Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Da quando esiste lera moderna degli smartphone, Samsung e Apple hanno offerto telefoni di punta che sembrano essere le due scelte predefinite per così tanti acquirenti. In questo momento, quei due telefoni sono il Galaxy S21 e liPhone 12.

Design

  • iPhone: 146,7 x 71,5 x 7,4 mm
  • Galassia: 151,7 x 71,2 x 7,9 mm
  • Entrambi: IP68 resistente allacqua e alla polvere
  • iPhone: struttura in vetro e alluminio
  • Galaxy: plastica, alluminio e vetro

Se cè unarea in cui questi due telefoni differiscono di più, è nel design. Sia che li guardi dal davanti, di lato o da dietro, non cè modo di confonderli luno con laltro. In effetti, anche se li tieni in mano, non si sentono per niente simili.

Dotato di un retro in plastica smerigliata, il Samsung si sente immediatamente più caldo e morbido in mano. Ciò è ulteriormente aiutato dai bordi arrotondati. Ciò lo rende il più tattile dei due dispositivi.

Per alcuni, la presenza di plastica su un dispositivo di punta è inaccettabile, ma il modo in cui Samsung ha utilizzato la plastica - e la finitura ottenuta con il pannello traslucido smerigliato che lascia passare la luce dallo strato riflettente sottostante - sembra davvero fantastico.

Per quanto riguarda laspetto, non cè dubbio che liPhone abbia quel fascino premium. I bordi piatti e le linee pulite gli conferiscono quellaspetto deciso e i materiali di costruzione di vetro e alluminio in una miscela minimalista piaceranno a molte persone. Sembra grandioso.

Da un punto di vista più pratico, sembra anche molto più solido e resistente. Il telaio sembra praticamente inflessibile e, anche dopo quasi 6 mesi con esso, cè a malapena un graffio sul vetro. Entrambi i telefoni sono dotati di resistenza allacqua e alla polvere IP68, quindi sopravviveranno se li fai cadere accidentalmente nel lavandino o se cadi sotto la pioggia.

Dal davanti, Samsung sembra sfruttare meglio lo spazio, riempiendolo il più possibile con il display. La tacca di Apple si inserisce considerevolmente nella parte superiore, mentre Samsung ha solo quel piccolo foro che si intromette. In realtà, una volta caricati alcuni giochi e app, soprattutto in orizzontale, Samsung tende a oscurarne una parte e crea comunque una cornice artificiale, quindi la differenza una volta che stai effettivamente facendo qualcosa, è minima.

Detto questo, le cornici di Samsung sembrano un po più sottili intorno ai lati e nella parte superiore. Apple, tuttavia, li ha mantenuti uniformi tuttintorno, evitando quellaspetto minuscolo del mento che ha Samsung.

display

  • iPhone: display OLED da 6,1 pollici, risoluzione 1170 x 2532
  • Galaxy: display AMOLED da 6,2 pollici, risoluzione 1080 x 2400
  • iPhone: HDR10 e aggiornamento fino a 60Hz
  • Galaxy: HDR10+ e aggiornamento adattivo fino a 120Hz
  • iPhone: luminosità massima di 1200 nits
  • Galaxy: luminosità di picco di 1300 nit

A differenza dellanno scorso, quello di Apple è quello con lo schermo più nitido qui. Samsung ha effettuato il downgrade da QHD a FHD e, sebbene sia 6,2 pollici rispetto ai 6,1 pollici di Apple, racchiude meno pixel rispetto alliPhone. Non che te ne accorgeresti particolarmente.

Entrambi spingono la densità dei pixel oltre il segno di 400ppi ed entrambi sembrano nitidi e chiari nelluso quotidiano. Entrambi presentano anche una luminosità di picco simile: è 1200 nits per Apple contro 1300 nits per Samsung. Entrambi sono basati su OLED e ciò significa che ottieni colori vividi e un ottimo contrasto indipendentemente da quale scegli.

Forse lunica grande differenza è la tecnologia del frame rate adattivo di Samsung. Arriva fino a 120Hz quando il contenuto sullo schermo lo richiede. Alcuni lo noteranno più di altri, ma rende linterazione generale e lanimazione davvero fluide.

Guarda lo stesso video o guarda la stessa foto fianco a fianco e noterai anche altre differenze. Anche nella sua modalità "naturale", lo schermo di Samsung sembra aumentare i colori rosa/rosso/arancione. I toni della pelle bianca sembrano un po più rosa e le arance sono più feroci. LiPhone è un po più silenzioso, ma gli altri colori sono simili su entrambi. Detto questo, Samsung sembra rendere le cose più nitide perché aumenta il contrasto.

Da un lato, è fantastico perché è nitido e luminoso durante il video, ma dallaltro cè la saturazione del rosso che fa sembrare le cose meno equilibrate.

Laltro lato positivo di Samsung è che puoi sintonizzarlo a tuo piacimento se lo desideri. Utilizzando la modalità Vivid è possibile regolare la temperatura del colore. Mentre ad Apple piace in un certo modo, ed è praticamente tutto. Sebbene tu possa abilitare True Tone per fargli regolare il bilanciamento del bianco per adattarlo allilluminazione ambientale.

Prestazioni e batteria

  • iPhone: processore Hexa-core A14 Bionic 5nm
  • Galaxy: processore Octa-core Snapdragon 888 5nm o processore Exynos 2100 5nm
  • iPhone: 64 GB, 128 GB o 256 GB di spazio di archiviazione
  • Galaxy: 128 GB o 256 GB di spazio di archiviazione
  • iPhone: batteria da 2815 mAh (circa)
  • Galaxy: batteria da 4000 mAh
  • Entrambi: ricarica wireless fino a 15 W

In termini di prestazioni e batteria, la sola lettura delle specifiche sarebbe inutile, perché confrontarle è come confrontare le mele con gli Orang-Utang.

La cosa reale da notare qui è che nelluso quotidiano, entrambi i telefoni offrono prestazioni veloci e affidabili. Sia che tu stia caricando gli ultimi giochi graficamente intensi, navigando in Internet o recuperando terreno sui social media. Sono veloci e lisci.

È lo stesso con la durata della batteria. Con il nostro uso personale, utilizzando entrambi i telefoni come dispositivo quotidiano - con 2-3 ore di tempo sullo schermo giocando o guardando film - arriveremmo alla fine della giornata con circa il 40% rimasto. Non abbastanza batterie da due giorni, ma neanche lontanamente.

Entrambi hanno 5G, ricarica wireless e ricarica rapida, ma nessuno dei due viene più spedito con un caricabatterie nella confezione.

Macchine fotografiche

  • iPhone: doppia fotocamera
    • Fotocamera principale da 12 MP con apertura f/1.6
    • 12MP f/2.4 ultragrandangolare
    • Video 4K fino a 60 fps
  • Galaxy: tripla fotocamera
    • Fotocamera principale f/1.8 da 12 MP
    • 12MP f/2.2 ultragrandangolare
    • Teleobiettivo 64MP f/2.0 Zoom ibrido 3x
    • Video 8K a 24 fps e 4K fino a 60 fps

Nel reparto fotocamera, Samsung ha almeno un vantaggio rispetto alliPhone. Ha tre obiettivi sul retro e questo ti dà più flessibilità quando si tratta di lunghezze focali. Oltre ai tuoi obiettivi primari e ultra-grandangolari, che ha liPhone, Samsung ti offre un teleobiettivo zoom, con zoom ibrido 3x.

Lo raggiunge in parte perché quel teleobiettivo ha un sensore da 64 MP, che ti dà la possibilità di ritagliare senza perdere tonnellate di dettagli. Se lo desideri, puoi ingrandire digitalmente fino a 30x sul Samsung, offrendoti una gamma enorme, anche se alcuni di questi risultati allestremità superiore della scala sono piuttosto approssimativi.

iPhone ti consente di eseguire uno zoom fino a 5x, ma utilizza il sensore principale e utilizza uno zoom digitale, perdendo un po di dettagli quando lo fa. Tuttavia, i risultati di entrambe le fotocamere sono buoni.

Attenersi alle lunghezze focali standard e i due telefoni ti daranno entrambi buoni risultati ed entrambi offrono modalità notturne efficaci. I risultati di iPhone sembravano più puliti, luminosi e nitidi rispetto a quelli di Samsung che utilizzano la modalità notturna, come se avesse fatto un lavoro migliore di stabilizzazione dellimmagine. Il Samsung in confronto era un po più sfocato e non sembrava assorbire così tanta luce.

Di giorno cerano alcune differenze. Le immagini delliPhone nel complesso sembravano aumentare il contrasto e la saturazione per impostazione predefinita. A volte ciò significa una bella immagine vibrante e ricca che sembrava nitida, con Samsung che sembrava un po sovraesposta nelle alte luci al confronto. Altre volte, per i paesaggi, liPhone sembrava forse un po troppo scuro, con il Samsung che offriva limmagine migliore senza sovraccaricare il cielo azzurro e scurire troppo le ombre.

Tuttavia, la differenza di colore tra la fotocamera principale e quella ulrawide era evidente. Per quanto riguarda i selfie, ancora una volta, Samsung sembrava fare un lavoro migliore con un aspetto naturale. LiPhone è diventato un po aggressivo sullHDR lavando completamente i volti un secondo, e il secondo quando è passato al selfie ritratto, rendendolo troppo scuro e saturo.

E poi cè il fatto che Samsung offre così tante modalità di scatto aggiuntive tra cui scegliere, se hai tempo, è molto divertente con cui giocare.

Entrambi fanno video 4K a 60 fps, con il Galaxy anche in grado di girare 8K a 24 fps. Samsung sembra un po troppo affilato, ma entrambi sono di ottima qualità e offrono una stabilizzazione efficace.

Prezzo e Conclusione

  • iPhone: da £ 799/$ 799
  • Galassia: da £ 769 / $ 799

Alla fine, entrambi questi telefoni offrono unottima esperienza a tutto tondo e la scelta delluno rispetto allaltro potrebbe semplicemente ridursi ad avere una struttura premium e un display migliore, nel qual caso penso che liPhone sia la scelta migliore. Oppure, se ti piacciono le fotocamere, Samsung ha molto da offrire. Ma anche in quel reparto, non è un chiaro vincitore. Entrambi hanno punti di forza e di debolezza.

squirrel_widget_4139178

Per quanto riguarda il software, il vantaggio delliPhone è che ricevi gli aggiornamenti non appena sono disponibili e probabilmente saranno supportati per un buon numero di anni prima che non li riceva più. Samsung sta migliorando in questo senso, in termini di supporto a lungo termine, ma devi aspettare fino a quando Samsung non testerà e rilascerà le proprie versioni dei principali aggiornamenti Android.

squirrel_widget_3490117

Scritto da Cam Bunton.