Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Nel 2018 è successo qualcosa che ha colto di sorpresa molte persone: Huawei, dopo i suoi anni di armeggiare e iterazioni della serie P, ha introdotto la migliore fotocamera per telefono sul mercato . Lanno successivo, nel 2019, il P30 Pro è andato avanti stracciando il libro delle regole e andando alla grande con la fotografia.

Tuttavia, lazienda cinese ha lottato per mantenere la sua corona di "re dei telefoni con fotocamera", con Google che ha introdotto l incredibile modalità Night Sight nei suoi telefoni Pixel, Samsung che spinge più fotocamere nel suo A9 e unottima elaborazione nel dispositivo nel suo Galaxy S10+ e Oppo ora mostrano una tecnologia molto simile nel suo Reno 10x Zoom .

Tuttavia, il P30 Pro non si scherza. Con limplementazione di un sistema Leica Quad Camera - che unisce ultra-wide, super-alta risoluzione e zoom autentico insieme a una fotocamera Time-of-Flight (ToF) - lazienda cinese è riuscita a implementare la fotocamera più versatile in qualsiasi telefono prima di qualsiasi altro produttore . L iPhone ha solo tre fotocamere anche anni dopo.

Naturalmente, ci sono stati problemi di guerra commerciale negli Stati Uniti che hanno indotto le persone a esitare allidea dei telefoni Huawei, perché i suoi telefoni più recenti , come il Mate 30 Pro e il seguito di questo telefono recensito, il P40 Pro , non possono supportare i servizi di Google Play (cioè nessun Play Store). Ma mentre quella pantomima politica viene risolta - e speriamo che lo faccia - continuiamo a pensare che il P30 Pro sia un ottimo telefono. Che sia o meno una specie di canto del cigno...

squirrel_widget_147530

Il nostro parere veloce

Con grande design e opzioni di colore, immensa durata della batteria, molta potenza e fotocamere versatili, il P30 Pro non è solo un telefono per la fotografia, è probabilmente il miglior telefono di punta che abbiamo visto lanciare nel 2019.

Qualsiasi problema di cui parlare è minore - lo schermo manca di una risoluzione da primo della classe, non tutti ameranno il software, la stabilizzazione ottica potrebbe essere migliore, i colori sono incoerenti tra le fotocamere - ma siamo davvero nitpicking.

Dove il P30 Pro eccelle davvero è con la sua abilità fotografica complessiva. E' stato lanciato con la configurazione della fotocamera più versatile - così, mentre abbiamo chiamato il P20 Pro prima di lui il re della fotocamera del telefono, il P30 Pro era il dio della fotocamera del telefono il giorno del lancio.

Il suo fascino può essere stato un po' rovinato dalla politica USA-Cina, ma questo non toglie nulla a quello che è un telefono eccezionale - anche se ne comprate uno ora, aggiornato ad Android 10, pensiamo che continuerà a lungo ad impressionare.

Recensione Huawei P30 Pro: la quad camera sbaraglia la concorrenza

Recensione Huawei P30 Pro: la quad camera sbaraglia la concorrenza

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Una delle fotocamere più versatili e capaci al momento del lancio
  • L'acquisizione in condizioni di scarsa luminosità a volte supera persino Google Night Sight
  • Splendido design e opzioni di colore
  • Durata della batteria ultra duratura
  • La ricarica rapida a 40W assicura la longevità
  • Molta potenza
Contro
  • Manca un display con risoluzione 2K
  • Incoerenze di colore tra le fotocamere
  • La stabilizzazione ottica potrebbe essere più solidale
  • Nessun jack per cuffie da 3
  • 5 mm (il P30 standard ce l'ha)
  • Non tutti ameranno il software EMUI - e domande persistenti sul suo futuro

squirrel_widget_147530

Design: più grande, più audace

  • Display OLED Huawei FullView da 6,47 pollici, risoluzione FHD+ (2340 x 1080), formato 19,5:9
  • Finiture: Breathing Crystal, Amber Sunrise, Aurora, Pearl White, Black
  • Nessun altoparlante frontale, utilizza vibrazioni magnetiche per laudio
  • Dimensioni: 149,1 x 71,4 x 7,6 mm / Pesa: 165 g
  • Scanner ottico per impronte digitali sullo schermo
  • IP68 resistente allacqua e alla polvere
  • Nessun jack per cuffie da 3,5 mm
  • Tacca a goccia

Con molti che affermano che la fotocamera perforata sarebbe la forza dominante , Huawei la pensa diversamente: il P30 Pro ha una piccola tacca a "goccia di rugiada" davanti e al centro. Il fatto è che la scelta dello schermo dellHuawei, a 6,47 pollici, è così massiccia che questa piccola area oscurata nella parte superiore dove è alloggiata la fotocamera frontale è appena percettibile. Lancia una moneta, davvero, sono sei di una mezza dozzina dellaltra - e abbiamo appena notato la differenza tra questa e una fotocamera perforata come quella che troverai, ad esempio, su OnePlus 8 .

Almeno il Pro non è un telefono slider , come lo Xiaomi Mi Mix 3 , che creerebbe un fattore di forma ingombrante e che cattura la polvere. Tuttavia, il P30 Pro è molto più grosso del P20 Pro di prima, per il semplice fatto che il telefono più recente ospita unenorme batteria sotto il cofano. È da 4.200 mAh, il che, considerando quanto bene il Mate 20 Pro si è dimostrato in termini di prestazioni con la stessa capacità della batteria, è fantastico. Il P30 Pro dura unetà, ma ne parleremo più avanti.

In definitiva, il P30 Pro è una versione più grande e più robusta del P20 Pro che sostituisce. Tuttavia, quello schermo più grande ha un rapporto di aspetto stretto, quindi è facile da tenere in mano e lo mette alla pari con gli altri schermi di grandi dimensioni che stiamo vedendo - dai unocchiata al Samsung Galaxy S20+ come un ovvio esempio - incluso il bordo curvo di Huawei P40 Pro seguito.

Pocket-lintImmagine recensione Huawei P30 Pro 4

Nonostante queste dimensioni fisiche, Huawei ha rinunciato a stipare più pixel nello schermo del Pro, il che pensiamo possa essere visto come un errore. Immagina di poter guardare streaming più nitidi da Netflix o ingrandire quelle foto con dettagli extra strabilianti? Samsung offre una risoluzione di 3200 x 1440 nel suo S20+ (anche il confronto allepoca con lS10+ era più alto), che disattiva per impostazione predefinita per motivi di durata della batteria, e Huawei avrebbe potuto facilmente offrire una soluzione simile per il il meglio di entrambi i mondi, andando in alta risoluzione solo quando veramente necessario o richiesto.

Visivamente, tuttavia, il P30 Pro è uno schianto. Mostrato qui nella sua finitura "Breathing Crystal" - lo sappiamo , i nomi di marketing devono essere un po sciocchi, giusto? - è una finitura sfumata con una lucentezza perlescente. È un magnete per le impronte digitali, però, come ci si può aspettare in questi giorni, ma tienilo pulito e quella superficie sicuramente canta. Cè unopzione nera più convenzionale, o se stai cercando di andare nella direzione opposta, allora larancione Amber Sunrise è un aspetto caldo (beh, forse , non è così lario come sembra nelle foto di stampa - come abbiamo scoperto quando abbiamo visto per la prima volta alcuni campioni allevento di lancio del P30 Pro a Parigi).

Unopzione ancora più aggiornata, il P30 Pro Ultimate Edition , è apparso nel 2020 come una sorta di telefono di protesta di Huawei. Questo aggira il problema dei servizi Google, poiché a questo punto è un hardware "vecchio", ma presenta la finitura resistente alle impronte digitali del P40 Pro, chiamata Silver Frost, che è una delle preferite.

Pocket-lintImmagine recensione Huawei P30 Pro 2

Il design del P30 Pro incarnava alcune nuove idee quando è stato lanciato. Guarda in alto da quella tacca a goccia e non vedrai un altoparlante stipato nel bordo accanto, perché il P30 Pro non ne ha uno. Invece, usando i magneti per creare vibrazioni sullo schermo, sentirai laudio proiettato nellorecchio. Abbiamo visto e testato questa funzione nel concept phone Vivo Apex 2019 ed è a dir poco impressionante. Funziona anche, come abbiamo riscontrato in chiamate prolisse con la nostra società di carte di credito (lacquisto di questi telefoni costosi porta inevitabili problemi finanziari, eh?).

Significa, tuttavia, che laltoparlante inferiore del P30 Pro vede il telefono in ritardo rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti quando si tratta di audio. Non ci aspettavamo unuscita stereo di qualità da gioco come per il Razer Phone 2 , ma Google Pixel 4 XL è notevolmente migliore con la sua configurazione stereo e luscita rispetto a questo Huawei.

Il P30 Pro ha anche aggiornato lo scanner di impronte digitali sullo schermo di Huawei, offrendo una soluzione ottica. È facile da registrare, veloce e preciso per accedere, ma non una patch su quanto sia incredibilmente veloce quel telefono Vivo di cui sopra (in realtà, devi guardare il nostro video per avere unidea di quella velocità). Almeno gli scanner sullo schermo sono ora di buona qualità, tuttavia, il che mostra fino a che punto Huawei è arrivata in un breve periodo di tempo, dal Porsche Design Huawei Mate RS e dal suo scanner così così solo pochi anni fa.

Le telecamere schiacciano la concorrenza - con alcuni avvertimenti

  • Sistema Leica Quad Camera, sensore principale SuperSensing
  • Stabilizzazione ottica (OIS) per obiettivi principali e zoom
  • Principale: 40 MP, 27 mm, f/1,6
  • Ampio: 20 MP, 16 mm, f/2,2
  • Zoom: 8MP, zoom periscopio 5x, 125 mm, f/3,4
  • Zoom ibrido 10x, non ottico
  • Tempo di volo (ToF) per la profondità
  • Fotocamera selfie frontale: 32MP

Ora, sullevento principale. Il P30 Pro è davvero presentato come un telefono con fotocamera. E ha un sacco di cose interessanti da offrire in questo reparto. Al momento del lancio non cera niente di meglio, ma da allora la concorrenza si è rafforzata duramente per recuperare il ritardo.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

Sensore SuperSensing ad alta sensibilità

Il principale di questi è il cosiddetto sensore SuperSensing, che funziona in modo completamente diverso dalla maggior parte dei sensori convenzionali. Questo diventerà un po più profondo, quindi tieni duro il cervello per un momento.

Pocket-lintFotocamere Huawei P30 e P30 Pro immagine 2

La maggior parte dei sensori della fotocamera ha quello che viene chiamato un array Bayer: una griglia di quattro pezzi che fornisce lassorbimento della frequenza della luce rossa, verde, blu e verde (RGBG) ai siti di pixel sottostanti, con la fotocamera quindi in grado di decifrare le informazioni a colori da queste letture. Huawei ha eliminato questo al posto di un array rosso, giallo, blu, giallo (RYBY). Come mai? Poiché la frequenza della luce gialla è più sensibile, può acquisire più informazioni per un risultato più dettagliato.

Questa è la teoria, ma sono i risultati che sono davvero interessanti. Poiché il P30 Pro può fare così tanto, abbiamo suddiviso questa sezione di revisione della fotocamera in sottosezioni.

Obiettivi grandangolari e standard

Per la maggior parte, sarà la configurazione del sistema a quattro fotocamere a essere più interessante, perché è questa varietà di obiettivi che consente una maggiore versatilità nella cattura.

Cè lobiettivo grandangolare da 16 mm, come per il Mate 20 Pro , che si infila molto nel telaio. Adoriamo questo grandangolo per il dramma che può aggiungere a una scena, anche se i bordi sono molto più morbidi del centro e cè anche un po di colore che si sposta verso queste periferie.

Poi cè un sensore principale ad altissima risoluzione: cattura solo 40 MP quando glielo dici; 10MP è limpostazione predefinita in quanto può eseguire il supercampionamento per risultati migliori, che offre scatti davvero dettagliati. Huawei è ghiotto di immagini troppo nitide, ma nel P30 Pro la maggior parte delle volte i risultati sono esatti.

Lunico inconveniente è quando si passa da queste lenti e si nota lincoerenza tra colore ed esposizione. La fotocamera può anche "saltare" mentre si attiva la stabilizzazione ottica, il che sembra un po strano sullo schermo.

Zoom: ottico e digitale

Lobiettivo chiave della Pro è quello che offre uno zoom ottico 5x, utilizzato come zoom digitale 10x quando necessario, che estrae i dati dallaltra fotocamera principale per assistere con il software che migliora il risultato dello zoom.

Lo zoom ottico 5x è davvero impressionante, presentando un buon livello di dettaglio considerando il meccanismo di zoom a periscopio utilizzato. Non è nitidissimo al 100%, ma non abbiamo visto nessun altro telefono produrre scatti così nitidi con una gamma focale equivalente. Bene, ora cè lo zoom Oppo Reno 10x da considerare, ma Huawei è arrivato prima.

Oltre allo zoom 5x, le cose del P30 Pro devono essere prese nel contesto di una proposta di fotocamera del telefono. Lo zoom ibrido 10x va bene - chiaramente non è "lossless" come sostiene Huawei, devi solo guardare i fotogrammi a grandezza naturale per vederlo - ma il livello di dettaglio che è decifrabile in questa modalità è impressionante, anche se manca di genuino morso e nitidezza.

Oltre a questo, Huawei offre uno zoom digitale fino a 50x. È divertente , ma i risultati non valgono molto, visto quanto le cose diventano morbide a causa dellupscaling. È dannatamente difficile tenere la cosa ferma anche con questo tipo di zoom. Certo, nientaltro sul mercato può competere con questo, ma in realtà è lo zoom 5x che colpisce il punto debole.

Potresti pensare di aver sempre desiderato utilizzare uno zoom del genere, ma nel momento in cui inizi a vedere le possibilità che offre, sarà difficile passare a un telefono con una fotocamera meno sofisticata. È ottimo per scatti spontanei e ottimo per vedere diverse opzioni di composizione.

Semplicità inquadra e scatta

Anche il P30 Pro è facile da usare. Selezionare tra ampio, 1x, 3x, 5x e 10x è semplice come toccare licona del cerchio dello zoom sullo schermo (con un messaggio su quale sia lo zoom corrente). Se sei più un operatore pinch-to-zoom, allora è anche possibile, rendendo facilmente raggiungibili quei livelli di zoom tra 1x e 5x (anche se dobbiamo ammettere, ci manca lo zoom ottico 3x standard del P20 Pro a questo proposito).

Pocket-lintImmagine software P30 Pro EMUI 9 6

Huawei essendo Huawei, tuttavia, ci sono una varietà di opzioni disponibili per lattivazione e la disattivazione. Cè unimpostazione del colore - che seleziona tra colori standard, vividi e uniformi - e Master AI in alto e al centro che utilizza i dati appresi per riconoscere automaticamente le scene e regolare lesposizione, selezionare le impostazioni e modificare i colori come ritiene più appropriato.

Master AI ha sicuramente i suoi usi, ma non è sempre auspicabile. Presenterà la modalità che ritiene appropriata - come Super Macro, Testo, Blue Sky e così via - che puoi disattivare sullo schermo premendo una piccola croce accanto alla modalità selezionata automaticamente. La fotocamera dovrebbe apprendere se il suo riconoscimento non è corretto quando si verificano pressioni ripetute. Ma abbiamo visto molti errori: il nostro tavolo da pranzo era una "cascata", a quanto pare, mentre abbiamo visto frutta scambiata per "luna" e altri capperi così comici.

Tuttavia, a molti piacerà la semplicità offerta dallIA con il suo miglioramento dellesposizione e dei colori, quindi possiamo certamente vedere perché esiste.

Macro ravvicinata

Quando si tratta di riprendere soggetti da vicino, il P30 Pro può avvicinarsi molto . Con lobiettivo standard, stiamo parlando a pochi centimetri dal soggetto.

Ma non è tutto: lobiettivo zoom 5x può anche mettere a fuoco da vicino. Abbiamo girato i nostri jeans e il risultato è stato dettagliato ben oltre ciò che locchio poteva vedere, con fili e fibre evidenti - sembra una cotta di maglia, quando è solo fili intrecciati. Quando è uscito a Helsinki, in Finlandia, un drink con la bacca nazionale, i mirtilli, nel bicchiere è stato catturato in unestrema gloria ravvicinata, quasi astratta.

Lo zoom 5x non è estremamente nitido, come abbiamo detto, quindi guarda questi scatti al di fuori dei loro confini sullo schermo e non ci sono così tanti dettagli come potresti pensare, ma è comunque abbastanza impressionante da spazzare via i tuoi amici prendendo qualche scatto ravvicinato.

Data la tendenza dei telefoni a inserire misere fotocamere macro da 2 MP - come Moto One Macro - mostra che non ce nè bisogno, perché se ne può fare a meno.

Modalità notturna

Una grande caratteristica del P30 Pro è la sua modalità notturna. Questa opzione prende più fotogrammi a diverse esposizioni e li combina in ununica immagine HDR (high dynamic range). Sebbene sia progettato per luso di notte, lo usiamo maggiormente durante il giorno, dove è possibile estrarre una gamma extra dai colpi per un maggiore dinamismo.

Non pensare nemmeno a questo come alla modalità Night Sight di Google, perché non lo è. Ha bisogno di una mano ferma, ma puoi comunque scattare a mano libera utilizzando la modalità notturna, anche in condizioni di scarsa illuminazione, il che è fantastico. Se i soggetti si muovono, il risultato sarà un po di sfocatura del soggetto, ma se si tratta, ad esempio, di persone che camminano attraverso una scena o di nuvole che si muovono a ritmo, allora sembra davvero fantastico.

Mentre le riprese notturne di Huawei erano le migliori, da allora sono scivolate nelle classifiche. Abbiamo elaborato un iPhone 11 vs Pixel 3 XL vs P30 Pro per mostrarvi tutte le differenze . Non che sia male, tuttavia, come puoi vedere di seguito dalla capacità di ripresa in condizioni di scarsa illuminazione:

Scatti in condizioni di scarsa illuminazione

Quando abbiamo visto per la prima volta il P30 Pro, siamo rimasti delusi dal fatto che non avesse lequivalente della modalità Night Sight di Google, ovvero la capacità di scattare foto in condizioni di scarsa illuminazione e di utilizzare lelaborazione per rendere lo scatto quasi simile alla luce del giorno. Il fatto è che ci sbagliavamo. Anche se non se ne parla, il P30 Pro nella sua modalità automatica è la migliore fotocamera per condizioni di scarsa illuminazione sul mercato.

Abbiamo fatto alcune riprese fianco a fianco accanto a Google Pixel 2 utilizzando Night Sight e il P30 Pro vince a mani basse. In una cucina buia quasi al buio abbiamo ripreso il disegno degli utensili da cucina (certamente trasandati) e, nonostante non fossimo in grado di vedere cosa stavamo girando, il Pixel in modalità Night Sight non rendeva quasi nulla di visibile, mentre il P30 Pro ha presentato lintero contenuto di il sorteggio come se le luci fossero accese (credeteci, erano spente). È incredibilmente impressionante, e questo è dovuto alla struttura del sensore SuperSensing.

Pocket-lintP30 Pro vs Google Night Sight immagine 1

Ora, i risultati in scenari così estremi non saranno estremamente nitidi o i più utilizzabili. Ma delinea un futuro in cui lintelligenza artificiale e lelaborazione delle immagini diventano un aspetto completamente diverso della fotografia. Poiché il P30 Pro non utilizza la sensibilità ISO ultra elevata per eseguire il rendering di questi scatti, utilizza algoritmi ed elabora i dati che ha a disposizione per generare immagini oltre ciò che locchio può vedere.

Nel complesso, tuttavia, va detto che Night Sight di Google, che sai di utilizzare quando è attivato, è un po più versatile nel suo approccio per alcune altre scene. Non può fare quello che può fare lHuawei nellesempio sopra, ma è unottima modalità che, in molti modi, stabilisce il punto di riferimento.

Modalità Pro

Se vuoi andare un po più nel dettaglio, passa alla modalità Pro per controllare tutte le impostazioni, inclusa la velocità dellotturatore e la sensibilità ISO.

Tuttavia, la massima sensibilità selezionabile in modalità Pro è ISO 6400, che sembra rendere completamente obsolete le sensibilità più elevate (ISO 409.600 è il massimo). Che strano.

Inoltre, se si utilizza una sensibilità ISO elevata, tutta la magia di quel sensore SuperSensing viene annullata e si verifica poca elaborazione. Uno scatto che abbiamo scattato allinterno delle antiche mura dellisola di Suomenlinna, in Finlandia, mostra un notevole rumore di colore, reso come macchie rosse, verdi e blu in tutto il fotogramma. Un risultato curioso, dato quanto sia impressionante lelaborazione della modalità inquadra e scatta - e che è inaccessibile in modalità Pro!

Modalità Ritratto e Apertura

La quarta telecamera nellequazione quad è la telecamera Time-of-Flight. ToF funziona più o meno come Sonar, emettendo una frequenza di luce (non visibile allocchio) che rimbalza sui soggetti e restituisce una mappa di profondità basata sul tempo di ciò che è davanti allobiettivo. È un modo migliore per decifrare esattamente cosa si trova allinterno di un fotogramma, per una gestione più raffinata dei dati di profondità rispetto ai sistemi che utilizzano semplicemente più fotocamere (o anche singole).

Pocket-lintImmagine delle immagini della fotocamera P30 Pro 7

La modalità Ritratto del P30 Pro seleziona automaticamente un volto e offre bordi piuttosto buoni attorno ai soggetti, mentre la modalità Aperture definibile dallutente (da f/22 a f/0.95 su una scala mobile) ci ha fornito una definizione dei bordi generalmente migliore di quella che abbiamo visto prima, anche se non è perfetto al 100%. Tuttavia, tali modalità sono essenziali per un telefono nel 2019 e Huawei può essere soddisfatta di ciò che viene consegnato.

Fotocamere: In conclusione

Nel complesso, lHuawei P30 Pro aveva la migliore configurazione della fotocamera al momento del lancio. Era intoccabile allora, ma quanto sono stati desiderosi di recuperare il ritardo. Tuttavia, continuiamo a pensare che sia tra i migliori in circolazione, anche se iPhone, Pixel e altri telefoni sono venuti a cercarlo.

Pocket-lintHuawei P30 Pro recensione immagine 5

Detto questo, ci sono alcuni punti sconcertanti sulle fotocamere del P30 Pro: il numero di modalità disponibili può creare confusione, specialmente quando la modalità standard point-and-shoot è così buona; lo zoom è ottimo fino a 5x, ma da allora in poi sopravvaluta la sua capacità (e 50x è semplicemente stupido); la stabilizzazione ottica dellimmagine è utile ma deve essere migliore con queste opzioni di zoom; e alcuni semplici problemi come le incoerenze di colore tra le lunghezze focali sono una delusione.

Prestazione

  • Processore Kirin 980, 8 GB di RAM, 128/256/512 GB di spazio di archiviazione ( espansione della scheda NM disponibile )
  • Batteria da 4200 mAh, ricarica rapida SuperCharge da 40 W
  • Ricarica wireless e ricarica wireless inversa
  • Skin software EMUI 9.1 su Android Pie

In termini di prestazioni, il P30 Pro è arrivato a metà del ciclo di rilascio dellazienda, ovvero luso del processore Kirin 980. Tutte le varianti del P30 - ci sono opzioni di archiviazione da 128 GB / 256 GB / 512 GB - sono dotate anche di 8 GB di RAM.

Abbiamo riscontrato che il P30 Pro è un prodotto solido e in tutto e per tutto il fiore allocchiello in termini di funzionamento: il software funziona senza intoppi, non abbiamo avuto arresti anomali o app bloccate, mentre i giochi hanno funzionato senza balbettii o problemi. Rispetto, ad esempio, a un telefono Snapdragon 855, non noterai alcuna differenza.

Pocket-lintHuawei P30 Pro recensione immagine 6

Huawei ha spinto a lungo la sua EMUI - ovvero linterfaccia utente Emotion - con il P30 Pro che inizialmente adottava una versione leggermente aggiornata (EMUI 9.1), alla fine nel febbraio 2020 passando alla EMUI 10 (che è basata sul sistema operativo Android 10 di Google).

Dal suo lancio, tuttavia, cè stata un po di nuvola sul supporto futuro, perché gli Stati Uniti, sotto il comando di Trump, hanno inserito Huawei in una lista nera che ha impedito a molti produttori statunitensi di fare affari con il gigante cinese. Ciò includeva Android. Cè ancora un persistente punto interrogativo sul futuro di Huawei in Europa.

Relativamente a questo dispositivo, tuttavia, non riteniamo ci sia bisogno di allarme, in quanto è stato firmato per i servizi Google, quindi Google Play rimarrà intatto. Il Mate 30 Pro, tuttavia, è stato colpito e non è stato in grado di essere lanciato con tali servizi, rendendolo in gran parte inutile nel mercato occidentale - la stessa cosa vale per la serie P40 , davvero, per quanto buone siano le loro fotocamere.

Comunque, sullesperienza reale. Da quando EMUI 10 è stato implementato non abbiamo visto una grande differenza. Ci sono alcune modifiche alla transizione, la modalità oscura è ora disponibile e le icone sono più semplici e colorate. In definitiva, pensiamo che Huawei sia in un luogo in cui i suoi clienti troveranno accettabile la sua offerta di software e le personalizzazioni. Non tutti saranno daccordo, tuttavia, con avvisi pop-up esigenti e guasti di Gmail che i puristi di Android potrebbero trovare fastidiosi.

Qualunque cosa tu faccia del software - e qui ci addentriamo nellEMUI, per una panoramica generale di suggerimenti e trucchi - la batteria del P30 Pro impressiona davvero per una serie di motivi. La cella da 4.200 mAh è enorme e dura uneternità: nei giorni di uso intenso, comprese alcune ore di gioco, abbiamo raggiunto il 45% rimanente dopo 17 ore e mezza di utilizzo. È davvero impressionante. Il P30 Pro potrebbe essere facilmente considerato un telefono di due giorni per carica. Riteniamo addirittura che lHuawei superi la batteria da 5.000 mAh dellAsus Zenfone 6 .

Se la batteria si scarica, il caricabatterie rapido SuperCharge da 40 W nella confezione del P30 Pro riempirà la batteria in un tempo doppio. In effetti, fino al 70% può essere ricaricato con solo mezzora alla spina.

Cè anche la ricarica wireless e la ricarica wireless inversa, questultima in modo da poter ricaricare i telefoni degli amici o ricaricare gli auricolari wireless (sebbene Huawei si sia presa del tempo per rilasciare le cuffie con ricarica wireless, lanciando infine Freebuds 3 Wireless).

Per ricapitolare

Con un grande design e opzioni di colore, un'immensa durata della batteria, molta potenza e fotocamere versatili, il P30 Pro non è solo un telefono fotografico, è probabilmente il miglior telefono di punta che abbiamo visto lanciare nel 2019. Il suo fascino può essere stato guastato dalla postura politica USA-Cina, ma ciò non toglie che sia un portatile eccezionale - anche se ne compri uno ora (o la Ultimate Edition), continuerà a lungo a stupire.

Scritto da Mike Lowe. Modifica di Stuart Miles.