Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Per anni, i produttori di smartphone hanno provato numerosi modi per creare un display davvero edge-to-edge. Lobiettivo finale è avere uno smartphone con uno schermo che raggiunga tutti e quattro i bordi della cornice, senza interruzioni.

Lunico problema è stata la necessità di una fotocamera selfie. Che inevitabilmente è stato messo da qualche parte, e abbiamo visto un numero qualsiasi di metodi inventivi che mirano a cercare di nasconderlo, renderlo meno di ostacolo, o almeno, ridurne limpatto visivo.

Ci sono stati meccanismi di fotocamera pop-up , piccole tacche a goccia di rugiada, fotocamere flip e fotocamere perforate posizionate sulla parte anteriore dei telefoni. Ma cè una nuova tecnologia che mira a nasconderlo completamente: la fotocamera sotto il display. Conosciuto anche come USC (fotocamera sotto lo schermo) o UPC (fotocamera sotto il pannello).

Che cosè una fotocamera sotto il display?

Per fortuna, lindizio è molto chiaro nella descrizione. La fotocamera UPC/USC o sotto il display è una fotocamera nascosta dietro il pannello del display dello smartphone.

Come funziona una fotocamera sotto display?

In termini di base, è simile ai sensori di impronte digitali ottici in-display. Una piccola porzione del pannello del display è trasparente e lascia passare la luce su una fotocamera posizionata dietro il display. O per essere più tecnicamente precisi, una piccola porzione vicino alla parte superiore dello schermo è in realtà un secondo, minuscolo display trasparente.

Se ti stai chiedendo perché non possono fare ciò che fanno con i sensori ottici di impronte digitali e creare solo una parte trasparente dello schermo principale, è perché i pannelli OLED standard non sono ancora in grado di far passare abbastanza luce dallaltra parte per creare unimmagine a colori decente. Quindi, per ora, aziende come ZTE e Xiaomi hanno fatto ricorso allutilizzo di un display "invisibile" secondario, molto più piccolo allinterno di un display.

E, se usassero questo display come lintero pannello, ciò avrebbe conseguenze disastrose per la fedeltà dellimmagine sul display. Quindi lo mettono in una parte dello schermo dove - il più delle volte - la qualità dellimmagine non ha importanza: nella barra di stato.

Mentre lobiettivo finale è sicuramente quello di implementarlo in un modo che lo renda completamente invisibile, le prime iterazioni non sono riuscite a farlo. È per lo più invisibile nei giorni più bui, ma una volta che fai brillare la luce sullarea del display che nasconde la fotocamera, puoi vedere chiaramente larea che lascia passare la luce. Con lo sviluppo della tecnologia, ci aspettiamo che questo migliori.

Quali telefoni ce lhanno?

Il primo telefono ad avere la fotocamera sotto lo schermo è stato lo ZTE Axon 20 5G . Finora è anche lunico prodotto disponibile in commercio con la fotocamera sotto il display.

Il concept phone Apex 2020 di Vivo ce lha, ma questo è un concept phone e non è stato reso disponibile per lacquisto per i consumatori.

Sia Xiaomi che Oppo hanno anche dimostrato la tecnologia, ma ancora una volta, devono ancora rilasciarla in un telefono finale per la vendita al dettaglio. Si dice che arriverà anche sul Samsung Galaxy Z Fold 3 , ma per ora si tratta solo di speculazioni.

Perché non è su più telefoni?

La semplice risposta per questo - al momento della prima stesura di questo pezzo - è che la tecnologia è imperfetta. Cè un motivo se è stato implementato solo in un dispositivo di fascia media di ZTE.

Come già accennato, parte del motivo è che non è (ancora) possibile nascondere completamente quello schermo trasparente secondario. Laltro problema ha a che fare con la qualità dellimmagine dalla fotocamera che cè dietro.

Aggiungendo uno strato di materiale che non è completamente chiaro davanti a una fotocamera, diventa più difficile ottenere una foto davvero buona. Dopotutto, le fotocamere richiedono la luce per scattare foto, ma, soprattutto, hanno anche bisogno che la luce arrivi al sensore senza alcun disturbo al segnale per produrre risultati nitidi e accurati.

Questa è unestrema semplificazione, ma è quasi come coprire la fotocamera con uno strato molto sottile di carta da lucido e chiederle di scattare una foto buona come se non lavessi fatto. Non si può fare. O non è stato così lontano.

Lobiettivo è indubbiamente quello di rendere più trasparente la parte del display trasparente, ma anche di sviluppare migliori AI/algoritmi per correggere i problemi che derivano dal filtraggio della luce attraverso lo schermo.

Speciale Settimana del gioco su PC in associazione con Nvidia GeForce RTX - Pocket-lint Podcast 154

Scritto da Cam Bunton. Modifica di Britta O'Boyle.