Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Non contento di portare il suo consueto programma di rilascio della serie di punta di due modelli, per il 2020 Huawei ha intensificato le cose portando non solo uno, non due, ma tre diversi telefoni della serie P: il P40, il P40 Pro e il P40 Pro+.

È una mossa che non è stata una sorpresa, in un mondo in cui molti concorrenti hanno seguito un percorso simile - dai unocchiata alla serie S20 di Samsung, ad esempio - ma con ora tre modelli della serie P40 tra cui scegliere, in cosa differiscono?

squirrel_widget_203929

Design: colori e finiture

  • Solo P40 Pro: Silver Frost, Blush Gold con finitura opaca
  • Solo P40 Pro+: ceramica nera, ceramica bianca
  • Tutti i modelli: Ice White, Black, DeepSea Blue

Il P40 standard è più piccolo del P40 Pro e Pro+, gli ultimi due hanno le stesse dimensioni.

Ma le opzioni di colore e le finiture sono dove le cose differiscono. Al punto di ingresso ci sono finiture con retro in vetro bianco, nero e blu. Il P40 Pro offre anche una finitura argento e oro rosa, entrambe con finitura opaca al tatto che si dice sia repellente per le impronte digitali, nonostante sia ancora realizzata in vetro.

Infine cè una finitura in ceramica, nera o bianca, solo per il P40 Pro+. Huawei ci dice che questo "retro in ceramica nanotecnologica" è composto da perline di ceramica, che vengono compresse a una pressione più elevata, quindi cotte a 1500 ° C per cinque giorni, creando un retro resistente allo zaffiro con un indice riflettente "simile al diamante".

Schermo: dimensioni e risoluzione

  • P40 Pro e Pro+: "display overflow" edge-to-edge con bordi curvi / P40: display piatto
  • P40 Pro e Pro+: OLED da 6,58 pollici, risoluzione 2640 x 1200
  • P40: OLED da 6,1 pollici, risoluzione 2340 x 1080
  • P40 Pro e Pro+: 90Hz / P40: 60Hz

Come abbiamo detto, il P40 è il portatile più piccolo, grazie al suo schermo da 6,1 pollici. Questo display è anche piatto, non curvo, con cornici leggermente più grandi rispetto ai suoi modelli più grandi.

Il P40 Pro e il Pro+ hanno uno schermo da 6,58 pollici, quindi non sono così massicci come alcuni telefoni attuali, come il Samsung Galaxy S21 Ultra . Riteniamo che sia una decisione sensata, da prendere per una maggiore facilità duso con una mano.

Qualunque sia il modello Pro e Pro+ che scegli, otterrai un cosiddetto "display overflow". Questo è il modo di Huawei di dire Waterfall Display , in realtà, il che significa che i bordi si rovesciano, proprio come una cascata, quindi la cornice del bordo è appena visibile. Questo vale per tutti i bordi - entrambi i lati e la parte superiore e inferiore - per un vero design dominante sullo schermo.

Non cè nessuna tacca di conseguenza, invece un doppio foro è presente su tutti e tre i telefoni. Maggiori informazioni sulle (vaste!) telecamere sono più in basso nella pagina.

Mentre il P40 offre un display standard a 60Hz, Pro e Pro+ offrono una frequenza di aggiornamento di 90Hz, che è del 50% maggiore rispetto ai tipici pannelli a 60Hz. Va tutto bene, ma con OnePlus che esegue pannelli a 120Hz e altri che offrono pannelli fino a 165Hz nei telefoni da gioco ( il Red Magic 6 il primo esempio ), potresti chiederti perché Huawei non ha raggiunto le stelle qui. La risposta, sospettiamo, è il costo, le prestazioni della batteria e, francamente, che questa tariffa extra non farà una grande differenza nel modo in cui la maggior parte delle persone vede comunque le app e i contenuti.

Prestazione

  • Tutti i modelli: processore Kirin 990, 8 GB di RAM
  • P40 Pro e Pro+: batteria da 4.200 mAh
  • P40: batteria da 3.800 mAh
  • P40 Pro+: ricarica rapida da 40 W (incl. wireless da 40 W)
  • P40 Pro: ricarica rapida da 40 W (incl. wireless da 27 W)
  • P40: ricarica rapida da 22,5 W (nessuna ricarica wireless)

Tutti e tre i modelli P40 offriranno unesperienza simile, dato il loro processore Kirin 990, 8 GB di RAM e connettività 5G su tutta la linea.

Nessuno dei tre verrà fornito con i servizi Google, tuttavia, il che significa nessun accesso a Google Play Store (invece cè la Galleria app di Huawei, a cui al momento mancano alcune delle major, come WhatsApp (puoi scaricarlo come APK usando un browser però - ma nessun Google Drive significherà nessun backup) e altro ancora, nonostante il lancio del P40 sul sistema operativo Android 10 di Google, con linterfaccia utente EMUI 10.1 di Huawei.

È nel reparto batterie che i tre modelli differiscono un po di più. Il P40 ha una cella da 3.800 mAh, che è abbastanza piccola per gli standard odierni, mentre Pro e Pro+ arrivano a 4.200 mAh, che è quasi alla pari con ciò che offrono gli attuali concorrenti.

Anche la ricarica di quelle batterie è veloce. Il P40 si attiene alla consolidata ricarica rapida da 22,5 W, mentre P40 Pro e Pro+ la portano a 40 W, che è veloce, ma non la più veloce disponibile (che va a OnePlus con il suo 65W Warp Charge 65T per OnePlus 9 Pro ).

Tuttavia, Huawei sta introducendo la ricarica wireless da 40 W su Pro+. Significa ricaricare il telefono senza fili in poco più di unora, il che è impressionante. Il P40 standard, tuttavia, non ha capacità di ricarica wireless.

Macchine fotografiche

  • P40: Sistema a tripla fotocamera Leica
  • P40 Pro: sistema di fotocamere quadruple Leica
  • P40 Pro+: sistema fotografico Leica penta
  • Fotocamera principale:
    • Tutti i modelli: sensore SuperSensing (RYYB) da 50 MP, dimensioni 1/1,28 pollici
    • apertura f/1.9, stabilizzazione ottica (OIS)
    • Lunghezza focale (circa): P40 a 27 mm, Pro a 25 mm, Pro+ a 24 mm
  • Fotocamera ultragrandangolare:
    • P40: 16 MP, f/2.2, 17 mm equivalente.
    • P40 Pro e Pro+: obiettivo cinematografico da 40 MP, f/1.8, equivalente a 18 mm.
  • Obiettivo zoom n. 1:
    • P40 e Pro+: 3x ottico (equivalente a 80 mm), 8MP, f/2.4, OIS
    • P40 Pro: sensore RYYB 5x ottico (equivalente a 125 mm), 12 MP, f/3.4, OIS
  • Obiettivo zoom n. 2:
    • P40 Pro+: zoom periscopio ottico 10x (equivalente a 240 mm), 8 MP, f/4.4, OIS
  • P40 Pro e Pro+: sensore di profondità Time-of-Flight (ToF)
  • Tutti i modelli: Doppia fotocamera selfie, 32MP

La caratteristica di grande successo della serie P è sempre la configurazione della fotocamera. Abbiamo pensato che il P30 Pro avesse stabilito un nuovo livello quando è stato lanciato nel 2019, qualcosa che la serie P40 ha migliorato.

È un po complicato, tuttavia, poiché la configurazione della fotocamera per ciascun dispositivo è piuttosto diversa. Il P40 ha una tripla fotocamera posteriore, il P40 Pro una configurazione quad, il Pro+ un sistema penta.

Tuttavia, tutti e tre offrono una cosa coerente: la stessa fotocamera principale. Questo è un sensore SuperSensing da 50 megapixel - la stessa tecnologia rossa, gialla, blu (RYYB) del P30 Pro - e, con una dimensione di 1/1,28 pollici, è molto più grande di un tipico sensore per fotocamera.

Quel trucco e le dimensioni fisiche funzionano a suo vantaggio nel fornire un segnale pulito per una migliore qualità dellimmagine complessiva. Per non parlare delluso di quattro pixel in un pixel sullo schermo significa sovracampionamento per una qualità ancora migliore (uscita 12,5 MP), un metodo già utilizzato da molti altri. E cè anche il 100% di pixel a rilevamento di fase sul sensore per lautofocus.

Cè anche una fotocamera grandangolare su ogni modello P40, ma è una delle due varianti: il P40 ha un sensore da 16 megapixel con una lunghezza focale di 17 mm, mentre Pro e Pro+ offrono 40 MP a 18 mm (quindi è leggermente meno ampio, probabilmente per motivi di qualità del bordo/angolo). Lofferta a risoluzione più elevata è descritta come un "obiettivo cinematografico" poiché viene utilizzato anche per soddisfare i video, fino a 4K.

Poi cè lelemento zoom. Tutti e tre i modelli P40 hanno un obiettivo con zoom ottico: il P40 uno zoom 3x, il P40 Pro uno zoom 5x, il P40 Pro+ uno zoom 10x. Quel 3x è lo stesso che abbiamo visto nel P30, con solo 8 megapixel di risoluzione per il P40 e il P40 Pro+. Il 5x è diverso da quello trovato nel P30 Pro, poiché Huawei utilizza anche la tecnologia RYYB SuperSensing qui per lo zoom del P40 Pro. Il 10x è stata la prima volta che abbiamo visto un tale zoom periscopio, riservato solo al P40 Pro+ (e utilizzato in tandem con lottica zoom 3x per offrire la possibilità di passare attraverso i livelli di zoom per fornire gli strumenti più appropriati per ogni lavoro ).

Il P40 Pro e Pro+ sono inoltre dotati di un sensore di profondità Time-of-Flight , che ricava informazioni sulla distanza, che il software può utilizzare a strati per creare sfocatura dello sfondo (bokeh) in modalità verticale.

Tutte e tre le fotocamere P40 offriranno modalità familiari, dallo scatto con lintelligenza artificiale alla modalità notturna. Tuttavia, questi sono stati avanzati, con la tecnologia AI ora in grado di scattare più fotogrammi prima durante e dopo aver premuto lotturatore per selezionare il meglio di una raffica e suggerire una selezione dei primi tre.

Le fotocamere anteriori si trovano in un doppio foro o ritaglio "pillola" in tutti e tre i modelli P40. La fotocamera principale è da 32 megapixel, che utilizza anche il sovracampionamento quattro in uno per luscita da 8 MP per impostazione predefinita, abbinata a un sensore di profondità per effetti software di sfocatura dello sfondo e altro ancora.

squirrel_widget_203940

Prezzo, data di rilascio e conclusione

  • P40: 799 € (al lancio)
  • P40 Pro: € 999 (al lancio)
  • P40 Pro+: 1399€ (al lancio)

Ancora una volta la serie P40 sembra essere alle prese per il dominio della fotocamera. E quella varietà di camme versatili, specialmente sul modello Pro+, è unottima lettura.

Detto questo, lassenza di Google Play Store su questi dispositivi è un importante punto dolente. Certo, cè App Gallery e i consumatori possono scegliere ciò che è importante per loro. Ma, in questo momento, rende difficile consigliare la serie P40.

Scritto da Mike Lowe.