Una storia di skin Android

Quando Android è stato lanciato, è stato visto come piuttosto grezzo accanto all'iPhone o al sistema operativo BlackBerry. Ha dato origine a modifiche, principalmente pelli di produttori. (credito immagine: Pocket-lint)
HTC Sense è il nonno delle skin Android, ha creato HTC e ha fornito un'esperienza utente che non si poteva trovare altrove. Era basato su HTC TouchFlo di Window Mobile. (credito immagine: Pocket-lint)
Tentando di mettere insieme tutto, Motoblur voleva essere una casella di posta universale come offerta da BlackBerry. Non è durato a lungo poiché Moto è stata acquistata da Google nel 2012. (credito immagine: Pocket-lint)
Cyanogen è stato uno dei primi ad iniziare, con l'obiettivo di supportare coloro che volevano modificare i propri dispositivi. Esiste ancora come LineageOS. (credito immagine: Pocket-lint)
Samsung TouchWiz è stato visto anche su altri dispositivi, il predecessore di One UI che è ancora sui telefoni Samsung. È probabilmente la skin Android più completa. (credito immagine: Pocket-lint)
La MIUI di Xiaomi è iniziata nel 2010 e ha cercato di rielaborare Android come ROM. Ora ha oltre 500 milioni di utenti attivi ed è ancora sui telefoni Xiaomi. (credito immagine: Pocket-lint)
Il tentativo di Huawei di domare Android ha portato alla EMUI - Emotion UI. Nonostante la separazione da Google, Huawei offre ancora gran parte dell'esperienza sui suoi telefoni Android. (credito immagine: Pocket-lint)
OnePlus è stato lanciato con OxygenOS nel 2015 per offrire un'esperienza più pulita. È molto apprezzato dalla community e funziona ancora sui telefoni OnePlus. (credito immagine: Pocket-lint)
Esistono numerosi dispositivi Android senza skin: Motorola, Nokia, Pixel. Ma i dispositivi skin come quelli di Samsung dominano ancora il mercato. (credito immagine: Pocket-lint)
#}