Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Recensione YotaPhone 2: il telefono a doppio schermo dividerà la folla

, Former reviews editor · ·
Revisione Una valutazione o critica di un servizio, prodotto o sforzo creativo come l'arte, la letteratura o una performance.

(Pocket-lint) - Lidea di uno smartphone a doppio schermo potrebbe sembrare utile quanto un sesto dito, e quando la società russa YotaPhone ha lanciato il suo dispositivo con lo stesso nome non ci ha fatto capire cosa ci mancava. Stranezze di design, fastidio di utilizzo: semplicemente non si è formulato nel dispositivo che avrebbe potuto essere.

Ma quella era la prima versione e, in realtà, il concetto di uno smartphone Android con uno schermo OLED da un lato e un pannello E Ink dallaltro - come mostrato nello YotaPhone 2 di seconda generazione - è buono. Soprattutto se sei un avido lettore e non vuoi portare con te un lettore di eBook.

-

Annunciato inizialmente al Mobile World Congress di febbraio, lo YotaPhone 2 ha impiegato un po di tempo per arrivare sul mercato. Qual è stata lattesa e, in effetti, ne è valsa la pena? Abbiamo vissuto con il dispositivo per un lungo weekend per scoprirlo.

Il nostro parere veloce

Nonostante il riscaldamento per lo YotaPhone 2 durante i nostri quattro giorni di utilizzo, siamo ancora indecisi. Sì, è un salto in avanti rispetto alloriginale e possiamo vedere luso genuino da quel secondo schermo e non grideremo "trucco" come pensavamo di fare.

Ma con gli attuali smartphone che già forniscono comunque unintera giornata di batteria, indipendentemente dal fatto che li usi per leggere eBook o meno, molti semplicemente non dovranno pagare un sovrapprezzo per un dispositivo a doppio schermo. Anche se lo schermo E Ink ha i suoi usi per le informazioni a colpo docchio.

Il grande ostacolo è il prezzo. Lo YotaPhone 2 richiede un prezzo di punta per un dispositivo che è più o meno alla pari con il Moto X (nonostante uno schermo più piccolo). È una buona esperienza Android, unesperienza E Ink imperfetta ma intelligente, che combinata crea un dispositivo con molte potenzialità.

Lo YotaPhone 2 è un dispositivo che divide; uno smartphone a doppio schermo che dividerà il pacchetto a metà. Ha i suoi alti e i suoi bassi - vorremmo solo che il punto di prezzo non fosse uno di quegli alti.

3.5 stelle
Pro
  • Design molto migliore rispetto allo YotaPhone originale
  • Funzionamento regolare di Android
  • Uso interessante di E Ink per eseguire il mirroring di Android per laccesso a tutte le app
  • E Ink buono per la lettura e le notifiche immediate
Contro
  • I bug del software possono causare problemi di ghosting con lo schermo E Ink
  • Chipset hardware non più recente che è in contrasto con il prezzo (costa più di un Moto X più un lettore di eBook separato)
  • Nessuno slot microSD

A prima vista lo YotaPhone 2 assomiglia piuttosto al Motorola Moto X grazie a quei bordi curvi e alla forma a saponetta. È comodo da tenere in mano, e solo perché cè quel secondo schermo E Ink sul retro non gli impedisce di essere curvo, rendendolo amichevole nel palmo.

Pocket-lint

La finitura complessiva in plastica nera non ha certo un aspetto sbalorditivo, mentre la cornice superiore e inferiore dello schermo principale è abbastanza significativa, soprattutto perché il trio di tasti funzione di Android intacca lo spazio dello schermo. Tuttavia, entrambi i lati sono rivestiti in Gorilla Glass per una maggiore resistenza ai graffi.

Lo YotaPhone 2 è sicuramente più sottile del modello originale, con uno spessore di 8,9 mm, ma data la presenza di due schermi non sorprende che non sia il telefono più sottile in circolazione.

Capovolgi il telefono e rivela quella carta vincente: un pannello E Ink da 4,7 pollici con risoluzione 960 x 540. Se hai visto un Amazon Kindle o un lettore di eBook Kobo, allora avrai unidea approssimativa di cosa si tratta: un display monotono che è comodo da leggere poiché non è coinvolta la retroilluminazione. Dà una sensazione quasi di stampa su carta che manca lo schermo luminoso e colorato sul lato opposto e il consumo energetico è molto basso per una lunga durata della batteria.

Pocket-lint

Questo design a doppio schermo ha diviso lopinione di coloro a cui abbiamo mostrato lo YotaPhone 2, ma una divisione a metà del pacchetto tra positivo e negativo. Sembra che non ci siano vie di mezzo, con i tipi di lettori di eBook accaniti che in genere danno il pollice in su.

Ma solo perché ha due schermi non significa che lo YotaPhone 2 debba funzionare in modo diverso dagli altri dispositivi Android. Preso al valore nominale - letteralmente - e tutto funziona davvero molto bene. Il pannello OLED anteriore da 5 pollici 1920 x 1080 pixel è luminoso e reattivo, offrendo angoli di visualizzazione decenti e colori brillanti e incisivi. Non posso dire meglio di così.

Lesecuzione di Android 4.4 KitKat, il processore Snapdragon S800 e 2 GB di RAM sotto la superficie sono unampia combinazione per mantenere le cose senza intoppi da quello che abbiamo sperimentato. Abbiamo giocato a giochi come Candy Crush Soda Saga, sfogliato pagine web ed e-mail, tutte le solite cose che faremmo su uno smartphone Android.

Pocket-lint

Detto questo, se stai cercando lultimo e il migliore, lo YotaPhone non ha i più moderni chipset S801 o S805. Probabilmente, questi non sono necessari allinterno di questa costruzione, anche se un migliore consumo energetico avrebbe potuto essere un vantaggio.

Il ragionamento di YotaPhone? Il bilanciamento del software con lhardware è fondamentale per la dissipazione del calore in modo che lo schermo E Ink eviti distorsioni. Tuttavia, abbiamo riscontrato che la parte posteriore superiore del telefono si riscalda anche per compiti umili come un reset completo.

Così comè lo schermo posteriore è molto lontano dallessere privo di bug. Abbiamo riscontrato numerosi problemi di ghosting durante due iterazioni software pre-release che hanno reso alcune app difficili da leggere. Peccato, perché quando le cose si appianano è un pannello con un sacco di potenziale per attività come la lettura.

Abbiamo sfogliato Les Miserables tramite lapp Kindle per Android; letteralmente sfogliandolo, perché il display E Ink posteriore è completamente reattivo ai tocchi, ai passaggi e ai comandi di pressione prolungata. Urrà.

Oltre ad alcune applicazioni Yota native (a cui parleremo tra un minuto), cè YotaMirror che fa come dice sulla scatola: rispecchia lesperienza dello schermo anteriore di Android sullo schermo E Ink posteriore. Vi si accede tenendo premuto il tasto Home dove viene visualizzato tra i tornelli di Google per una facile selezione.

Potresti chiederti perché esiste questa opzione mirror, poiché lesperienza più lenta e ritardata di E Ink non si adatta a tutte le app, ma è unottima opzione per alcune altre. Con Amazon altamente improbabile che permetta mai a unaltra azienda di lettori di eBook di avere unapp Kindle nativa, lo YotaPhone 2 ha la sua soluzione alternativa che era assente nel primo YotaPhone.

Intelligente, ma non del tutto perfetto in questo momento.

Utilizzando solo lo schermo E Ink, lo YotaPhone 2 dovrebbe durare per circa 110 ore, che è più lungo di quanto avessimo avuto il prodotto in mano prima del lancio. Tuttavia, un pannello E Ink non può essere spento. Anche quando la batteria si esaurisce, lultima schermata visualizzata rimarrà visibile, il che potrebbe essere una benedizione o, forse, una maledizione a seconda di cosa fosse.

Ma ci sono controlli per gestire il display e farne buon uso. Con lo schermo desiderato attivo, una pressione prolungata del pulsante Home farà apparire il tornello di Google e da lì lopzione Screenshot può essere utilizzata per fare una presa e inviarlo allo schermo E Ink posteriore, dove rimarrà.

Potrebbe trattarsi di una carta dimbarco con codice QR, numero di codice a barre del biglietto del treno, schermata della mappa, numero essenziale per telefonare a casa da una grande cabina telefonica rossa a un festival quando la batteria del dispositivo è scarica e così via. Bella idea, per quanto limitata possa essere la sua applicazione per le attività quotidiane.

Ci sono anche altri potenziali vantaggi e modalità. Lascia il telefono con il lato OLED rivolto verso il basso e il pannello E Ink sempre attivo può agire come uno schermo a colpo docchio. Allinterno di unapp chiamata YotaHub è possibile costruire una YotaCover - che è come un livello di privacy, con o senza notifiche attive; o una galleria che scorre automaticamente gli scatti, se lo desideri, e YotaPanels. Questi pannelli sono un po come le home page di Android; schermi costruiti dallutente costituiti da widget attivi per vedere cosa è cosa a colpo docchio. Che si tratti dellora, del meteo o dei messaggi in arrivo, delle chiamate e delle e-mail, sta a te regolare le impostazioni in base alle tue esigenze.

È una bella idea, ma quando lo schermo si blocca è un po fastidioso tenere premuto e poi scorrere verso lalto per accedere, spesso solo perché il telefono scorre sulla scrivania. Dopo giorni di utilizzo - in realtà non ci è arrivato subito - abbiamo trovato davvero utile vedere i messaggi pop-up senza dover aprire attivamente nulla. È quasi come stanno facendo molti dispositivi indossabili in questi giorni, ma sul retro del telefono piuttosto che al polso.

Vorremmo però un maggiore controllo da parte dellutente allinterno delle impostazioni. Ad esempio, un feed Twitter a schermo intero: per ora il widget a schermo intero è riservato a Book o Music Player; Twitter è solo un quarto di schermo - sarebbe qualcosa che lasceremmo sempre sulla scrivania, per quanto possa distrarre. Molte opzioni dellapp sono fissate in moduli da un quarto o da tre quarti, il che risulta un po rigido.

Laltro uso principale dello schermo E Ink è eseguire app specifiche di Yota o quelle sviluppate utilizzando lSDK per lecosistema YotaPhone. Con tali app attive è possibile utilizzare le frecce sinistra e destra per scorrere tra loro, incluso YotaReader (ottimo se ti piacciono i libri russi, non così eccezionale se no), YotaRSS per un feed RSS Feedly, oltre a semplici giochi come Chess e 2048 - indipendentemente dallaltro schermo.

Se sei a metà del tuo libro russo, ad esempio, il Reader ricorderà ed è facile accedere da dove avevi interrotto tramite il display E Ink - non è necessario sbloccare il lato Android. Se sei a metà del libro acquistato da Kindle, tuttavia, dovrai saltare attraverso il cerchio di Android Mirror per tornare al punto in cui eri. YotaMirror fa anche timeout, il che significa che dovrai ricominciare da capo.

Pocket-lint

Pertanto, laggiunta dello schermo E Ink a volte può sembrare un lavoro in corso. Dovrai imparare come procedere, ignorare alcuni bug di visualizzazione e impostare le cose nel modo giusto per te. Ma ha molto più potenziale del dispositivo YotaPhone originale mai avuto e attirerà un pubblico specifico.

Abbiamo accennato alle ore di utilizzo a tripla cifra possibili dal dispositivo. Tuttavia, con una batteria da 2500 mAh a bordo, lo YotaPhone 2 non è il migliore in circolazione per un uso normale - e questo è un telefono, dopotutto, quindi lo utilizzerai come tale.

Dalla nostra prima ricarica abbiamo ricevuto una casa Uber da una festa e abbiamo lasciato il telefono in standby per due giorni, con una piccola regolazione ed esplorazione delle impostazioni - questo è stato prima di scambiare la scheda SIM con la nostra personale - e per qualsiasi motivo è morto entro un paio di giorni.

La seconda carica era molto più pratica, offrendo unintera giornata di utilizzo e, con luso dello schermo E Ink, lo Yota avrebbe dovuto reggere il confronto con alcune delle attuali ammiraglie per farti passare una lunga giornata. Tuttavia, la batteria non può essere sostituita come i telefoni come lLG G3.

Laggiunta di YotaEnergy, che può essere utilizzata per disattivare varie funzioni del telefono, può anche aiutare a spremere più ore di utilizzo dal dispositivo. Ciò significa in genere che il 4G è spento, la luminosità diminuisce e la CPU è limitata per risparmiare energia.

Sempre più spesso i telefoni stanno diventando sostituti della fotocamera. Su quel fronte, lo YotaPhone 2 offre opzioni posteriori da 8 megapixel e frontali da 2 megapixel che fanno un lavoro equo.

Luso della fotocamera è abbastanza facile tramite il touchscreen, ma non esiste un pulsante di scatto dedicato della fotocamera, e anche se il pulsante di accensione si raddoppiasse per funzionare come uno, non sarebbe nella posizione giusta per essere utile. Troviamo anche che gli obiettivi anteriore e posteriore sono in qualche modo inclini a un dito che si agita per intralciare lo scatto.

Lo schermo E Ink posteriore mostra unimmagine "sorriso per la fotocamera" (che può essere disattivata se lo si desidera) che è piuttosto divertente. Altre opzioni nella fotocamera includono lHDR (high dynamic range), ma si tratta di quanto è in offerta.

I risultati dellimmagine sono ragionevoli in buona luce con dettagli sufficienti per essere messi in mostra. Quel dettaglio tiene bene anche la luce cala, nonostante una piccola introduzione di rumore dellimmagine. Non un brutto spettacolo nel complesso, ma nemmeno una prestazione di punta.

Abbiamo visto del potenziale dallo YotaPhone 2, ma il suo prezzo richiesto di £ 555 - o € 699 in Europa, con distribuzione americana e prezzo TBA - è più costoso rispetto allacquisto di un Moto X e Amazon Kindle messi insieme. Il che mette un grosso punto interrogativo sul dispositivo per noi.

In effetti molti saranno felici di usare Android senza la necessità di scavare in un secondo schermo, specialmente quando pagheranno un prezzo di punta per un dispositivo che è solo timido per raggiungere quel livello. È un operatore Android fluido, ma ci sono ancora alcuni problemi in termini di funzionamento del display E Ink.

Non cè nemmeno uno slot microSD per lespansione della memoria, il che è deludente. Sono solo 32 GB a bordo, e questo è tutto.

Scritto da Mike Lowe.