Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - La serie Huawei Mate di fascia alta torna per il 2018 e in più forme che mai. Ad unirsi al già rilasciato Mate 20 Lite ci saranno Mate 20 e Mate 20 Pro. Quindi, in cosa differiscono e ha senso per Huawei offrire una tale varietà di telefoni allinterno di questa serie?

Design

  • Mate 20 è il più grande dei tre, il Lite nel mezzo, il Mate 20 Pro è limpronta più piccola di tutti
  • Mate 20 e Mate 20 Lite: jack per cuffie da 3,5 mm / Mate 20 Pro: nessun jack per cuffie (cuffie USB-C incluse)
  • Mate 20 Pro: scanner di impronte digitali sullo schermo / Mate 20 e Mate 20 Lite: scanner di impronte digitali posizionato posteriormente
  • Mate 20 Pro e Mate 20: oro rosa, blu notte, verde smeraldo, crepuscolo, nero / Mate 20 Lite: blu zaffiro, nero

Il Mate 20 Lite è stato lanciato nella prima settimana di settembre 2018, come prefazione alla serie. Ha posto lo stallo per lingombro approssimativo dei progetti dei tre telefoni. Tuttavia, il Mate 20 Pro, con i suoi bordi in vetro curvo su ogni lato e lo schermo leggermente più piccolo, è in realtà il dispositivo più piccolo del lotto. Il Mate 20 è il più grande, grazie alla sua forma più ampia e allo schermo più grande del gruppo.

Il Mate 20 e il Mate 20 Lite utilizzano entrambi scanner di impronte circolari posizionati posteriormente. Il Mate 20 Pro è lunico modello dei tre a imitare il cugino Porsche Design Huawei Mate RS con uno scanner di impronte digitali sullo schermo. Tuttavia, questa tecnologia è stata notevolmente migliorata in Huawei propriamente detta: è molto più veloce e affidabile, grazie a un sistema di registrazione molto più completo, e può essere utilizzata per accedere ad app dove prima non era possibile.

Tutti e tre i telefoni optano per un design pesante in vetro, come è di tendenza, con i modelli Mate 20 Pro e Mate 20 che offrono ciò che Huawei chiama "Hyper Optical Pattern" nelle sue finiture verde e blu: è come un modello inciso al laser, che aggiunge grip, una dinamica visiva diversa e presumibilmente aiuta a evitare macchie di impronte digitali (non funziona in questo caso, come abbiamo riscontrato durante la gestione dei dispositivi: in realtà sono i colori più scuri che aiutano a nascondere tali macchie).

Non troverai un jack per cuffie da 3,5 mm nel Pro, mentre entrambi gli altri modelli lo prevedono per le cuffie cablate.

Schermo

  • Mate 20 Pro: display OLED da 6,39 pollici con bordi in vetro curvo, proporzioni 19,5: 9, risoluzione 3120 x 1440, notch completo
  • Mate 20: display LCD da 6,53 pollici, proporzioni 18,7: 9, risoluzione 2244 x 1080, tacca "a goccia di rugiada"
  • Mate 20 Lite: display LCD da 6,3 pollici, proporzioni 18,5:9, risoluzione 2340 x 1080, notch

Lo schermo del Mate 20 è notevolmente più grande grazie alle sue proporzioni: la larghezza extra conferisce al telefono unampiezza molto più ampia rispetto agli altri due. Ha la tacca più piccola, perché ospita la tecnologia meno frontale, quindi Huawei ha optato per il design a "goccia di rugiada".

Lo schermo più impressionante del gruppo è il pannello OLED del Mate 20 Pro. Ha un vetro curvo su ogni bordo, incluso sul retro, quindi è completamente simmetrico, la risoluzione più alta del gruppo, mentre le sue dimensioni sono perfette nella mano (il Mate 20 è troppo largo, il Pro è perfetto). Ha la tacca più grande dei tre, tuttavia, a causa della sua varietà di sensori - fotocamera RGB da 24 MP, proiettore a punti, sensore di prossimità, illuminatore e fotocamera a infrarossi - utilizzati per uno sblocco facciale 3D (gli altri due dispositivi offrono sblocco facciale, ma è meno sofisticato).

Specifiche

  • Mate 20 Pro e Mate 20: processore octa-core Kirin 980 (2x 2.6GHz, 2x 1.92GHz, 4x 1.8GHz)
  • Mate 20 Lite: processore Kirin 710 (4x 2,2 GHz e 4 x 1,7 GHz)

In termini di potenza non cè differenza tra Mate 20 e Mate 20 Pro: entrambi ottengono il chipset Kirin 980 con le migliori specifiche, che utilizza una combinazione di core di elaborazione "grandi, medi, piccoli" e unità di elaborazione neurale doppie (NPU) per dividere le attività più appropriato per aiutare a riservare il potere. Huawei afferma che è il 20% più veloce e il 40% più efficiente rispetto alla precedente configurazione di Mate 10 Pro.

Il Mate 20 Lite, come suggerisce il nome, diventa più leggero, con un processore Kirin 710. Come abbiamo detto nella nostra recensione del telefono, questo chipset non è proprio allaltezza, con limitazioni alla potenza a disposizione.

Batteria

  • Mate 20 Pro: 4200 mAh / Mate 20: 4000 mAh / Mate 20 Lite: 3750 mAh
  • Mate 20 Pro e Mate 20: ricarica wireless Qi / Mate 20: nessun wireless
  • Solo Mate 20 Pro: ricarica rapida da 40 W

Come abbiamo confermato nella nostra storia della batteria del Mate 20 Pro, il telefono di fascia alta è quello con la maggiore capacità della batteria. Infatti, a 4200mAh è la batteria più capiente mai apparsa in un dispositivo Mate. Quei milliampere in più dovrebbero aiutare a contrastare la risoluzione aggiuntiva disponibile.

Il Mate 20 ha la stessa batteria del Mate 10, a 4000 mAh. Il Lite è un po meno, ma come abbiamo riscontrato nella nostra recensione del dispositivo è ancora ultra duraturo.

Tutti e tre i dispositivi Mate hanno finiture in vetro. Per Mate 20 e Pro questo apre le porte alla ricarica wireless Qi. Cè anche una funzione che consente ad altri dispositivi Qi di caricarsi direttamente dal dispositivo Huawei, se lopzione per condividere lalimentazione è selezionata nelle impostazioni: si tratta solo di mettere i dispositivi uno dietro laltro (labbiamo testato con un iPhone e funziona bene, anche se non si sa quanto sia veloce questo metodo).

La ricarica rapida è un punto fermo per tutti e tre i dispositivi Mate, ma il Pro amplifica le cose offrendo una ricarica da 40 W, il che significa che da morto può caricare fino al 70% in soli 30 minuti. È pazzesco: solo il caricabatterie Super VOOC da 50 W della Lamborghini Oppo Find X può superarlo al momento.

Macchine fotografiche

  • Mate 20 Pro e Mate 20: tripla fotocamera posteriore Leica (tutti i colori, nessuna monocromatica) e singola fotocamera frontale
  • Mate 20 Pro: grandangolare da 40 MP f/1.8, ultragrandangolare da 20 MP f/2.2, tele da 8 MP f/2.4
  • Mate 20: 12MP grandangolare f/1.8, 16MP ultragrandangolare f/2.2, 8MP tele f/2.4
  • Mate 20 Pro e Mate 20: modalità Super macro (2,5 cm dalla messa a fuoco dellobiettivo)
  • Mate 20 Lite: doppia fotocamera posteriore e doppia fotocamera frontale
  • Mate 20 Lite: 20 MP f/1.8; Sensore di profondità da 2 MP
  • Tutti i dispositivi: modalità AI (intelligenza artificiale)
  • Mate 20 Pro e Mate 20: fotocamera frontale da 24 MP / Mate 20 Lite: fotocamera frontale da 8 MP

Nel reparto fotocamera il Lite differisce notevolmente dagli altri due modelli, date le sue doppie fotocamere posteriori. È un passo indietro rispetto al P20 Pro anche in questo senso.

Mate 20 e Pro hanno una configurazione della fotocamera Leica completamente nuova, che comprende tre sensori a tutti i colori sul retro nelle forme wide, ultra wide e teleobiettivo. Sì, lintera idea del sensore monocromatico è stata bandita questa volta, con Huawei che afferma che il sensore principale fornisce informazioni più che sufficienti. Non ci resta che aspettare e vedere quali sono i risultati per vedere se è un vincitore o meno.

La tecnica pinch-to-zoom ora offre di serie uno zoom compreso tra 0,6x e 5x, con lopzione dellangolo più ampio che è la nuova funzionalità più audace. Utilizzando lAI (intelligenza artificiale) la fotocamera può anche selezionare automaticamente tra gli obiettivi quando lo ritiene opportuno: in modalità Super Macro, ad esempio, la fotocamera riconosce automaticamente che è molto vicino a un soggetto (fino a 2,5 cm) e dispiega automaticamente il super- obiettivo grandangolare in quanto questo può mettere a fuoco.

Tutti e tre i dispositivi offrono Master AI, in cui la fotocamera può rilevare automaticamente i tipi di scena e regolare le sue impostazioni di conseguenza. Nel Lite, tuttavia, non cè il software più recente, quindi non ha la stessa vasta gamma di funzionalità di Mate 20 e Pro (più su quello sotto).

Software

  • Mate 20 Pro e Mate 20: EMUI 9.0 al lancio
  • Mate 20 Lite: EMUI 8.2 (aggiornamento 9.0 in arrivo)

Mate 20 e Pro vengono lanciati con EMUI 9.0 (costruito su Android Pie 9.0), che aggiunge alcune funzionalità extra, mentre Mate 20 Lite funziona attualmente con EMUI 8.2 (aggiornamento a 9.0 in attesa).

HiTouch, che è un po come Google Lens, consente di tenere premuto il doppio pollice sullo schermo per generare una query a cui, in base allimmagine acquisita, verrà data una risposta contestuale.

Cè anche HiVision, allinterno dellapp della fotocamera o della barra di ricerca, che utilizza la fotocamera per riconoscere automaticamente punti di riferimento, opere darte, contenuto calorico nel cibo e accedere allo shopping. Anche il Translate di Microsoft è integrato in HiVision, a cui si accede tramite lapp Fotocamera.

La modalità desktop su un PC connesso ora non richiede una connessione via cavo, solo un dispositivo compatibile con MirrorCast.

Conclusione

Il Mate 10 Pro era uno dei nostri telefoni di punta preferiti, quindi il Mate 20 Pro ha grandi stivali da riempire. Ed è questo dispositivo di fascia alta che riesce pienamente a fare proprio questo. La sua forma è una delizia visiva, anche se assomiglia piuttosto al Samsung Galaxy S9+ , mentre la gamma di potenza, funzionalità e longevità dovrebbe consentire a questo telefono di prosperare. Ci sono solo un paio di blip: la disposizione quadrata sul retro che contiene le fotocamere è brutta; mentre lintelligenza artificiale nella fotocamera può essere eccessiva.

Il Pro supera anche il Mate 20 step-down in quasi tutti i reparti, il che mette in dubbio la necessità di un dispositivo con un fattore di forma più ampio. Sospettiamo, come con il Mate 10, che questo telefono sarà più difficile da individuare nel Regno Unito e apparirà solo in determinati mercati dellUE.

Come abbiamo chiarito con la nostra recensione del Mate 20 Lite , il telefono di fascia bassa non si guadagna il suo posto in questa presunta linea di punta a causa delle sue prestazioni. Ma ignora quellurto nella tabella di marcia, guarda allimpressionante modello Pro e pensiamo che Huawei abbia un potenziale successo tra le mani.

Scritto da Mike Lowe.