Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Google sta ricercando e sviluppando piani per produrre i propri chipset interni personalizzati per i futuri Chromebook e qualsiasi altro dispositivo che il colosso di Alphabet prevede di rilasciare nei prossimi anni.

La notizia arriva da un rapporto di Nikkei Asia , che afferma che fonti allinterno di Google confermano che lazienda sta testando piani per affidarsi esclusivamente alle proprie unità di elaborazione centrale personalizzate, galvanizzate dal recente successo riscontrato da Apple e dal loro passaggio al silicio personalizzato di Apple. da Intel.

In tutta onestà, il rapporto non è troppo scioccante, poiché Google ha già riconosciuto lesistenza del primissimo chip mobile personalizzato dellazienda, il Tensor, che dovrebbe essere rilasciato nei prossimi Pixel 6 e Pixel 6 Pro in arrivo. questanno.

Prevediamo che la linea Pixel 6 verrà lanciata nel mese di ottobre. Per un riepilogo completo di tutto ciò che sappiamo su questi dispositivi, fai clic qui .

Per quanto riguarda le notizie di Nikkei Asia, sembra che Google stia pianificando di passare dallo sviluppo di unità di elaborazione mobile solo a CPU a tutti gli effetti per i propri dispositivi Chromebook.

Naturalmente, questi chip dovrebbero essere molto più robusti di quelli visti allinterno di un Pixel, ma da quando Apple ha iniziato a spingere ARM nel mainstream dellhardware desktop , sembra che la linea tra processori mobili e laptop e chip desktop sia diventata così sfocata , non siamo abbastanza sicuri se ci sarà bisogno di fare una distinzione tra i due con il passare degli anni.

Scritto da Alex Allegro.