Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Huawei, Xiaomi, Oppo e Vivo hanno unito le forze per rompere la presa che Google Play ha sul mercato delle app Android.

I produttori di telefoni cinesi stanno creando una piattaforma condivisa che gli sviluppatori di app possono utilizzare per caricare giochi e utilità rispettivamente su tutti i loro singoli app store. Ciò incoraggerà efficacemente gli studi a circumnavigare la vetrina digitale di Google quando si tratta di telefoni di tutti e quattro i marchi.

-

Considerando la rapidità con cui Huawei e Xiaomi sono cresciuti da soli nei mercati occidentali, questa è una mossa importante e probabilmente sarà supportata dagli sviluppatori di app di tutto il mondo. Potrebbe anche porre fine alla dipendenza che i produttori di smartphone hanno avuto su Google e negare limpatto dellattuale divieto commerciale di Huawei negli Stati Uniti.

Le quattro società hanno chiamato il proprio schema Global Developer Service Alliance (GDSA). Supporterà anche film e musica.

Reuters afferma che il servizio doveva essere lanciato a marzo, ma al momento non è chiaro se sia stato ritardato a causa degli effetti che lepidemia di coronavirus sta avendo sullindustria cinese.

Una volta lanciato, sarà presumibilmente disponibile in nove regioni, tra cui India, Indonesia e Russia.

Le migliori offerte telefoniche del Black Friday 2021: Samsung, OnePlus, Nokia e altro

"Formando questa alleanza, ogni azienda cercherà di sfruttare i vantaggi delle altre in diverse regioni, con la forte base di utenti di Xiaomi in India, Vivo e Oppo nel sud-est asiatico e Huawei in Europa", ha affermato il VP of Mobility di Canalys, Nicole Peng a Reuters.

Scritto da Rik Henderson.