Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Lultima ammiraglia di Oppo, Find X2 Pro , ha una delle schede tecniche più impressionanti dellanno finora. È chiaro che il famoso produttore sta cercando di recuperare quel vuoto nel mercato lasciato da Huawei poiché la mancanza di Google Play lo ha reso impopolare nei mercati occidentali.

Insieme a una potente batteria a ricarica rapida e un display epico, Oppo lo ha anche dotato di un sistema di fotocamere altamente capace e versatile che lo mette accanto a Galaxy S20 Ultra di Samsung e Huawei P30 Pro . Ma come si confronta?

Guarda il video qui sotto e facci sapere quale pensi sia il migliore in generale.

Le specifiche della fotocamera

  • Oppo: 48MP f/1.7 primario, zoom periscopio da 13MP, ultrawide da 48MP
  • Samsung: 108MP f/1.8 primario, zoom periscopio da 48MP, ultrawide da 12MP
  • Huawei: 40MP f/1.6, zoom periscopio da 8MP, ultrawide da 20MP

Un grande motivo per cui abbiamo voluto far funzionare queste telecamere fianco a fianco è perché sono tutte dotate di configurazioni molto simili. Sebbene il conteggio dei pixel possa differire tra tutti i sensori, è la funzione della fotocamera che troviamo più interessante. Nello specifico: cè una normale fotocamera (wide) accanto a uno zoom ultra-wide e uno a periscopio.

Questultima fotocamera è qualcosa che abbiamo visto su un numero crescente di telefoni di punta negli ultimi 12 mesi. In sostanza, gli elementi in vetro allinterno del trucco dellobiettivo sono disposti orizzontalmente allinterno del corpo del telefono, con un prisma a 90 gradi che dirige la luce verso il sensore e attraverso gli elementi dellobiettivo.

Ciò significa che è possibile ottenere livelli di "zoom ottico" precedentemente impossibili. Ma questi telefoni fanno un ulteriore passo avanti e quindi combinano lo zoom naturale offerto dal trucco della fotocamera con sensori ad alto numero di pixel, stabilizzazione ottica e apprendimento automatico per mantenere le foto accettabili a livelli di zoom davvero elevati.

Zoom Zoom

La prima cosa che vale la pena dire è che tutte queste fotocamere sono generalmente molto buone alla luce del giorno. Puoi vedere nelle immagini sopra ci sono sottili differenze in termini di come le fotocamere hanno elaborato il colore, ma generalmente i dettagli sono buoni e nessuno dei tre sembrava lottare così tanto con luci o ombre.

Il Samsung è notevolmente più vivido e forse troppo saturo rispetto a Oppo e Huawei nellinquadratura ampia, ma quando si ingrandisce utilizzando le funzionalità di zoom, Oppo sembra diventare più scuro e più caldo degli altri due.

È quando ti avvicini alloggetto che i problemi iniziano a sorgere, in particolare con Samsung, che sembra dare il via a una profondità di campo molto ridotta quando è da vicino. Insieme allHuawei, ha avuto difficoltà a catturare il fiore rosso nelle immagini sopra, sfocando molti dettagli allinterno del fiore stesso. Hai anche uno sguardo interessante su come ogni fotocamera regola automaticamente il bilanciamento del bianco per rendere limmagine più fredda o calda e satura.

È interessante notare che quando si utilizzano lunghezze focali ingrandite piuttosto estreme, ognuna tende a elaborare in modo diverso. Samsung e Huawei tendono a saturare maggiormente i colori nellesempio sopra, ma appianano anche i dettagli, facendoli apparire più sbavati. Nessuno di loro sembra perfetto, ma puoi ancora vedere alcune delle venature del legno nel segno sulla foto di Oppo.

Modalità notturna

La modalità notturna è un dato di fatto negli smartphone di questi tempi, poiché tenta di rendere possibile la fotografia in condizioni di scarsa illuminazione anche utilizzando un telefono completamente palmare. Ancora una volta, utilizzando lintelligenza artificiale per regolare automaticamente qualsiasi movimento/agitazione della mano tenendo anche lotturatore aperto per secondi alla volta. Il risultato: entra più luce, ma limmagine non presenta sfocature dovute allinevitabile tremolio delle tue mani.

Vale la pena notare che il fatto che tutto ciò sia possibile è fantastico su qualsiasi smartphone palmare, ma ogni telefono si avvicina di nuovo alle cose in modo diverso. Samsung, ancora una volta, tende a darti molta più saturazione nel blu del cielo, anche quando è buio.

Huawei sembra fare lopposto, con molto più risalto sulla luce calda proveniente dai lampioni arancioni intorno alla scena. Samsung e Oppo sembrano anche fare un lavoro migliore nel riprendere i colori pastello delledificio dallaltra parte del fiume nella prima immagine, dove Huawei sovraespone quella parte lasciandola sbiancata.

Scritto da Cam Bunton.