Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Sebbene Intel rilascerà nuovi processori Intel Core entro la fine dellanno - noti come Tiger Lake - gli occhi sono stati puntati sui veri chip di nuova generazione che sono scivolati di nuovo nella data di rilascio e debutteranno ora nel 2022, un enorme ritardo sullobiettivo originale di Intel di 2017/18 .

Questi saranno realizzati utilizzando un processo di produzione a 7 nm anziché gli attuali 10 nm che vedremo di nuovo con Tiger Lake, il che significa essenzialmente unefficienza molto maggiore, un funzionamento più fresco e chip più capaci.

Il ritardo è imbarazzante per unazienda da sempre orgogliosa dellinnovazione. La rivale AMD sta già producendo in abbondanza parti a 7 nm, così come altre aziende come HiSilicon di Huawei, Apple con la sua serie A e Snapdragon di Qualcomm che - utilizzano tutti la produzione a 7 nm di TSMC - TSMC ha iniziato la produzione a 7 nm nel 2017 e non cè dubbio che questo ritardo almeno spiega in parte che Apple sia così desiderosa di trasferire alcuni Mac per eseguire i processori di Apple.

Cè chiaramente un problema serio poiché Intel afferma che i rendimenti - la quantità di prodotti difettosi rispetto a prodotti non difettosi prodotti - non sono affatto vicini a ciò che dovrebbero essere e sono in ritardo di un anno rispetto allobiettivo. Prima che i 7 nm raggiungano le strade, sembra che avremo un altro perfezionamento del processo a 10 nm nel 2021 chiamato Alder Lake.

Miglior VPN 2022: le 10 migliori offerte VPN negli Stati Uniti e nel Regno Unito

In un comunicato stampa , il CEO Bob Swan ha parlato di una "modalità di difetto... che ha comportato un degrado della resa" nel processo a 7 nm e ancora una volta indicando che si tratta di una brutta situazione poiché è stato affermato che la società ha "investito in piani di emergenza per proteggersi da ulteriori programmi incertezza."

Toms Hardware aggiunge che è stato anche affermato in una chiamata agli investitori che Intel potrebbe fare affidamento su fonderie di terze parti per la produzione di chip. Per unazienda con i propri impianti di produzione è un vero colpo: ha investito 7 miliardi di dollari in "Fab 42" in Arizona, progettato specificamente per produrre chip a 7 nm.

Scritto da Dan Grabham.