Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Sono emerse prove che suggeriscono che il prossimo fiore allocchiello di Google, il Pixel 6 , presenterà il primo processore fatto in casa di Google.

Nome in codice "Whitechapel" - e indicato anche come GS101 - questo processore vedrebbe Google prendere spunto dal libro di Apple, Samsung e Huawei, costruendo telefoni che funzionano su un chipset non progettato e prodotto da Qualcomm.

Le prove sono apparse sotto forma di URL a una pagina web riservata agli ingegneri Android e menzionano specificamente sia il numero del modello GS101 che il nome in codice "Whitechapel".

Secondo XDA Developers - il sito che lo ha scoperto e segnalato per primo - lURL è stato condiviso con lAOSP (Android Open Source Project) con un team di ingegneri di Google che cercava di aggiornare lapp responsabile dei gesti radar Soli su Pixel 4 .

Nel messaggio specifico in questione, lingegnere fa riferimento a un dispositivo chiamato "P21" che si dice sia il Pixel 6 o un altro dispositivo previsto per il lancio entro la fine dellanno. (Non il Pixel 5a, poiché è alimentato da un chip Snapdragon).

Le specifiche sul processore stesso sono attualmente sconosciute, ma si dice che il suo design lo vedrà assumere una "configurazione a tre cluster" che include ununità di elaborazione del tensore per le funzioni di apprendimento automatico e un chip di sicurezza integrato.

Se alla fine verrà lanciato, segnerebbe una mossa significativa per Google e Android in generale. Snapdragon è stato visto come il chipset predefinito di scelta per quasi tutti i produttori, incluso Google, per molti anni.

Con la scelta di Google di progettare il proprio silicio basato su ARM e, presumibilmente, di ottimizzare il software Android per sfruttare al massimo le capacità di quel chipset, sarebbe sicuramente un motivo per gli acquirenti di optare per la gamma Pixel piuttosto che per i telefoni basati su Snapdragon di terze parti.

Questo è - ovviamente - se lesperienza è notevolmente migliorata. Il tempo dirà se questo sforzo di Whitechapel decolla.

Scritto da Cam Bunton. Modifica di Britta O'Boyle.