Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Sono stati pubblicati rendering trapelati che ci mostrano come sarà il livello di punta del Moto G100, ed è sicuro dire che è praticamente solo un Moto Edge S rinominato per il mercato internazionale.

La perdita mostra un telefono con una doppia fotocamera perforata sulla parte anteriore e un sistema di telecamere quadruple ben disposto sul retro.

Il telefono dispone anche di un sensore di impronte digitali fisico integrato nel pulsante di accensione, posizionato in una rientranza laterale. Mostra anche due opzioni di colore: un bianco setoso e un blu brillante e scintillante.

La novità, tuttavia, è il pulsante fisico di Google Assistant integrato nel lato sinistro del telefono. Questo pulsante è presente anche sugli ultimi telefoni della serie G.

Come notato da TechnikNews, che originariamente ha pubblicato le immagini , le specifiche sono praticamente identiche anche a Edge S.

Moto ha lanciato Edge S in Cina a gennaio, annunciando un telefono alimentato dal processore Snapdragon 870. Questo è uno degli ultimi processori di Qualcomm che non è potente quanto lSD888 di livello superiore, ma un gradino sopra la serie 700.

Dovrebbe essere dotato di un display LCD con risoluzione FullHD+ da 6,7 pollici con frequenze di aggiornamento fino a 90Hz. Un grande obiettivo saranno le telecamere.

Sul retro, il sistema quad è guidato da un sensore principale da 64 megapixel. È affiancato da una fotocamera ultra-wide da 16 megapixel, un sensore di profondità da 2 megapixel e un sensore ToF.

Motorola ha preso in giro il telefono attraverso il suo handle internazionale di Twitter, quindi non passerà molto tempo prima che il telefono venga lanciato. Dovrebbe essere ufficiale nelle prossime settimane.

Scritto da Cam Bunton.