Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - I telefoni di punta della serie Huawei P ci hanno impressionato di più ogni anno che passa. Con il P30 Pro uno dei nostri preferiti negli ultimi anni, la serie più recente, il P40 Pro, può superarlo?

Vale la pena notare che la serie 2020 P è composta da tre telefoni: P40, P40 Pro e P40 Pro+ , che rendono il modello "standard Pro" il dispositivo di mezzo, piuttosto che il dispositivo di fascia alta.

Ciò non vuol dire che il P40 Pro non sposti le funzionalità in avanti, tuttavia, come puoi vedere nella nostra analisi di tutti gli elementi importanti di seguito.

squirrel_widget_147530

Schermo e design

  • P40 Pro: OLED da 6,58 pollici, risoluzione 2640 x 1200, frequenza di aggiornamento di 90Hz
  • P30 Pro: OLED da 6,47 pollici, risoluzione 2340 x 1080, frequenza di aggiornamento 60Hz
  • P40 Pro: Ice White, Black, DeepSea Blue, Silver Frost, Blush Gold
  • P30 Pro: nero, bianco perla, aurora, alba ambra, cristallo traspirante
  • Entrambi i modelli: scanner ottico per impronte digitali sullo schermo
  • Entrambi i modelli: IP68 resistente allacqua e alla polvere
  • P40 Pro: doppia fotocamera a forma di pillola con foro di perforazione
  • P30 Pro: fotocamera singola con notch a goccia di rugiada

Sebbene il P40 Pro abbia uno schermo leggermente più grande del P30 Pro, abbiamo posizionato i due telefoni uno accanto allaltro e le loro proporzioni sono appena diverse. Il modo in cui lo schermo è implementato è la differenza più grande.

Il P40 Pro ha quello che Huawei chiama un display Overflow, poiché scorre sui bordi del dispositivo - entrambi i lati, la parte superiore e quella inferiore - rispetto al display FullView del P30 Pro, che ha una cornice più visibile. Si dice che la serie P50 di cui si dice continui con questo design dello schermo curvo.

Tuttavia, il P40 Pro non elimina del tutto la cornice, inoltre lo schermo ha un ritaglio molto più grande rispetto al P30 Pro, data la decisione di Huawei di optare per una configurazione con doppia fotocamera frontale. Preferiamo laspetto più ordinato della singola fotocamera nel vecchio design del P30 Pro.

Lo schermo del P40 Pro aggiunge un po di risoluzione e aumenta anche la frequenza di aggiornamento del 50%, per unesperienza visiva più nitida e fluida. A differenza di alcuni produttori, Huawei non è andata al massimo in termini di risoluzione, evitando unofferta Quad HD+ per una migliore durata della batteria, che riteniamo sia una buona decisione.

Quando si tratta di finiture, il P40 Pro è disponibile in cinque opzioni (bianco, nero, blu, argento, pesca/oro - per dare i loro nomi non commerciali), mantenendo le cose molto più semplici rispetto ai design sfumati del P30 Pro. Abbastanza giusto, ci piace la maggiore resistenza alle impronte digitali della finitura del P40 Pro, ma i design accattivanti del P30 Pro hanno davvero aiutato quel telefono a distinguersi.

Hardware software

  • P40 Pro: processore Kirin 990, 8 GB di RAM
  • P30 Pro: processore Kirin 980, 8 GB di RAM
  • P40 Pro: batteria da 4.200 mAh, ricarica rapida da 40 W
  • P30 Pro: batteria da 4.200 mAh, ricarica rapida da 40 W
  • Solo P40 Pro: ricarica rapida wireless da 27 W
  • P40 Pro: Android 10 con EMUI 10.1
  • P30 Pro: Android 10 con EMUI 10.0
  • P40 Pro: nessun servizio Google (nessun Play Store)
  • P30 Pro: servizi Google completi (include Play Store)
  • Solo P40 Pro: connettività 5G

Sotto il cofano e i due telefoni non sono molto diversi. Il P40 Pro ottiene il processore Kirin 990 di Huawei, abbinato a 8 GB di RAM, creando un aumento marginale delle prestazioni rispetto al processore Kirin 980 del P30 Pro e la stessa quantità di RAM.

Essendo una versione del 2020, il P40 Pro è anche compatibile con il 5G, cosa che il modello di ultima generazione ha perso.

Anche le capacità della batteria sono le stesse, a 4.200 mAh, il che rende probabili lunghi inning per carica. Entrambi i telefoni offrono una ricarica rapida da 40 W con la presa corretta, il che significa una ricarica completa in poco più di unora. Il P40 Pro offre anche una ricarica rapida wireless da 27 W.

Sebbene entrambi i telefoni utilizzino il sistema operativo Android 10 di Google, il P40 Pro soffre della mancanza di servizi Google, ovvero non è disponibile Google Play Store per il telefono più recente. Tutto ciò ha a che fare con la lista nera in corso dagli Stati Uniti, che vieta a Huawei di trattare con società statunitensi. Invece la serie P40 esegue lApp Gallery di Huawei.

Ciò significa che il P40 Pro non sarà in grado di caricare determinate app, il che sarà un grosso problema per molti potenziali clienti europei. Il P30 Pro non ha questo problema.

Macchine fotografiche

  • Entrambi i modelli: sistema quad camera Leica
  • P40 Pro principale
    • Sensore SuperSensing (RYYB) da 50 MP, dimensione 1/1,28 pollici, apertura f/1,9, equivalente a 25 mm, stabilizzazione ottica (OIS)
  • P30 Pro principale
    • Sensore SuperSensing (RYYB) da 40 MP, f/1.6, 25 mm equiv.
  • P40 Pro ultragrandangolare
    • Obiettivo cinematografico da 40 MP, f/1.8, equivalente a 18 mm.
  • P30 Pro ultragrandangolare
    • 20 MP, f/2.2, 16 mm equivalente.
  • Zoom P40 Pro:
    • Sensore RYYB ottico 5x (equivalente a 125 mm), 12 MP, f/3.4, OIS
  • Zoom P30 Pro:
    • 5x ottico, (equivalente a 125 mm), 8 MP, f/3.4, OIS
  • Entrambi i modelli: fotocamera selfie da 32 MP (solo P40 Pro con sensore di profondità)
  • Entrambi i modelli: sensore di profondità Time-of-Flight (ToF)

Il reparto fotocamere è sempre stato il punto di forza per la serie P, con il P30 Pro che ha davvero definito lasticella quando è stato lanciato. Il P40 Pro cerca di fare un altro passo avanti, ma Huawei ha in realtà unaltra versione del telefono con specifiche più elevate - il P40 Pro+ (il simbolo "Plus" più importante nel nome) - che aggiunge una fotocamera aggiuntiva e ancora più zoom.

Il P40 Pro, nel frattempo, è molto simile a una versione ripensata del P30 Pro. Non cè alcuna differenza di zoom aggiuntiva tra questi due dispositivi, ma la configurazione del sensore centrale del nuovo P40 Pro è più avanzata per una serie di motivi.

Innanzitutto, il P40 Pro ha un sensore principale da 50 megapixel. Non solo è ad alta risoluzione, è fisicamente molto più grande del sensore della generazione precedente, rendendo la qualità ancora migliore grazie ai pixel più grandi. Entrambi i sensori sono anche SuperSensing, che è ciò che Huawei chiama la propria tecnologia array - che utilizza rosso, giallo e blu, invece di rosso, verde e blu - che gestisce molto bene in condizioni di scarsa illuminazione.

Il P40 Pro aumenta anche la risoluzione della fotocamera ultra-wide, raddoppiandola rispetto al P30 Pro. È anche leggermente meno ampio, il che dovrebbe favorire la qualità ottica senza la stessa distorsione.

In termini di zoom, entrambi i dispositivi offrono uno zoom ottico 5x. La differenza chiave qui è che il P40 Pro utilizza anche la tecnologia del sensore SuperSensing, come per il sensore principale (anche se non della stessa dimensione fisica o risoluzione), che dovrebbe fornire risultati di lunghezza focale più lunghi di qualità molto migliore.

Entrambi i modelli presentano la stessa interfaccia, il che significa varie opzioni di scatto automatico e assistito da AI, modalità notturna e altro ancora.

squirrel_widget_203929

Conclusione

  • P40 Pro: € 999 (al lancio)
  • P30 Pro: Prezzo £ 899 / € 899 (al lancio)

Il P40 Pro è dotato di quella che potrebbe essere tra le fotocamere più impressionanti mai presenti in un telefono. La varietà e la portata della fotocamera sono più o meno le stesse del P30 Pro, ma la tecnologia allinterno è molto migliorata.

Aggiungi il 5G, una finitura resistente alle impronte digitali e uno schermo quasi privo di cornice ed è un kit dallaspetto impressionante. Peccato per quel pugno nellocchio di una doppia fotocamera frontale, però.

Il grosso problema del P40 Pro è la mancanza di servizi Google, il che significa che la mancanza di alcune app che molti utenti europei considereranno essenziali. Certo, cè lApp Gallery Store di Huawei, ma è relativamente agli inizi e, in questo momento, non può offrire simili sul fronte delle app, sebbene Huawei stia lavorando con gli sviluppatori di app per far avanzare la sua offerta. È questo, in definitiva, che vedrà il P40 Pro lottare dove il P30 Pro ha avuto successo.

Scritto da Mike Lowe.