Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - In occasione dell'incontro annuale degli investitori di questa settimana, Intel ha presentato la tabella di marcia per le prossime GPU da gioco Arc .

Intel aveva precedentemente annunciato che avremmo visto per la prima volta le GPU nei laptop Intel dei partner OEM nel primo trimestre del 2022.

Anche se questo sembra essere ancora il caso, i giocatori desktop dovranno aspettare più tempo.

La roadmap suggerisce che le schede grafiche desktop Intel verranno vendute nel secondo trimestre, con le GPU per workstation che seguiranno nel terzo trimestre.

Per quanto riguarda le prestazioni, Intel afferma che la sua prima generazione di GPU Alchemist supporterà DirectX 12 Ultimate , mesh shading, shading a velocità variabile e, soprattutto, ray tracing basato su hardware.

Intel promette anche una tecnologia di super campionamento basata sull'intelligenza artificiale, che consente agli utenti di spremere fino all'ultimo frame di prestazioni dal proprio hardware.

Suona bene? Intel pensa di sì e spera di fornire più di 4 milioni di schede grafiche desktop quest'anno.

Miglior portatile 2022: i migliori notebook economici e premium per professionisti, studenti e utenti occasionali

Dietro le quinte, Intel ha già iniziato a lavorare sulla sua seconda e terza generazione di GPU.

Nome in codice Celestial, la terza generazione suona particolarmente eccitante in quanto sarà destinata al "segmento ultra-entusiasta".

Un'altra area su cui Intel ha lavorato è intitolata Project Endgame.

Questo è un servizio che consente alle persone di accedere alle sue GPU Arc tramite il cloud e promette "un'esperienza di elaborazione sempre accessibile e a bassa latenza".

Non ci sono ancora molti dettagli su Project Endgame, ma Intel intende renderlo disponibile entro la fine dell'anno.

Scritto da Luke Baker.