Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Dopo un 2019 difficile per Huawei - con gli Stati Uniti che hanno consegnato un divieto di Google , che non è stato risolto nonostante i nuovi colloqui commerciali USA-Cina nel 2020 - lazienda cinese sta combattendo per riaffermarsi nel mercato della telefonia mobile, parlando a un Huawei Developer Day a Londra, Regno Unito.

Con i suoi ultimi dispositivi, come il Mate 30 Pro , incapace di utilizzare i servizi Google e, quindi, Google Play Store, la società cinese ha dichiarato nellagosto 2019 alla sua iniziale Huawei Developer Conference (HDC) che avrebbe portato i propri servizi , potenzialmente sotto il suo sistema operativo HarmonyOS .

-

Conosciuta come Huawei Mobile Services, la piattaforma è stata confermata nella sua versione 4.0 nel dicembre 2019. LAppGallery dellazienda, la sua alternativa a Google Play Store, esiste da tempo nei suoi telefoni, è solo raramente utilizzata dal pubblico occidentale.

Lobiettivo, quindi, è stato quello di coinvolgere più sviluppatori tramite il suo HMS Core, un servizio gratuito di registrazione per gli sviluppatori che desiderano portare le proprie app nello store, con ulteriori informazioni e incentivi. Dato che AppGallery ha già oltre 400 milioni di utenti mensili, la maggior parte dei quali in Cina, ovviamente, è un pubblico piuttosto potenziale.

Huawei è ancora pronta e in attesa, con il dito in bilico sul pulsante "Ripristina Google Services", ma con quel percorso che sembra meno probabile nei mercati occidentali, HMS è il probabile futuro. Il CEO dellazienda, Richard Yu, afferma che il marchio è pronto e che circa 55.000 sviluppatori si sono iscritti a HMS.

Il che va tutto bene. Non sorprende che uno dei 100 marchi di maggior valore al mondo abbia le risorse per creare sistemi di livello mondiale in poco tempo e attirare gli altri. La domanda più grande, pensiamo, è se le persone ora si fidano del marchio e potrebbero anche considerare di investire nei suoi dispositivi futuri. Lo stesso vale per gli sviluppatori, sapendo che non ci sarà alcun mercato statunitense in cui infiltrarsi, soppesando le somme dei costi di sviluppo e della portata del mercato.

È la settimana della sicurezza domestica su Pocket-lint

Non vediamo lora di vedere dove arriverà Huawei con lavanzare del 2020. Lazienda esporrà al Mobile World Congress 2020 a febbraio, dopo essersi presentata anche al CES 2020 di Las Vegas , ma sospettiamo che qualsiasi nuovo prodotto sarà focalizzato su laptop e tablet.

Scritto da Mike Lowe.