Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - L aggiornamento di Apple iPhone X per il 2018 avrà un riconoscimento facciale TrueDepth simile sulla sua fotocamera frontale ma con una tacca più piccola, affermano gli analisti che lavorano per la banca Barclays.

Sulla base dei rapporti e degli incontri che hanno avuto durante il CES di gennaio, gli analisti Andrew Gardiner, Hiral Patel, Joseph Wolf e Blayne Curtis ritengono che laggiornamento di iPhone X di questanno, oltre a un possibile iPhone X Plus più grande, arriverà con un sistema di fotocamere TrueDepth di seconda generazione .

Potrebbe anche essere aggiunto a un nuovissimo iPhone LCD da 6,1 pollici e alla prossima versione 2018 delliPad Pro .

"Sulla base di diversi punti dati nel periodo di riferimento del 4Q17 e dei nostri incontri sulla catena di approvvigionamento al CES, siamo fiduciosi che Apple è pronta a distribuire il suo sensore TrueDepth 3D su tutta la gamma di iPhone nel 2018 e ad aggiungerlo anche allaggiornamento in sospeso delliPad Pro come bene", hanno scritto in una nota di ricerca pubblicata dalla banca.

Evento di lancio di Huawei, Dyson Zone e tecnologia per auto - Pocket-lint Podcast 155

"[Ci aspettiamo] che il sensore si evolva leggermente, potenzialmente riducendo le dimensioni (cioè, una tacca più piccola) e migliorando la specificità".

Lattuale tacca su iPhone X è stata criticata da alcuni per le sue dimensioni, anche se questanno diversi produttori di Android dovrebbero introdurre telefoni con il proprio design cut-out dello schermo.

Una cosa che dovremmo aspettarci nel 2018 è la tecnologia TrueDepth posteriore. Ma gli analisti di Barclays, insieme ad altri esperti del settore, non pensano che sarà pronto almeno fino al 2019 a causa delle complessità associate alla "maggiore portata e campo visivo" e alle "potenziali implicazioni sulla sicurezza per locchio umano".

Scritto da Rik Henderson.