Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Samsung ha rivelato gli smartwatch Galaxy Watch 4 e Watch 4 Classic durante il suo evento Galaxy Unpacked di agosto, insieme a Galaxy Z Fold 3 , Z Flip 3 e Buds 2, ma cera un piccolo dettaglio non rivelato sugli smartwatch sul palco.

Gli ultimi smartwatch Samsung non saranno compatibili con iOS, con lazienda sudcoreana che questa volta abbandonerà il supporto per liPhone di Apple , almeno per ora.

Entrambi gli smartwatch funzionano sulla nuova piattaforma Wear OS 3 , che è stata progettata da Google e Samsung, ma nonostante sia le versioni precedenti di Wear OS che Tizen OS - la piattaforma su cui inprecedenza gli smartwatch Samsung funzionavano - supportando dispositivi Android e iOS, il Galaxy Watch 4 e Watch 4 Classic no.

Al momento non è chiaro se altri smartwatch Wear OS 3 saranno compatibili con liPhone come e quando verranno rivelati, ma per ora i dispositivi più recenti non lo saranno. Samsung ha detto ad ArsTechnica ( tramite Apple Insider ) - che ha scoperto lincompatibilità - che i vecchi Galaxy Watch avrebbero continuato a offrire supporto iOS.

Che cos'è il Pocket-lint daily e come lo ricevi gratuitamente?

Tuttavia, non è solo iOS a perdere il supporto. Anche il Samsung Galaxy Watch 4 e Watch 4 Classic sono compatibili solo con i dispositivi Android con Android 6.0 o versioni successive.

Per coloro che hanno uno smartphone compatibile, puoi leggere tutto su Samsung Galaxy Watch 4 e Watch 4 Classic nella nostra funzione di confronto . Puoi anche leggere la nostra recensione iniziale se vuoi vedere le nostre prime impressioni sugli ultimi smartwatch. Se sei un utente iPhone, immagino che per ora sia meglio che tu vada alla nostra funzione Apple Watch.

Scritto da Britta O'Boyle.