Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - La skin Android - quel livello software che i produttori intonacano sopra Android - è sempre stata una cosa controversa.

La skin è stata sia la salvatrice di Android come piattaforma mobile sia la più grande rovina di un produttore; le pelli hanno creato l'esperienza, distrutto l'esperienza e portato frustrazione e gioia in egual misura.

È stato accusato di ritardo, duplicazione, bloatware; accusato di ritardare gli aggiornamenti all'ultima versione di Android ; o il motivo principale per cui le persone scelgono un marchio piuttosto che un altro.

Ma da dove è iniziato tutto questo?

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 2

2008: inizi grezzi per Android

Torna al 2008 e il lancio del T-Mobile G1 - o HTC Dream - e Android era un sistema operativo abbastanza grezzo, un povero cugino di iOS di Apple lanciato l'anno prima sul primo iPhone e privo di alcune delle raffinatezze I dispositivi di RIM come il potente BlackBerry Bold .

Ma era pieno di potenziale e c'era qualcosa in Android che piaceva a molti. Era open source e facile da personalizzare e ciò ha portato all'hacking, al jacking e al modding da parte di fan e aziende, fornendo un'opportunità di varietà che mancava ai rivali.

Android è stato progettato per essere ovunque ed eseguire qualsiasi cosa, e un decennio dopo lo ha raggiunto.

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 3

2009: HTC Sense ci regala un eroe

HTC ha avuto probabilmente la maggiore influenza su Android nei primi giorni. L'azienda ha realizzato i primi dispositivi Android: il G1 come OEM e poi il G2 con il marchio HTC. Ma è stato il lancio dell'HTC Hero nel 2009 a fare qualcosa di molto più importante: ha introdotto HTC Sense.

L'obiettivo di HTC Sense era quello di tagliare la crudità di Android e portare con sé "momenti di gioia". Non era tutto nuovo: molto HTC Sense era stato precedentemente utilizzato in HTC TouchFlo sui suoi dispositivi Windows Mobile, come l'HTC Diamond . HTC Sense si è caratterizzato per il suo uso massiccio di widget della schermata iniziale, pagine iniziali multiple, aggregazione di social network e condizioni meteorologiche ossessive.

HTC Sense, pur fornendo molta raffinatezza all'utente medio, è stato visto come lento e accusato di rallentare i telefoni HTC, alimentando il desiderio di molti di fare le proprie cose. Infatti, nel 2011, HTC ha sbloccato i bootloader per consentire un modding più semplice. Nel 2012 HTC stava dicendo che HTC Sense stava diventando troppo complicato , ma quando HTC ha iniziato a scivolare, altri hanno iniziato a crescere.

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 9

2009: Motorola entra in un Droid Blur

Motorola è probabilmente la più grande compagnia di telefonia mobile di tutti i tempi. Motorola ha lavorato con Google e Verizon su telefoni a marchio Droid che hanno fatto molto per la visibilità di Android negli Stati Uniti. A livello globale la storia era leggermente diversa.

Motoblur - lanciato su Moto Dext/Cliq nel 2009 - questa skin per Android ha tentato di fondere cose come i social network e aiutarti a rimanere al passo con la tua vita digitale. È stato un po' un pasticcio dato che Motorola mirava a eguagliare Palm Synergy e Universal Inbox di BlackBerry.

Motoblur non è durato a lungo: Motorola ha diviso la sua azienda nel 2011 e Motorola Mobility è entrata a far parte di Google nel 2012 e poi di Lenovo nel 2014, sputando fuori il Nexus 6 e dando vita alla famiglia Moto G.

Il Moto G 2014 è stato, probabilmente, il telefono più significativo nella storia di Motorola Android, incentrato sull'accessibilità, ma anche spedito praticamente in uno stato Android di serie, il primo dispositivo non Nexus a farlo davvero. Ha anche posto la domanda: abbiamo bisogno di skin Android?

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 4

2009: un esercito mod

Quasi non appena Android è diventato disponibile, le persone hanno iniziato a modificarlo. CyanogenMod è la più conosciuta, essendo stata una build preferita per coloro che volevano aumentare le prestazioni del proprio dispositivo o utilizzare funzionalità non ancora rilasciate da Google.

Cyanogen ha avuto problemi con Google nel 2009 per aver incluso elementi nella build (come Maps e YouTube) di cui Google voleva mantenere il controllo nelle proprie distribuzioni. Entro il 2013, CyanogenMod aveva il proprio programma di installazione su Google Play per semplificare le cose.

CyanogenOS - una versione commerciale della mod - era su alcune versioni di OnePlus One nel 2014 prima che OnePlus lanciasse il suo sistema operativo Oxygen nel 2015. Oppo si è anche dilettato offrendo Cyanogen Mod come alternativa installabile a ColorOS su dispositivi come Oppo N1 e British il marchioWileyFox pensava che fosse un USP attraente per i suoi dispositivi sfortunati.

Le ROM personalizzate sono spesso viste come un'ancora di salvezza per i dispositivi meno recenti, consentendo alla comunità Android di aggiungere funzionalità quando il supporto ufficiale del produttore si esaurisce. Nel 2016, Cyanogen ha raggiunto la fine della linea - per evolversi in LineageOS - ma molte mod sono ancora in esecuzione e popolari.

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 5

2010: Nasce Samsung TouchWiz

Il primo telefono Android di Samsung, il Galaxy i7500 , era Android di serie, ma Samsung ha trovato forma nel 2010 con il lancio del Samsung Galaxy S. Ha introdotto TouchWiz su Android, dopo aver precedentemente preso una svolta sui dispositivi Samsung Omnia Windows Mobile , quindi in molti modi TouchWiz si è evoluto come HTC Sense, spostandosi tra le piattaforme.

Il Samsung Galaxy S con TouchWiz è stato immediatamente paragonato all'iPhone, seguendo molte delle stesse piste di design skeuomorphic, ma Samsung ha continuato con TouchWiz fino a quando il nome è stato abbandonato a favore di Samsung Experience UX e, più recentemente, One UI . Ma c'è stata una chiara evoluzione dai primi Galaxy S ai dispositivi più recenti .

Più o meno nello stesso periodo della crescita di Android, Samsung stava lavorando sui propri dispositivi Bada e Tizen . I commentatori hanno affermato all'epoca - e continuano a farlo - che Samsung stava lavorando sulla propria piattaforma per ridurre il rischio di impegnarsi completamente con Android di Google. Ciò è ancora evidente oggi: Samsung spingendo Bixby come alternativa a Google Assistant e continuando a modificare Android con tutto il cuore su ogni dispositivo che rilascia è un chiaro segnale di come Samsung vuole possedere l'esperienza, piuttosto che essere solo un altro produttore.

E Samsung possiede l'esperienza. Non solo Samsung ha un'enorme quota di mercato globale, è la skin Android più coerente e completa, evitando alcune delle discutibili decisioni UX dei rivali (in particolare) cinesi. Se c'è un maestro della skin Android, dobbiamo dire che è Samsung.

Pocket-lintUna storia di skin Android immagine 6

2010: E Mi?

Nel frattempo in Cina si stava sviluppando un mercato diverso. Xiaomi si considera prima di tutto una società di software e la MIUI ne è figlia. Lanciata per la prima volta nel 2010 - più o meno nello stesso periodo di altre skin Android - la ROM MIUI è stata resa disponibile per un'ampia gamma di dispositivi di altri produttori - Samsung, Sony, HTC - mentre funzionava anche sui telefoni Xiaomi, che includevano anche servizi Mi aggiuntivi .

Dopo un battibecco tra il governo cinese e Google nel 2014, tutti i servizi di Google sono stati banditi in Cina e Xiaomi li ha rimossi, lasciando Xiaomi a colmare le lacune con i propri prodotti. Nelle versioni internazionali, tuttavia, i servizi di Google funzionano bene, ma è ancora una pelle pesante con molte personalizzazioni.

Xiaomi ha ceduto leggermente, lanciando lo Xiaomi Mi A2 con Android One , ma la MIUI è molto della scuola di pensiero del "cambia tutto". Nel 2017 Xiaomi ha confermato che la MIUI aveva oltre 300 milioni di utenti attivi, quindi non andrà da nessuna parte.

Pocket-lintUna storia di immagini Android Skin 7

2013: Entrare in contatto con Emotion (UI)

Huawei è salita sul palco a Londra nel 2013 per lanciare l'Ascend P6 , insieme all'interfaccia utente Emotion, emersa per la prima volta nel 2012. È stato l'inizio di un'aggressiva espansione europea mentre Huawei guardava a nuovi mercati. Richard Yu, CEO di Huawei, ha affermato che l'interfaccia utente di Emotion aveva "centinaia di miglioramenti" rispetto ad Android di serie e ha rifiutato fermamente l'idea di una "Google Edition" o "Nexus Experience" all'epoca. È stato affermato che la skin del software su Android aggiungeva "emozione" che mancava al software di Google.

L'interfaccia utente delle emozioni è diventata EMUI, utilizzata ancora oggi sui dispositivi Huawei e Honor. Come Samsung, Huawei vuole possedere l'esperienza. Huawei ha lentamente adottato funzionalità più vicine ad Android nelle recenti iterazioni, ma si attiene ostinatamente all'EMUI come piattaforma. Fatta eccezione per il Nexus 6P , ovviamente, che forse era il telefono di Huawei per la maggiore età.

Huawei è ora un attore globale dominante negli smartphone, quindi è probabile che EMUI continui a combattere.

Pocket-lintImmagine di una storia di skin Android 8

2015: Oxygen OS: una boccata d'aria fresca?

In precedenza abbiamo menzionato CyanogenOS su OnePlus One, quindi continuiamo con la storia di OnePlus . Nei primi anni di OnePlus, ricordiamo di aver sentito dire "non è Android, è OxygenOS", ma OxygenOS è una delle skin che meglio si adattava alle capacità di sviluppo di Android.

Questo è un interessante punto di differenziazione da Oppo, il marchio gemello della stessa casa madre. Mentre OxygenOS è generalmente ben accolto dai fan di Android, Oppo offre la propria skin ColorOS, che cambia molto per un piccolo ritorno apparente. C'è una netta differenza di approccio tra Oppo e OnePlus.

Certamente, in molti casi, OnePlus sembra avere il vantaggio, offrendo aggiornamenti veloci e una forte community. È anche generalmente considerato che faccia un lavoro migliore nel mantenere Android veloce, rimanendo una delle migliori esperienze nei dispositivi Android con skin.

Pocket-lintUna storia di immagini Android Skin 10

Un futuro Android puro?

I primi telefoni Android non erano i migliori e non è stata una sorpresa vedere l'aumento delle alternative: HTC e Samsung hanno particolarmente favorito questo (LG e Sony hanno fatto la loro parte tra gli altri, ma non in misura così grande), ma poi abbiamo ha visto l'emergere del Nexus mentre Google ha lavorato con quegli stessi produttori sui propri telefoni.

Il vantaggio offerto da Nexus e poi da Pixel erano aggiornamenti più rapidi, qualcosa che è stato il bugbear di Android sin dall'inizio. Mentre Apple lo elogia su Google, spostando un gran numero di utenti all'ultimo software in un colpo solo, Android vacilla da un aggiornamento all'altro con un'incertezza ubriaca.

Ma l'emergere di programmi come Android One cambia le cose. Con Android ora molto raffinato e sofisticato, le app di Google si dividono e si aggiornano regolarmente (indipendentemente dalla versione del sistema operativo principale), c'è la sensazione che le skin non aggiungano molto, tranne i ritardi. Nokia è diventata il capostipite di Android One, spingendo gli aggiornamenti molto più velocemente di aziende come Samsung e fornendo una strada per telefoni Android puri a prezzi accessibili.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

Ma questo segnala la fine della skin Android? No, non è così. Samsung e Huawei si stanno aggrappando alle proprie interfacce e, alla fine, sono le due più grandi aziende di smartphone del pianeta.

Scritto da Chris Hall. Modifica di Adrian Willings.