Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Google Pixel ha da tempo una reputazione per le foto eccellenti. Dal primo dispositivo lanciato nel 2016, qualunque cosa pensiate dei telefoni di Google - o in effetti di Android - il Pixel è stato sinonimo di unottima fotocamera.

Per alcuni è stato confuso: Google è rimasto bloccato con gli stessi sensori e più o meno la stessa esperienza sui suoi telefoni per un certo numero di anni. Mentre altri hanno saltato in giro con diverse configurazioni, la fotocamera Pixel è appena stata attivata.

Ma tutto cambia per il 2022, con il più grande passaggio alla fotocamera Pixel nei 6 anni della sua storia.

squirrel_widget_6166075

Pocket-lintCosa cè di nuovo nella fotocamera di Pixel 6 Pro? foto 2

La fotocamera di Google Pixel 6 Pro

Ci sono tre fotocamere sul retro di Google Pixel 6 Pro , in quella barra della fotocamera dal design distintivo che si estende sul retro del telefono.

Quella barra ospita anche il laser per la messa a fuoco assistita, i sensori spettrali e di sfarfallio, oltre al flash.

Lavorando da sinistra a destra hai la fotocamera principale, la fotocamera ultrawide e poi la caratteristica apertura rettangolare per il teleobiettivo piegato/periscopio.

Fotocamera principale

  • 50 MP, 1/1,31 pollici, 1,2 μm, f/1,85 pollici

La grande novità è che Google è passato a un sensore da 50 megapixel, dal sensore da 12 megapixel che utilizza da molto tempo. Questo porta a un cambiamento come non abbiamo mai visto prima.

I vecchi modelli Pixel utilizzano il sensore Sony IMX363, con una dimensione di 1/2,55 pollici e una risoluzione di 12,2 megapixel. I pixel su questo sensore sono 1.4μm.

Si pensa che il nuovo sensore sia il Samsung ISOCELL GN1 (questo non è stato confermato), ma Google ha confermato che ha una dimensione di 1/1,31 pollici, che è molto più grande, e una risoluzione di 50 megapixel. I pixel risultanti sono 1.2μm.

Pocket-lintfoto foto 5

Cosa significa tutto questo? Ignorando la risoluzione per un minuto, significa che il sensore Pixel 6 Pro (e Pixel 6 se è per questo) è molto più grande di prima. Google afferma che può assorbire il 150% di luce in più e la luce è lelemento chiave per catturare le immagini.

I pixel sul nuovo sensore sono in realtà più piccoli, ma sorprendentemente non di molto. A 1.2μm sono più grandi di molti rivali, ma sono combinati per dare unimmagine da 12,5 megapixel (50 ÷ 4 = 12,5).

(Vale la pena ricordare che molti sensori ad alta risoluzione non sono più grandi del vecchio sensore Pixel e hanno pixel più piccoli. Potrebbe suonare bene sulla carta, ma non sempre darà buoni risultati quando è necessaria molta luce.)

Pocket-lintfoto foto 6

Il Pixel 6 Pro ha un teleobiettivo dedicato, ma sul Pixel 6 la fotocamera principale da 50 megapixel dovrà fornire la risoluzione per lo zoom Super Res 7x che offre.

A differenza di altri telefoni, non è possibile scattare foto a piena risoluzione, ad esempio foto da 50 megapixel. Ne siamo contenti: non cè alcun vantaggio reale nello scattare immagini molto più grandi a meno che il tuo piano non sia quello di ingrandire e ritagliare manualmente in seguito, e il punto centrale di Super Res Zoom è che non lo fai.

Cè la stabilizzazione dellimmagine elettronica e ottica sulla fotocamera principale.

Fotocamera ultragrandangolare

  • 12 MP, 1,25 μm, f/2,2, 114 gradi

La fotocamera ultrawide è simile a quella che abbiamo visto prima, offrendo ora quello che viene definito zoom 0,7x ma con unampiezza fino a 114 gradi.

In precedenza era 0,6x e 117 gradi, ma tieni presente che questi campi visivi massimi non sono sempre disponibili a meno che non utilizzi il file immagine RAW.

Pocket-lintfoto foto 7

Questo perché cè la correzione dellobiettivo in gioco che rimuoverà parte della distorsione sullimmagine e questo spesso significa che limmagine finale non è ampia come la figura indicata.

È interessante notare che qui la risoluzione è diminuita (è 16 megapixel sui Pixel 5 e sui modelli precedenti), ma la dimensione dei pixel è effettivamente aumentata, quindi dovrebbe essere migliore nel catturare la luce. Lapertura rimane la stessa.

Teleobiettivo

  • 48MP, 0.8μm, f/3.5, ottico 4x

La novità su Pixel 6 Pro deriva dal teleobiettivo, il primo periscopio o obiettivo di tipo piegato utilizzato da Google, che lo vede davvero unirsi al mainstream con questa tecnologia, che Samsung e Huawei hanno spinto negli ultimi dispositivi.

Invece di avere un percorso della luce rettilineo dallobiettivo al sensore, la luce viene spostata di 90 gradi da un prisma. Ciò offre più spazio tra lobiettivo e il sensore nel telefono in modo da ottenere un ingrandimento maggiore, da qui lo strano design rettangolare.

Questo non è il primo telefono con un teleobiettivo di Google - il Pixel 4 XL offriva 2x - ma il Pixel 6 Pro è davvero un passo avanti nellambizione e darà immagini più chiare con uno zoom maggiore.

Cè un sensore da 48 megapixel per i principianti e, sebbene i pixel non siano grandi, quella risoluzione è lì per aiutare la progressione verso lo zoom Super Res 20x. Offre OIS ed EIS per mantenerlo stabile. Super Res Zoom è un sistema di zoom ibrido che prende i dati da più fotogrammi per migliorare lupscaling, utilizza fondamentalmente un carico di intelligenza artificiale per migliorare le immagini ingrandite.

Significa che ottieni risultati migliori utilizzando uno zoom con pizzico rispetto a quando scatti la foto e poi pizzichi per ingrandire limmagine, e questo vale per il sistema Super Res Zoom 20x di Pixel 6 Pro.

Mentre lapertura è scesa a f/3.5, il che significa che meno luce arriva al sensore, questo non è raro sui teleobiettivi. Google gioca lo stesso trucco che usano altri, come Samsung, di scegliere lobiettivo in base alle condizioni di luce. Premi lopzione di zoom 4x in condizioni di scarsa illuminazione e stai effettivamente utilizzando lo zoom digitale dal sensore principale, perché i risultati saranno migliori rispetto al teleobiettivo in quelle condizioni.

Questo è facile da testare: basta coprire lobiettivo sul retro del telefono per vedere quale sta effettivamente utilizzando. Se, in condizioni di scarsa illuminazione, desideri zoom più alti, passerà al teleobiettivo. In alcuni casi su Pixel 6 Pro, puoi vedere linterruttore nellapp quando passi dal digitale allottico: di nuovo, puoi testare mettendo il dito sullobiettivo corrispondente per vedere cosa stai effettivamente guardando.

Pocket-lintCosa cè di nuovo nella fotocamera di Pixel 6 Pro? foto 4

Fotocamera frontale

  • 11,1 MP, 1,22μm, f/2,2, 94 gradi

La fotocamera anteriore del Pixel 6 Pro arriva fino a 11,1 megapixel e supporta video 4K. Il Pixel 6 ha una fotocamera frontale da 8 megapixel e offre solo lacquisizione di video Full HD.

La fotocamera frontale di Pixel 6 Pro è di nuovo ultrawide e, come altri modelli Pixel, offre diversi campi visivi, quindi puoi avere qualcosa di più vicino o qualcosa di più ampio, ideale per le foto di gruppo. Anche in questo caso, la figura del grandangolo di 94 gradi è disponibile solo in RAW, sarà corretta per lobiettivo e finirà un po più stretta.

La fotocamera anteriore è a fuoco fisso, ma offre tutte le modalità che trovi altrove nel telefono: ritratto, Night Sight, modalità Motion, ecc. Ciò significa che puoi scattare un selfie e ottenere i fantastici effetti che potresti ottenere sulla fotocamera posteriore , quindi è molto più versatile di alcuni rivali.

Quindi cosa è cambiato nellapp?

Abbiamo descritto in dettaglio cosa offrono tutte le fotocamere, ma quando apri lapp su Pixel 6 Pro, non è cambiato molto. Rispetto al Pixel 4a 5G (entrambi con Android 12 ), non cè molta differenza nellapp stessa.

Questo, diciamo, è un bene. Non cè niente di nuovo da imparare qui, è comunque unesperienza semplice, con uninterfaccia ordinata e unelusione generale di opzioni che confonderanno gli utenti.

In effetti, il menu delle impostazioni è praticamente lo stesso, toccando licona delle impostazioni si aprirà un menu con le impostazioni relative alla modalità in cui ti trovi (ad esempio, risoluzione nel video, se desideri ritoccare il viso in verticale, ecc.).

Ciò che è cambiato è laggiunta della modalità Motion.

Spiegazione della modalità di movimento

Una delle nuove funzionalità principali che si basa sullintelligenza artificiale, come gran parte dellesperienza della fotocamera di Google, è la modalità Motion. Questo è diviso in due opzioni: panoramica e lunga esposizione.

Pocket-lintfoto foto 1

Laction pan è il tipo di cosa che useresti per catturare qualcosa che si muove a velocità, come una moto che passa. Tradizionalmente per fare questi scatti, muovevi la fotocamera con la bici mentre scattavi la foto, sfocando così lo sfondo mantenendo il soggetto nitido e a fuoco.

LAction Pan lo ricrea guardando limmagine e capendo cosa dovrebbe essere nitido e cosa dovrebbe essere in movimento. Funziona anche con la fotocamera frontale, quindi puoi usarla per selfie con un senso di velocità, come la foto sopra su una bicicletta.

Pocket-lintfoto foto 2

Laltra opzione è una lunga esposizione. Questo è il tipo di cosa che useresti per creare sfocature in unimmagine altrimenti fissa, ad esempio scie luminose o movimento fluido di una cascata. Se utilizzi una fotocamera "reale" potresti dover utilizzare un filtro a densità neutra (ND) per ridurre la luce che entra in modo da poter avere unesposizione più lunga per catturare il movimento senza esporre eccessivamente tutto il resto. Google Pixel 6 lo farà utilizzando lintelligenza artificiale, bilanciando essenzialmente limmagine per dare limpressione di movimento nella scena. Nella foto sopra, lacqua ha una sorta di aspetto cremoso a causa dellesposizione più lunga.

Entrambe le opzioni sono facili da usare, devi solo selezionare quello che vuoi e premere il pulsante.

Pocket-lintschermi foto 1

Cursore del bilanciamento del bianco

Ora cè la possibilità di regolare manualmente il bilanciamento del bianco, oltre ai cursori di esposizione per la luminosità e le ombre che esistevano prima.

Questa è forse unopzione un po geniale, ma forse è dovuta al fatto che unarea in cui la fotocamera Pixel non era la più potente era in alcune scene in interni. Anche se la maggior parte delle volte è fantastico, abbiamo scattato molte calde immagini di interni, specialmente con luce artificiale, dai telefoni Pixel.

Ora sarai in grado di correggerlo da solo facendo scorrere il regolatore, il che significa che puoi eliminare quei toni gialli errati allinterno. Unammissione di sconfitta, forse?

Se non desideri nessuno di questi controlli manuali, puoi disattivarli nelle impostazioni.

Tono reale

Unaltra aggiunta è Real Tone. Questa non è una modalità o qualcosa che puoi controllare, è integrata nellintelligenza artificiale dietro la fotocamera Pixel.

È progettato per riconoscere diverse tonalità della pelle, quindi la fotocamera può assicurarsi che tutti nella foto abbiano laspetto che dovrebbero.

Un riepilogo delle modalità esistenti

Vista notturna

La fotocamera di Google offre Night Sight che può eseguire lunghe esposizioni a mano libera in condizioni di scarsa illuminazione con risultati notevoli. Utilizza una gamma completa di tecnologie - aumentando lISO, allungando lacquisizione, combinando più immagini e correggendo per rimuovere sfocatura e rumore - per creare le sue immagini.

Pocket-lintfoto foto 3

La modalità Astrofotografia è unestensione di Night Sight quando la fotocamera è stabile e punta a un cielo scuro. Catturerà quindi immagini fino a 4 minuti in modo da poter riprendere le stelle.

Night Sight può essere selezionato manualmente o attivato automaticamente in condizioni di oscurità.

Ritratto

Il ritratto è un classico, separa il soggetto in primo piano dallo sfondo per creare quelleffetto bokeh.

Ci sono due opzioni offerte su Pixel 6 Pro 1x o 2x in modo da avere una lunghezza focale leggermente diversa, sebbene entrambe provengano dalla stessa fotocamera. Puoi usarlo su qualsiasi cosa su cui puoi mettere a fuoco, ma quando viene rilevato un volto, la fotocamera ha unidea migliore di quale sia il soggetto.

Pocket-lintfoto foto 4

Hai quindi la possibilità di regolare limmagine nelle opzioni Strumenti in Google Foto. Ciò ti consentirà di regolare la sfocatura o la profondità e, se viene rilevato un volto, di regolare anche la posizione della luce del ritratto. Funziona sia con la fotocamera anteriore che con quella posteriore.

video

Il video offre slow motion e time lapse in cima al video normale. Le normali impostazioni video su Pixel 6 Pro includono 30 o 60 fps, con risoluzioni Full HD o 4K.

Sia il time lapse che il rallentatore offrono varie velocità.

Allinterno del video ci sono anche opzioni di stabilizzazione, che includono un paio di opzioni avanzate. Cè Locked per mantenere il video stabile, Active per quando cè molto movimento, o cè Cinematic Pan, che rallenterà le cose per una panoramica fluida che sembra professionale, piuttosto che una rotazione traballante della telecamera.

modalità

Infine ci sono alcune delle vecchie modalità di Google che si trovano in questa opzione finale, tra cui panorama e Photo Sphere, che possono unire le foto con una precisione sorprendente. Cè anche laccesso a Google Lens , ma quellopzione è integrata nella fotocamera, quindi se la punti su un codice QR, offrirà il collegamento; se lo indichi su una serie di numeri, li offrirà.

Pocket-lintCosa cè di nuovo nella fotocamera di Pixel 6 Pro? foto 6

Aggiunte a Google Foto

Alcune delle nuove funzionalità della fotocamera non sono nemmeno nella fotocamera, sono in Google Foto .

Cè davvero la sensazione che Google stia costruendo il suo ecosistema attorno a Google Foto, offrendo funzionalità uniche ai proprietari di Pixel e agli abbonati a Google One . Forse è per placare coloro che sono ancora in lutto per la perdita di spazio di archiviazione illimitato per le foto.

Google Foto ora offre un paio di nuovi strumenti.

Gomma magica

Magic Eraser è, come suggerisce il nome, un modo rapido per rimuovere elementi da una foto che potresti non volere. Puoi scattare una foto e poi in Strumenti in Google Foto puoi aprirla e riordinare limmagine.

Google Foto eseguirà la scansione dellimmagine per vedere se è in grado di rilevare qualcosa da rimuovere, ma poi puoi semplicemente tracciare il dito sugli elementi che desideri rimuovere. Ad esempio, un bidone della spazzatura sulla strada dietro di te o un cartello. Puoi anche pizzicare lo zoom per rendere le rimozioni davvero precise.

Inoltre, non è necessario scattare foto con Pixel 6 Pro per utilizzarlo: funzionerà con tutte le tue foto.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

Sfocatura viso

Face Unblur è progettato per rimuovere quei volti sfocati quando qualcuno semplicemente non sta fermo. Quando apri Google Foto vedrai che cè un badge su di esso per mostrare che ha rimosso la sfocatura.

Una parola sullAI

Google si occupa di fotografia computazionale e Pixel 6 e Pixel 6 Pro ne sono esempi perfetti. A parte lhardware e gli obiettivi, le modalità e le funzionalità sono fondamentalmente offerte su tutte le fotocamere. Poiché è lintelligenza artificiale a fare il lavoro piuttosto che un effetto fotografico, può offrire la funzione Night Sight sia sulla fotocamera anteriore che su quella posteriore. Ciò vale anche per cose come la modalità ritratto e la modalità movimento: dalla modalità, passa alla fotocamera anteriore e sarai in grado di scattare foto interessanti di te stesso.

Naturalmente, la critica comune alla fotografia basata sullintelligenza artificiale è che può essere irrealistica. È vero: ci sono foto che abbiamo scattato che non assomigliano molto alla scena originale. Nel campione ultrawide sopra ci sono frange blu intorno alla luce che passa attraverso le foglie - e questo è stato elaborato nellimmagine. I colori, tuttavia, con i vivaci verdi e marroni, assomigliano alla scena.

Altrove, può esserci un alleggerimento aggressivo delle immagini. Ciò può significare che alcune ombre sono un po più chiare di quanto ci si potrebbe aspettare. Questo è comune nella fotografia HDR e significa che le immagini hanno meno probabilità di sembrare cupe in condizioni di scarsa illuminazione, ma non si può evitare il fatto che le immagini notturne possono essere illuminate in modo che siano più luminose della scena. Ciò che è impressionante è che questo viene spesso ottenuto preservando la qualità. Alla fine, tuttavia, la maggior parte delle immagini scattate ha un bellaspetto, con alti tassi di successo quando la luce è scarsa.

Riassumendo

Cè molto di familiare sulla fotocamera di Pixel 6 Pro e cè molto di nuovo. Ci piace che Google abbia mantenuto linterfaccia e lesperienza simili, ma abbia modificato le tecnologie sottostanti.

Certamente, ci sono molte cose intelligenti qui, che mostrano davvero la fusione della fotografia computazionale con lhardware appena migliorato. Mentre i possessori di altri dispositivi Pixel beneficeranno di alcune di queste tecnologie, Pixel 6 Pro è il nuovo fiore allocchiello.

Lespansione dellofferta di teleobiettivi porta Google Pixel 6 Pro in una nuova direzione, con grande fedeltà fino alla portata massima di 20x. La fotocamera principale è stellare, capace in tutte le condizioni e dà facilmente ottimi risultati. Anche la fotocamera frontale merita una menzione, in quanto fa sembrare scadenti gli altri smartphone, in particolare un buon rilevamento dei bordi sui ritratti. Lintroduzione di Magic Eraser richiede un grande sforzo anche per riordinare le tue foto, dandoti ancora più potere in tasca.

In definitiva, Pixel 6 Pro è una delle fotocamere più soddisfacenti su uno smartphone: rende facile scattare buone foto, indipendentemente dalle condizioni.

Scritto da Chris Hall.