Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Ogni anno c'è una nuova funzionalità indispensabile per gli smartphone di punta. Nel 2020 quello era il cosiddetto "display a cascata", una tendenza dello schermo con bordi curvi che alla fine andava e veniva, ma da allora è tornata in parte alla ribalta.

Prima che artisti del calibro di Oppo dessero il via alla tendenza dello schermo curvo prendendo in giro un telefono senza nome nel luglio 2019, digitando le parole "display a cascata" su Google restituirebbe un sacco di informazioni sugli analizzatori spettrali (visualizzatori audio di fascia alta). Ma no, non è di questo che siamo qui per parlare.

Da quel momento è stato il lancio del Vivo NEX 3 che ha davvero dato il via all'interesse per i display a cascata, seguito da tutta una serie di altri telefoni, dall'Huawei P40 Pro all'Honor 50 e altri. Il fatto è che non tutti i dipartimenti di marketing del marchio possono essere d'accordo sulla terminologia, quindi sentirai tutti i tipi di termini sbandierati.

Visione immersiva

In poche parole, un display a cascata (o qualsiasi altro nome commerciale ad esso associato) è quando i bordi laterali di un display sono curvi in modo tale da non poter davvero vedere alcuna cornice laterale: è come se ci fosse un bordo di scogliera e lo schermo si sta allagando, da qui il nome di "cascata" adottato da alcuni.

Ora, l'idea di uno schermo curvo non è affatto nuova. Abbiamo visto a lungo bordi curvi, fino a quando è apparso il Samsung Galaxy Note Edge nel 2014, che poi si è sviluppato in S7 Edge e oltre. Sebbene tali dispositivi fossero audaci con la loro curvatura dello schermo, non era sempre all'estremo o addirittura su entrambi i lati del pannello.

HuaweiChe cosè una cascata Visualizza immagine 4

Ora è molto più comune trovare telefoni di punta con bordi curvi, ma non con lo stesso stile infinito "off-the-edge" di un display a cascata, piuttosto per fornire una maggiore percezione ergonomica delle dimensioni fisiche di un dispositivo e renderlo più comodo da tenere. La sottile curvatura rende un portatile spesso più sottile.

Avere questa cornice laterale apparentemente assente su un display crea un rapporto schermo-corpo molto più elevato, quindi per una visione completamente immersiva tali dispositivi saranno l'ideale per i media. Meno cornice riduce anche l'ingombro complessivo di un dispositivo senza sacrificare lo spazio sullo schermo, non che l'attuale raccolto di telefoni sia in alcun modo su piccola scala.

Huawei P40 Pro va ancora oltre curvando tutti e quattro i bordi, in quello che chiama un "Display di overflow a quattro curve".

Pro e problemi

Adoriamo il modo in cui un bordo dello schermo esposto, anche con lo schermo del telefono rivolto verso il basso su una superficie, apre un mondo di software su misura, in cui possono essere possibili visualizzazioni di illuminazione, avvisi e interazioni software personalizzate.

Ma un display a cascata presenta le sue sfide. Con lo schermo che scorre effettivamente a metà strada sul lato del dispositivo, è improbabile che ci sia spazio per i pulsanti tradizionali, almeno non nelle loro posizioni convenzionali. Sebbene ciò rappresenti una sfida, ci sono soluzioni alternative, come mostrato da NEX 3 senza pulsanti di Vivo , ma non a tutti piacerà la sensazione di una soluzione del genere.

Pocket-lintChe cosè una cascata Visualizza immagine 3

Una curvatura del display così estrema può anche significare problemi con il tocco accidentale, che alla fine deve essere affrontato dal software - qualcosa che Xiaomi, nella nostra esperienza, non è riuscita a facilitare correttamente nel suo dispositivo Mi 11 Ultra (e probabilmente perché lo Xiaomi 12 è completamente diverso ) .

Come abbiamo detto in alto, molti produttori si sono allontanati dall'utilizzo di display con bordi così ricurvi, trovando una via di mezzo felice che soddisfi una base di utenti più ampia. Solo perché un produttore può sviluppare una tecnologia così visivamente impressionante non significa che sia necessariamente il futuro, proprio come si può dire dei telefoni ultrasottili, una corsa che è stata fatta e rispolverata anni fa quando l'Oppo R5 sotto i 5 mm è stato lanciato e, beh , non aveva abbastanza batteria per avere un senso come dispositivo quotidiano.

Continueremo a vedere display con bordi curvi, senza dubbio, ma se agli stessi estremi anche assegnare il termine "display a cascata" è in discussione. È sempre interessante osservare l'evoluzione e lo sviluppo di ciò che è popolare negli smartphone.

Le migliori offerte telefoniche del Black Friday 2021: Samsung, OnePlus, Nokia e altro

Scritto da Mike Lowe.