Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - La Cina ha introdotto nuove regole che richiedono alle persone di sottoporsi a una scansione facciale verificata sulla carta didentità nazionale prima di poter acquistare una nuova carta SIM o firmare un nuovo contratto cellulare.

I nuovi requisiti sono entrati in vigore il 1° dicembre e sono in teoria destinati a prevenire le frodi. Naturalmente, fornisce anche al governo cinese un pratico elenco di carte SIM abbinate ai cittadini che le hanno acquistate.

-

Anche luso del riconoscimento facciale da parte della Cina è motivo di preoccupazione: sta usando la tecnologia sempre più ampiamente, anche se altri paesi affrontano preoccupazioni per le sue conseguenze etiche.

Queste 3 custodie manterranno il tuo iPhone 13 sottile, protetto e dallaspetto fantastico

I rapporti di questanno hanno indicato in vari modi che la tecnologia è stata utilizzata nelle aule cinesi per monitorare gli studenti disattenti, così come nelle strade per verificare le manifestazioni antigovernative. Si presume che il governo cinese abbia utilizzato questo riconoscimento facciale per rilevare le minoranze etniche, rintracciarle e trattenerle per essere inviate nei campi di "rieducazione".

Secondo il governo, questa nuova misura ha lo scopo di "proteggere i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini nel cyberspazio", ma cè un comprensibile, anche se necessariamente educato e contenuto, grado di sospetto che gira sul social network cinese Weibo. Quella rete, dopotutto, verifica anche lidentità dei suoi utenti prima che pubblichino.

Detto questo, anche questa particolare area della verifica dellidentità non è completamente nuova per gli utenti di telefoni cinesi. Molti dei negozi di telefonia del paese hanno già messo in atto la scansione facciale per mesi ed erano già tenuti a fornire un documento didentità ufficiale per effettuare questi acquisti.

Scritto da Max Freeman-Mills.