Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Non molto tempo fa lidea di un telefono da 6 pollici suonava come una pazza. Ora è la norma per molti, aiutati dalliPhone 6S Plus e con dispositivi potenti e raffinati come lHuawei Mate 8 in arrivo sul mercato, è forse un concetto più attraente che mai.

Avendo vissuto con il precedente Ascend Mate 7 per un certo numero di mesi nel 2014 - un telefono che pensavamo di odiare ma che in realtà amavamo (forse era in anticipo sui tempi?) - il Mate 8 fa un passo avanti come primo telefono per sfoggiare il chipset Kirin 950 super veloce. Quella potenza extra, combinata con alcune sottili modifiche rispetto al suo predecessore, lo rende il telefono a grande schermo per battere tutti gli altri?

Abbiamo vissuto con il Mate 8 come nostro telefono di riferimento nel Regno Unito per un paio di settimane per vedere se si tratta delliPhone-6S-Plus, il re dei grandi telefoni, o di un aggiornamento che è solo timido di colpire ogni marchio.

Il nostro parere veloce

Huawei Mate 8 è uneco del Mate 7. Ma con un tocco di potenza in più al suo interno, il software più recente a bordo e una fotocamera migliorata, è ancora più attraente. Inoltre, i telefoni da 6 pollici stanno diventando sempre più la norma, il che dovrebbe aumentare ulteriormente il suo successo come uno dei migliori dispositivi da 6 pollici sul mercato.

Ma mentre non possiamo fare scrupoli sulla qualità costruttiva e trovare esemplare lo scanner di impronte digitali, non è il dispositivo perfetto. La decisione di lasciare alcune funzionalità così comerano sul Mate 7 vede il Mate 8 stare un po dietro la curva: quello schermo Full HD, anche se va bene, sembra un po timido di ciò di cui un pannello da 6 pollici trarrebbe davvero beneficio; alcune delle caratteristiche premium del Mate S premium, come la sensibilità alla pressione, mancano ; mentre le nuove funzionalità della EMUI 4.0 suonano alla grande ma mancano di uno scopo pratico in alcuni (ma non tutti) casi - ci piacerebbe vedere la modalità schermo diviso un po più funzionale, ad esempio.

In gran parte il successo del Mate 8 dipenderà dal suo prezzo, che in formato da 32 GB (ed è doppia SIM, uno slot che si raddoppia come uno slot microSD) è di £ 429. Bene, se riesci a trovarne uno comunque. Confrontalo con liPhone 6S Plus da 64 GB, che costa £ 699, e lappello è chiaro.

Il Mate 8 è un telefono su larga scala e di bellaspetto con un sacco di potenza che dovrebbe essere un buon posto nel mondo dei phablet (se stiamo ancora usando la parola phablet nel 2016, cioè). Rimarremo fedeli a questo grande telefono ancora per un buon periodo di tempo.

Recensione Huawei Mate 8: grande bellezza

Recensione Huawei Mate 8: grande bellezza

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Eccellente durata della batteria
  • Scanner di impronte digitali di qualità
  • Design raffinato
  • Più piccolo di iPhone 6S Plus (nonostante abbia uno schermo da 6 pollici più grande)
  • Fotocamera e stabilizzazione ragionevoli
Contro
  • Software non sempre intelligente (EMUI 4.0 significa nessuna app tray
  • Schermo diviso abbastanza inutile)
  • Limiti di risoluzione dello schermo
  • Dimensioni enormi non si adattano a tutti

squirrel_widget_136163

Recensione Huawei Mate 8: pollice in su per il design

Il Mate 8 è piuttosto una bestia, con un ingombro di 157,1 x 80,6 mm che si rivela un po grande per la maggior parte delle tasche, anche se, detto questo, è in realtà più piccolo di un iPhone 6 Plus (di 1 mm di altezza). E non è certamente gigante in tutte le direzioni, con uno spessore di 7,9 mm che si adatta bene alla maggior parte dei dispositivi di punta attuali. Questo non è un grumo di Windows Phone.

Per la maggior parte, il Mate 8 ha lo stesso aspetto del Mate 7, con bordi metallici smussati e angoli curvi che ne ammorbidiscono laspetto. Capovolgilo, tuttavia, e mostra alcune modifiche al design: lo scanner di impronte digitali, che è posizionato sul retro per un accesso rapido, ora è unapertura circolare anziché quadrata; mentre la fotocamera posteriore da 16 MP aggiornata sporge leggermente dal corpo del telefono grazie a quella che Huawei ha descritto come "la migliore stabilizzazione ottica dellimmagine disponibile" - ne parleremo più avanti.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 11

Va detto che lo scanner di impronte digitali è eccezionale, altrettanto capace di qualsiasi altro concorrente là fuori - inclusi gli sforzi di iPhone e Samsung - ed è citato come due volte più veloce del precedente Mate 7, cosa che possiamo certamente credere.

Ma è il posizionamento posteriore dello scanner che lo rende particolarmente eccezionale. È solo un posizionamento davvero naturale per un dispositivo di queste dimensioni; il fatto che sia incassato facilita linserimento di un dito. Lunico aspetto negativo, esattamente allo stesso modo degli altri scanner, è che lumidità compromette la sua capacità di funzionare, quindi sotto la pioggia non va bene e dovrai invece armeggiare per sbloccare la password (oh gli inconvenienti della vita moderna, eh?).

Recensione Huawei Mate 8: schermo

Lhardware del Mate 8 è una storia di due metà, con alcuni componenti (vale a dire CPU e GPU) aggiornati ma la maggior parte (in particolare lo schermo) rimane la stessa del Mate 7.

Come primo telefono a utilizzare il chipset Kirin 950 a otto core - qui nella sua forma quad-core Cortex A72 da 2,3 Ghz e quad core Cortex A53 da 1,8 GHz, insieme a 3 GB di RAM - il Mate 8 ha un sacco di potenza, ma è solo il rendering per uno schermo con risoluzione 1920 x 1080.

Difficilmente a bassa risoluzione (dopotutto è Full HD) ma a questa scala di 6 pollici è dietro le attuali elevate aspettative, soprattutto perché Huawei produce il Nexus 6P che ha un display da 5,7 pollici da 2560 x 1440 pixel. Senza dimenticare che anche gli schermi con risoluzione 4K si insinuano nel Sony Z5 Premium .

Quando siamo passati al Mate 8 per la prima volta abbiamo pensato che lo schermo sembrava un po magenta e quindi caldo nel bilanciamento del colore, ma non è qualcosa di evidente da solo. Inoltre, avevamo appena sostituito il pannello OLED nel (non così entusiasmante) Moto Force , quindi qualsiasi cambiamento di colore sarebbe apparso amplificato.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 6

Spinto alla massima luminosità e cè un sacco di output dal Mate 8. Tuttavia, la sua luminosità automatica può sembrare un po conservativa in alcune situazioni, vedendoci prendere le impostazioni per aumentare la luminosità di un livello per la migliore esperienza visiva. Colore e contrasto non sono un problema da angoli di visualizzazione ancora più ripidi in quanto si tratta di un pannello IPS, ma ancora una volta una riproduzione più luminosa aiuterà davvero le cose a dare un pugno in più.

Quindi siamo un po indecisi sullo schermo: il Mate 8 non ha esattamente bisogno di più risoluzione, soprattutto dato il supporto software limitato (beh, un supporto software utile ) per schermi ad altissima risoluzione. Quindi sedersi sul piede posteriore con un pannello Full HD accettabile e ottimizzato per la batteria potrebbe non essere la mossa peggiore di sempre, anche se sembra antiquato sulla carta.

Recensione Huawei Mate 8: Spinta di potenza

Ma torniamo per un momento a quel potere fondamentale. La maggior parte dei telefoni in questi giorni ha tutti i tipi di processori dal suono fantasioso con vari numeri grandi e nomi di componenti appariscenti "guardami". Potrebbe sembrare buono, ma non sempre funziona così bene in pratica.

Caso in questione: OnePlus X (certo, è un telefono economico, ma abbi pazienza) sembrava troppo bello per essere vero con il suo processore Snapdragon 801 e 3 GB di RAM. Il suo problema? La GPU non è un abbinamento ideale, causando prestazioni di balbuzie in una serie di situazioni, come quando si gioca.

Il compagno 8? Nessun problema di questo tipo, anche con i giochi di alto profilo. Anche se larchitettura Kirin (e la GPU Mali-T880 MP4) potrebbe essere meno nota agli occhi degli occidentali, fa un buon lavoro in questa configurazione. Non abbiamo detto lo stesso di alcune iterazioni precedenti, come il Kirin 930 nella configurazione Huawei P8 - perché la sua batteria da 2.500 Ah e il design sottile non potevano durare abbastanza a lungo - ma Huawei (che possiede HiSilicon, i creatori del Kirin SoC) sembra imparare e progredire.

huawei mate 8 recensione immagine 35

Recensione Huawei Mate 8: durata della batteria

Lo schermo Full HD e il potente processore si combinano anche per prestazioni della batteria impressionanti. La cella da 4.000 mAh a bordo del Mate 8 è durata ben oltre un giorno, quasi senza eccezioni. 30 ore complete non sono affatto fuori questione.

E stiamo parlando di un uso corretto: non ci stanchiamo di disinstallare Facebook, WhatsApp e quantaltro; questo telefono ha funzionato praticamente senza interruzioni e non è insolito vedere una carica del 40-50% o più rimanente dopo una giornata di 16 ore. Un po più di gioco e forse finirai per avvicinarti al 20%, ma non cè paura che questo grosso telefono ti muoia a metà giornata.

Quel tipo di capacità è insolito e non influenzato da uno schermo ad altissima risoluzione, che ovviamente funziona a suo vantaggio. Anche se il consumo è un po basso, cè il vantaggio della ricarica rapida, in grado di fornire il 37% di batteria scarica in appena mezzora. Anche se non troverai quel cavo nella scatola.

Lunico aspetto negativo è che la gestione dellalimentazione può sembrare troppo zelante, poiché troppo spesso fornisce avvisi sulle app con un consumo energetico elevato. Da un lato è bello sapere che è facile premere un pulsante per forzare luscita dallapp. Dallaltro potrebbe essere unapp che vuoi aprire, irrilevante dal consumo, e non sembra esserci alcun modo per impostare le preferenze delle singole app per questi particolari avvisi (ci sono, tuttavia, le preferenze dellapp come per Android nascoste nelle impostazioni , per controllare le notifiche di avviso e così via).

La durata della batteria è così spesso la rovina di un buon telefono in questi giorni, ma non così il Mate 8. È uno dei motivi principali per considerare di mettere in tasca un telefono così grande.

Recensione Huawei Mate 8: Software (nuove funzionalità EMUI 4.0)

Huawei utilizza Android come sistema operativo di base, qui nella sua veste 6.0 Marshmallow, con la sua re-skin EMUI sopra le righe, questultima nella versione 4.0 che aggiunge alcune interessanti nuove funzionalità.

Diciamo "interessante" sia nel senso positivo che negativo della parola, poiché non tutte le scelte sono ideali. I design delle icone hanno un aspetto kitsch. Più problematica, tuttavia, è lassenza di una barra delle applicazioni, che fa sembrare Android in genere organizzato più disorganizzato da usare. Dopo essere passati al Mate 8, abbiamo avuto un sacco di schermi disseminati di app che impiegavano unetà per riorganizzare e, a volte, persino individuare.

Ma - shock, orrore - EMUI porta i suoi vantaggi. Molti dei quali potrebbero essere davvero utili, nonostante non abbiamo trovato molto utili nelle ultime settimane. È quasi lì in un certo numero di modi però.

Miglior smartphone 2022: testiamo, valutiamo e classifichiamo i migliori telefoni cellulari disponibili per l'acquisto

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 15

Il primo è lo schermo diviso, una funzionalità che manca gravemente ad Android, specialmente per gli schermi dei telefoni più grandi, e che Huawei, come Samsung, ha abbracciato con la propria skin del software. Premendo e tenendo premuto il softkey quadrato del Mate 8 viene visualizzato un divisore trascinabile per eseguire due app tra due finestre basate su software.

Concettualmente fantastico, è praticamente inutile però. "Questa applicazione non supporta le doppie finestre" recita Gmail. E Cromo. E praticamente ogni app. Grande. Non è supportato nemmeno il trascinamento della selezione, quindi non è possibile condividere un file per e-mail, ad esempio, o, quindi, quasi tutto ciò che è utile puoi fare con la funzione, a differenza di Samsung, la cui compatibilità con le app è molto maggiore.

La prossima è la funzione "nocche" - attivata usando una nocca anziché un dito sullo schermo - che è stata migliorata in EMUI 4.0, quindi non dovrebbe attivarsi casualmente come abbiamo trovato con le versioni precedenti del sistema operativo. Lo odiavamo nellHuawei P8, ad esempio, perché si accendeva continuamente senza alcun risultato, ma è complessivamente più contenuto nel Mate 8. Uff.

È anche piuttosto eccentrico. Oltre a "scrivere con le nocche" le lettere e, c, m e w sullo schermo per attivare rapidamente le azioni - che si tratti dellapertura di unapp, dellavvio di una cattura dello schermo ritagliata e così via, tutte selezionabili dallutente allinterno delle impostazioni - cè un nuovo tocco a doppia nocca che attiva una registrazione live dello schermo.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 16

Per spiegare: tocca due volte due nocche sullo schermo e vedrai un conto alla rovescia di 3 secondi, quindi Mate 8 acquisisce il contenuto dello schermo in tempo reale, incluso laudio esterno, così puoi, ad esempio, spiegare facilmente come- tos e salva questi video per inviarli ad altri membri della famiglia. È una buona idea, anche se potrebbe essere un potenziale incubo per le licenze se determinati contenuti vengono mostrati e condivisi, ad esempio, su YouTube.

Il terzo è un registratore vocale che funziona davvero bene. EMUI 4.0 aggiunge una nuova modalità Meeting, che, utilizzando il trio di microfoni del Mate 8, identifica le posizioni della sorgente dellaudio durante la registrazione e consente di selezionare quale posizione della sorgente viene selezionata durante la riproduzione.

Di nuovo, per spiegare: diciamo che sei seduto attorno a un tavolo con quattro persone, che parlano tutte contemporaneamente. La modalità Riunione mostrerà che laudio viene raccolto e da quali direzioni, come mostrato su un emblema circolare per aiutare a visualizzare il ritiro. Durante la riproduzione puoi quindi trascinare il cursore del microfono attorno a questo emblema circolare sulla persona alla tua sinistra e la sentirai solo; continua a trascinarlo di fronte e sentirai solo quella persona. Funziona davvero bene, ottimo per registrare riunioni e non perdersi nulla quando il ragazzo accanto a te ha un attacco di tosse esplosivo.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 10

Recensione Huawei Mate 8: Fotocamere

Anche lapplicazione della fotocamera del Mate 8 è diversa dallAndroid generico - e molto più veloce da caricare rispetto al Nexus 6P - ma nonostante il sensore posteriore sia ora un sensore da 16 megapixel (rispetto ai 13 MP del Mate 7) linterfaccia è in gran parte la stessa come abbiamo visto in P8 e altri telefoni Huawei.

Cè laggiunta di una modalità di scatto professionale e alcune funzioni extra, ma non sappiamo perché la modalità professionale sia nascosta nei menu della fotocamera: avrebbe molto più senso farla scorrere a sinistra/destra nel allo stesso modo sono accessibili le modalità video/bellezza/time-lapse. Ma se vuoi concentrarti manualmente sul controllo granulare su tutte le impostazioni, questo è il posto giusto per far accadere queste cose, il che può tornare utile.

Nella modalità Foto standard la fotocamera è operativamente facile da usare, con un tocco sullo schermo che acquisisce la messa a fuoco. A volte, tuttavia, le dimensioni del telefono rendono lo scatto di foto un po faticoso, anche se è possibile utilizzare lo scanner di impronte digitali per far scattare lotturatore, se lo si desidera. Divertimento.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 22

Con la modalità Bellezza attivata per i selfie puoi aspettarti una pelle eccessivamente levigata e occhi sporgenti, ma può essere disattivata secondo necessità. Preferiamo davvero solo unopzione selfie predefinita. Sono disponibili anche altri filtri, tra cui nuove filigrane - una nuova funzionalità in EMUI 4.0, inclusi quelli relativi come indicatori di altitudine, longitudine/latitudine e simili - mentre lacquisizione video è a 1080p (quindi niente 4K questa volta).

Unaltra nuova funzionalità di EMUI 4.0 che vale la pena evidenziare è lopzione Biglietto da visita, accessibile tramite Contatti, che utilizza lapp della fotocamera per decifrare e compilare automaticamente le informazioni da un biglietto da visita davanti allobiettivo. Labbiamo provato su due schede diverse e ha fatto un ottimo lavoro nellinserire le informazioni.

Ma il più grande vantaggio di una fotocamera è il suo rendimento. Nel caso del Mate 8 le sue immagini sono robuste, ma non ai vertici della categoria a nostro avviso. Gli scatti ISO 50 che abbiamo scattato a New York mostrano un po di grana e mancano del punto critico in termini di nitidezza, con lelaborazione che causa molta più morbidezza allaumentare della sensibilità ISO. La gamma dinamica vede punti salienti saltati che non corrisponderanno nemmeno a una fotocamera dedicata, non che questo sia insolito.

Pocket-linthuawei mate 8 recensione immagine 24

Almeno Huawei non è timido nellutilizzare questa gamma di sensibilità ISO, a differenza di altri produttori che si affidano invece a velocità dellotturatore eccessivamente basse. Accoppialo con lobiettivo f/2.0 e la stabilizzazione ottica dellimmagine e la stretta di mano sono in gran parte negate, il che è sicuramente utile su questa larga scala. Ad esempio, abbiamo girato con successo in metropolitane poco illuminate, con risultati decenti nonostante la scarsa illuminazione.

Nel complesso, la configurazione della fotocamera del Mate 8 è completa, in gran parte grazie alla sua composizione fisica di apertura rapida e stabilizzazione ottica piuttosto che alle sue capacità di elaborazione predefinite. Ma se vuoi uninterfaccia migliore di Android, questo è un modo per farlo. Non esagerare con le funzionalità di bellezza se vuoi continuare a sembrare umano.

Per ricapitolare

Il Mate 8 è un telefono su larga scala e di bellaspetto con un sacco di potenza che dovrebbe essere un buon posto nel mondo dei phablet. Rimarremo fedeli a questo grande telefono ancora per un buon periodo di tempo.

Scritto da Mike Lowe.