Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - BT, Virgin Media, Vodafone e altri fornitori di banda larga del Regno Unito hanno risposto alle affermazioni secondo cui gli streamer video, tra cui Netflix e YouTube, potrebbero mettere a dura prova le reti Internet durante lepidemia di coronavirus, rivelando che le loro reti hanno una capacità molto maggiore di quella utilizzata.

BT , ad esempio, ha rivelato che il picco diurno più alto registrato la scorsa settimana, con molti che già lavorano da casa, non ha nemmeno raggiunto la metà di quanto è in grado di fare la rete.

Il suo chief technology and information officer, Howard Watson, ha rivelato che il picco di traffico diurno ha raggiunto i 7,5 Tb/s, rispetto a una media di 5 Tb/s prima della crisi. Il sistema è costruito per gestire più del doppio.

Il picco più alto visto fino ad oggi da BT, durante una sera prima della crisi, è stato di 17,5 Tb/s, trainato da aggiornamenti/download di videogiochi e calcio in streaming. Ciò è stato causato da Red Dead Redemption II (un aggiornamento) e Call of Duty: Warzone (nuova versione) nonché da Spurs vs Lipsia in Champions League.

Fondamentalmente, il Regno Unito può gestire lutilizzo di Netflix HD e 4K, altri streaming video, giochi online, lavoro da applicazioni domestiche, videoconferenze (che in genere è comunque una larghezza di banda ridotta) e altro ancora.

Pocket-lintBT afferma che la rete Internet del Regno Unito può gestire Netflix 4K durante la crisi del coronavirus image 2

E questo è solo BT. La rete di Virgin Media è altrettanto robusta.

"Nonostante laumento dellutilizzo dei dati sulla nostra rete, non siamo al completo e continuiamo a fornire ai nostri clienti i servizi ultraveloci e affidabili che si aspettano", ha affermato Jeanie York, chief technology and information officer del provider.

"La pandemia di coronavirus non ha ancora spinto la domanda ai livelli visti durante le recenti versioni di giochi per computer o quando più partite della Premier League sono state trasmesse in streaming contemporaneamente".

Vodafone osserva inoltre che, oltre alla propria infrastruttura a banda larga, anche lutilizzo dei dati mobili è entro limiti accettabili: "Abbiamo abbastanza spazio per soddisfare la crescente domanda e per mantenere il Regno Unito connesso", ha affermato.

"Stiamo assistendo a un aumento di circa il 30% del traffico Internet sulle nostre reti fisse e mobili. Inoltre, abbiamo assistito a una crescita del traffico di telefonia fissa di oltre il 25% e del traffico voce mobile del 42%".

La nuova mini centrale elettrica portatile RIVER di EcoFlow è perfetta per i viaggi

Quindi, mentre artisti del calibro di Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, Disney+ e PlayStation, hanno accettato di "rallentare" e/o ridurre la qualità dei loro flussi video o la velocità di download, è più una mossa cautelativa e preventiva piuttosto che una veramente necessario al momento.

Scritto da Rik Henderson.