Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - È ufficiale: le fotocamere degli smartphone sono ancora una volta fuori controllo poiché il numero di fotocamere posizionate sul retro dei telefoni è casuale come il nome del telefono.

Nel 2018 abbiamo visto Huawei uscire dalla tendenza della doppia fotocamera per offrire tre fotocamere sul P20 Pro .

Ma poi Samsung ha intensificato con quattro fotocamere e si dice che Nokia abbia cinque fotocamere mentre i fan desiderosi stanno in piedi, a bocca aperta, urlando per MOAR CAMERAS (o no).

Ma cosa fanno tutte queste telecamere? Perché abbiamo le fotocamere sul retro degli smartphone, come i brufoli sul mento di un adolescente?

Le migliori offerte telefoniche del Black Friday 2021: Samsung, OnePlus, Nokia e altro

Lannuncio dellHuawei Mate 20 Pro è significativo , perché vede Huawei frenare un tipo di fotocamera e saltare su un altro. Sui telefoni precedenti, incluso lHuawei P20 Pro, ci era stata regalata una fotocamera principale da 40 megapixel (che è stata conservata), una fotocamera monocromatica da 20 megapixel (ora abbandonata senza tante cerimonie) e una fotocamera con zoom da 8 megapixel.

Huawei Mate 20 Pro cambia quella fotocamera monocromatica per una fotocamera grandangolare, dicendo che è una fotocamera Leica da 16 mm, "creando un senso di spaziosità" (dal comunicato stampa). Che fine hanno fatto i dettagli essenziali forniti dalla fotocamera monocromatica dei telefoni precedenti?

HuaweiLe fotocamere degli smartphone sono in tilt image 2

Torniamo al lancio dellHuawei P9 , dove ci è stato detto che avresti "ottenuto scatti incredibili con lalgoritmo di fusione dellHuawei P9, che combina in modo intelligente i colori presi dal sensore RGB con i dettagli del sensore monocromatico". [ fonte ]

Allepoca ci è stato detto che la monocromia è migliore per i dettagli in condizioni di scarsa illuminazione e questo migliora tutte le foto che scatti. Questo è stato il messaggio per un po di tempo, che hai una fotocamera "principale" e una fotocamera secondaria che fornisce "dettagli". Lo stesso vale per le fotocamere secondarie che applicano la "mappatura della profondità", originariamente iniziata con lHTC One M8 nel 2014.

È sempre stato un accordo un po annacquato, ma ora è un luogo comune, specialmente sui telefoni più economici in cui la seconda fotocamera è inserita presumibilmente per far sembrare che il telefono ti offra unesperienza migliore, quindi puoi dire di avere una doppia fotocamera del telefono, quando sembra che in realtà non aggiungano nulla.

Questo è tutto ciò che puoi davvero leggere nella decisione di Huawei di abbandonare il sensore monocromatico per il grandangolo, che ha un appeal più visibile per i consumatori.

Ci sono ancora incongruenze nella messaggistica intorno alle fotocamere dei telefoni, con alcuni produttori che ci dicono che una particolare funzione è abilitata dallhardware,ad esempio il controllo delleffetto di profondità sulliPhone XS, che appare solo sui telefoni con il processore A12 Bionic. Eppure è una funzionalità software che esiste da anni ed è disponibile su telefoni di fascia media di altri produttori. Ha davvero bisogno del processore più potente di Apple in un iPhone per farlo, quando Honor lo fa in un telefono un quarto del prezzo su hardware di fascia media?

Spesso scoprirai anche che un effetto bokeh a doppia fotocamera è disponibile anche su una singola fotocamera frontale, senza liperbole aggiuntiva sul secondo obiettivo.

HuaweiLe fotocamere degli smartphone sono in tilt 3

Ciò a cui si somma è la confusione nella messaggistica, perché a unestremità della scala cè Google che spinge la fotocamera Pixel con il suo obiettivo singolo come la migliore fotocamera in circolazione e dallaltra ci sono obiettivi ausiliari che decorano il retro dei telefoni, perché più obiettivi potrebbero sembrare che tu stia ottenendo di più per i tuoi soldi.

Molte volte, le cose impressionanti che guardi sono le funzionalità del software: lesplosione di "AI" nelle fotocamere che modificheranno laspetto di una foto, i fantasiosi ritratti in studio di Apple e tutti questi effetti bokeh provengono tutti dal software . Le modalità notturne avanzate utilizzano software per ripulire le cose e anche parte della riduzione delle vibrazioni è basata su software.

Potresti pensare che essere un obiettivo "zoom" ti salvi da questo paradigma, ma non è così. Sulla maggior parte delle fotocamere con teleobiettivo, non funziona a meno che le condizioni non siano perfette. Premi quel pulsante 2x al chiuso o quando la luce è un po debole e non sta nemmeno usando il secondo obiettivo: ti sta solo dando lo zoom digitale dalla fotocamera principale.

Le fotocamere sono da tempo il campo di battaglia degli smartphone; una volta si trattava di megapixel, poi si trattava di qualità e ora sembra che si tratti di funzionalità. Purtroppo, sembra che vedremo sempre più obiettivi sul retro dei telefoni poiché ogni produttore cerca di convincerti che ci sono sempre più funzionalità di cui hai bisogno.

Scritto da Chris Hall.