Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - I produttori di smartphone hanno esplorato nuovi modi per attirare gli acquirenti negli ultimi anni, attraverso funzionalità come fotocamere selfie pop-up, fotocamere pinhole, sensori di impronte digitali in-display, display pieghevoli e così via.

Ora, anche OnePlus sta cercando di ravvivare le cose.

-

La società ha recentemente mostrato il telefono OnePlus Concept One dal colore cangiante e con rivestimento in vetro elettrocromico. Ma, come se ciò non fosse abbastanza per far sbavare potenziali clienti sui suoi prodotti, OnePlus sta ora pianificando di svelare la nuova "tecnologia dello schermo" in un evento speciale a Shenzhen, in Cina, il 13 gennaio.

Speciale Settimana della sicurezza domestica, intervista a Swann e altro ancora - Pocket-lint Podcast ep. 165

9to5Google ha individuato post sui social media cinesi dal produttore di smartphone che prendevano in giro levento imminente e la nuova tecnologia dello schermo.

OnePlus non ha detto ufficialmente cosa mostrerà, ma larte inclusa nel suo invito allevento mostra quelli che sembrano più schermi impilati insieme. Non siamo sicuri di cosa rappresenti, ma sospettiamo che farà parte di un altro prototipo di telefono come il Concept One. 9to5Google ha affermato che potrebbe essere semplicemente un pannello di visualizzazione a 120Hz in un innovativo dispositivo OnePlus, oppure potrebbe essere il punto di partenza di qualcosaltro.

Abbiamo contattato OnePlus per un commento, anche se probabilmente non sapremo di più fino allevento della prossima settimana. Quindi resta sintonizzato. Per ulteriori informazioni sul telefono OnePlus Concept One, che ha debuttato al CES 2020 a gennaio, consulta la nostra recensione qui.

Scritto da Maggie Tillman.