Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Poco prima delle festività natalizie del 2020, Ring ha annunciato che entrerà nel settore del monitoraggio in auto, offrendo telecamere che possono aiutare a proteggere i tuoi veicoli.

Lidea è che possa rilevare le intrusioni e registrarle, o permetterti di registrare coveration con le forze dellordine quando ti fermano.

Quello che non sapevamo davvero è come potrebbe essere esattamente questa fotocamera. O almeno, non fino ad ora. In effetti, non siamo ancora sicuri che questa sia la fotocamera dellauto, ma si ipotizza che potrebbe esserlo.

Lunica cosa che facciamo ora è che sembra molto insolito. Il rendering trapelato nella parte superiore di questa pagina è stato originariamente condiviso da TheTapeDrive.com (tramite ZatsNotFunny) e mostra un sistema di telecamere montato su un braccio angolato.

Nellimmagine è mostrata solo una telecamera, ma sappiamo che la telecamera dellauto dovrebbe averne due, ma - come ipotizzato da Zats - potrebbe essere perché si trova dallaltra parte del modulo della telecamera.

Questo elemento stesso sembra montato in modo da consentire di ruotare lunità e regolare langolo. Con il braccio progettato per permetterti di montarlo sulla tua auto.

Anche se non sappiamo con certezza se questa è la fotocamera per auto che Ring sta pianificando di lanciare, conosciamo già alcuni dettagli.

Sappiamo che monitorerà la tua auto per rilevare urti ed effrazioni, quindi invierà un avviso tramite lapp Ring per informarti. Dispone inoltre di doppia fotocamera HD e prevede sia la connettività Wi-Fi che LTE.

Se questa sia o meno quella telecamera è ancora da vedere. Ring non ha ancora mostrato ufficialmente il design. Si spera che non passerà molto tempo prima che sia disponibile e fuori nel mondo reale.

Scritto da Cam Bunton.