È nell'esperienza del software che le cose si sbloccano un po'. E non solo per le ovvie ragioni.

La maggior parte delle persone ormai sa che i telefoni Huawei dalla metà del 2019 sono stati costretti a funzionare senza Google Play Services. Ciò significa, tra le altre cose, che non c'è Play Store, Google Maps, Gmail, Google Foto e pochi altri servizi predefiniti. Ma, dal divieto iniziale, Huawei ha lavorato duramente per sviluppare soluzioni.

Pocket-lintFoto EMUI e app 1

Per cominciare, c'è la Huawei App Gallery, che sta lentamente ma inesorabilmente aumentando il numero di app popolari che puoi installare ufficialmente. Mancano ancora app come Facebook, WhatsApp e Instagram, oltre ad app bancarie di alcune delle banche più famose nel Regno Unito/Europa.

Ciò non significa che nessuno di loro sia lì. Ad esempio, dal punto di vista del Regno Unito, Starling, Revolut, Monese e Curve hanno ora app nella Galleria delle app. Tuttavia, non ci sono Barclays, Lloyds, Natwest o Monzo, che tagliano fuori gran parte della contabilità di riferimento della popolazione. Dal punto di vista dei social e della messaggistica, tuttavia, ha TikTok, Snapchat, Tinder e Telegram; che sono tutti molto popolari nelle proprie categorie. Quindi non è più un caso di non avere nulla a disposizione.

Per molte app popolari, il fatto che non ci sia disponibilità ufficiale nella Galleria app non significa necessariamente che non puoi installarle. Petal Search è preinstallato e ti consente di cercare facilmente - e scaricare/installare - APK (che è un pacchetto di applicazioni Android) per le app gratuite più popolari. Ciò include Facebook, Instagram e WhatsApp. Non sono sempre fonti ufficiali, ma il software di Huawei esegue un controllo di sicurezza sui file prima di installarli.

Inoltre, quando configuri un telefono Huawei, offre Phone Clone come parte della configurazione, che si collega al tuo vecchio telefono e ti consente di trasferire tutte le app installate. Questo può includere app che non sono già in App Gallery, quindi è una soluzione semi-soluzione al problema (ma non completa).

Pocket-lintFoto EMUI e app 2

Ora, non volendo farlo sembrare più roseo di quello che è, ci sono problemi con l'utilizzo di Petal Search e l'opzione Phone Clone.

Innanzitutto, le app che non sono nella Galleria app non si aggiorneranno automaticamente, quindi sei bloccato con hardware di vecchia generazione.

In secondo luogo, ci sono ancora alcune app che non verranno trasferite se i loro APK non sono disponibili. La maggior parte delle app bancarie, per motivi di sicurezza, non può ancora essere installata e nemmeno molti titoli di giochi premium.

Speciale Settimana del gioco su PC in associazione con Nvidia GeForce RTX - Pocket-lint Podcast 154

In terzo luogo, anche se le app vengono trasferite/scaricate, non vi è alcuna garanzia che funzionino correttamente. Alcuni giochi fanno affidamento sui servizi di Google Play per l'accesso per il salvataggio progressivo e non funzioneranno correttamente sul sistema Huawei. Call of Duty Mobile , ad esempio, è uno di quelli. È decisamente incostante in questo senso, però, perché nonostante abbia bisogno di Google Play, Real Racing 3 - uno dei migliori giochi di corse automobilistiche - funziona bene.

Per quanto riguarda la risoluzione del problema degli elementi essenziali predefiniti come e-mail, foto e mappe, Huawei ha sviluppato le proprie opzioni a tutto tondo. Petal Maps offre navigazione, trasporti pubblici, condizioni meteorologiche e aggiornamenti sul traffico in tempo reale. Inoltre, con un collegamento Bolt, puoi chiamare un passaggio direttamente da quell'app. C'è Huawei Docs per la modifica e la creazione di documenti e un'app di posta elettronica di serie per la gestione delle e-mail, con la maggior parte dei provider supportati, incluso Google.

Pocket-lintFoto hardware Huawei P50 Pro 9

La parte strana del test di questo telefono è che questo particolare recensore sembra essere in quella nicchia di clienti che non sono gravemente colpiti dalla mancanza di Google Play. Con Starling e Telegram e i download APK di Slack, Spark Mail e WhatsApp, potremmo fare praticamente tutto ciò che normalmente faremmo su un telefono Android. Ma non sarà lo stesso per la maggior parte delle persone.

Tuttavia, la mancanza di app non è l'unica stranezza del software. Huawei ha adattato il suo sistema EMUI per funzionare su gesti simili a iOS di Apple. Ciò significa scorrere verso il basso dall'alto a destra per avviare il centro di controllo, mentre arrivare alle notifiche significa che sei costretto a scorrere verso il basso dall'alto a sinistra. Che - come persona destrimani - è la parte più difficile da raggiungere con il pollice quando si tenta di utilizzare il telefono con una mano sola. In tutta onestà, altri produttori cinesi stanno seguendo un esempio simile, con Xiaomi che offre anche più o meno lo stesso nel suo software.

A differenza di tanti altri produttori di Android, Huawei non ti consente di abbassare le notifiche scorrendo ovunque sulla schermata principale. Invece, questo avvia lo strumento di ricerca e non puoi cambiarlo. Lo strumento di ricerca è anche dominato da suggerimenti compilati automaticamente per app, ricerche più frequenti, annunci irrilevanti e argomenti di notizie di tendenza, il che lo rende un'esperienza disordinata. Puoi regolare alcune impostazioni per filtrare alcune sciocchezze, ma riteniamo che non dovrebbe essere affatto così. Uno strumento di ricerca dovrebbe essere proprio questo: per la ricerca, non una piattaforma dominata da annunci pubblicitari, servizi e notizie.

Gli annunci sono purtroppo un tema comune in EMUI. Molte volte all'apertura di App Gallery, ti viene prima offerto un annuncio a schermo intero. In vari gradi, molte delle app preinstallate contengono annunci. Li abbiamo individuati in Petal Maps, Huawei Health e Huawei Wallet. C'è anche una cartella delle app chiamata "app principali", una funzionalità comune per le interfacce utente Android, che consiglia di scaricare le app.

Pocket-lintFoto EMUI e app 3

Nonostante questa frustrazione, EMUI 12 ha i suoi momenti rinfrescanti. Le icone dell'app, la colorazione e la spaziatura sembrano tutte molto cresciute. È una bella differenza rispetto ai colori e ai modelli rumorosi dell'interfaccia utente One di Samsung o dell'ultimo launcher di Google Pixel. È sensato - e ci piace.

Una caratteristica che ci piace particolarmente sono le nuove cartelle espandibili. Quando raggruppi le app, puoi tenere premuto, quindi toccare "ingrandisci" per creare una cartella che occupi più spazio ma eviti la necessità di toccare. Le icone delle app sono circa a metà strada tra le icone a grandezza naturale e quelle piccole che appaiono nella visualizzazione delle cartelle piccole. Ma soprattutto puoi toccarli direttamente per avviarli - non devi prima aprire la cartella delle app - il che significa che puoi avere molte app simili raggruppate insieme che sono facili e veloci da raggiungere.

Prestazioni e batteria

  • Piattaforma Snapdragon 888, 8 GB di RAM, 256 GB di spazio di archiviazione
  • Capacità della batteria di 4360 mAh, SuperCharge da 66 W, SuperCharge wireless da 50 W

Poiché il P50 Pro è tecnicamente un telefono del 2021 con un lancio internazionale ritardato nel 2022, non sorprende vedere che utilizza il processore Snapdragon 888 per la versione internazionale (è il Kirin 9000 del 2020 nella variante cinese). Per chi è attento alle specifiche, potrebbe essere una vendita difficile nel 2022, con i telefoni già in lancio con i nuovi processori Snapdragon 8 Gen 1 al loro interno.

Non c'è dubbio che lo Snapdragon 888 sia ancora un processore molto capace. È veloce, gestisce qualsiasi attività tu possa dedicargli e gestisce i giochi senza intoppi.

Pocket-lintFoto hardware Huawei P50 Pro 4

Huawei è stato a lungo anche il campione dell'efficienza della batteria. Nonostante abbia una capacità leggermente inferiore alla media di "solo 4360 mAh", il telefono è in grado di durare comodamente un'intera giornata con un utilizzo moderato.

Con circa tre ore di schermo al giorno, finiremmo comunque prima di andare a dormire con oltre il 40% rimasto. Certo, con meno delle nostre solite app che consumano tempo/energia disponibili per l'uso, ciò potrebbe essere leggermente distorto. Indipendentemente da ciò, anche gli utenti di telefoni pesanti dovrebbero facilmente ottenere un'intera giornata da esso.

Eccezionali capacità della fotocamera

  • Quad telecamere posteriori:
    • Principale (23 mm): 50 megapixel, apertura f/1.8, autofocus laser, autofocus a rilevamento di fase (PDAF) stabilizzazione ottica (OIS)
    • Zoom (3,5x / 90 mm): 64 MP, f/3,5, PDAF, OIS
    • Ampio (13 mm): 13 MP, f/2.2, PDAF
    • Mono (23 mm): 40 MP, f/1.6
  • Fotocamera frontale da 13 MP

Non è esagerato affermare che le fotocamere dei telefoni Huawei sono state tra le migliori sul mercato per diversi anni, se non le migliori. L'azienda sembra riuscire costantemente a centrare il punto giusto tra un hardware eccellente e un'elaborazione computazionale avanzata per fornire risultati sorprendenti su tutta la linea. E il P50 Pro non è diverso.

Il trucco della fotocamera è un po' insolito, con gli obiettivi principali, ultrawide e teleobiettivi uniti da una fotocamera monocromatica/bianco e nero.

Per scattare foto di tutti i giorni con una luce decente, il trio principale di fotocamere funziona bene, offrendo risultati ben bilanciati con buoni dettagli, una riproduzione dei colori naturale (ma non noiosa) e gestendo bene le luci e il contrasto. Sia che tu usi l'ultrawide, il principale o lo zoom, i risultati sono abbastanza coerenti.

Dal punto di vista dell'interfaccia, l'app della fotocamera è simile alla maggior parte, offrendo un controllo facile da usare su un lato che consente di ingrandire e rimpicciolire. Sono disponibili quattro lunghezze focali a selezione rapida: ampia, 1x, 3,5x (questo è il rapporto di zoom esatto dell'obiettivo periscopio) e 10x (ottenuto utilizzando le informazioni di più obiettivi e l'elaborazione digitale). Puoi saltare direttamente tra queste lunghezze focali toccando l'icona sullo schermo.

L'alternativa, per uno zoom più preciso, è tenere e trascinare l'icona verso l'alto o verso il basso. In questo modo puoi arrivare fino allo zoom 100x usando lo zoom periscopio. Anche se non è qualcosa che consigliamo. Nella nostra esperienza, una volta che inizi a ingrandire quel punto 10x, le immagini assumono quell'effetto simile alla pittura a olio.

Come semplice esempio, dai un'occhiata alle foto sottostanti di un caricatore appoggiato su un lato, che mostra segni e testo fini. Puoi vedere che la fotocamera ha identificato i dettagli, ma poi sembra che sia stato disegnato su di essi per dare un aspetto più nitido. Solo che l'effetto è quello che lo fa sembrare un disegno, piuttosto che una fotografia.

Anche utilizzando lo zoom 10x, a volte si ha la sensazione che i dettagli non vengano catturati fedelmente. Ma questo sembra essere il caso solo se l'oggetto fotografato ha trame complesse e molte linee sottili. Come una tela, per esempio.

Nonostante ciò, è per il resto un ottimo strumento per riprendere soggetti lontani, offrendoti dettagli molto migliori che se provassi a scattare con uno zoom 10x con una fotocamera che si basava solo sullo zoom digitale.

Per quanto riguarda le riprese in condizioni di scarsa illuminazione, sul mercato sono disponibili pochi sistemi di fotocamere per telefoni così abili. Di notte e con poca luce non devi nemmeno passare all'impostazione della modalità notturna per ottenere una buona foto. Il sistema rileva che si tratta di una scena notturna e può scattare una ripresa luminosa e dettagliata, completamente a mano libera. Questa è la stabilizzazione ottica che ha il suo impatto.

Tuttavia, a volte c'è ancora un vantaggio nell'usare la modalità notturna. Soprattutto quando i livelli di luce sono molto bassi. Sembra fare un lavoro di stabilizzazione leggermente migliore, assicurandoti di non avere linee ondulate dovute a movimenti basati sulla luce all'interno di una scena.

Pocket-lintmanuale notte stellata foto 1

Huawei ha anche ancora la modalità "Pro" che ti consente di regolare facilmente le impostazioni manualmente. Quindi, per quelle volte in cui vuoi scattare una foto delle stelle, puoi farlo montandolo su un treppiede e catturando un'esposizione di 30 secondi. I risultati finali possono essere piuttosto sorprendenti.

Per ricapitolare

Senza i servizi Google molti utenti non otterranno l'esperienza di cui hanno bisogno qui a causa della mancanza di alcune app e la Galleria app / Petal Search di Huawei non può risolvere tutto. In termini di hardware, tuttavia, questa ammiraglia è ancora una delle più avanzate sul mercato, in particolare per quanto riguarda la fotocamera, dove è davvero impressionante.

Scritto da Cam Bunton.