Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - L'Asus ROG Flow X13 è un laptop da gioco ultraportatile da 13 pollici in stile 2 in 1 che è piccolo, leggero e anche piuttosto affascinante. È progettato per essere utile in molti modi, grazie a un design che può essere capovolto in diverse posizioni.

Quando giochi, puoi anche collegarlo alla GPU esterna XG Mobile che funge non solo da eGPU tradizionale ma anche da hub per tutte le tue periferiche e dispositivi di gioco. Questa scatola aggiuntiva di trucchi non solo aumenta le prestazioni di gioco con l'RTX 3080 di Nvidia, ma ha anche un modulo di alimentazione integrato da 280 W e connessioni per USB, Ethernet, DisplayPort e altro.

Quindi, se vuoi qualcosa da portare con te al lavoro, poi torna a casa e aggancia un monitor o una TV più grande per un gioco coinvolgente, allora puoi farlo. In teoria, è fantastico - ed ecco perché ci ha molto sorpreso e soddisfatto.

Il nostro parere veloce

Come pacchetto completo, siamo super sorpresi - ed estremamente soddisfatti - dall'Asus ROG Flow X13. È così utilizzabile in una varietà di circostanze. Supponendo che abbiate acquistato il portatile e la GPU esterna XG Mobile come pacchetto completo, allora avete una configurazione davvero vincente.

Le lamentele minori come la GPU standard meno capace o la mancanza di porte sono presto messe a riposo con la eGPU collegata, rendendo l'esperienza complessiva davvero forte. Quindi, se state cercando un portatile da gioco multi-capace, che sia anche leggero e portatile, ma che possa ancora fare il lavoro quando ne avete bisogno, allora questo è un belter assoluto.

Recensione del laptop da gioco Asus ROG Flow X13: piccolo ma eccezionale

Recensione del laptop da gioco Asus ROG Flow X13: piccolo ma eccezionale

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Eccellente durata della batteria per una macchina compatta
  • Fantasticamente portatile
  • Buono per la produttività e il gioco
  • Decenti frame al secondo - anche senza la GPU esterna XG Mobile
Contro
  • Mancano le porte USB senza la GPU esterna XG Mobile
  • Il design della ventola lo rende caldo sul giro

squirrel_widget_6212686

Portabilità e potenza compatte

  • CPU AMD Ryzen 9 5980HS
  • Fino a 32 GB di RAM LPDDR4X 4266 MHz
  • Fino a GPU Nvidia GeForce GTX 1650 Max-Q
  • Caricabatterie USB-C PD con ricarica rapida (60 percento in 40 minuti)
  • NVMe da 1 TB

L'Asus ROG Flow X13 è chiaramente un osservatore. Potrebbe essere piccolo, ma è piacevole alla vista con accenti eleganti e dettagli di design che lo rendono attraente. Ha un effetto increspato dall'aspetto sciccoso sul coperchio e sull'area che circonda la tastiera, che è stranamente piacevole ai polsi. Nella classica moda ROG, è anche robusto con un bel telaio solido che non si flette o si piega inutilmente.

Essendo un 2-in-1 con touchscreen, significa che quando non ci stai giocando, puoi capovolgerlo e usarlo in stile tablet, oppure inserirlo in una tenda o in modalità stand per una facile visualizzazione dei contenuti. In modalità tenda funzionerà anche più fresco, il che è un punto culminante interessante per i giochi.

Nonostante le sue dimensioni ridotte, il Flow X13 ha molto da offrire. C'è una CPU AMD Ryzen 9 5980HS, quindi ha un'ottima durata della batteria per cominciare. Non tanto quanto le 11 ore dichiarate da Asus, ma sicuramente più degli altri laptop da gioco sottili e leggeri che abbiamo provato negli ultimi anni.

Considerando che pesa solo 1,3 kg e ha uno spessore di soli 15 mm, non è nemmeno scadente in termini di specifiche di gioco. Contiene una scheda grafica Nvidia GeForce GTX 1650 Max-Q in quel corpo snello, che offre frame rate abbastanza decenti. Anche se quell'esperienza dipende certamente dal gioco. Siamo riusciti a ottenere più di 60 fps su giochi come Forza Horizon 4 , Back 4 Blood e Rage 2, ma Far Cry 6 non ha funzionato altrettanto bene, anche con impostazioni inferiori.

Uno svantaggio della natura compatta è il calore e il rumore. Questo è spesso un problema con le macchine da gioco ultrasottili, ma le posizioni delle ventole su questo laptop sono particolarmente problematiche se stai giocando sulle tue ginocchia. Ci siamo seduti sul divano per giocare e abbiamo scoperto che la posizione delle ventole nella parte inferiore faceva surriscaldare il laptop sulle nostre cosce.

Naturalmente, puoi regolare le capacità delle prestazioni nel software Asus Armory Crate . L'aumento delle prestazioni con la modalità turbo o prestazioni ti dà un aumento di fotogrammi al secondo, ma si traduce anche in un rumore della ventola abbastanza forte. Gli altoparlanti del laptop sono abbastanza buoni da sopraffarlo per la maggior parte, ma il rumore a volte può essere faticoso.

Una cosa che ci piace di questa macchina è che è in grado di eseguire giochi indie e titoli meno impegnativi a frame rate decenti mentre non è collegata. L'abbiamo usata per giocare casualmente sul meraviglioso gioco di sopravvivenza di Obsidian Entertainment Grounded e ha frame rate fluidi e un paio di ore di gioco prima che fosse necessario collegarlo.

Quando hai bisogno di più potenza, c'è sempre la GPU esterna XG Mobile.

Potenza ed espandibilità extra

L'Asus ROG Flow X13 non è esente da problemi. Il telaio compatto è abbastanza limitato in termini di porte di serie: c'è solo una porta USB-A e una porta USB-C. Quindi, se stai collegando un mouse e il cavo di alimentazione, non puoi davvero collegare nient'altro.

È qui che entra in gioco la GPU esterna XG Mobile . Questa è una piccola scatola di trucchi che contiene una scheda grafica più potente sotto forma di RTX 3080. Si collega al laptop con un grande adattatore XGm sul lato sinistro e poi migliora notevolmente l'usabilità della macchina.

Ovviamente, l'attrattiva principale è la potenza grafica extra a cui puoi accedere, ma ha anche altre funzionalità. Funge da fonte di energia, tanto per cominciare. Ciò significa che non è necessario utilizzare il power brick standard USB-C mentre lo si utilizza, il che libera quella porta sul lato destro.

La GPU esterna XG Mobile ha anche quattro porte USB-A, DisplayPort, uscita HDMI e una connessione Ethernet. Collegalo e hai improvvisamente più opzioni di connettività e puoi trasmettere a monitor più grandi. L'abbiamo sfruttato al meglio utilizzando questo piccolo laptop e la sua eGPU per alimentare una TV 4K da 65 pollici e per riprodurre Forza Horizon 4 e Far Cry 6 in un modo molto più soddisfacente.

Questo è uno dei grandi punti salienti di questo laptop in questa configurazione: non solo puoi giocare a giochi casuali su di esso senza essere collegato, ma puoi anche collegarlo e massimizzare i frame rate su monitor più grandi. Offre anche tecnologie grafiche extra che non sono disponibili come standard. La grafica GTX 1650 nel laptop stesso non è in grado di gestire il ray tracing , ma una volta collegata l'eGPU è possibile attivare tali impostazioni.

Tuttavia, noteremo che la connessione per la GPU esterna può essere un po' fastidiosa. In teoria, è abbastanza facile: collegalo alla rete per l'alimentazione, quindi collega il cavo al laptop e sei via. Ma quando devi disconnetterlo, devi prima fare clic sui pulsanti nella barra delle applicazioni e impostarlo per lo spegnimento. Pensa a questo come alla rimozione sicura dell'hardware, tranne per il fatto che non è un passaggio che puoi semplicemente saltare se non ne hai voglia.

Pocket-lintRecensione del laptop Asus ROG Flow X13 foto 7

Non è necessario farlo se stai semplicemente spegnendo il laptop, lasciandolo collegato all'eGPU pronto per la prossima volta, ma non puoi semplicemente scollegare l'eGPU per un capriccio. In questo modo il laptop ti dirà che l'eGPU non viene rilevata e avrai problemi a riavviare Windows. Non è un grosso problema, ma una debolezza del design. Una volta che ti sei abituato a quella logica, diventa molto più facile da gestire.

Comodo divertimento touchscreen

  • Corning Gorilla Glass touchscreen
  • Pannello da 13,4 pollici, proporzioni 16:10
  • Frequenza di aggiornamento 120Hz, risoluzione 1920 x 1200
    • o 60Hz con risoluzione WQUXGA (3840 x 2400)
  • Convalidato Pantone, sRGB: 116%, DCI-P3: 85%,
  • Supporto per la sincronizzazione adattiva

Il ROG Flow X13 ha un rapporto di aspetto 16:10, display da 13,4 pollici. Puoi scegliere tra 3840 x 2400 a 60 Hz o 1920 x 1200 a 120 Hz. Quest'ultimo è il modello che abbiamo recensito e probabilmente la scelta più logica con un display di queste dimensioni e con la scelta della GPU standard. Ottieni una frequenza di aggiornamento più elevata e il potenziale per frame rate migliori anche senza eGPU. Anche se vale la pena notare che ci sono modelli del Flow X13 che sono dotati di una GPU RTX 3050 di serie.

Pocket-lintRecensione del laptop Asus ROG Flow X13 foto configurazione eGPU 13

Ovviamente, il display di questo laptop non è esattamente enorme. Ma in qualche modo, grazie alla cornice relativamente priva di cornice, riesce a sembrare più grande di quanto non sia in realtà. Sì, ha un formato 16:10 invece del solito 16:9, ma questo non è un problema per la maggior parte dei giochi.

Come con altri laptop Asus che abbiamo testato, ha anche diverse impostazioni GameVisual che regolano i colori dello schermo per ottenere il massimo dai vari formati di gioco. Quindi puoi selezionare FPS, Racing, RTS/RPG e altro ancora e goderti i cambiamenti che porta.

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi da come si gioca su questo schermo. Ha più presenza di quanto tu possa immaginare dal suo piccolo telaio e non ci ha causato un sacco di affaticamento degli occhi anche giocando per lunghi periodi. Il multitasking per il lavoro è un po' una storia diversa, ma con la possibilità di connettersi facilmente a un monitor più grande, non è un grosso problema.

Per ricapitolare

Questo ultraportatile da 13 pollici con uno stile di design 2-in-1 è piccolo, leggero e pensiamo piuttosto affascinante. Supponendo che lo acquistiate con la GPU esterna XG Mobile come pacchetto completo, allora avete un vero vincitore qui.

Scritto da Adrian Willings. Modifica di Stuart Miles.